Giornata internazionale del bambino.

PODIUMKIDS (2)Giornata internazionale del bambino.
Unicef: pace globale per il futuro dei piccoli
Si celebra il 1°Giugno la Giornata internazionale del bambino. L’obiettivo è sensibilizzare governi, istituzioni e famiglie sulla necessità di difendere e tutelare i minori. La Giornata internazionale del bambino, istituita nel 1925 durante la Conferenza Mondiale sul Benessere dei Bambini di Ginevra, si propone di puntare il focus sul richiamo dell’Unicef: lavorare sulla responsabilità condivisa per promuovere una pace duratura e salvaguardare il futuro dei piccoli. Un quadro che si fa ancor più cupo nei Paesi sferzati dai conflitti.
E la moda, con i suoi colori, l’allegria e la speranza per ripartire dopo la pandemia, serve anche per attirare l’attenzione sulla Giornata Internazionale del bambino e i suoi contenuti, e Yuliia Palchykova, cool hunter moscovita alla continua ricerca di nuove proposte di designer da tutto il mondo, terminata con successo la 36° edizione in virtuale della Vancouver Fashion Week di aprile, crea una sfilata virtuale di aziende di abbigliamento bimbo, prodotte nell’Est, ambientata nelle strade di una Firenze bellissima, nella edizione KIDWEAR del suo RunWay Show Milano Fashion Vibes, dal locandina1° giugno al 3 giugno 2021, un chiaro segno che la digitalizzazione e l’innovazione tecnologica rappresentano un’importante risorsa in grado di rivoluzionare completamente l’industria del fashion, consentendole di evolversi in un modello di riferimento responsabile.
Aziende che, da mesi, conoscono le difficoltà di mercato che in molti casi si ripercuotono sulla vita e sull’organizzazione aziendale. Ma per i produttori di moda junior delle aziende dell’Est significa anche stimolo a cambiare, progettare, riposizionare, rilanciare. Infatti è tramontata l’era dell’abbigliamento dai colori e modelli troppo classici, monotoni per bambini, oggi numerose aziende producono modelli di abiti eleganti e alla moda, abiti e SOFYA TERESHINA +++tute calde trasmettendo al bambino il sentimento di bellezza fin dai primi giorni di vita, moderne tendenze della moda con un forte influsso dalle tradizioni culturali, l’alta qualità e l’autenticità stilistica dei prodotti a prezzi accessibili.
Kidwear RunWay Show Fashion Vibes propone dal 1° al 3 giugno 5 designer:
il primo giorno
Dimanche141 giugno ore12:00
SOFYA TERESCHINA ( Russia )
PODIUM KIDS ( Russia )

Il secondo giorno
2 giugno ore12.00
AIREN KIDS ( Russia )
Il terzo giorno
3 giugno ore12.00
ELSA FAIRY DRESSES ( Ucraine )
DIMANCHE KIDS ( Korea )

PODIUMKIDS +++Le Aziende produttrici dell’Est hanno conquistato il loro posto nel mercato dell’abbigliamento per bambini con un “look adulto”, allontanandosi dal solito “outfit infantile” e aggiungendo elementi di vita agli stessi designer, ai loro progetti speciali dedicati alla ricerca moda, alle nuove generazioni e al tema della sostenibilità. La ricerca della next generation dei designer che genera collezioni moderne, dai tessuti con disegni di farfalle, fiori, uccelli, bretelle, borse, fasce, allontanandosi dalla palette classica dei colori da bimbo – la gamma azzurro, rosa e bianco – usando colori da adulto, il cammello, il grigio, il verde, l’arancio, utilizzando seta, broccato, tulle e strass Swarovski. Infatti articoli su designer di moda bambino sono inclusi nelle riviste più “alla moda” e nelle recensioni dei blogger più famosi nel campo della moda e del design per bambini.
MEDIA PARTNER
Un ringraziamento speciale

Elsa Faity Dresses +LA BELLE KIDS MAGAZINE (USA)
BACHIA KIDS MAGAZINE – Julio SancezVelo ( BRASILE )
MODNY DOM – Beatris Malahova ( Russia)
VDG ( Italy )
DMGMODA – Giovanni Di Marco ( Italy )
Natalia Eclectic ( Italy)
Ladys.by – Svetlana Kovalchuk (Belarus)
Ash Magazine – Aleksandra Bushma ( Belarus)
Salon 375 – Tatiana Keizerova ( Belarus )
Kult.by – Natallia Kondratenko ( Belarus )
Ketty Carraffa – opinionista TV ( Italia )
Celebrity TV – Olga Svetlaya

FASHION VIBES
IG @fashionvibesmilano
Yuliia Palchykova
+393283484027
www.fashion-vibes.com
Fashion Vibes Team

Podiumkids alla Giornata Internazionale del Bambino

ridottaPodiumkids alla Giornata Internazionale del Bambino
01-03 giugno a Firenze
su piattaforma di Kidwear Fashion Vibes

Parola d’ordine: ascoltare i ragazzi che sono gli opinion leader più importanti!.
Podiumkids sostiene l’idea di essere “sulla stessa onda” dei ragazzi, che è la voce più importante perché le collezioni sono create secondo i desideri dei ragazzi.
Tutto inizia dall’elaborazione della bozza del prodotto dove il designer, il capo della produzione, gli artigiani hand made sottopongono al test di un gruppo di bambini per avere la loro approvazione. L’Azienda segue i commenti dei ragazzi, ascoltando i loro giudizi in termini di vestibilità, colori e comodità.
La collezione “Vesna 2021” che sarà presentata a Firenze su piattaforma digitale del Dimanche14KidWear Show organizzato da Fashion Vibes punta sui colori accesi, brillanti, stampe che aiutano a sviluppare l’alfabetizzazione visiva e a potenziare la naturale curiosità dei bambini, fornendo una tela per il gioco illimitato dell’immaginazione.
Dalle stampe più “creative” ai binomi cromatici tra bianco e nero, passando per il lettering fino ai più classici grafismi, tra le stampe non mancano certo i fiori effetto macro, oppure illustrazioni acquerellate.
La tendenza prevede che i capi si accostano tra di loro per creare degli outfits “matchy-matchy” con la possibilità di spezzare i completi e accostare i diversi pattern in un mix&match di fantasie. La capacità di comunicare con i ragazzi attraverso il loro linguaggio aiuta a stabilire una connessione solida e un’ottima relazione, gli outfits sono SOFYA TERESHINA 3PODIUMKIDS +++caratterizzati da una semplicità romantica, dalla funzionalità e da una straordinaria attenzione ai dettagli, tutto per una nostalgica mancanza di viaggi, luce, sole e spazi aperti, dati dalla pandemia.

Vesna 2021, una collezione dal design elegante e minimale abbinato a materiali organici e sostenibili, dove struttura, atmosfera, colore e luce vengono usati per creare un messaggio estetico unificato che sia sottile, funzionale e senza tempo.

contatti:
sito: www.Podiumkids.moda email: podiumkids.moda@yandex.ru
Telefono: +7 495 229 80 89 Fb: https://m.facebook.com/podiumkids.dress
IG: @moda.Podiumkids

FASHION VIBES TEAM
IG @fashionvibesmilano
Yuliia Palchykova
+393283484027
www.fashion-vibes.com
@_fashionvibesmilano

Tenuta Masselina in Romagna arricchisce proposta enoturistica con una mostra su un secolo di viticoltura e mondo agricolo

Interno CollezioneTenuta Masselina in Romagna arricchisce proposta enoturistica con una mostra su un secolo di viticoltura e mondo agricolo

A Tenuta Masselina una collezione unica
In esposizione un secolo di viticoltura e mondo agricolo della Romagna. La mostra arricchisce la proposta enoturistica della Tenuta sulle colline di Castel Bolognese.

Castel Bolognese (24 maggio 2021) – Tenuta Masselina arricchisce la sua proposta enoturistica con un viaggio nella memoria lungo un secolo per un racconto della cultura vitivinicola e agricola, dal primo ‘900 ai giorni nostri. A proporla è l’azienda vitivinicola biologica di 22 ettari sulle colline di Castel Bolognese, tra Faenza e Imola, ospitata in un casolare di recente ristrutturazione che raccoglie una collezione di rara bellezza di attrezzi e macchine agricole e oggetti di alto artigianato.

Il percorso, dislocato in sei sale tematiche, è un cammino che attraversa il tempo e offre una panoramica di oltre cent’anni di vita nella Romagna contadina. A realizzarlo nella parte dei contenuti anche multimediali è l’azienda stessa in collaborazione con Hibou, realtà imolese che si occupa di progettazione e servizi culturali per musei, mostre e archivi.

Macchine e attrezzi, raccolti e perfettamente conservati in tanti anni da Emilio Pezzi di Bagnacavallo, oggi quasi novantenne, appassionato cultore della civiltà contadina che li ha affidati a Tenuta Masselina a futura memoria. Un’esposizione che vuole essere luogo di conoscenza e trasmissione alle generazioni a venire, per raccontare e divulgare la storia di viticoltori, artigiani e contadini della nostra terra.

Tra i numerosi oggetti in mostra, una collezione di gioghi ornati, il plaustro o carro agricolo a quattro ruote con timone per il trasporto dell’uva che la tradizione romagnola vuole dipinto a mano, utensili di cantina e per la lavorazione della canapa di grande pregio.

Nel cuore dell’azienda, l’esposizione si unisce al racconto della tenuta dove la produzione di vini biologici, l’enoteca, gli spazi polifunzionali per l’ospitalità e i luoghi di affinamento dei vini rappresentano il percorso che caratterizza la proposta enoturistica di Tenuta Masselina.

“La collezione è una nuova esperienza per chi visita Tenuta Masselina – spiega Marco Nannetti, Presidente Terre Cevico, gruppo che controlla la tenuta vitivinicola -. Una proposta che si aggiunge ai percorsi di degustazione e ci consente di ampliare il racconto del vino nel solco della sostenibilità non solo ambientale, ma anche etica, sociale e culturale. Un’esperienza che Masselina offre ai territori ed alle comunità della Romagna e non solo.”

Tenuta Masselina è un’azienda vitivinicola biologica che ottimizza la propria performance energetica attraverso l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili (solare e geotermica, con pannelli e 14 pozzi che attingono ad una profondità di 110 metri) all’interno di spazi adeguatamente progettati e gestiti per ospitare un pubblico di enoturisti e appassionati, trasferendo attraverso il vino la propria filosofia di realtà che recupera sapienza e tradizioni dal passato con un progetto di recupero a 360 gradi. La struttura è certificata Casa Clima secondo gli standard di sostenibilità con il massimo grado.

Info Collezione.

L’esposizione è aperta al pubblico su prenotazione dal martedì al sabato con orario 9.00-12.30 e 15.00-18.30. La visita può essere abbinata a un percorso enologico che contempla varie proposte: cantina, vigna e degustazione.

L’ingresso alla collezione è gratuito.

Info Tenuta Masselina

Azienda agricola di 22 ettari, di cui 16 coltivati a vigneto in regime biologico e 6 di bosco, si trova a Castelbolognese sulla dorsale collinare tra Imola e Faenza. L’azienda si trova nell’MGA Serra della Doc Romagna Sangiovese, la menzione geografica più occidentale della denominazione, un vero spartiacque tra le consuetudini produttive Emiliane e quelle Romagnole. L’altitudine tra 100 e 250 metri s.l.m. su suoli argilloso-calcarei e la coltivazione dei vigneti è favorita dalla presenza di una ideale e quasi costante ventilazione. Particolarmente vocata alla produzione di vini bianchi, circa 40.000 le bottiglie totali prodotte, fra queste Sangiovese, Albana dai ritrovati vigneti a Pergoletta romagnola e lo spumante metodo classico affinato per 36 mesi all’interno dell’azienda. Sorge su una bellissima collina, dove i vigneti si alternano a bosco, pini e cipressi e la vista si spinge fino al mare.

Masselina fa leva su un nuovo racconto per la Romagna, un’identità tutta centrata sul recupero delle radici con uno sguardo al futuro, per una proposta enologica orientata alla sostenibilità ambientale con vini credibili e riconoscibili nel tempo per lo stile classico e dinamico.

Apertura da martedì al sabato con orario 9.00-12.30 e 15.00-18.30

Contatti: Tel. 0546 651004 info@masselina.it

Instagram tenutamasselina

Facebook Tenuta Masselina

www.masselina.it

Ufficio Stampa Tenuta Masselina

PrimaPagina Cesena

Filippo Fabbri 347.1567681

Filippo Fabbri – Agenzia PrimaPagina
Piazzale E. Vanoni, 100- 47522 Cesena
tel. 0547 24284
cell. 347 1567681
fabbri@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it <http://www.agenziaprimapagina.it/>

Ciao Chef!

Ciao_ChefCiao Chef!

Roma, 21 Maggio 2021 – Ancora una grande novità per ALMATV, con un format da 20 puntate, nelle quali il sapiente e raffinato Roberto Scarnecchia, vuole presentare alcune proposte “importanti e di qualità” per una idea di cucina sana ed equilibrata, unendo la grazia e la contagiosa simpatia anche grazie alla conduzione di Antonella Biscardi. La partenza è prevista il 24 Maggio alle 21.30 sul canale 65 del digitale terrestre, con replica il giorno successivo, alle ore 16, venti puntate per 24 minuti di show dal lunedì al venerdì ed in replica il giorno dopo.

In ogni programma, le sfide sono innumerevoli, ma le principali sono rappresentate dal realizzare un piatto speciale per un “amico speciale”, oltre che illustrare i processi di Roberto Scarnecchiarealizzazione, molto importanti, per curare quei dettagli e l’uso di prodotti di prima qualità, che permettono di ottenere un risultato straordinario (qui il promo della produzione).

“Se pensiamo al tonnarello cacio e pepe – aggiunge Roberto Scarnecchia, il piatto si veste di diversi sapori e gusti, a seconda, ad esempio, della stagionatura. 12 mesi per un pecorino è già importante, mentre la stessa stagionatura per il parmigiano, è pura dolcezza. I dettagli, la conoscenza dei prodotti principali, è un modo per vivere pienamente ogni preparazione. Con Antonella Biscardi, onoriamo l’ospitalità, l’amicizia e la cucina, con quei riti che rendono una occasione, un momento davvero speciale ed indimenticabile”.

Ciao Chef! racconta lati inediti della cucina, della cultura e del costume del Bel Paese, con un tocco elegante, divertente, con un fascino che cattura, in un ambiente minimale ed elegante, dove emerge netta l’originalità dello Chef, anche grazie alla sua narrazione morbida ed attenta, “condita” dal colore dato da Antonella Biscardi, alla continua scoperta delle nostre migliori realtà gastronomiche.

La tipologia di cucina presentata da chef Roberto Scarnecchia è “mediterranea” con tocchi personali e aggiunte particolari. La sua caratteristica è rielaborare piatti classici con l’influenza dei colori e sapori carpiti in giro per l’Italia, dove tra un trionfo sportivo e professionale, ha saputo attingere a piene mani.

Gli abbinamenti del piatto, specchio dei prodotti tipici enogastronomici dell’eccellenza italiana, si affida al suo amico Armando con il quale intercorre un rapporto colloquiale, professionale e confidenziale.

ROBERTO SCARNECCHIA

Roberto Scarnecchia è popolare per essere stato un ottimo giocatore di calcio (ha militato in serie A nelle squadre della Roma, Napoli, Pisa e Milan, giocando al fianco di Paulo Roberto Falcao e Carlo Ancelotti) avendo vinto due Coppe Italia con la maglia giallorossa, ma è anche allenatore e soprattutto, uno chef raffinato!

Dal 1990, è docente formatore. Iscritto a Scienze e Tecniche della Comunicazione alla Bocconi, tiene corsi di formazione per i crediti formativi. Segue un master per insegnare alla Business School ad Harvard, specializzandosi in “School education human development marketing and communication”. E’ in quel periodo, che segue “corsi e percorsi” da chef.

Alla fine degli anni 90, entra nella cucina di un locale aperto dal padre a Roma e l’anno successivo, cura la parte ristorativa del primo Milan Point. Gestisce con la famiglia, il ristorante Marina Palace a Genova ed il ristorante Undici a Roma, dove opera come chef e dispensatore della grande cultura gastronomica della Capitale. E’ ospite di numerose trasmissioni televisive ed è autore anche di un saggio di economia: l’uovo di Colombo.

ANTONELLA BISCARDI

Antonella Biscardi nasce a Napoli, vive a Roma, dove si laurea in architettura.

Dal 1993 svolge la sua attività nel settore della comunicazione televisiva, ideazione di programmi e attività di giornalista e scrittrice, coniugando la sua passione per l’arte e la scrittura.

Giornalista e Produttore Televisivo dal 1994 per Rai, Sky, TMC, La7 e molti altri canali televisivi nazionali.

Ideatrice di svariati programmi TV: “Visti dalle Stelle” per TMC, “Streamer” ed “A casa di” per Stream, “Area Gol” per La7, “Prima del Processo” per 7Gold

CIAO CHEF!

Venti puntate per 24 minuti di show,in onda dal 24 Maggio alle 21.30 (dal Lunedì al Venerdì) ed in replica dal 25 Maggio alle 16.00 (dal Lunedì al Venerdì).

ALMA TV

ALMA TV è disponibile alla numerazione LCN 65 del digitale terrestre per raccontare il meglio dell’Italia. Un grande progetto editoriale che nasce grazie alla partnership tra Alma Media e il Gruppo Sciscione, per portare i contenuti di Alice e Marcopolo più vicino nel telecomando e più vicino ai telespettatori.

ALMA TV racconta la bellezza e la forza del nostro Paese, fondendo definitivamente le capacità editoriali dei canali Alice e Marcopolo, che da oltre 20 anni raccontano il grande patrimonio agroalimentare nazionale e le bellezze dell’Italia.

Per maggiori informazioni

press@almatv.it

Paola Piovesana
comunicazione aziendale, eventi e convegni,
giornalista OdG Lombardia
https://www.linkedin.com/in/paolapiovesana/

La prima teatrale della nuova inchiesta di David Gramiccioli sulla Pandemia, Virus …..

184685971_1227810561003206_4604902539745056548_nLa prima teatrale della nuova inchiesta di David Gramiccioli sulla Pandemia,
Virus …..

David Gramiccioli presenta la sua nuova inchiesta: “Virus, l’Italia deve sparire…”, tutta la verità sulle pandemie che hanno colpito il pianeta nel terzo millennio, dal 1999 ad oggi e il loro reale obiettivo finale.
Il reporter ricostruisce in modo minuzioso e documentato tutte le tappe che hanno portato alla pandemia di Covid-19, quella che sta letteralmente “distruggendo” il mondo, ma cosa si nasconde realmente dietro questa tragedia? Chi sono i responsabili di tutto 184598384_136890005123485_8160929050408566702_nciò? Perché nel nostro paese una situazione così grave è stata affrontata in modo tanto controverso?
Una pandemia, due governi, ma nessuna soluzione reale per il bene dell’Italia. Gramiccioli ha già risposto ai familiari delle vittime che chiedono rispetto: “Ho avuto sempre RISPETTO per le vittime, tutte indistintamente, qualsiasi dramma abbia raccontato. Io non nego nulla, faccio solamente i nomi dei colpevoli. Spero troviate anche voi il coraggio di farlo”.

21 e 22 maggio a Firenze, Teatro Affratellamento.

Per Info e Prenotazioni Umana Gente
Email: virus.firenze@gmail.com

Al via la prima edizione della Merenda nell’Oliveta. Nelle 70 Città dell’Olio aderenti c’è voglia di ripartenza

logo_Mipaaf_coloriAl via la prima edizione della Merenda nell’Oliveta. Nelle 70 Città dell’Olio aderenti c’è voglia di ripartenza

Dal 21 maggio al 27 giugno, eventi all’aria aperta in 13 Regioni

Al via la prima edizione della Merenda nell’Oliveta

Nelle 70 Città dell’Olio aderenti c’è voglia di ripartenza

L’iniziativa promossa dall’Associazione nazionale Città dell’Olio prevede: corsi di assaggio, laboratori didattici, incontri con olivicoltori, reading di poesie a tema olio, musica dal vivo all’ombra degli ulivi al tramonto

logo-merendanellolivetaUn’esperienza tutta da vivere. Immersi nel paesaggio olivicolo, seduti all’ombra degli ulivi secolari testimoni di una civiltà millenaria, avvolti dai colori caldi del tramonto. Un’occasione imperdibile per tornare alla normalità, al contatto con la natura e riscoprire il gusto della convivialità, lasciandosi incantare e cullare dalla magia e dalla bellezza dei parchi storici degli olivi e delle olivete.

La Merenda nell’Oliveta promossa dall’Associazione nazionale Città dell’Olio con il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e del Ministero per i beni e le attività culturali, è tutto questo e molto di più. Una straordinaria occasione di ripartenza per le oltre 70 Città dell’Olio che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa e hanno accettato la sfida di organizzare eventi all’aperto, nel pieno rispetto delle normative anti Covid – per dare nuovo slancio al turismo – in particolare al turismo dell’olio – e riportare i visitatori nei tanti e bellissimi borghi autentici d’Italia.

“La prima edizione della Merenda nell’Oliveta è una grande scommessa di ripartenza che la nostra Associazione ha sentito il dovere di raccogliere per dare un segnale di speranza in un momento così difficile per il nostro Paese – ha dichiarato Michele Sonnessa, Presidente Città dell’Olio – Grazie a questa iniziativa, le nostre Città dell’Olio torneranno a vivere, regalando ai cittadini e ai visitatori la possibilità di riappropriarsi di luoghi meno conosciuti e riscoprire la bellezza dello stare insieme tra i filari di olivi, all’ombra di un maestoso ulivo secolare, affacciati sulle terrazze di olivi a godersi il tramonto, sempre però in sicurezza, rispettando le norme di distanziamento sociale. Questo è il nostro modo per celebrare l’olio Evo e i loro territori di produzione, invitando anche i turisti a tornare nei nostri borghi per scoprire quanto di straordinario sanno offrire”. Tredici sono le regioni coinvolte con Merende programmate nei weekend dal 21 maggio al 27 giugno e realizzate in collaborazione con la LILT. La Toscana è la regione più virtuosa con il maggior numero di eventi organizzati: 12. Segue la Puglia con 9 Merende e la Sardegna con 7. Si comincia dalla Basilicata, da Ruvo del Monte, dove sabato 22 maggio si terrà la prima Merenda nell’Oliveta. Il piccolo borgo nel potentino ha organizzato presso Casone Bucito una degustazione di olio extravergine di oliva locale e un incontro con frantoiani, agronomi e saggi del luogo per approfondire la conoscenza del paesaggio olivicolo locale. Prevista anche musica dal vivo, giochi e letture di poesie sull’olio per i bambini. Domenica 23 maggio a Vittorio Veneto in provincia di Treviso il programma della Merenda prevede una passeggiata per famiglie e adulti alla scoperta degli oliveti storici di Ceneda sul Colle di San Paolo con visita al frantoio e degustazione presso l’Azienda Agricola Baccichetti. A seguire sono previste letture animate e laboratori creativi per i bambini. Tutti i partecipanti riceveranno un “cestino della merenda” e potranno concludere la giornata presso la Biblioteca Civica dove si terrà un incontro con bibliotecari e lettori volontari. Una domenica pomeriggio tra gli ulivi ci attende anche a Castel San Pietro Terme (BO) nel suggestivo paesaggio di Villa Amagioia all’interno del resort Palazzo di Varignana. La merenda nell’oliveta con degustazione a base di pane e olio EVO locale, sarà immersa in uno scenario mozzafiato con sottofondo musicale. Nei giorni successivi sono in programma la Merenda di Sestri Levante in provincia di Genova (25 maggio) che si terrà nell’Uliveto didattico della scuola elementare Papa Giovanni XXIII e coinvolgerà le classi in un laboratorio in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale e il LabTer Tigullio; la Merenda di Serracapriola in provincia di Foggia (29 maggio) dove sarà l’Oliveto storico e panoramico a fare da location ideale ad una passeggiata naturalistica durante la quale i partecipanti ascolteranno poesie e racconti in vernacolo per poi godersi al tramonto una degustazione di pane, olio Evo e primo sale. Sempre sabato 29 maggio a Castiglion Fiorentino (AR) ci attende un pomeriggio tra arte, musica e merenda tra gli olivi, una kermesse primaverile dedicata alla bellezza, alla natura, al paesaggio, all’artigianato e ai prodotti agroalimentari seguendo il percorso degli Antichi Mulini fino al Parco del Cilone. Domenica 30 maggio invece a Canino (VT) si terrà una camminata da Via Roma all’Oliveto secolare posto in località Santa Lucia dove sono previsti giochi, degustazioni di olio Evo con la guida di un esperto agronomo, letture di poesie e musica dal vivo. A San Vito Romano (RM) la Merenda inizia con una visita al Santuario della Madonna di Compigliano, accompagnati da una storica locale e prosegue con la camminata nel castagneto adiacente fino al frantoio La Rosciola, dove ad accogliere i partecipanti saranno i proprietari con la visita agli impianti di produzione e una degustazione a base di pane ed olio. Il mese di maggio si chiude con la Merenda di Leivi (GE) all’interno dell’Oliveto Storico in Località Crocetta, un evento riservato alle classi IV e V della scuola primaria a cui è dedicato un laboratorio grafico – pittorico sull’olivicoltura e una merenda all’aperto con camminata. Ma a giugno sono previste tantissime altre Merende: Maser (TV) il 2 giugno, Castel del Piano (GR) e Ripacandida (PZ) il 5 giugno, Sant’Elia Fiumerapido (FR), Montepulciano (SI) Castellina in Chianti (SI), Cuglieri (OR) e Sennori (SS) il 6 giugno e poi nei weekend successivi tutte le altre. (Scopri tutti gli eventi in corso di aggiornamento: www.merendanelloliveta.it)

Ufficio Stampa Associazione nazionale Città dell’Olio

Natascia Maesi

+ 39 335 7366225

natascia.maesi@gmail.com

con il patrocinio di

Caprices Festival rivela i primi artisti ed i partner del Global Stage

forest stage @ capricesCaprices Festival rivela i primi artisti ed i partner del Global Stage

Uno dei pochi festival svoltosi in sicurezza nel 2020 ufficializza l’edizione 2021,
in programma per due fine settimana a settembre con due stage assolutamente innovativi Ricardo Villalobos b2b Luciano, Ben Klock, Mathew Jonson (live), Guy Gerber & Lee Burridge sono alcuni tra i primi nomi annunciati, così come il nuovo 360 Forest Stage avrà come partner
UNUM, Sunrise Events, Epizode Festival, Picnic ed altri festival
BIGLIETTI: CAPRICES.COM
Caprices Festival
luciano @ caprices 2019da venerdì 17 a domenica 19 e da venerdì 24 a domenica 26 Settembre 2021
Crans-Montana, Svizzera Caprices, il festival alpino più iconico e spettacolare, torna nell’elegante Crans Montana, in Svizzera Francese, per la sua 18esima edizione. Vincitore nel 2018 dei Dj Awards a Ibiza nella categoria ‘Best International Festival’, Caprices propone il meglio della musica elettronica in tre stage diversi e per due fine settimana consecutivi, così come unisce un panorama unico con il top di gamma della tecnologia audio e video, esperienze gastronomiche di livello, attività sportive in alta quota e possibilità di rilassarsi e ritemprarsi in spa e centri benessere.
La cosiddetta fase uno della line up prop one l’attesissimo b2b con protagonisti Ricardo Villalobos e Luciano, insieme ai set di Bedouin, Ben Klock, Mathew Jonson (live), Guy villalobos @ caprices 2019Gerber, Lee Burridge,Ripperton, Steve Rachmad, Who Made Who, Cesar Marveille b2b Alci e tanti altri ancora. Indiscusso  fiore all’occhiello di Caprices è il noto Modernity Stage, collocato nell’incredibile sky resort di CransMontana. È sufficiente aver partecipato anche una sola volta al Caprices per capire di che cosa si stia parlando: una location ubicata a 2.200 metri sopra il livello del mare, con una vista panoramica unica, merito di un cielo cristallino come pochi e delle sempre innevate montagne delle Alpi Svizzere.
Lo stand Forest Stage è stato lanciato nell’edizione 2020. Concepito per brand ed artisti dal profilo più underground, è costruito nel bel mezzo di una foresta e si trova alla metà esatta del percorso della vecchia funivia locale: consiste in una struttura circolare, con vista a 360° gradi e quest’anno ospiterà le crew di diversi festival internazionali: Epizode, Sunrise Events, Picnic London, UNUM e tanti altri. Signal Stage è la novità dell’edizione 2021 di Caprices: collocato nella foresta di Arnouva, sarà allestito in un capannone e si presterà alla perfezione per artisti e marchi sia techno sia da big room.

caprices 2021 phase oneAncora una volta Caprices Festival è pronto ad offrire un’esperienza unica, nella quale si uniscono la migliore musica elettronica ed un panorama unico, una situazione da assolutamente da provare almeno una volta nella vita. I biglietti per partecipare sono disponibili per i singoli giorni del festival, così come esistono pacchetti sia per uno soltanto sia per entrambi i fine settimana. Nel caso di rinvii e cancellazioni causa
pandemia, i biglietti saranno rimborsati.

Nei prossimi comunicati saranno rivelati artisti e brand della cosiddetta fase due.
Weekend One (17 – 19 Settembre)Modernity: Bedouin, Behrouz, Cesar Marveille b2b Alci, Chaim, Guy Gerber, Luciano b2b Ricardo Villalobos,Lunar Disco, Mathew Jonson (live), Nicolas Duvoisin, Patrischa, Tia The Forest & The Signal: UNUM Festival, Picnic + line-up TBC + more brands TBC Weekend Two (24 – 26 Settembre) Modernity: Ben mdrnty stage @ capricesKlock , Birds Of Mind, Claudya aka Masaya, Lee Burridge, Manolo, Ripperton, Steve Rachmad, Who Made Who The Forest & The Signal: Epizode Festival, Sunrise Events, Techno V + line-up TBC + more brands TBC PHASE 1 LINEUP A – Z Bedouin, Behrouz, Ben Klock, Birds Of Mind, Cesar Marveille b2b Alci, Chaim, Claudya aka Masaya, Guy Gerber, Lee Burridge, Luciano b2b Ricardo Villalobos, Lunar Disco, Manolo, Mathew Jonson (live),Nicolas Duvoisin, Patrischa, Ripperton, Steve Rachmad, Tia Who Made Who + SPECIAL GUEST

Tickets & Info http://www.capricesfestival.com/
Facebook https://www.facebook.com/capricesfest/
Twitter https://twitter.com/caprices_fest
Instagram https://www.instagram.com/capricesfestival
more info

Daniele Spadaro
italian press agent
+393356262260
info@spadaronews.com
Daniele Spadaro
Press Agent
Mobile: +39 335 6262260
E
-mail: info@spadaronews.com
www.spadaronews.co.u

In partenza con Kronos il corso di Operatore del benessere

corso-Kronos-Operatore-Benessere-Bari-copertina-500x281In partenza con Kronos il corso di “OPERATORE DEL BENESSERE – EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRATTAMENTO ESTETICO”
– COD. OF-20-BA-2, LINEA 1 CODICE PRATICA 9M9XBT3
ancora pochi giorni per iscriversi

Scade il 20 maggio il termine per iscriversi al corso “Operatore del BENESSERE, EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRATTAMENTO ESTETICO”, promosso dall’Ente di Formazione Kronos e , finanziato da FSE, Stato e Regione Puglia [ COD. OF-20-BA-2, LINEA 1 CODICE PRATICA 9M9XBT3 ].
Il corso ha una durata di 3.200 ore comprensivo di Visite guidate e attività di STAGE. Il corso si svolgerà nelle ore antimeridiane dal lunedì al sabato presso l’Associazione Kronos, Via Buccari, 117- 70124, BARI. La frequenza del corso è gratuita.
Il corso è rivolto a 12 giovani che, terminato il primo ciclo di studi (ex licenza media), manifestino la volontà di seguire un percorso formativo volto a consolidare e innalzare il livello delle conoscenze di base e delle competenze tecnico-professionali, vale a dire i giovani che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di primo grado (ex licenza media), con età inferiore a 24 anni alla data dell’avvio delle attività didattiche.
A ciascun allievo sarà erogata un’indennità pari a 3,00 Euro al giorno per ogni giornata di effettiva presenza. Oltre al rimborso delle spese di viaggio con mezzo pubblico, agli allievi sarà distribuito gratuitamente materiale didattico, di cancelleria e materiale professionale. Al termine del corso, gli allievi risultati idonei alle prove d’esame finali, riceveranno un attestato di qualifica di “Operatore del Benessere, erogazione dei servizi di trattamento estetico”. Il rientro nel sistema scolastico per il conseguimento del Diploma sarà possibile attraverso un esame di riconoscimento dei crediti formativi acquisiti.
L’Operatore del Benessere è un professionista in grado di realizzare con consapevolezza e scientificità i trattamenti per la cura del corpo (massaggi estetici, linfodrenanti, rilassanti ecc.), di consigliare ai clienti i prodotti cosmetici e le strumentazioni elettroestetiche più opportune, di studiare preventivamente il tipo di pelle e la conformazione del viso della persona che deve essere truccata; di creare un “trattamento benessere” studiato e strutturato individualmente sulla base di preventive valutazioni esteticomorfologiche, di provvedere all’assistenza del cliente in tutte le fasi previste, di predisporre ed allestire spazi ed attrezzature di lavoro secondo precisi dispositivi igienico-sanitari. Il profilo professionale trova collocazione lavorativa in molteplici contesti sia pubblici che privati: SPA, spazi benessere e olistici, centri estetici, centri fitness, wellness e beauty, centri termali, hotel, attività commerciali, wellness shop, aziende, palestre professionali.
PRINCIPALI CONTENUTI DEL CORSO
• Accoglienza del cliente nel centro estetico • Elementi di anatomia • Trattamenti dei centri benessere e caratteristiche • Trattamenti estetici per il corpo • Trattamento purificante ed estetico del corpo • Trattamento dermocosmetico viso • Trattamenti unghie • Trucco correttivo di base • Tecniche di massaggio • Trucco moda e sposa • Tecniche di massaggio • Uso di strumenti, macchinari e prodotti per il corpo • Materie curriculari scolastiche • Visite guidate • Stage
Per la domanda di iscrizione e informazioni rivolgersi allo 0805033674 o recarsi presso l’ASSOCIAZIONE KRONOS, VIA BUCCARI, 117, BARI o consultare il sito www.associazionekronos. it o la pagina Facebook.

Per informazioni:
www.facebook.com/enteassociazionekronos
www.instagram.com/associazione.kronos/
https://bit.ly/KronosModuloEstetiste

Olio in Cattedra 2019-2020 e 2020-2021: trionfano Puglia, Toscana e Lombardia

LA-SETTIMANA-OLIVISTICA-di-CASTELLANA-G.-I.C.-ANGIULLI-DE-BELLIS-def-1Olio in Cattedra 2019-2020 e 2020-2021: trionfano Puglia, Toscana e Lombardia

Michele Sonnessa, Presidente delle Città dell’Olio: “Grazie a alunni e insegnanti che partecipando hanno testimoniato il loro amore per il nostro patrimonio olivicolo”

“Olio in Cattedra” premia Puglia, Toscana e Lombardia. Il progetto educativo promosso dall’Associazione nazionale Città dell’Olio per promuovere la cultura dell’olio e del paesaggio olivicolo nelle scuole elementari e superiori ha assegnato a Castellana Grotte (BA), Caprarica di Lecce (LE), Montecatini Terme (PT) e Chiari (BS) il primo premio del Concorso nelle rispettive categorie: BimbOil (scuole primarie) e BimbOil Junior (scuole secondarie di primo grado), MasterOil (Istituti Alberghieri) e AgriOil (Istituti Agrari). Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, le scuole hanno partecipato con entusiasmo. Sono 3838 gli alunni e studenti che si sono messi in gioco  232 classi, 67 scuole di 61 Comuni italiani. Un bel segnale di attenzione al mondo dell’olio e alla sua cultura millenaria di cui le giovani generazioni sono custodi. Nella categoria BIMBOIL il primo premio assoluto è andato alle classi 4 A 4 B 4 C 4D e 4E dell’IC “Angiulli De Bellis” di Castellana Grotte Olio-in-Cattedra-300x30011(BA) con il lavoro “La Settimana Olivistica di Castellana Grotte”, ma sono state assegnate anche due menzioni d’onore: il Premio Creatività che è andato alle classi 4A, 4 B, 4C del ISC Ritucci di Città Sant’Angelo (PE) con il gioco “Oliopoli” e il Premio Identità e territorio alla classe 1 U dell’IC di Malcesine in Brenzone sul Garda con le carte “Memory”.

La 1° classificata nella categoria BIMBOIL JUNIOR invece è stata la seconda classe dell’ICS “Calimera” di Caprarica di Lecce (LE) con la poesia “Il silenzioso abbandono”. Anche in questo caso la giuria ha assegnato due menzioni d’onore alla classe 3A dell’I.C.G. “Palatucci” di Campagna (SA) con la poesia “Il dono di Campagna” e alla classe 2B della scuola secondaria “Angelo Santilli” di Sant’Elia Fiumerapido (FR) con la poesia “Sua maestà l’olio”. Vincitore assoluto di MasterOil, la competizione riservata agli Istituti Alberghieri che quest’anno aveva come tema le ricetta a base di verdure del territorio abbinate all’Olio Evo è stato il piatto “Da Leonardo a Pescia… l’Olio bono con l’Asparago” realizzato dagli studenti della classe 4D dell’Istituto Alberghiero “F. Martini” di Montecatini Terme (PT). Ha trionfato nella categoria AgriOil dedicata ai progetti dedicati al paesaggio olivicolo, la proposta “Camminata tra gli olivi” della classe 3B VIT dell’IIS “Luigi Einaudi” di Chiari (BS) che ha saputo costruire un’offerta turistica integrata alla scoperta del proprio territorio sostenuta anche dalla creazione del sito #PanoramicOliveTrail. Il compito della giuria composta da Caterina Pira curatrice e ideatrice tematica di Olio in Cattedra, Irene Falcinelli docente istituto superiore, consigliera nazionale delle Città dell’Olio e coordinatrice regionale delle Città dell’Olio dell’Umbria, Valentina Cappelletti insegnante dell’Istituto Comprensivo 2 di Poggibonsi, Roberta Campana insegnante dell’Istituto Comprensivo Bombieri di Pove del Grappa, Patrizia Malomo foodblogger autrice di Andante con Gusto, Natascia Maesi Responsabile Comunicazione delle Città dell’Olio e Antonio Balenzano Direttore delle Città dell’Olio, non è stato semplice, perché erano diversi i lavori che meritavano di aggiudicarsi un premio. “Abbiamo deciso di premiare con il nostro diploma tutti i bambini che hanno partecipato ad Olio in Cattedra non solo i vincitori assoluti – ha dichiarato il presidente delle Città dell’Olio Michele Sonnessa – perché non era scontato, in un momento così difficile, che prevalesse la voglia di restare a contatto con la natura, riscoprire i valori della terra e della convivialità attraverso l’olio. Per questa prova d’amore per il nostro patrimonio olivicolo, desidero ringraziare le ragazze ed i ragazzi che hanno partecipato e gli insegnanti che li hanno sostenuti ed accompagnati”.

Natascia Maesi

Responsabile Comunicazione Città dell’Olio

+ 39 335 1979414

natascia.maesi@gmail.com

Vediamocichiara il primo portale che trasforma la salute in Podcast

VediamociChiara-min-375x300Vediamocichiara il primo portale che trasforma la salute in Podcast

VediamociChiara, il portale dedicato alla salute e al benessere delle donne che vanta oltre 10 milioni di utenti segna un nuovo record di download tra i 60.000 podcast degli articoli dedicati alla salute al benessere delle donne. E con la App si può creare la propria “agenda della salute”.
Sono oltre 10 milioni gli utenti del portale fondato dalla dott.ssa Maria Luisa Barbarulo (sociologa della comunicazione ed esperta di comunicazione medico-scientifica online e offline) per parlare di salute e benessere in modo semplice e chiaro, con il supporto scientifico di società mediche e di esperti autorevoli, disponibile in doppia versione, da leggere e da ascoltare. I numeri delle visite sono da record: “Un risultato ottimo – commenta la direttrice – che conferma una tendenza verso il digital evidente, che tutti noi viviamo ogni giorno. Basti pensare a whatsapp dove il messaggio di testo ha lasciato il campo ai “vocali”, o al successo dei podcast di Spotify, a Clubhouse e alla corsa all’aggiornamento di Facebook con le Live Audio Rooms e il nuovo formato Soundbites”.
VediamociChiara ha colto questa esigenza del pubblico e messo a disposizione gli articoli in entrambe le modalità, dando così modo agli utenti di scegliere la versione preferita. I podcast sono preparati ad hoc e interpretati – non semplicemente letti – da una splendida voce radiofonica femminile, rendendo così gradevole l’ascolto delle informazioni anche sui temi della salute.
Tra i contenuti più scaricati ci sono sicuramente le interviste agli specialisti della salute che partecipano attivamente alla vita del portale, seguiti dai podcast relativi alla salute dell’apparato riproduttivo e dintorni: contraccezione, menopausa, dolore pelvico e sindrome genitourinaria solo per citare i primi, e poi, inevitabilmente, il tema della pandemia e di cosa possiamo fare per stimolare il nostro sistema immunitario e infine i contenuti relativi al corretto stile di vita e quindi aumento di peso e diete, tiroide, pressione, colesterolo e glicemia, ma anche sindrome metabolica, osteoporosi e vitamina D e tanti altri.
“Una modalità di comunicazione davvero innovativa e originale -aggiunge Barbarulo – i cui risultati sono sicuramente dovuti al fatto che i podcast sono una risposta puntuale e precisa alle esigenze degli utenti in continuo divenire. E forse anche un po’ al fatto che in tempi di pandemia, la voce è quel mezzo caldo che ci fa sentire più vicini e più intimi, anche se lontani”.
Vediamocichiara è il portale dedicato alla salute e al benessere delle donne che vanta oltre 10 milioni di utenti. On line dal 2014 il portale è un’occasione per parlare di salute e benessere in modo semplice e chiaro con il supporto scientifico di società mediche e di esperti autorevoli.

Il portale VediamociChiara è presente anche sui canali social e, appena sarà nuovamente possibile, riprenderanno anche gli eventi dal vivo per parlare di salute a tu per tu con gli esperti. A disposizione degli utenti c’è anche l’App VediamociChiara – scaricabile da AppleStore e GooglePlay – dove oltre a poter leggere gli ultimi articoli, gli utenti possono creare e personalizzare la propria agenda della salute.

Contatti : malu@vediamocichiara.it

Ufficio Stampa

Mediamover

340 2893068

info@mediamover.it

Paola Piovesana
comunicazione aziendale, eventi e convegni,
giornalista OdG Lombardia
https://www.linkedin.com/in/paolapiovesana/

Arriva Enerjill il nuovo canale TV tutto dedicato al benessere e al fitness

Jill-Cooper-Tapis-2-300x300Arriva Enerjill il nuovo canale TV tutto dedicato al benessere e al fitness

Roma, 10 Maggio 2021 – GM24 è orgogliosa di annunciare la nascita di ENERJILL, grazie alla rinnovata e forte collaborazione con Jill Cooper, con la nascita di un nuovo canale verticale alla numerazione Lcn 237 del digitale terrestre.

La regina del fitness presenta un canale dedicato al benessere, all’attività fisica e fitness, anche con show di vendita dedicati, allo scopo di offrire importanti consigli su come tenersi in forma e vivere in un ottimo stato psico-fisico, anche per le informazioni dedicate a nutrizione ed integrazione, che rappresentano un unicum e grande novità nel panorama televisivo italiano.

ENERJILL ha forte l’impronta della straordinaria personalità di Jill Cooper, per carattere, metodo, passione, con una grinta che contagia e coinvolge gli spettatori. E’ un canale verticale a tutto tondo, perché declina i temi del benessere anche nei settori del turismo, dei centri estetici, dei migliori prodotti disponibili sul mercato e delle novità sugli attrezzi da utilizzare, per un training personalizzato, con importanti risultati.

Jill-cooper--300x300“Sono felice per il progetto che riassume 30 anni di intensa carriera – ammette Jill Cooper, perché propone tutta la mia proposta per l’attività fisica e la grande attenzione per il benessere, con un forte contributo umano, psicologico e di grande empatia con il pubblico. E’ una sfida tanto appassionante quanto intensa, ma il solido rapporto che mi lega con GM24, mi convince che sarà una nuova occasione di crescita professionale”.

ENERJILL è intrattenimento senza limiti, con tante attività per fare esercizi e mantenersi attivi, sfruttando l’importante esperienza di Jill Cooper e l’arricchimento di proposte di prodotti, integratori, attrezzi per il fitness, abbigliamento sportivo, per offrire una proposta integrata dedicata al benessere ed all’attività fisica.

“Da sempre Jill Cooper rappresenta un modello per tutti noi di GM24 – dichiara Marco Sciscione, amministratore delegato della società – perché è sinonimo di solidità nella proposta, di innovazione continua, di successo nell’evidenza dei risultati conseguiti, di determinazione, perché Jill è sempre stata unica e speciale, nel non porsi mai limiti. Una grande professionista perché, dopo tanti straordinari successi, la sua umiltà e la sua proposta sono leader di un settore così importante” “GM24 ha piani di crescita – aggiunge Marco Sciscione, ed EnerJill è solo la prima grande novità”.

JILL COOPER

Nata in Kansas negli Stati Uniti, ha frequentato la New York University, per poi arrivare giovanissima in Italia, trasferisce in Italia, dove si laurea in International Business presso l’American University of Rome.

Negli anni 80 è stata l’ambasciatrice dell’aerobica, conquistando apprezzamenti e consensi sempre più diffusi, conquistando tutti per preparazione, grinta, disciplina e simpatia.

Inizia a fare televisione in molte trasmissioni Rai e Mediaset, diventando l’insegnante di fitness della prima e seconda edizione di Amici nel 2001, è trainer ad Uno Mattina Week end e comincia il suo fortunato rapporto con Home Shopping Europe, dove conquista sempre più grande ed importante successo.

Nel 2011 è stata trainer in alcune puntate del Grande Fratello e straordinaria è stata la sua partecipazione a Pechino Express (2017) con Antonella Elia, formando la coppia delle Caporali.

Dal 2018 è tutor fitness di Detto Fatto su Rai 2 e dal 2013 è regina del fitness, del benessere e dell’attività fisica su HSE24, con un sodalizio sempre più prestigioso ed una energia contagiosa.

Jill è stata la personal trainer di Alessia Marcuzzi, Maria De Filippi, Paola Barale e Paola Perego, tra le tante regine della televisione e del mondo dello spettacolo.

GM24

Il canale televisivo semigeneralista è attivo 24 ore al giorno sul canale 37 del Digitale Terrestre e di TivùSat, 237 del digitale terrestre con EnerJill, nel bouquet Sky al canale 476 e propone coinvolgenti show in diretta, dove il prodotto viene presentato in studio, con programmi di intrattenimento, notiziari e informazione, 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno.

GM24 è un’azienda tutta italiana in continua evoluzione, che innova con proposte, offerte e show cross-mediali, con i prodotti disponibili anche sulla piattaforma di e-commerce www.gm24.it.

GM24 sta per celebrare un compleanno doppio: i primi 10 anni dalla nascita del canale ed i 2 anni dal passaggio a GM Comunicazione di Giovanni e Marco Sciscione, che il 5 Luglio 2019 hanno preso il controllo dell’importante società di shopping tv.

Ufficio Stampa

Mediamover

3402893068

info@mediamover.it

Paola Piovesana
comunicazione aziendale, eventi e convegni,
giornalista OdG Lombardia
https://www.linkedin.com/in/paolapiovesana/

Pizza talent show

Alessandro-DiPietro-398x300Pizza talent show

Venti puntate per 24 minuti di show,in onda dal 10 Maggio alle 22.30 (dal Lunedì al Venerdì) ed in replica dal 11 Maggio alle 15.30 (dal Lunedì al Venerdì).

ALMA TV

ALMA TV è disponibile alla numerazione LCN 65 del digitale terrestre per raccontare il meglio dell’Italia. Un grande progetto editoriale che nasce grazie alla partnership tra Alma Media e il Gruppo Sciscione, per portare i contenuti di Alice e Marcopolo più vicino nel telecomando e più vicino ai telespettatori.

ALMA TV racconta la bellezza e la forza del nostro Paese, fondendo definitivamente le capacità editoriali dei canali Alice e Marcopolo, che da oltre 20 anni raccontano il grande patrimonio agroalimentare nazionale e le bellezze dell’Italia.

Il team editoriale e produttivo produce nuovi contenuti offrendo un palinsesto rinnovato, di grande interesse e ricco di proposte: non solo i programmi più amati e seguiti dal pubblico di Alice e Marcopolo, ma anche format nuovi ed innovativi.

Per maggiori informazioni

press@almatv.it

Ufficio stampa

Mediamover

Firmato il ‘Patto di Sostenibilità dei Monti Lattari’

mozzarella e pomodoro

Firmato il ‘Patto di Sostenibilità dei Monti Lattari’

Il 10 maggio 2021 è stato firmato il “Patto di Sostenibilità dei Monti Lattari” fra il Presidente della Pro Loco di Vico Equense, Donato Aiello, e i rappresentanti degli altri enti – locali e nazionali – che hanno contribuito ai lavori del Progetto ANSENUM (acronimo di “Antichi Semi Nuovi Mercati”). Nello specifico i firmatari del patto, oltre al su citato Donato Aiello, sono: il Presidente dell’Ente Parco dei Monti lattari, Tristano Dello Ioio; il delegato del Direttore del Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II, Francesco Caracciolo; la delegata del dirigente scolastico dell’Istituto Professionale Alberghiero “De Gennaro”, Maria Imperato; la dirigente scolastica dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Marco Pollione Vitruvio”, Angela Cioffi; lo chef Sabato Rispoli in rappresentanza dell’Associazione Cuochi Penisola Sorrentina; il direttore della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) di Napoli, Fabio Marozzi; il segretario provinciale della Coldiretti, Costantino Puddu; il presidente provinciale di Confagricoltura, Fabrizio Marzano; il presidente nazionale di Federconsumatori, Emilio Viafora; il delegato del presidente regionale Slow Food, Mario Persico; il Presidente dell’Associazione “For After Life II”, Rosario Angellotti.

mozzarellaCondividendo gli obiettivi contenuti nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e consapevoli della necessità di una loro traduzione locale, coloro che hanno ratificato questo Patto per la Sostenibilità dei Monti Lattari si fanno custodi della tutela, della cura e della valorizzazione della biodiversità locale, dell’ambiente, del territorio, del suolo, delle tradizioni, e delle persone. Dunque, attraverso tale accordo, che prevede un rinnovo con verifica annuale (in quanto, dopo tale arco temporale, sarà integrato e rinnovato), gli enti firmatari si impegnano: per un aumento della consapevolezza nella società circa l’importanza dell’utilizzo degli ecotipi locali dei Monti Lattari, dunque per il recupero e la valorizzazione delle produzioni tipiche esaltandone le peculiarità della “qualità”, “tipicità” e “sostenibilità”; per tutelare il patrimonio naturale, storico e culturale dei Monti Lattari attraverso la valorizzazione degli ecotipi locali. In sintesi la mission del patto consiste nel tutelare il territorio attraverso la conservazione e la valorizzazione dei suoi biotipi autoctoni in quanto il recupero della biodiversità in agricoltura è da tempo al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica e della politica comunitaria, ed è il reagente per lo sviluppo sostenibile della produzione agricola delle aree rurali e per le opportunità di diversificazione commerciale dell’offerta di prodotti agricoli.

Ritenendo che per realizzare questi cambiamenti siano necessarie politiche pubbliche adeguate, il documento è stato consegnato formalmente dal Presidente della Pro Loco di Vico Equense al Referente PSR Regione Campania, Giorgio D’Agostino. I firmatari del Patto, infatti, esortano la Regione Campania a prevedere un disciplinare che consenta la vinificazione dell’uva del Sabato, che è uno dei prodotti del “paniere ANSENUM”. Il Patto è risultato di tale progetto, il documento è stato infatti pensato per ampliare gli obiettivi (sia numericamente che temporalmente) di ANSENUM, che da due anni lavora al recupero di vecchi ecotipi, ovvero il pomodoro “Corbarino”, i derivati del latte vaccino e l’uva “di Sabato”.

ANSENUM è stato finanziato con i fondi psr Regione Campania 2014-2020 (tipologia d’intervento 16.5.1 “Azioni congiunte per la mitigazione dei cambiamenti climatici e l’adattamento ad essi e per pratiche ambientali in corso”).

Dr. Harry di Prisco
Giornalista-GIST Gruppo Italiano Stampa Turistica
Ispettore On. Ministero dei Beni
e delle Attività Culturali
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell. 3355804462
email: harrydiprisco@libero.it

Screening gratuiti per i bambibi e diretta social per le mamme con il “Progetto Elisa per la prevenzione dell’ambliopia” nell’infanzia

Copertina_ancheLePrincipesse-2-1-270x300Screening gratuiti per i bambibi e diretta social per le mamme con il “Progetto Elisa per la prevenzione dell’ambliopia” nell’infanzia

Screening gratuiti per i bambini e diretta social per le mamme con il “Progetto Elisa per la prevenzione dell’ambliopia” nell’infanzia

L’8 e l’11 maggio diretta social per le mamme con medici ed esperti per dare consigli pratici per riconoscere tempestivamente un difetto visivo poco noto ma molto insidioso. Da giugno tornano anche le visite gratuite in alcune città con oculisti e ortottisti (prenotazioni già aperte). A disposizione anche i libri di favole per far amare ai bambini l’uso degli occhiali, con le coinvolgenti storie di principesse, fate e regni incantati.

6 maggio 2021 – Il Progetto Elisa per la prevenzione dell’ambliopia riparte! Con l’allentamento delle restrizioni per l’emergenza covid, medici e volontari riaprono studi medici e luoghi di incontro anche virtuali via social per portare avanti un progetto di prevenzione di estrema importanza nato ormai 15 anni orsono che fa della tempestività il suo maggiore fattore di successo. L’obbiettivo è ambizioso: sconfiggere una patologia ancora poco nota ma che, di fatto, ogni anno colpisce silenziosamente in Italia circa 15mila bambini, il 3,5% dei nuovi nati. Se l’ambliopia, nota anche come “occhio pigro” non viene intercettata e trattata precocemente (è sufficiente una semplice occlusione dell’occhio e/o l’uso di occhiali, senza interventi chirurgici), il rischio di perdere la capacità visiva dell’occhio pigro è elevato, e non sarà possibile intervenire successivamente per recuperarne la funzione.

LE PERSONE

A guidare questa campagna di divulgazione è l’Associazione nata per volontà di Enrica Mariateresa Ferrazzi, di Olgiate Olona, oggi Portavoce e Sviluppo progetti dell’ente e mamma di Elisa Raimondi, oggi 24enne, un tempo paziente ambliope che ha felicemente risolto il suo difetto visivo con il dottor Roberto Magni, oculista di Erba specializzato in pediatria, Presidente dell’associazione, che con instancabile passione e caparbietà porta avanti da sempre questa “crociata” per fare cultura delle prevenzione con screening gratuiti. L’esame è del tutto non invasivo e si svolge con un apparecchio, l’autorefrattometro, che esamina “l’atteggiamento” visivo del bambino (tranquillamente in braccio alla sua mamma) e ne coglie i possibili deficit.

LO SCREENING VISIVO

Se un neonato ha un difetto di vista rilevante, non vede bene, non vedendo bene la funzione visiva non si sviluppa correttamente. Il bambino con occhio pigro però spesso compensa il suo difetto usando l’altro occhio, senza che anche la mamma più attenta possa accorgersene. Un esame specifico invece, condotto tra i 10 e i 22 mesi del bambino da un esperto, coglierà precocemente i segnali di allarme indicando un percorso terapeutico che consisterà semplicemente nell’occlusione temporanea (con un colorato cerotto-benda) e/o l’uso di occhiali correttivi, rimedi che porteranno alla completa risoluzione del problema in tempo per l’avvio del percorso scolastico e senza possibilità di recidive. Ciò garantirà al bambino (e all’adulto che sarà) un completo recupero delle funzionalità dell’occhio ambliope.

I dati relativi agli screening effettuati dal 2008 ad oggi in tutta Italia direttamente o tramite enti partner hanno fatto scoprire molti casi da “codice rosso” del tutto insospettati dalle famiglie, permettendo di salvare la vista a tantissimi bambini, oggi sani e sereni.

Una corretta conoscenza della patologia e delle possibilità di diagnosi e terapia precoci sono le armi potentissime a disposizione delle famiglie grazie al “Progetto Elisa”.

LIBRI E FAVOLE

Il “progetto Elisa” è diventato anche una collana di favole e filastrocche nate proprio dalla penna e della fantasia di Elisa Raimondi che ha raccontato le sue reticenze e paure attraverso il primo libro “Anche le principesse portano gli occhiali” e quelli che sono seguiti e – novità – che stanno per vedere la luce in queste settimane. Queste storielle, simpatiche e colorate, infatti evidenziano i risvolti non solo medici ma anche psicologici che un deficit visivo può comportare, aiutando i genitori a far indossare ai bambini lenti e benda occlusiva con piccoli beniamini di fantasia. Anche Elisa infatti, inizialmente, di mettere gli occhiali non ne voleva proprio sapere, ma poi, imitando la sua eroina “quattrocchi”, ne ha fatto un vezzo portandoli orgogliosamente e sciogliendo ogni timidezza.

I libri saranno presentati anche l’8 maggio in diretta social alle 14 nell’ambito dell’evento “Il cibo ideale – Maratona per una sana alimentazione” della Fondazione Francesca Pirozzi che si occupa di divulgare l’importanza della prevenzione, anche attraverso il piatto, per prendersi cura della salute in famiglia.

“Come mamma, – rivela Enrica, anima e cuore del progetto – ricordo che quando sentii per la prima volta parlare di ambliopia nei confronti di mia figlia Elisa ero spaventata e ignara del problema. Fortunatamente, avevo incontrato sulla mia strada un medico appassionato e preparato come il dottor Magni, che mi ha saputa rassicurare e guidare in un percorso di recupero.

Come cofondatrice dell’associazione, oggi, mi sento di dire che non abbiamo tempo da perdere: serve fare divulgazione e coinvolgere le famiglie per informare. I nostri bambini sono troppo preziosi per rischiare che perdano, anche se parzialmente, un senso, quello della vista, che ci permette di raccogliere l’80% delle informazioni che sono attorno a noi. Personalmente – continua – ho trovato anche facile parlare ai bambini e alla mia Elisa dell’importanza di portare gli occhiali grazie al linguaggio della favola, una passione che mi ha sempre vista impegnata nella scrittura di racconti e filastrocche e che ha stretto il legame con mia figlia, oggi 24enne, ancora intenta a scrivere libri di personaggi amici dei bambini.

Ringrazio il dottor Magni per la sua instancabile attività e disponibilità e vi invito a contattarci (via mail a info@progettoelisa.it) o attraverso la pagina Facebook per ogni informazione e supporto. Anzi, suggerite ad altre mamme di seguirci e di visitare il nostro sito: solo così potremo davvero fare prevenzione a tappeto. Aiutateci a crescere”.
APPUNTAMENTI E CONTATTI

Come si svolge una visita? Cosa fa l’associazione? Come posso aderire agli screening? Dove trovo i libri di Elisa? Sul canale Youtube è possibile scoprire tutto sul progetto, le visite, le attività e le iniziative dell’associazione.

Intanto, la prima data da appuntarsi per incontrare i referenti è, dopo l’8 maggio, la diretta social del giorno 11 maggio ore 17.30 su Instagram e Facebook in collaborazione con @pediatracarla – una vera “star” del web – e a seguire gli screening della vista che partiranno il 5 giugno 21 nei comuni comaschi di Cadorago e Guanzate. L’elenco degli appuntamenti, che sarà aggiornato periodicamente, è disponibile sul sito.

Medici oculisti, ortottisti e referenti del “Progetto Elisa” sono sempre a disposizione per dare informazioni, consigli e indirizzare per eventuali consulti, nonché per la distribuzione dei libri di favole.

Contatti info@progettoelisa.it – Enrica Ferrazzi (334-9276038)

Con Octo-Max l’arredamento si può “provare” prima dell’acquisto

Cattura-ARCon Octo-Max l’arredamento si può “provare” prima dell’acquisto

Con Octo-Max l’arredamento si può “provare” prima dell’acquisto

La Realtà Aumentata per l’arredamento sviluppata dalla startup Octo_Net permette di visualizzare mobili e accessori direttamente nella propria casa: tutto da smartphone, direttamente da internet e senza dover scaricare nessuna App. Un passo avanti sia per chi l’arredamento lo compra, sia per chi lo vende.

Milano 20 aprile 2021 – Da oggi gli acquisti di mobili o accessori d’arredo sono ancora più facili e su misura delle esigenze del cliente, grazie alla tecnologia sviluppata da Octo_Net, startup innovativa che realizza soluzioni tecnologiche a supporto della rinascita digitale delle aziende. Octo_Max, il nuovo software di Realtà Aumentata per siti internet ed e-commerce, permette infatti agli utenti di visualizzare i prodotti tridimensionalmente e all’interno di uno spazio reale – tutto tramite smartphone.

La soluzione è particolarmente adatta per il mercato dell’arredo, dato che permette di visualizzare mobili e accessori in diversi punti della casa, osservandone l’effetto e l’ingombro effettivo prima ancora di acquistarli. Una volta integrato su un catalogo online o un e-commerce, Octo_Max permette agli utenti di accedere alla realtà Aumentata con un solo clic, creando dei render dinamici e interattivi in totale autonomia.

“La principale preoccupazione delle persone quando acquistano pezzi d’arredamento è che non si intonino con il resto dell’ambiente o creino degli ingombri inaspettati. Per il settore, questa preoccupazione rappresenta una notevole barriera all’acquisto. E questo è vero sia per chi acquista online che per chi acquista nei negozi. – dice Michele Campagnoni, founder e CEO di Octo_Net – “con Octo_Max abbiamo voluto superare questa barriera. L’obiettivo è quello di supportare le vendite di chi produce e commercia in arredamento e di garantire la soddisfazione dei loro clienti”.

Secondo Campagnoni, garantire questa soddisfazione è particolarmente importante, soprattutto in un settore come l’arredamento, dove i ripensamenti e i resi comportano cosi notevoli per le aziende – “Nella maggioranza dei casi, i resi sono dovuti proprio all’incongruenza tra le aspettative dei clienti e il prodotto effettivo. Visualizzare un prodotto in Realtà Aumentata tende a colmare il divario tra le due”.

Octo_Max è una tecnologia browser-based, che non richiede l’istallazione di alcuna App da parte dell’utilizzatore. Ciò non solo riduce i costi, ma accorcia anche il customer journey dell’utente, che non deve uscire dal sito per visualizzare i prodotti in Realtà Aumentata. Questo rappresenta un notevole vantaggio, soprattutto per gli e-commerce, dove la possibilità di perdere un potenziale acquisto è direttamente proporzionale al numero di operazioni che si richiede di compiere agli utenti.

Con Octo_Max, chi naviga può accedere alla visualizzazione in Realtà Aumentata dei prodotti direttamente sul sito internet o sull’e-commerce del venditore, senza dover uscire dal browser. Per chi naviga da un dispositivo mobile, la Realtà Aumentata è attivabile con un solo clic. Per chi naviga da desktop, la fruizione della tecnologia è altrettanto semplice. Octo_Max associa infatti ad ogni prodotto un QR code che, una volta inquadrato, attiva la visualizzazione in Realtà Aumentata del prodotto sullo smartphone dell’utente.

VIDEO

REALTA’ AUMENTATA

Ufficio Stampa

Mediamover

340 2893068

info@mediamover.it

Paola Piovesana
comunicazione aziendale, eventi e convegni,
giornalista OdG e A.S.A. Stampa Agroalimentare
https://www.linkedin.com/in/paolapiovesana/

Lo Chef stellato Marcello Leoni protagonista in tv con Fuori dai Fornelli

Andy-Luotto-400x300Lo Chef stellato Marcello Leoni protagonista in tv con Fuori dai Fornelli

Nuova produzione ALMATV, con un format da 20 puntate, nelle quali il funambolico e divertente Andy Luotto, vuole contribuire con una idea di cucina sana ed equilibrata, condita con un humor “non-sense”, anche grazie alla partecipazione dello Chef Marcello Leoni. La partenza è prevista il 27 Aprile alle 21.00 sul canale 65 del digitale terrestre, con replica il giorno successivo, alle ore 15.00.

La coppia Luotto – Leoni è sensazionale nel mix delle proposte gastronomiche, con preparazioni sempre dettagliate ed un allegria costante, grazie ad un’amicizia trentennale, ad una simbiosi eccezionale ed una comune passione per la cucina. In Fuori dai Fornelli, le sorprese sono continue! (qui il promo della produzione).

Luotto-Leoni-500x284Andy Luotto e Marcello Leoni si sono incrociati in numerosi eventi “gastro-culturali” fino a quando il loro lungo e importante percorso professionale, l’amore per la cucina e soprattutto il loro “nonsense” li ha convinti a realizzare insieme un programma fuori dagli schemi o meglio “fuori dai fornelli”.

In ogni puntata di Fuori dai Fornelli, emerge l’eccellenza dei prodotti di prima qualità, studiata nei particolari ed impostata sulle elaborazioni di piatti, esaltando la sensibilità dei sapori, dando risalto alle diverse preparazioni, con una forte attenzione al rispetto degli ingredienti.

In questa trasmissione a contare sono gli uomini e non le loro “maschere”, a prevalere sono gli “ingredienti” intesi come i loro talenti e gli ingredienti veri e propri.

Marcello-Leoni-400x300“La cucina è sempre festa, allegria e passione – aggiunge Andy Luotto, è un modo per migliorare le proprie capacità con un sorriso sul volto, che consente di godere completamente di ogni preparazione. Con il lavoro di squadra con il grande Marcello Leoni, sono sicuro che sarà un grande spettacolo”.

Paola Piovesana
comunicazione aziendale, eventi e convegni,
giornalista OdG e A.S.A. Stampa Agroalimentare
https://www.linkedin.com/in/paolapiovesana/

Radio House annuncia il suo nuovo palinsesto

medri e berloni (Supernova Radio House)Radio House annuncia il suo nuovo palinsesto
Grandi novità per Radio House, che dallo scorso dicembre trasmette il meglio della musica elettronica, declinandola attraverso un linguaggio energico e avanguardistico, coerente alla sua missione di proporre uno stile che punta a cercare e a delineare il sound che tutti sognano ma non sanno ancora di volere: un progetto di ampio respiro con una visione ben precisa, unica e soprattutto trasversale. 24 ore al giorno, 7 giorni su sette, tramite app dedicate e il suo sito internet. Da questa settimana parte ufficialmente il suo nuovo palinsesto, destinato ad arricchirsi di nuovi contenuti di settimana in settimana.
Lunedì 19 aprile sono partiti i programmi People Inda House e We Groove. People Inda House va in onda dal lunedì al venerdì dalle 19 alle 20 e in replica dalle 4 alle 5 di Michele Panzieri 2020 webres crediti Luca Rossettimattina; un format nato nel 2015, ideato, condotto e mixato live sin dalla puntata da Michele Panzieri, con la precisa missione di dare spazio alla musica da clubbing che in Italia – anche all’epoca – era arduo ascoltare e ballare. In 60 minuti Panzieri, uno dei fondatori di Radio House nonché suo direttore artistico, propone una selezione accurata di musica house e techno: non necessariamente novità e brani inediti, ma anche rare grooves che sappiano provocare le giuste suggestioni: un punto di riferimento
per appassionati ed addetti ai lavori, il vero proprio prequel di quello che poi è diventato e sta diventando Radio House. In programma sabato e domenica dalle 19 alle 20, Wegroove è condotto da James Barbadoro e va alla sistematica ricerca di nuove tracce urbane, che contengano la giusta dose di groove, soul e funk: si è giocoforza lontani dal mainstream, ma con una certa voglia di avvicinarlo.
Da lunedì 26 aprile 2021 al via Supernov a e My Religion. Supernova è condotto da condotto da Andrea Medri (uno dei fondatori di Radio House) e Martina Berloni e va in onda dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 11); infotaiment nell’accezione più moderna del termine, nel quale l’attualità sia italiana che internazionale viene discussa e commentata, con la partecipazione di una serie di esperti e il sano disincanto nell’affrontare tutto quanto rientri nel lifestyle, con un linguaggio dinamico, non
convenzionale, capace sempre e comunque di andare dritto al punto. My Religion è in programma dal lunedì al venerdì dalla 16 alle 17 e in replica dall’1 alle 2 di notte: è condotto da Dj Thor (responsabile comunicazione e marketing di Radio House) e si dedica alla musica elettronica contaminata da suoni etnici, oscillando tra downtempo e afro house e andando alla caccia di sonorità che si perdono nella notte dei tempi.
A maggio Radio House introdurrà nuovi programmi, playlist e mixati dei dj e dei club di riferimento, spazi per novità discografiche, contenuti dedicati a passato, presente e futuro della musica elettronica, interagendo con gli ascoltatori e i fan attraverso le proprie pagine social. Radio House punta soprattutto sulla funzionalità e sula fruizione della sua app, per rivolgersi sempre più ad un pubblico cosmpolita e creare traccia dopo traccia una sua community.
info@radiohouse.it
info@spadaronews.com (ufficio stampa)
APP GRATUITA iOS, Android, Amazon Firestick & AndroidTV
WEBSITE FACEBOOK INSTAGRAM SOUNDCLOU

Radio House annuncia il suo nuovo palinsesto 

Michele Panzieri 2020 webres crediti Luca RossettiRadio House annuncia il suo nuovo palinsesto

Grandi novità per Radio House, che dallo scorso dicembre trasmette il meglio della musica elettronica, declinandola attraverso un linguaggio energico e avanguardistico, coerente alla sua missione di proporre uno stile che punta a cercare e a delineare il sound che tutti sognano ma non sanno ancora di volere: un progetto di ampio respiro con una visione ben precisa, unica e soprattutto trasversale. 24 ore al giorno, 7 giorni su sette, tramite app dedicate e il suo sito internet. Da questa settimana parte ufficialmente il suo nuovo palinsesto, destinato ad arricchirsi di nuovi contenuti di settimana in settimana.

Lunedì 19 aprile sono iniziati i programmi People Inda House e We Groove. Da lunedì 26 aprile 2021 al via Supernova e My Religion.

Per ogni ulteriore delucidazione, come sempre, non esitate a contattarmi. Buon proseguimento di giornata e a presto.

WEBSITE FACEBOOK INSTAGRAM SOUNDCLOUD

Milano, venerdì 23 aprile 2021
Daniele Spadaro
(ufficio-stampa – tel.335/6262260)
info@spadaronews.com

dottor
Daniele Spadaro
press agent
mobile +39.335.6262260
skype danielespadaro1
www.spadaronews.co.uk

Open and close your eyes on beauty, la Nft di Sigis Vinylism e Vera Agosti

open and close your eyes on beautyOpen and close your eyes on beauty, la Nft di Sigis Vinylism e Vera Agosti
“Open and close your eyes on beauty” è il titolo del nuovo Nft del dj e produttore musicale Sigis Vinylism, un non fungible token nato da un’idea della critica, storica dell’arte e curatrice Vera Agosti: la prima opera mai realizzata insieme da un artista e da un critico d’arte, una gif in tre multipli caricata sul profilo di Sigis Vinylism sulla piattaforma rarible.
Nell’opera Vera Agosti apre e chiude gli occhi in un breve loop. Il video di partenza è stato registrato dal critico, la gif è stata realizzata dall’artista, trasformando le immagini tramite gli stilemi della Pop Art, con un chiaro omaggio ai coloratissimi ritratti in serie di Andy Warhol. Il volto della donna è ripetuto per ogni modulo circolare, con veloci variazioni delle tinte, creando un’immagine sincopata. Il ritratto occupa quasi tutta la superficie, stagliandosi contro un fondo uniforme; non mancano i riferimenti al Vinilismo, il movimento artistico fondato da Sigis Vinylism, per l’utilizzo della forma del disco di vinile che incornicia il viso della Agosti.
sigis vinylismo apr 2021 webres“Open and close your eyes on beauty” è il terzo Nft realizzato da Sigis Vinylism dopo i due i “Bitsons”, un omaggio ironico ad Homer e Marge Simpson, con i loro occhi che diventano criptovalute dorate. Con gliNft, i Non Fungible Token, si è all’inizio di una vera e propria rivoluzione; Vera Agosti invita a cercare la bellezza in ogni forma e in ogni nuovo linguaggio, perché non venga dimenticata. L’innovazione rappresenta
una rivoluzione del sistema, ma senza un’esperienza estetica di valore, la novità resta vuota e senza profondità: sta agli artisti creare lavori sempre più intelligenti e raffinati, in grado di stupire ed emozionare, affinché l’arte resti davvero tale senza svuotarsi di senso e divenire soltanto merce e transazione finanziaria.
La poetica di Sigis Vinylism, che da sempre esalta la gioia e l’amore, è un balsamo per il cuore in questi tempi incerti di transizione.
Dj, sound designer e producer, il milanese Sigis Vinylism – all’anagrafe Matteo Antonio Vaccari Sigismondi, classe 1978 – sin dal 2007 ha saputo dare una nuova anima al vinile: non più e non soltanto un imprescindibile formato per suonare la sua amata musica house, ma anche e soprattutto una materia per dare vita ad un nuovo stile artistico, il Vinylismo, che lo ha portato ad esporre in tutto il mondo e ad
ottenere, a soli 33 anni, dall’Istituto Nazionale di Cultura il riconoscimento dello stile artistico “Vinilismo”, venendo consacrato come Maestro d’Arte durante la sua partecipazione alla 54esima Biennale di Venezia, bissata due anni dopo con la partecipazione alla 55edizione. Con Fundación Vinylismo, Sigis Vinylism è in
onda tutti i martedì sera su Radio Dance Roma.
Vera Agosti (Magenta, MI, 1979), critico e storico dell’arte, curatore e giornalista, collabora con quotidiani e riviste specializzate. Nel 2010 fonda il movimento delle Meduse, un gruppo di giovani artisti con una ricerca figurativa di matrice classica che riflette su tematiche sociali attuali. Ha curato oltre un centinaio di esposizioni in Italia e all’estero, in sedi pubbliche e private. È caporedattrice della Prearo Editore, storica
casa editrice di libri d’arte, per cui dirige la collana “Cataloghi”. Dirige inoltre la collana VandArt dedicata agli e-book d’arte della VandA.e-publishing. È una dei pochi studiosi in Italia di arte circense. I suoi interessi riguardano anche la letteratura, il cinema e il teatro. Si occupa del P.E.N Club Italia giovani e del Comitato Scrittori in Carcere. A Milano è docente di curatela di mostre ed eventi artistici presso l’Istituto Europeo del
Design (IED). Nel 2019 è stata invitata a conferire a un evento speciale del CIHA, per il 35esimo Congresso mondiale di Storia dell’Arte.
www.sigisvinylism.com
www.instagram.com/veragosti

dottor
Daniele Spadaro
press agent
mobile +39.335.6262260
skype danielespadaro1
www.spadaronews.co.uk

Il paesaggio pugliese nelle collezioni della Pinacoteca Metropolitana di Bari: la consapevolezza di un’identità”

DE-NITTIS-SullOfanto-350x300“Il paesaggio pugliese nelle collezioni della Pinacoteca Metropolitana di Bari: la consapevolezza di un’identità”-.

Giornata nazionale del Paesaggio, la Pinacoteca della Città Metropolitana di Bari, «Corrado Giaquinto», offre un’esposizione di cinquanta opere

Dopo averla proposta in occasione della Giornata nazionale del Paesaggio, la Pinacoteca della Città Metropolitana di Bari, «Corrado Giaquinto», offre un’esposizione di cinquanta opere che fanno parte delle sue Collezioni di cui il  maggior numeroso è custodito nei suoi depositi.

Una visita in modalità digitale, sul tema del paesaggio pugliese: «Il paesaggio pugliese nelle collezioni della Pinacoteca Metropolitana di Bari: la consapevolezza di un’ identità».

E’ possibile partecipare virtualmente al tour collegandosi al sito della Pinacoteca: www.pinacotecabari.it (sezione notizie), o

sul canale youtube: https://www.youtube.com/watch?v=F7OtpI8QiP8

Pinacoteca Metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto”

www.pinacotecabari.it

pinacoteca@cittametropolitana .ba.it

infotel. 080/5412420

160° Anniversario dell’Unità d’Italia

I-figli-del-popolo-1-234x300160° Anniversario dell’Unità d’Italia
1861 – 2021

Pinacoteca Metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto”

In occasione della ricorrenza dei 160 anni dell’Unità d’Italia la Pinacoteca Metropolitana “Corrado Giaquinto” di Bari propone un video sul dipinto di Gioacchino Toma dal titolo I figli del popolo datato 1862 ma presumibilmente realizzato l’anno prima.

È un’infanzia che si muove in piena autonomia nello spazio pittorico, protagonista e non inerme, inconsapevole testimone degli eventi, quella che Toma dipinge nel piccolo olio barese, primo di una lunga serie di opere incentrate su questo tema. La ricostruzione di una nazione, è il messaggio che l’artista vuole trasmettere attraverso queste emulazioni giocose, passa anche attraverso l’infanzia e a quest’ultima è assegnato il compito di tramandare i valori patriottici alle generazioni future.

Il video è fruibile sul sito della Pinacoteca.

www.pinacotecabari.it

o sul canale youtube https://www.youtube.com/watch?v=gwdUiB8tN9I

Pinacoteca Metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto”

Via Spalato, 19/Lungomare N. Sauro, 27 70121 Bari

infotel: 080/5412420

pinacotecabari@cittametropolitana.ba.it

www.pinacotecabari.it

Inoltre, la Pinacoteca Metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto”, in occasione della ricorrenza dei 160 dell’Unità d’Italia, propone un video sul dipinto di Gioacchino Toma dal titolo «I figli del popolo», un olio su tela datato 1862, ma presumibilmente realizzato un anno prima.
La ricostruzione di una nazione, è il messaggio che l’artista vuole trasmettere attraverso la gioiosa rappresentazione, una ricostruzione che passa attraverso l’infanzia.

Anna Martucci Pinacoteca Metropolitana di Bari 080/5412427

Un giorno uno shooting……il talento di un fotografo Checco De Tullio allo Spazio Art d’Or a Bari

IMG-20210323-WA0006-1-302x300Un giorno uno shooting……il talento di un fotografo Checco De Tullio allo Spazio Art d’Or a Bari

Checco De Tullio, di professione fotografo……. la moda, le cose, gli abiti, la cucina, le ricette, gli accessori, l’arte, i quadri, i gioielli……. li “usa” e non solo per gustare un variopinto gelato o una morbida crema oppure un lembo di un abito mosso dal vento ma li fotografa su raffinate mise en place oppure in riva al mare o in uno showroom pieno di colori e di cultura e poi li usa, in maniera complice, ne fa il suo sfondo, si diverte a giocare con le nostre sensazioni, cambiando le carte in tavola e spingendoci a guardare la realtà da un altro punto di vista, magari attraverso una lente di ingrandimento.
Complice il ticchettio della macchina fotografica, sullo sfondo una musica viene interrotta dai suoi comandi secchi, presente la ragazza del ritocco al trucco, ai capelli, li rubiamo le sue emozioni…….
IMG_0843-01-1-225x300Noi siamo quello che facciamo, e, nel mio caso sono come Alice, letteralmente immerso in uno shooting della collezione di abiti di Arianna Laterza Haute Couture, in un paese incantato come lo Spazio Art d’Or di Marina Corazziari, dove gli abiti di questa giovane e talentuosa stilista sembrano farfalle in volo, lievi, sognanti, in un mood che mi sa di casa, profuma di terra, l’odore di casa mia, dove rinasco mille volte ogni volta che torno a casa, odori e ricordi che fanno parte della mia vita, che mi accompagnano in ogni evento cadenzando i momenti, fanno ridere la mia anima, mi accompagnano fra la gente.
Fotografando io rubo l’attimo, devo trasmettere la passione e la qualità che c’è dietro ogni cosa, dietro un piatto, una ricetta ma anche dietro ad un abito, la ricerca di un tessuto secondo lo stilista…….svelare l’arte artigiana, il “fatto con le mani” dietro le creazioni, il talento, l’arte, in un attimo devo fermare e mostrare l’abilità, il tessuto, il designer e il suo talento, la sua storia, esalto il primo attore che sono le sue mani, le faccio parlare, fisso il candore delle stoffe, le pieghe, la luce, i chiaroscuri della materia, i colori, esalto la sua fantasia, l’estro, mille pensieri condensati nell’attimo, prove su prove, accostamenti, io devo tramettere la cultura visiva, ma ad ampio respiro, far riflettere chi osserva, farlo immedesimare in una condivisione creativa, ribaltare la forma in un riflesso per gli occhi.
Come si dice…..
io “racconto” storie con la mia macchina fotografica e la mia è una bella storia perché faccio parlare i miei giochi fantastici, che raccontano incredibili parole e pensieri, viaggi mai intrapresi ma solo immaginati, visioni diverse, talenti e storie di uomini e donne, immagini non banali di monumenti e chiese, piazze, il mare, la vita, per parlare di una cultura ad ampio respiro, sperimentazione e contaminazione fra linguaggi ed esperienze diverse.
Crediti:
Designer: Arianna Laterza Haute Couture

Crediti Photo: Checco De Tullio

MUA Angela Noemi Scamarcio – Background Model Management
Model: Beatrice Rollo e Ance Šķērstena
Location
Spazio Art d’Or a Bari

Gioielli:
Marina Corazziari Jewels

Press: Cristina Vannuzzi

Corsi di tecnica e formazione allo Spazio Art D’Or

Le-dispense-del-Corso-227x300Corsi di tecnica e formazione allo Spazio Art D’Or

Pochi giorni prima del lockdown è stato inaugurato lo Spazio Art d’Or, una Associazione Culturale, un sogno che Marina Corazziari accarezzava da anni, una galleria multimediale delle eccellenze del made in Italy, che vuole essere una realtà innovativa internazionale per la città di Bari,
La Gallery è composta da creativi a 360° nel campo dell’arte, della moda, dell’artigianato e del design, ed è sede di una Factory, incubatore di nuovi talenti, che si occupa anche di formazione con corsi didattici specializzati tenuti da noti docenti affermati nelle varie discipline che ruotano intorno alla bellezza e a tutto quello che si muove intorno al mondo della moda e dell’arte.
Il concept, ubicato in una delle strade più frequentate di Bari, a due passi dal Teatro Petruzzelli, dalla libreria Feltrinelli e dal palazzo dell’Ateneo, ha al suo interno una Locandinagalleria espositiva permanente formata dalle creazioni dei designer che hanno sostenuto il progetto dalla sua nascita, che mira a creare una sinergia fra le eccellenze del “fatto a mano” e del bello, un punto di riferimento per la città grazie ad una ricca programmazione di eventi culturali, corsi di formazione, mostre, laboratori, eventi moda, nuovi talenti, con l’interscambio con associazioni ed Enti pubblici, una vetrina dunque nel centro di Bari connessa ad altre realtà su tutto il territorio nazionale e internazionale tra cui Roma, Firenze, Milano, Montecarlo, Parigi, Londra, New York, nel nome della cultura e della bellezza. Un Spazio che ha in calendario una intensa programmazione di Seminari, Master Class, Trunk Show, Corsi di Alta Formazione e tanto altro.
Marina Corazziari, di ritorno dalla Capitale dove ha esposto i suoi gioielli nell’evento di alto artigiana e solidarietà Creative Market al Coffee House di Palazzo Colonna inizia a programmare i corsi di formazione che partiranno all’inizio del mese di Aprile.
L’obiettivo di questi corsi e quello di formare professionisti con un adeguato grado di competenza nella progettazione orafa e nella modellazione di forme complesse, come IMG-20210323-WA0006 (1)quella tridimensionale, così da potersi inserire in maniera efficace nel mondo del lavoro.
La modellazione tridimensionale assistita è un ottimo strumento da affiancare alle tecniche di rappresentazione tradizionale (disegno tecnico e a mano libera) nonché alle tecniche tradizionali di lavorazione orafa, per poter sviluppare i propri progetti dalla fase di ideazione a quella di sviluppo fino a quella esecutiva.
Tramite l’utilizzo del software è possibile ottenere la flessibilità e la precisione necessarie per la realizzazione di qualsiasi tipo di disegno del gioiello: da quelli tradizionali a quelli moderni ed innovativi, sia semplici sia complessi, consentendo, ad esempio, la creazione di qualsiasi tipo di decoro.
Corso di gioielleria di base, Corso di oreficeria avanzato, Smaltatura, Corso di modellazione 3d del gioiello: disegnare, creare, realizzare, Scuola di Tecnica e Disegno Orafo, Corsi d’arte: disegno e pittura.
spazioartdor@icloud.com

“Turismo del Vino in Italia” – Conferenza Stampa

b41757b5-97fa-404e-8bad-d316abe8ad18“Turismo del Vino in Italia” – Conferenza Stampa

Venerdì 9 aprile 2021, ore 11.00

Presentazione del libro Turismo del Vino in Italia
Storia, normativa e buone pratiche
di Dario Stefàno e Donatella Cinelli Colombini

Gli autori dialogano con

Dario Franceschini Ministro della Cultura

Massimo Garavaglia Ministro del Turismo

Stefano Patuanelli Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Riccardo Cotarella Presidente Assoenologi e Presidente dell’Union Internationale des Œnologues

Lorenzo Tosi Edagricole

Conduce

Federico Quaranta conduttore ed autore televisivo

Per seguire la conferenza stampa occorre registrarsi al seguente link https://bit.ly/2QTgNsO

Prego dare notizia della registrazione rispondendo anche alla mail da cui ricevete l’invito
Fotografi e operatori video possono concordare ingresso con l’ufficio stampa francesca.mangone@senato.it

SENATO DELLA REPUBBLICA Francesca Mangone mail per accrediti: francesca.mangone@senato.it
MARTE COMUNICAZIONE Marzia Morganti cell. 3356130800 mail: marzia.morganti@gmail.com
MG LOGOS Stefano Carboni cell. 335 5277431 mail: stefano.carboni@mglogos.it

Copertina Turismo del Vino in Italia
Copyright © 2021 Donatella Cinelli Colombini, All rights reserved.
Ricevi questa mail perchè giornalista o stakeholder del settore

Our mailing address is:
Donatella Cinelli Colombini
Località Colle
Trequanda, si 53020

#WINE #WINELOVE #WINEPORN

Visit València presenta il programma “Più falleros che mai”

ValenciaVisit València presenta il programma “Più falleros che mai”

Un viaggio virtuale attraverso gli usi e costumi delle Fallas il famoso festival di València dichiarato Patrimonio Immateriale dell’Umanità
Per ricordare coloro che non ci sono più e che ora ci illuminano dal cielo, è stato posizionato nel centro di València un braciere olimpico

Las Fallas di Valencia è una festa di origini antiche a metà fra la tradizione pagana a quella cristiana. Con tale celebrazione si festeggia l’arrivo della primavera e San Josè, il nostro San Giuseppe, patrono dei falegnami, proprio a tali artigiani si deve la tradizione odierna de “Las Fallas”. A metà del mese di marzo, nelle stradine e nelle piazze di València i carpentieri bruciavano i vecchi e logori strumenti del mestiere insieme a trucioli di legno. Tra questi vi erano anche le “parots” di legno che venivano utilizzate per reggere le lampade ad olio. Data la situazione dell’epidemia Covid in corso, i festeggiamenti sono stati rinviati e dovrebbero tenersi a València tra maggio e luglio 2021. Nella seconda metà dell’anno e sempre in funzione dell’evoluzione sanitaria della pandemia Covid-19, verrà rianalizzata la possibilità di organizzare le Fallas nel 2021. La celebrazione internazionale, dichiarata Patrimonio Immateriale dell’Umanità, risorgerà dalle ceneri in una nuova edizione con le stesse Falleras Mayores (regine della celebrazione), grazie alla satira e all’ingil braciere in ricordo degli scomparsiegnosità degli artisti delle Fallas.
Accogliente, vivace e dinamica, València si prepara ad accogliere nuovi visitatori con una serie di novità, nuove aperture e appuntamenti per tutti i gusti.
València lancia una campagna per dare visibilità alle Fallas: “Più amanti delle Fallas che mai”, anche se la pandemia ha costretto il rinvio della festa, Visit València ha lanciato una campagna per incoraggiare il mondo fallero a sostenere il commercio e gli artigiani locali. Con lo slogan #MásFallerosQueNunca, ha lanciato un video e ha creato un programma con eventi online che durerà fino al 19 marzo.
Marzo a València significa Fallas e, anche se quest’anno non si potranno celebrare nel modo classico con pupazzi e fuochi d’artificio, la città vuole parlare al cuore di tutti gli amanti di questa festa. Per fare questo, la campagna #Piùfalleroschemai di Visit València è un invito a riallacciare le tradizioni falleras e un omaggio al ricco patrimonio culturale del festival, agli artisti e alle aziende locali che rendono possibili le Fallas. L’invito è rivolto principalmente a tutti i valenciani per vivere la “loro” festa delle Fallas, dando priorità alla responsabilità e al rispetto di coloro che stanno vivendo un momento difficile per le restrizioni sanitarie.
foto piccola portale Cattedrale ValenciaPer Emiliano García, Assessore al Turismo della Città di València e presidente di Visit Valencia, questa campagna ha permesso: «di mantenere la visibilità di questo festival Patrimonio Immateriale dell’Umanità, unendo le forze in un momento molto complicato per i principali settori economici legati al festival e proiettare il nostro modo di essere al mondo, per mostrare che siamo un popolo unito e creativo, anche in circostanze come quelle attuali, e di farlo con responsabilità e rispettando le restrizioni attuali».
Le Fallas diventano virtuali per viaggiare per il mondo
“Più falleros che mai” è un viaggio attraverso gli usi e costumi delle Fallas, tramite le tradizioni di Valencia sotto i vari aspetti della città e delle reti sociali: fare la paella in casa o illuminare le abitazioni, mangiare frittelle o prendere una “chocolatada”, inviare fiori ai propri cari, offrire figure di cartapesta o pezzi di oreficeria e abbigliamento tradizionale, ascoltare i successi della musica fallera o le mascletà ( cioè i petardi) stando a casa, questo e molto altro i principi alla base delle Fallas di València.
La filosofia di questa campagna è quella di presentare i cittadini di València come un popolo che non si avvilisce di fronte alle avversità, tramite l’ingegno, la creatività e la passione. Ed è per questo che i cittadini di Valencia vogliono dimostrare a tutti di essere più “falleros” che mai. Il calendario delle attività consentirà di godere València in modo virtuale in tutto il mondo, e includerà dettagli sulle tradizioni e l’eredità artistica, per sostenere gli artigiani e le imprese locali della città.
La “plantà” di quest’anno sarà caratterizzata da imprese locali, che dal 15 marzo allestiranno “La vetrina delle Fallas”, in collaborazione con le corporazioni degli artisti delle Fallas. Per tutta la settimana delle Fallas, dal 15 al 19 marzo, ci sarà anche una serie di attività virtuali sui social network di Visit València, come il workshop “Designing fire”, ispirato alla Capitale Mondiale del Design, in cui artisti e designer di fallas spiegheranno come si crea una falla; sessioni online con le fallas dedicata ai bambini, in cui essi potranno vivere la parte più emotiva del festival o incontri come “Ser Fallero/a y Artista”, per condividere esperienze con i grandi protagonisti delle fallas; “La Cremà”, una chiacchierata distesa con un gruppo di divulgatori online del festival delle fallas, dove verranno riviste alcune delle storie legate alle più importanti “cremà”, l’evento culminante quando a València il 19 marzo vengono incendiate le Fallas.
L’anno scorso, prima delle restrizioni e della cancellazione del festival delle Fallas, assistevano alle mascletá, gli spettacoli pirotecnici quotidiani che si tenevano di pomeriggio nella Piazza dell’Ayuntamiento, tanti turisti prevenienti da tutto il mondo che hanno già vissuto questa festa con i valenciani e che potranno continuare a farlo negli anni a venire, nel frattempo dobbiamo tutti essere più “falleros” che mai, magari per sconfiggere gli spiriti maligni che ci costringono a non essere liberi come un tempo ma che ritorneremo ad esserlo.
Per ricordare coloro che non ci sono più e che ora ci illuminano dal cielo, è stato posizionato nel centro di València un braciere olimpico di forma tridimensionale alto quattro metri dell’artista fallero Miguel Banaclochache che riproduce il disegno del poster 2021 delle Fallas di Diego Mir e Fase Studio. Arderà fino al prossimo 19 marzo, fino alla fine delle prossime Fallas, a simboleggiare che si continua a lavorare e lottare per le Fallas, la festa che non è ad appannaggio di pochi ma è di tutti gli appassionati.

Video: https://www.youtube.com/watch?v=wKfQOEHmn_s

Dr. Harry di Prisco
Giornalista
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell. 3355804462
email: harrydiprisco@libero.it

Milano Fashion week Donna 2021

Elsa Fairy DressesMilano Fashion week Donna 2021
23 febbraio – 1 marzo collezioni SS 2021
EVOLUTION FASHION VIBES RUNWAY SHOW

Dal 23 febbraio 2021 i riflettori sono tutti puntati sulla Milano Fashion Week Donna 2021 per le collezioni della prossima stagione SS 2021.
Un’altra attesissima edizione della settimana della moda che sbarca in città dal 23 febbraio al 1 marzo, da un lato l’emergenza Coronavirus taglia le presenze, ma la Camera della Moda risponde con iniziative solidali con un programma fitto di sfilate e appuntamenti, sia in presenza che in streaming.
Parola d’ordine “rendere la fashion week sempre più aperta al mondo” motto che resta la priorità per la 5° edizione dell’EVOLUTION FASHION VIBES RunWay ideato da Yuliia Palchykova con lo scopo di attrarre il maggior numero di ospiti e addetti ai lavori sia italiani che stranieri.
EVA IGNIS (1)Lo scopo che si pone Yuliia Palchykova con il suo Evolution Fashion Vibes RunWay Show è quello di presentare un viaggio immaginario attraverso un video emozionale su piattaforma, dando il giusto spazio ad una lezione di stile dell’importante brand Italiano Antonio Martino Couture, una narrazione stilistica del suo talento e, a seguire, il racconto dei capi della nuova next generation russa che vengono svelati in una dimensione virtuale che vuole essere un tributo alla Moda che segue il Vento dell’Est.
L’intento della organizzatrice è chiaramente quello di trasmettere un chiaro messaggio di ottimismo, in un momento delicato per il mondo, un progetto di moda nato nell’Est con lo scopo di presentare al pubblico europeo i designers emergenti, oltre le produzioni, le aziende tessili e gli accessori, l’artigianato e il “fatto a mano” ponendo il focus su criteri di originalità dell’idea, la qualità dei tessuti, la cura e la ricercatezza dell’esecuzione oltre alla filosofia dei brand.
VALIOSASostenibilità e altri elementi naturali sono l’ambiente digitale ricreato per far vivere, virtualmente, le collezioni moda che il mondo industriale, del tessile, dei buyers, degli addetti ai lavori osserva con molto interesse ponendo il focus sullo sviluppo della comunicazione digitale della moda e del tessile che viene dall’Est, le giovani aziende e i talentuosi designers che stanno al passo con i tempi impegnandosi a supportare il progetto innovativo nel suo processo di espansione verso i mercati esteri con lo scopo primario che, con la piattaforma in rete, le fiere della Moda vivano per 365 giorni l’anno, per mantenere in maniera costante i contatti tra espositori e compratori.

Il Calendario:
23 febbraio ore 21.00
WORLD FASHION UNION
25 febbraio ore 19.00 KIDS RUNWAY SHOW
By VEL
ELSA FAIRY DRESSES
NOTA BENE
26 febbraio ore 19.00 WOMAN’S RUN WAY SHOW
VALIOSA
KIBOVSKAYA
NOLO
EVA IGNIS

BY VEL °27 febbraio ore 19.00 COUTURE RUNWAY SHOW
ANTONIO MARTINO COUTURE

1 marzo ore 21.00
WORLD FASHION UNION

www.fashion-vibes.com

La Francia si presenta al Mediatour 2021

Nizza - il carro del dragoLa Francia si presenta al Mediatour 2021

filo conduttore il turismo slow con 21 buone ragioni per scegliere la Francia per le vacanze
La Francia vi attende appena sarà possibile riprendere a viaggiare

«Siamo vicini ai tanti turisti e viaggiatori che amano e sognano la Francia – esordisce Frédéric Meyer Direttore per l’Italia di Atout France, l’Agenzia per lo sviluppo turistico della Francia che è il primo settore economico francese – una destinazione che anche quest’anno ha in serbo tante novità da vivere appena sarà possibile riprendere a viaggiare». L’incontro con Atout France e i suoi partner francesi per il MEDIATOUR FRANCIA 2021 quest’anno si è tenuto in versione digitale, è stata un’occasione per rimanere in contatto e in aggiornamento con la destinazione Francia, in attesa di poter viaggiare serenamente quando la situazione sanitaria lo permetterà.
Nizza - una spettatrice stregata della battaglia dei fioriE fin d’ora vogliamo condividere con voi tutto il meglio della destinazione Francia, la Francia con la sua prossimità geografica e culturale offre tantissime idee per continuare a viaggiare con la mente e preparare un viaggio futuro che tutti ci auguriamo prossimo» a concluso il Direttore Meyer.
Il filo conduttore di questo anno è il turismo slow, un modo per vivere la Francia ognuno al proprio ritmo, ritrovare il piacere di vacanze autentiche, di scoperte e riscoperte nel segno del rispetto della natura, del verde, della sostenibilità e, naturalmente, dell’arte di vivere, prendendosi il tempo per le cose che contano davvero. Per un viaggio sono state individuate ben 21 buone ragioni per scegliere la Francia come meta di vacanze nell’anno in corso, con tante nuove e originali proposte con iniziative culturali e sportive.
Tante le regioni e le città che si propongono con la loro offerta turistica: dall’Alsazia alla Borgogna, in totale armonia con la natura, con itinerari di arte e percorsi fra i vigneti, villaggi e le cantine fino a Digione, pedalando lungo piccole strade nel cuore dei Grandi Crus. Dall’Alvernia-Rodano Alpi, cuore verde della Francia e regno della gastronomia Nizza - la regina del Carnevale 2013 Fannyfrancese con 79 DOP di cui 21 formaggi e vini di grande fama (Beaujolais, Côte du Rhône), 94 chef stellati Michelin di cui 9 chef con 3 stelle. Il relax slow è assicurato fra le località termali dello straordinario Parco dei Vulcani d’Alvernia. La Normandia celebra quest’anno il bicentenario della nascita di Gustave Flaubert con eventi e mostre. Le Le-Havre-Etretat è scenario di grandi anniversari con i 60 anni dall’apertura della prima Maison de la Culture in Francia all’interno del Musée des Beaux-Arts e i 70 anni dalla prima pietra della Chiesa di Saint-Joseph, capolavoro dell’architettura del XX secolo, Patrimonio dell’Umanità, nonché gli 80 anni dalla morte di Maurice Leblanc, padre di Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo. La Bretagna con il capoluogo Rennes ha un’area boschiva di circa 100 ettari e 868 ettari di spazi verdi, nel 2021 vedrà il Tour de France partire da Brest e attraversare i 4 dipartimenti con itinerari di turismo slow fra città medioevali e piccoli villaggi di pescatori, per una passeggiata il porto di Nizzafuori dal tempo imperdibile il tour sul sentiero dei doganieri. Nantes con le novità del “Viaggio a Nantes” dal 3 luglio al 5 settembre, trasforma la città nel segno dell’arte e della creatività con tanti eventi alla scoperta delle opere d’arte e dei vigneti. La Valle della Loira con i castelli dei re per un turismo green con itinerari in bici e i bagagli che arriveranno direttamente a destinazione, ben 5000 chilometri di itinerari in bici, fra cui “La Loire à vélo”, 20.000 chilometri di sentieri, 280 chilometri della “Val de Loire” Patrimonio Mondiale dell’Unesco, la più grande concentrazione al mondo di castelli del Rinascimento. Più a sud le atmosfere di natura, cultura e arte di vivere del Midi: l’Occitania con le proposte per un turismo slow lungo il Canal du Midi, Patrimonio Unesco, da scoprire a piedi o in bicicletta con un percorso ciclabile, da poco completato, lungo 165 chilometri oppure in catamarano per un tour-cocktail al tramonto. A Tolosa fino al 29 agosto 2021 è aperta la mostra “Un piccolo principe tra gli uomini” presso l’Aéropostale, da dove decollava Sait-Exupéry. In Alta Garonna attraversando le 18 chiuse del Canal du Midi, percorrendo in chiatta o in barca, oppure le rive in bicicletta o a piedi, al ritmo della natura con più di 100 temi per scoprire la città rosa. Il Gard con la passeggiata “aerea” fra passerelle sospese, la visita a piedi lungo le saline di Aigues Mortes o un safari in bicicletta elettrica. Paca/Provenza-Alpi-Costa Azzurra, città dalla lunga storia come Marsiglia punta all’ecologia con il Parco Nazionale delle Calanques dalla straordinaria biodiversità in città: una natura in versione “giardino”, spontanea, selvaggia e spesso invisibile. Nimes, bellissima città del sud con il nuovo museo della Romanità per ripercorrere il passato gallo-romano, imperdibile la mostra Castello du Rivau“L’imperatore romano, un mortale tra gli dei” dal 13 maggio al 19 settembre. A Vaucluse, con i campi di lavanda in fiore, si vive un turismo semplice e autentico, si fanno incontri veri con artigiani, produttori e abitanti, si va a spasso in bici elettrica ai piedi del leggendario Mont Ventoux, in estate parco naturale, fra verde, lavanda e vigneti. A Luberon, cuore della Provenza, con i caratteristici villaggi degli antiquari. Il dipartimento del Var è una perla incastonata fra gli aspri promontori e le coste rocciose che si affacciano sul mare, il sito naturale le Gole del Verdon consente il percorso ciclabile nella Dracenie “La Vigna in bicicletta” 20 chilometri di stradine verdi fra i boschi attraversando vigne e cantine. La Costa Azzurra con piccoli borghi arroccati in cima alle colline e altipiani calcarei che digradano verso Hyères e Fréjus, fino all’ultimo tratto di mare che si estende da appena dopo Saint-Raphael fino a Tolone con panorami mozzafiato. La Costa Azzurra con Antibes e Nizza con i 49 comuni della “métropole” dal mar Mediterraneo alle cime del Parco Nazionale del Mercantour, è la scelta naturale per un turismo sostenibile, per chi ama una vacanza attiva, come per chi cerca una vacanza relax. A Biot, la “Città della creatività”, si può fare un’esperienza unica con gli artisti che aprono i loro laboratori e dove si può imparare il loro mestiere osservando la lavorazione del vetro degli artigiani all’opera e visitando il piccolo museo di opere in vetro. Cannes, con il bellissimo e famoso litorale , offre un notevole patrimonio storico e culturale. La Corsica… un’isola verde dalla natura intatta, ricca di una incredibile biodiversità, è una vera “montagna nel mare”, con un Parco Naturale che copre un terzo del territorio da percorrere anche in bici. Tutti luoghi del turismo sostenibile fra arte e mare, considerando l’impatto sull’ambiente, viaggiando in modo responsabile nelle aree naturali, proteggendo l’ambiente e sostenendo il benessere delle popolazioni locali. Si risale poi verso la montagna e il benessere a Les 2 Alpes con le sue famose piste da sci e i parchi giochi, Megéve, con le ricchezze del patrimonio che fanno parte del Centro dei Monumenti Nazionali. Serre Chevalier e Briançon a 1326 metri sul livello del mare, è la città più alta di Francia, patrimonio dell’umanità dall’Unesco, dominata dal castello, è particolarmente adatta alle attività acquatiche più o meno estreme come il rafting.
Dal 18 settembre al 3 ottobre, Christo impacchetterà l’Arco di Trionfo di Parigi, con venticinquemila metri quadrati di polipropilene blu-argento e settemila metri di corda rossa (interamente riciclabili) e sarà accompagnato da una mostra al Centre Pompidou che ripercorrerà gli anni di attività di Christo e Jeanne-Claude dal 1958 al 1964.Un’altra opera straordinaria, ma soprattutto visionaria, che lascerà sicuramente tutti a bocca aperta, così come fece in passato per il Reichstag di Berlino e una parte della costa di Sydney. Sempre a Parigi da segnalare l’apertura ad aprile del Musée de la Marine, prestigioso edificio del XVIII secolo, vetrina del savoir-faire e della cultura francese con una libreria, negozi e il ristorante dello chef stellato Jean-François Piège e la sala da té affidata ad Alain Ducasse.
Il Gruppo Air France-KLM, attualmente impegnato in prima linea per il trasporto dei vaccini anti Covid-19, si prepara alla ripresa del traffico passeggeri. Il numero totale dei posti offerti sarà del 40-45% per i primi mesi dell’anno e, in base all’evoluzione della situazione, aumenterà gradualmente per arrivare al 60% nel mese di giugno e al 70% nei mesi estivi di luglio e agosto.
In Italia la compagnia aerea si caratterizza per la massima flessibilità e il suo programma di transizione ecologica. Attualmente collega 9 città italiane a Parigi e Amsterdam con orari e frequenze ridotte: Torino, Genova, Milano Malpensa, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Catania. Per marzo è prevista la ripresa dei voli anche da Milano Linate.
La Francia è così vicina a noi e sotto molti aspetti simile alle nostre tradizioni culturali, sono infatti sempre più gli italiani che la scelgono come meta per le loro vacanze in quanto l’offerta turistica è così varia che consente di programmare sin da ora un viaggio futuro in attesa di un vero viaggio sul territorio alla scoperta dell’ arte di vivere per realizzare i nostri sogni.

Harry di Prisco

#mediatourfrancia2021 #ExploreFrance
Fb @AtoutFranceStampa Twitter @atoutfranceit

Invito a Palazzo !

Palazzo Reale Napoli-foto Luciano PediciniInvito a Palazzo !

Il Palazzo Reale di Napoli riapre con visite guidate dal nuovo direttore Mario Epifani

I musei statali riaprono dopo l’emergenza Covid-19 per accogliere i visitatori in sicurezza
In Italia vi sono oltre 500 musei, monumenti e siti archeologici statali

Via libera al nuovo Dpcm, contenente ulteriori misure legate all’emergenza coronavirus in Italia con provvedimenti che saranno in vigore fino al 15 febbraio e che prevede la riapertura dei musei in zona gialla nei giorni feriali, rispettando tutte le norme del distanziamento sociale per la sicurezza di ogni visitatore e di ogni lavoratore. «Nel Dpcm – ha detto il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini – è stato introdotta la riapertura dei musei e delle mostre nelle zone gialle almeno nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì. Naturalmente – ha proseguito il Ministro – tutto dovrà avvenire in modalità di sicurezza, come quest’estate, con gli obblighi di indossare le mascherine, mantenere il distanziamento, il contingentamento e con prenotazioni e bigliettazione elettronica per evitare le file. È un primo passo, un piccolo passo verso la ripartenza».
Al Palazzo Reale di Napoli debutta il nuovo direttore Mario Epifani, insediatosi pochi giorni prima della chiusura del 6 novembre, dando il via alla nuova gestione autonoma del Museo in occasione della riapertura avvenuta il 18 gennaio.
Il Palazzo Reale di Napoli fu edificato nel ‘600 come palazzo del re di Spagna Filippo III d’Asburgo. La sua collocazione urbanistica è accanto al Palazzo Vicereale Vecchio, poi demolito, e ai giardini di Castel Nuovo al margine meridionale della città antica, con la facciata rivolta verso il grande spiazzo del Largo di Palazzo. L’architetto Domenico Fontana progettò una residenza civile di forme tardo rinascimentali e con un cortile d’onore centrale quadrato. Altri due cortili vennero aggiunti quando Napoli nel 1734 divenne capitale del regno con Carlo III di Borbone e la reggia fu ampliata.
I musei hanno riaperto nelle zone gialle, con regolare orario, con ingressi contingentati, ma saranno chiusi durante il week end. I visitatori potranno accedere al Palazzo Reale, dalle ore 9.00 alle 20.00, e ammirare oltre metà delle sale con la nuova illuminazione, un’importante innovazione realizzata negli ultimi mesi, che esalta le bellezze e la ricchezza dell’Appartamento Storico.
È stata prorogata al 31 maggio l’istallazione “Almost Home – The Rosa Parks House Project” dell’artista statunitense Ryan Mendoza, visitabile gratuitamente all’interno del Cortile d’Onore del Palazzo.
Valida fino al 31 gennaio l’iniziativa per l’acquisto di biglietti d’ingresso per famiglie iniziata prima di Natale, che consentirà di partecipare ad una visita guidata con il direttore Mario Epifani.
«Per me è un piacere poter accogliere personalmente i visitatori – ha dichiarato Epifani – grazie a questa iniziativa che rappresenta un invito ai napoletani a tornare a visitare Palazzo Reale e che apre la speranza alla ripresa di una vita normale».
Anche nel periodo di chiusura dei Musei nel Palazzo Reale si è continuato a lavorare, per migliorare i servizi di sicurezza e di sorveglianza e l’accoglienza del pubblico.
«Il mio progetto immediato è quello di lavorare sull’allestimento del percorso di visita dell’appartamento di etichetta, – racconta il direttore – rafforzando in particolare il collegamento storico con gli spazi occupati dalla Biblioteca Nazionale. Anche con il teatro San Carlo prevediamo una serie di iniziative congiunte che possano far rivivere il Palazzo attraverso la storia della musica napoletana dal ‘600 all’800».
Sarà possibile visitare l’Appartamento Storico con gli interni allestiti nel gusto tardo barocco con marmi preziosi e affreschi celebrativi, tra i quali le opere di Francesco De Mura e Domenico Antonio Vaccaro.
Dunque il primo passo si è fatto verso il rientro alla normalità, nel rispetto delle norme di contenimento dell’emergenza epidemiologica.
foto Luciano Pedicini
Dr. Harry di Prisco
Giornalista
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell. 3355804462
email: harrydiprisco@libero.it

I Volontari “Acqui” del 17° RAV di Capua in prima linea per un atto d’amore

un momento della donazioneI Volontari “Acqui” del 17° RAV di Capua in prima linea per un atto d’amore
Conclusa la campagna di donazione di sangue ed emoderivati da parte dell’Esercito Italiano

Persone che amano la propria vita pensando spesso a quella degli altri
L’Esercito sempre in prima linea per la collettività

Nei giorni scorsi si è conclusa la campagna di donazione di sangue ed emoderivati da parte dell’Esercito Italiano svoltasi all’interno della caserma “O. SALOMONE” di Capua, sede del 17°Reggimento Addestramento Volontari “Acqui”, un antichissimo Reparto di Fanteria, fondato nel 1703, che svolge da oltre un ventennio le funzioni di Reparto Addestrativo Volontari, deputato alla “formazione di base” dei giovani soldati, volta principalmente a potenziarne l’addestramento fisico e ad alimentarne l’etica e la cultura militare.
L’iniziativa è nata dall’appello del Dr Michele Franco Presidente dell’ADMO Campania (Associazione Donatori di Midollo Osseo) e dalla Dott.ssa Angela Iacono, Presidente nazionale della Fondazione Italiana “LEONARDO GIAMBRONE” per la guarigione dalla Talassemia, con la collaborazione del Centro di Immunoematologia e medicina trasfusionale dell’Ospedale “Cardarelli” di Napoli. La Fondazione Italiana “Leonardo Giambrone” per la Guarigione dalla Talassemia e Drepanocitosi nasce il 19 giugno 1992 per volontà di tutta l’utenza talassemica italiana per reperire fondi per i progetti di ricerca tendenti ad identificare e sperimentare i mezzi di cura definitivi delle talassemie. Si tratta di un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da un difetto genetico di sintesi dell’emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi del sangue, diffuse in tutto il mondo, specialmente nei Paesi dell’area del Mediterraneo, ma anche il Medio Oriente e nel Sudest asiatico. In Africa ogni anno nascono 120 mila bambini affetti da varie forme di anemia.
In Italia è particolarmente diffusa in alcune regioni quali il Piemonte, la Calabria, la Sicilia, la Puglia e la Sardegna; i malati sono circa 9000 solo nel Delta Padano, nel Sud, in Sicilia e in Sardegna. Nel mondo i portatori sani di anemia mediterranea sono oltre 300 milioni, di questi 93 milioni sono bambini.
Al termine delle due giornate di donazione di sangue i responsabili delle associazioni hanno voluto ringraziare personalmente i militari del 17° RAV per la numerosa partecipazione e la solidarietà espressa, che ha permesso la raccolta di 123 sacche di sangue, indispensabili per la sopravvivenza, il trattamento e la profilassi delle patologie a carico del midollo osseo e della Talassemia.
Il Comandante del 17° RAV, Colonnello Francesco Maione, si è detto fiero dell’iniziativa, «perché è possibile servire il Paese anche con una semplice donazione, soprattutto in un momento di particolare difficoltà nazionale» e che conferma come si possa fare “di più insieme” per la collettività. Una scelta per gli altri e una scelta per se stessi, un piccolo gesto, il regalo più grande, specialmente in questo momento in cui tutti gli ospedali sono sotto stress.
Dr. Harry di Prisco
Giornalista
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell. 3355804462
email: harrydiprisco@libero.it

I Volontari “Acqui” del 17° RAV di Capua in prima linea per un atto d’amore

un momento della donazioneI Volontari “Acqui” del 17° RAV di Capua in prima linea per un atto d’amore
Conclusa la campagna di donazione di sangue ed emoderivati da parte dell’Esercito Italiano

Persone che amano la propria vita pensando spesso a quella degli altri
L’Esercito sempre in prima linea per la collettività

Nei giorni scorsi si è conclusa la campagna di donazione di sangue ed emoderivati da parte dell’Esercito Italiano svoltasi all’interno della caserma “O. SALOMONE” di Capua, sede del 17°Reggimento Addestramento Volontari “Acqui”, un antichissimo Reparto di Fanteria, fondato nel 1703, che svolge da oltre un ventennio le funzioni di Reparto Addestrativo Volontari, deputato alla “formazione di base” dei giovani soldati, volta principalmente a potenziarne l’addestramento fisico e ad alimentarne l’etica e la cultura militare.
L’iniziativa è nata dall’appello del Dr Michele Franco Presidente dell’ADMO Campania (Associazione Donatori di Midollo Osseo) e dalla Dott.ssa Angela Iacono, Presidente nazionale della Fondazione Italiana “LEONARDO GIAMBRONE” per la guarigione dalla Talassemia, con la collaborazione del Centro di Immunoematologia e medicina trasfusionale dell’Ospedale “Cardarelli” di Napoli. La Fondazione Italiana “Leonardo Giambrone” per la Guarigione dalla Talassemia e Drepanocitosi nasce il 19 giugno 1992 per volontà di tutta l’utenza talassemica italiana per reperire fondi per i progetti di ricerca tendenti ad identificare e sperimentare i mezzi di cura definitivi delle talassemie. Si tratta di un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da un difetto genetico di sintesi dell’emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi del sangue, diffuse in tutto il mondo, specialmente nei Paesi dell’area del Mediterraneo, ma anche il Medio Oriente e nel Sudest asiatico. In Africa ogni anno nascono 120 mila bambini affetti da varie forme di anemia.
In Italia è particolarmente diffusa in alcune regioni quali il Piemonte, la Calabria, la Sicilia, la Puglia e la Sardegna; i malati sono circa 9000 solo nel Delta Padano, nel Sud, in Sicilia e in Sardegna. Nel mondo i portatori sani di anemia mediterranea sono oltre 300 milioni, di questi 93 milioni sono bambini.
Al termine delle due giornate di donazione di sangue i responsabili delle associazioni hanno voluto ringraziare personalmente i militari del 17° RAV per la numerosa partecipazione e la solidarietà espressa, che ha permesso la raccolta di 123 sacche di sangue, indispensabili per la sopravvivenza, il trattamento e la profilassi delle patologie a carico del midollo osseo e della Talassemia.
Il Comandante del 17° RAV, Colonnello Francesco Maione, si è detto fiero dell’iniziativa, «perché è possibile servire il Paese anche con una semplice donazione, soprattutto in un momento di particolare difficoltà nazionale» e che conferma come si possa fare “di più insieme” per la collettività. Una scelta per gli altri e una scelta per se stessi, un piccolo gesto, il regalo più grande, specialmente in questo momento in cui tutti gli ospedali sono sotto stress.

Dr. Harry di Prisco
Giornalista
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell. 3355804462
email: harrydiprisco@libero.it