Dado Tedeschi in STAND UP and Fight!

46446069_302210677299256_3703421128199372800_oDado Tedeschi in STAND UP and Fight!

23 novembre 2018

Anche se sono sul palco tra una cosa e l’altra quasi tutti i giorni, le occasioni per vedermi col mio intero show non sono moltissime.
Questo venerdì racconterò la mia vita con risate e comicità a Villa Pallavicini. Un posto che ho legato a serate molto belle nel passato. Potrei dirvi molte cose, ma mi preme solo dire “per una volta venite a vedermi. Magari ogni tanto si ride amaro, ma si ride sempre tanto. E gli argomenti sono discretamente originali per il mondo stand up (perchè quanti cinquantenni ha il mondo stand up?) e assolutamente originali per il mondo cabaret. Io sarò più in piedi che mai… pronto a giocare, a improvvisare e a raccontare. Se ci sarete voi… la serata sarà perfetta.

Villa Pallavicini
via Meucci 3, 20132 Milano

Comici in Cantina: Rosy Cannas E Francesca Falchi

46441759_301607267359597_2958920798347198464_oComici in Cantina: Rosy Cannas E Francesca Falchi

25 novembre 2018

Giuro! E’ stato casuale. Non ci sono due donne perchè è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Ci sono due donne, perchè sono brave e sono felice di essere il primo che porta Francesca Falchi, una piccola stella della stand up sarda, in un locale di Milano, così come sono uno dei grandi sostenitori della comicità di Rosy Cannas in chiave stand up comedy. Due comiche entrambe sarde, entrambi non belle in senso classico ma molto affascinanti, ma soprattutto entrambe bravissime. In modo diverso. Rosy più “naturalizzata milanese, più cabaret a muso duro e più rabbia”, Francesca più sfumature, più gossip e più tematiche stand up. Ma per entrambe tanta vis comica e umorismo intelligente. Insieme a loro non un'”apertura” ma una special guest star che in occasione di questa giornata speciale propone (lei si “fortemente voluta”) un monologo sull’aborto. ironico, non comico, ma con tante verità, di quelle che non vogliamo sentirci dire, ma che ci fa tanto bene ascoltare.

Arci Martiri Di Turro – Associazione Onlus
Via Rovetta,14, 20127 Milano

Fat plant Comedy

46495202_302885487231775_7137806372560699392_nFat plant Comedy

Venerdì 21 dicembre 2018

Seconda parte dell’anteprima di Fat Plant comedy che si spera di far diventare da gennaio un appuntamento fisso. Stessa sede, stessa ottima accoglienza ma i protagonisti cambiano quasi completamente (Anche se sempre pescati dal meglio della stand up comedy milanese)
LUCA ANSELMI – Trentino, faccia d’angelo tradita da una cattiveria comunque mai sopra le righe
NICOLA CAMPOSTORI – uno dei più giovani e completi talenti della stand up, con militanze anche teatrali e musicali (in band metal)
EDOARDO CONFUORTO – Uno dei monologhisti più capaci d’Italia, tra narrazioni articolate e pensieri fulminanti
presenta DADO TEDESCHI il grande vecchio della stand up oggi in veste di coordinatore e intrattenitoreDIC

Lapiantagrassa
Via Pellegrino Rossi 81, 20161 Milano

Albana Docg: sfida nazionale all’ultimo calice

Albana Docg: sfida nazionale all’ultimo calice

Diciotto sommelier degustatori da tutta Italia a Bertinoro (Fc) per la medaglia d’oro al Concorso Nazionale, II° Master Romagna Albana Docg

Sabato 24 e domenica 25 novembre nel borgo romagnolo una due giorni fra cultura del territorio e degustazioni dedicata alla regina a bacca bianca di Romagna.

Bertonoro (20 novembre) – Sono in 18 e arrivano a Bertinoro (Fc) da sette regioni d’Italia. Sono i migliori. La loro arma è il calice, il loro sapere è il prezioso bagaglio di profumi e sapori immagazzinato in anni di studio e assaggio di vini e vitigni del Belpaese enoico. Sono i sommelier degustatori Ais che partecipano domenica 25 novembre al Secondo Master Romagna Albana Docg organizzato nel borgo romagnolo santificato al vino dal suo terroir unico, fatto di clima mite, brezza costante, forti escursioni termiche e dallo ‘spungone romagnolo’. Una vasta e spessa barriera di calcare che costringe le radici delle viti a penetrare in profondità aggrappandosi alle rocce del sottosuolo, regalando così un vino fortemente tannico, intrigante e longevo. Un vino che nelle sue migliori espressioni a bacca bianca si chiama Albana e che rappresenta una nicchia tutta romagnola con poco più di 50 produttori attivi, una produzione che non arriva al milione di bottiglie (55% si albana secco, 5% di passito e il resto di albana dolce), ma con una varietà di stili e di impronte territoriali che non ha eguali al mondo.

A certificarne il valore, il riconoscimento, primo vino bianco in Italia, della Docg fin dal 1987. E oggi il grande lavoro di tanti produttori eccellenti del territorio capaci di offrire al mercato prodotti di altissima qualità e piacevolezza, sia nelle versione secco che passito.

Attorno all’Albana, Bertinoro ha costruito un mito. E dallo scorso anno ha messo in piedi un concorso, il Master, una Riserva Storica con a dimora centinaia di bottiglie di Sangiovese e Albana, e ‘Vino al Vino’, una due giorni (sabato 24 e domenica 25 novembre) di eventi, culturali e di piazza, chiamando a raccolta esperti, addetti ai lavori, giornalisti e blogger e soprattutto tanto pubblico di gastronauti e enoappassionati. In programma, convegni, degustazioni, master class, cene a tema e visite guidate per conoscere lo ‘spungone’ e le aziende vinicole del territorio. Attori della manifestazione, il Comune di Bertinoro, il Consorzio Vini di Romagna, il Consorzio Vini di Bertinoro e l’Associazione Italiana Sommelier Romagna.

Il Master

Gran clou della due giorni bertinorese, le prove pubbliche (play off e finale) del Concorso Nazionale – Trofeo Consorzio Vini di Romagna – II° Master Romagna Albana Docg, in programma domenica 25 novembre alle ore 16.00 nella scenica cornice della Chiesa di San Silvestro. Saranno 4 i campioni che gareggeranno davanti al pubblico, dopo che le selezioni su tutti e 18 i sommelier degustatori partecipanti si saranno svolte a porte chiuse.

Concorso prestigioso e trampolino di lancio per ulteriori traguardi (il Miglior Sommelier d’Italia 2018, il toscano Simone Loguercio, fu secondo al master 2017 dietro al trionfatore il romagnolo Marco Casadei), il Master Romagna Albana Docg, come altri concorsi Ais, è frequentato da professionisti della degustazione che si cimentano ogni anno in speciali concorsi in Italia e all’estero. Spesso sono sommelier di enoteche o ristoranti stellati che oltre al racconto e alla mescita richiedono al professionista competenza e capacità manageriale nella compilazione della carta vini, negli acquisti e nella gestione delle cantine, veri e propri caveau che rappresentano il fiore all’occhiello dei locali.

Ed è proprio su capacità di degustazione, comunicazione e racconto, competenza, studio e conoscenza dei vini, capacità manageriale e gestionale, che si fondano le prove finali del Master, esaminate da una giuria di esperti, composta da rappresentanti della somellerie nazionale e romagnola, del Consorzio Vini di Romagna, oltre che a buon diritto dal vincitore dell’edizione precedente del Master .

Una gara appassionante, quasi una pièce teatrale, dove davanti al pubblico, i sommelier finalisti si affrontano raccontando e riconoscendo vini alla cieca, accogliendo e affabulando ipotetici clienti e abbinandone i desideri gastronomici a vini prestigiosi, decantando vecchie bottiglie e rispondendo a insidiose domande.

Al termine la Giuria proclamerà il vincitore del Master Romagna Albana 2018 che avrà primeggiato per abilità, comunicatività e competenza.

In allegato una foto della prima edizione del Master: al centro il vincitore Marco Casadei; a destra Simone Loguercio, secondo classificato al Master dell’Albana 2017 e Miglior Sommelier d’Italia 2018.


Anna Frabotta- Agenzia PrimaPagina
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena
tel. 0547 24284 – fax 0547 27328
ufficiostampa@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it <http://www.agenziaprimapagina.it/>

VisiTuscia alla scoperta della Tuscia viterbese

logo VisiTuscia novembre 2018VisiTuscia alla scoperta della Tuscia viterbese

Dal 23 al 25 Novembre VisiTuscia presenta la Tuscia
In programma un convegno sul rilancio del sistema termale viterbese

Le quattro Reti d’Impresa su Strada, cioè quelle libere aggregazioni di attività economiche per raggiungere piani di crescita su uno o più obiettivi, vincitrici del bando della Regione Lazio (Discover Canino, Visit Marta, Naturalmente Capodimonte e Enjoy Viterbo), dopo il primo appuntamento di fine maggio, come era stato già annunciato, ritorna per il secondo step. VisiTuscia, la Borsa del Turismo e dell’Agroalimentare della provincia di Viterbo, è promossa dal CAT – Centro Assistenza Tecnica Sviluppo Imprese di Viterbo – in partenariato con la Provincia di Viterbo e la locale Camera di Commercio, si svolgerà da 23 al 25 novembre e consentirà di conoscere meglio la Tuscia e la provincia di Viterbo. All’evento hanno assicurato il patrocinio la Regione Lazio e l’Ente Bilaterale del Turismo del Lazio, oltre alle Associazioni di categoria del Turismo. Nella prima fase l’attenzione è stata concentrata sulla predisposizione di nuovi e più articolati pacchetti turistici per soddisfare le esigenze dei turisti, i quali nella Tuscia trovano molteplici occasioni di svago; questo secondo appuntamento sarà dedicato invece agli operatori di settore. Nel corso della manifestazione si svolgerà un Workshop itinerante che punta a favorire l’incontro di circa 30 buyers nazionali ed esteri con un centinaio di aziende turistiche (catene alberghiere, ristoranti, compagnie di navigazione lacuale, autonoleggio e servizi) e dell’agroalimentare. La Tuscia infatti, vanta produzioni di grande attenzione come l’Olio Extra Vergine d’Oliva DOP Canino e Tuscia, le Castagne e le Nocciole dei Monti Cimini, le numerose DOC e IGT del settore vinicolo e moltissimi altri prodotti di nicchia: dalle patate di Grotte di Casto alle lenticchie di Onano, dai fagioli di Gradoli ai ceci di Valentano. Senza dimenticare i salumi e il pane, le pizze e le focacce. Un aspetto particolare sarà quest’anno riservato alle Terme di cui la Tuscia è particolarmente ricca. Già conosciute dagli Etruschi, quando nel 310 a.C. i romani conquistarono l’Etruria meridionale, sfruttarono le numerose sorgenti di acqua calda edificando ben quattordici terme. Durante il medioevo il complesso termale viterbese attirò numerosi pontefici: da Papa Gregorio IX a Papa Niccolò V e, soprattutto, Papa Bonifacio IX che frequentava queste terme per alleviare i suoi dolori articolari. I centri termali aperti al pubblico sono oggi quelli del Parco del Bullicame, del Bagnaccio e le Piscine Carletti a cui si aggiungono due stabilimenti, moderni e super attrezzati: le “Terme dei Papi” e il “Pianeta Benessere”, entrambi di elevata qualità sotto tutti i punti di vista. Al termalismo e alle problematiche che affliggono il settore è riservato il convegno dal titolo “Il rilancio del sistema termale viterbese”, che si terrà venerdì 23 novembre alle ore 11.00 presso la Sala Conferenze della struttura delle Terme dei Papi in collaborazione e con il Patrocinio del Comune di Viterbo . “Siamo giunti alla X edizione – ha dichiarato Vincenzo Peparello, presidente del CAT e ideatore di VisiTuscia – e il consenso riscosso in questi anni è univoco. L’incrementato delle presenze sul territorio, come confermano le statistiche che danno un aumento del turismo nella Tuscia negli ultimi dieci anni di oltre il 30%, è sotto gli occhi di tutti. Riteniamo che una parte del merito debba essere ascritto a questa manifestazione che negli anni ha fatto conoscere la Regione ad oltre 150 giornalisti della stampa turistica e ad oltre 300 operatori del settore. I nuovi pacchetti turistici che abbiamo predisposto e veicolato a maggio e quelli che saranno posticipati per il prossimo appuntamento di fine novembre, verranno inviati a 5000 agenzie. Tale attività – conclude Peparello – aggiunta al sorprendente risultato del mese di maggio, conferma la validità e la strategia del VisiTuscia divenuto ormai un evento fondamentale per l’economia del territorio Viterbese”.

https://www.confesercentiviterbo.it/category/visituscia/
Dr. Harry di Prisco
Giornalista
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell. 3355804462
email: harrydiprisco@libero.it

Madonna di Campiglio: presentato a Roma il nuovo inverno

Madonna di CampiglioMadonna di Campiglio: presentato a Roma il nuovo inverno

Prendendo spunto da un ospite speciale, il trofeo di cristallo della Coppa del Mondo di Sci alpino che sta facendo il giro d’Italia abbinato alla presentazione della 3Tre, la prova mondiale di slalom che si terrà il 22 dicembre nella “Perla delle Dolomiti”, Madonna di Campiglio ha presentato oggi presso la sede dell’Enit/Agenzia Nazionale per il Turismo il nuovo inverno 2018/19. Gli eventi, le novità nella Skiarea da 150 km di piste, la volontà di passare dal marketing turistico a quello territoriale, gli argomenti sotto la lente di ingrandimento.

3Tre questo è il nome della competizione: non solo un evento mondiale per gli appassionati di sci ma anche una grande festa e una felice combinazione: si disputerà di sabato ed un weekend di neve è la cosa migliore che ci si possa regalare per il Natale.
Così, partendo dalla 3Tre Audi Fis Ski World Cup night slalom attesa a Madonna di Campiglio il 22 dicembre prossimo, sono state presentate le novità stagionali.
Prestigiosa la location di incontro con i giornalisti che ha visto anche la presenza del padrone di casa: il direttore dell’ENIT/Agenzia Nazionale per il Turismo, Gianni Bastianelli.
“Lo slalom di Coppa del Mondo di Madonna di Campiglio è un evento che identifica subito il territorio al quale appartiene – ha detto Bastianelli – ed è quindi un esempio di come eventi e territori si possano presentare insieme e rafforzarsi gli uni con gli altri molto di più di quanto avvenga oggi in Italia. ENIT – ha poi affermato – sta cercando di fare di più per il turismo montano rispetto al passato ed è disponibile a promuovere all’estero questo evento e tutte le altre iniziative del Trentino”.
Francesca Maffei, albergatrice campigliana e componente del Comitato esecutivo di Azienda per il Turismo, ha invece spostato l’attenzione sull’ospitalità alberghiera caratterizzata da alcune recenti ristrutturazioni importanti che hanno confermato, anzi rafforzato, a Campiglio, la presenza della più alta concentrazione di hotel 4 stelle e 4 stelle superior del Trentino. I 5 stelle hanno invece raggiunto il numero di 4. Maffei ha anche ricordato che proprio i turisti provenienti dalla città e dalla provincia di Roma sono, per Campiglio. tra i più numerosi del mercato nazionale.
Il direttore generale delle Funivie di Madonna di Campiglio, Francesco Bosco, ha invece annunciato la novità più importante dell’inverno 2018/19 nella Skiarea Campiglio, la pista nera “Amazzonia”, tra le più note della destinazione, completamente rinnovata e ampliata: “Le Funivie di Campiglio  sono la più grande azienda funiviaria d’Italia e dal 1947, quando sono nate, chiudono ogni anno sempre in attivo, distribuendo anche utili agli azionisti,  stiamo aspettando il freddo – ha concluso – per cominciare a produrre neve programmata che, con l’aggiunta di una nevicata, speriamo ci permetta di aprire impianti e piste a novembre, come negli ultimi anni”. La chiusura è invece fissata al 28 aprile 2019. Una lunga stagione, un lungo inverno che si preannuncia con i migliori auspici.
Infine, dopo aver aperto la conferenza, Michela Valentini, da poche settimane  Direttrice operativa dell’Area Comunicazione e Commerciale dell’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, ha sottolineato come “Campiglio punti ad eventi in grado di diventare un’attrattiva turistica e a impostare, insieme alle aziende, operazioni di co-marketing passando dal marketing turistico a quello territoriale”.

Dr. Harry di Prisco
Giornalista
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell. 3355804462
email: harrydiprisco@libero.it

Conto alla rovescia per ” il Natale che non ti aspetti” il primo appuntamento sabato 24 novembre

348df366-5a16-4b5e-a5ba-b7221e20de5dConto alla rovescia per ” il Natale che non ti aspetti” il primo appuntamento sabato 24 novembre

L’evento diffuso targato UNPLI Pesaro e Urbino che coinvolge 15 territori prende il via il prossimo weekend

E’ iniziato il conto alla rovescia per “Il Natale che non ti aspetti”, l’evento diffuso coordinato da Comitato Unpli sezione provinciale di Pesaro e Urbino insieme alle pro loco e in collaborazione con Regione Marche e Provincia di Pesaro e Urbino per promuovere la scoperta delle tradizioni natalizie e i paesaggi tipici delle Marche. Una festa collettiva che prenderà il via sabato prossimo, 24 novembre, con mercatini, presepi, luminarie ad effetto, villaggi di Babbo Natale, paesaggi invernali e magiche suggestioni in 15 territori della provincia il prossimo weekend, per allungarsi, in alcuni casi, fino all’Epifania.

Sabato 24 novembre prende il via Candele a Candelara, la festa dedicata alle fiammelle di cera che andrà avanti per quattro weekend fino al 16 dicembre. Un’atmosfera ovattata che ha il suo culmine con lo spegnimento programmato della luce artificiale due volte al giorno, lasciando il borgo illuminato dalle sole candele. Novità dell’edizione 2018, la torre di legno costruita con i quattro simboli dell’Avvento: i Profeti, Betlemme, i Pastori e gli Angeli.

Nello stesso giorno partono anche le iniziative di E’ Natale a Mombaroccio con il Chiostro dei Sapori nel Chiostro di San Marco e la “Magica Nevicata” in Piazza Barocci che si ripete due volte al giorno nei weekend fino al 9 dicembre. Mercatini di artigianato artistico, l’accensione dell’Albero e la sfilata del Presepe Vivente per le strade del paese fino alla Capanna della Natività sono solo alcune delle attrazioni da non perdere.

Inizia sabato 24 novembre – per concludersi il 6 gennaio – anche Pesaro nel cuore, con la pista di pattinaggio sul ghiaccio a forma di cuore in Piazza del Popolo e l’accensione dell’Albero di Natale più illuminato d’Italia e con il minor consumo. I mercatini di Pesaro cambieranno categoria merceologica durante il periodo: fino al 9 dicembre artigianato, dal 10 al 25 mercatino di Natale e dal 26 al 6 gennaio mercatino dell’Epifania.

Nello stesso giorno prendono il via anche le iniziative – che termineranno il 1 gennaio – de il “Castello di Natale” a Gradara: con i tradizionali mercatini nel borgo, itinerari nella storica Rocca e nel borgo alla scoperta di curiosità e storie, percorsi teatrali itineranti per grandi e piccoli, racconti di Natale, l’Ufficio Postale di Babbo Natale, la scuola di clown e laboratori per bambini. Vin brulè e cioccolata calda dopo la messa della notte di Natale.

Il giorno successivo, 25 novembre, toccherà a Frontone dare il via alla sedicesima edizione di “Nel Castello di Babbo Natale”. La festa a Frontone si concluderà il 16 dicembre, ma per tutta la durata dell’evento sarà presente il tradizionale Mercatino all’interno del Castello risalente all’anno Mille, musica soffusa, il trono di Babbo Natale, animazione e laboratori per bambini e la musica itinerante degli Zampognari di Montefeltro e della Santa Claus Band.

Inizierà il 1 dicembre – e si concluderà con l’Epifania – “Il Natale più” a Fano: mercatini, il Villaggio di Natale, il celebre Presepe di San Marco e Diorami nelle antiche cantine di Palazzo Fabbri, il capodanno in piazza, il maestoso abete normandiano di 13 metri illuminato da migliaia di led colorati e, per la prima volta, una esposizione di sculture di sabbia raffiguranti la natività, gli antichi mestieri e alcuni celebri monumenti fanesi in Piazza Amiani.

Stessa partenza anche per Natale a Urbino, che nel weekend dell’Immacolata darà il via alla 18° edizione de “Le Vie dei Presepi”, con natività di ogni genere e provenienza collocate lungo le vie, all’interno dei palazzi e tra i vicoli del centro storico. Circa 200 opere allestite in quattro punti principali della città, che saranno inaugurate con un concerto nella Chiesa di San Domenico la sera dell’8 dicembre. Per tutto il periodo, eventi ed intrattenimenti di ogni tipo per grandi e piccini.

Sarà l’8 dicembre la data di avvio – e il 6 gennaio quella di chiusura – della diciottesima edizione de “Il Magico Natale” a Fossombrone con spettacoli di luce, laboratori creativi per grandi e bambini e animazione. Ma anche stand gastronomici, mercatini di manufatti artigianali, l’Ufficio Postale di Babbo Natale dove i bambini potranno consegnare le proprie letterine e la tradizionale accensione dell’albero, con giochi di colori e riflessi.

Toccherà invece aspettare fino al 4 gennaio per la Festa Nazionale della Befana di Urbania, con mercatini, musica, spettacoli e animazione di strada in attesa dell’arrivo di centinaia di Befane e del loro carico di dolciumi. Momento culminante della festa, il 6 gennaio, sarà la discesa della Befana dalla Torre Campanaria che distribuirà dolci a tutti i bambini presenti e la calza da guinness lunga oltre 50 metri realizzata dalle Befane del paese.

Per informazioni UNPLI Pesaro e Urbino cell. 328 982522;
www.unplipesarourbino.it
facebook @unioneprolocopesarourbino

Ufficio stampa UNPLI Il Natale che non ti aspetti

Marte Comunicazione snc. di Marzia Morganti e co

via Grocco 5, 59100 Prato info@martecomunicazione.com

Marzia Morganti marzia.morganti@gmail.com ph. 3356130800

Niccolò Tempestini ntempestini@gmail.com

www.martecomunicazione.com

A food & wine in progress, la masterclass di Ais Toscana sul Riesling Renano Guidata dai campioni italiani

A food & wine in progress, la masterclass di Ais Toscana sul Riesling Renano Guidata dai campioni italiani

A food & wine in progress, la masterclass di Ais Toscana sul Riesling Renano Guidata dai campioni italiani

Sabato 1 e domenica 2 dicembre alla Stazione Leopolda di Firenze

In degustazione ai banchi d’assaggio oltre 1000 etichette di 150 produttori dell’Eccellenza di Toscana presenti nella Guida AIS Vitae 2019

Due Masterclass sul Rielsing di Palatinato e Mosella, guidate dalla squadra dei sommelier toscani vincitori del concorso Miglior Sommelier d’Italia 2018: sarà questo l’evento di punta della partecipazione di AIS Toscana alla quarta edizione di Food & Wine in Progress, manifestazione promossa dalla stessa AIS Toscana e dall’Unione Regionale Cuochi Toscani con Cocktail in the World Mixology, in collaborazione con Coldiretti, Confcommercio e Confartigianato Imprese e con il Patrocinio della Regione Toscana, che si terrà nei giorni 1 e 2 dicembre alla Stazione Leopolda di Firenze.

Simone Loguercio vincitore del Concorso Miglior Sommelier d’Italia e i finalisti Valentino Tesi, Simone Vergamini tre dei quattro sommelier che ha condotto la Toscana ad un risultato storico nell’ultimo concorso tenutosi a Merano i primi di novembre e Clizia Zuin – prima tra le donne nella classifica nazionale al sesto posto assoluto condurranno le due degustazioni che si trasformeranno dunque in un evento eccezionale, anche per i i vini proposti dai produttori dalla Germania Basserman-Jordan e Van Volxem, ospiti d’onore della manifestazione. Il programma colloca le due Masterclass rispettivamente sabato 1 dicembre alle 14.30 per la Basserman-Jordan con il Riesling Palatinato e domenica 2 dicembre alle 14.30 per la Van Volxem con il Riesling Mosella.

“Il ruolo di AIS Toscana nel contesto di Food & Wine in Progress si conferma centrale – spiega il Presidente Cristiano Cini – e la nostra presenza così come quella dei cuochi non fa che ribadire l’importanza di fare squadra tra due realtà strettamente interconnesse tra loro, che quotidianamente si trovano ad operare in sinergia per esaltare reciprocamente le professionalità di entrambi. Un appuntamento annuale – aggiunge – foriero di contenuti interessanti da cui trarre spunto per continuare a costruire progetti condivisi”.

LE ETICHETTE IN DEGUSTAZIONE – Saranno oltre 1.000 le etichette che, in rappresentanza di oltre 150 produttori delle varie denominazioni della Toscana, potranno essere degustate dai visitatori ai banchi d’assaggio della sezione Eccellenza di Toscana. In particolare, verranno poste in degustazione le etichette presenti nella Guida AIS Vitae 2019.

VINI, DISTILLATI E CIOCCOLATO – Tra gli eventi in calendario per AIS Toscana all’interno di Food & Wine in Progress, trova spazio anche una interessante degustazione, programmata per le 17 di sabato 1 dicembre, incentrata sulla combinazione di tre interpretazioni del cioccolato con vini e distillati.

TRADIZIONE, ECCELLENZA E INNOVAZIONE – Food & Wine in Progress rappresenta per AIS Toscana il contesto ideale per confrontarsi, condividere esperienze e tracciare nuove linee di tendenza con il mondo del food attraverso la sinergia con l’Unione Regionale Cuochi Toscani. Uno spazio reale in cui si incontrano l’Eccellenza enologica di Toscana con le produzioni enogastronomiche della regione e la creatività dei cuochi protagonisti nei due giorni con creativi show cooking.

PERCORSI GUIDATI E MINICORSI SU VINO E OLIO – Entrambe le giornate prevedono due sessioni di AIS Wine School e AIS Oil School – minicorsi gratuiti di introduzione alla degustazione rispettivamente del vino e dell’olio – e tre Wine Tutor ed Oil Tutor, percorsi degustativi gratuiti fra i banchi d’assaggio del vino e dell’olio, guidati ed illustrati da Sommelier AIS. Per tutta la durata dell’evento inoltre, i Sommelier di AIS saranno al fianco dei cuochi durante gli show cooking, per suggerire l’ideale abbinamento tra i piatti preparati e il vino e, per la prima volta, anche Sommelier dell’Olio per consigliare i migliori abbinamenti tra olio e pietanze.

PROGETTI DI SVILUPPO RURALE E ZONAZIONE, DUE CONVEGNI – Ad inaugurare l’edizione 2018 di Food&Wine in Progress un convegno a cura della Regione Toscana su “Lo stato dei Progetti di Sviluppo Rurale” alle ore 10 di sabato 1 dicembre. Sarà invece curato da AIS e dedicato al tema della “Zonazione” il convegno di domenica mattina 2 dicembre alle 10.30 nel Palco Centrale e che vedrà protagonisti il Presidente Nazionale di AIS Antonello Maietta, il Vicepresidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino Stefano Cinelli Colombini, il Presidente del Consorzio del vino Chianti Classico Giovanni Manetti e, dalla Germania, Reinhard Löwenstein per il Comitato Esecutivo Consorzio V.D.P.

BORSE DI STUDIO E PREMIAZIONI CONTEST – Nella giornata di domenica 2 dicembre, cerimonia di consegna della Borsa di Studio I Balzini – rivolta ai migliori neo sommelier della delegazione di Firenze – e consegna “istituzionale” dei premi Food&Wine in Progress, tra cui ‘Eccellenza di Food & Wine in Progress” che per questa edizione sarà consegnato a Giorgio Pinchiorri, alle ore 18 sul Palco Centrale. Nello stesso spazio, anche la premiazione dei tre contest rivolti al pubblico della manifestazione: il contest fotografico, il video contest AIS e l’AIS Wine Contest, in cui i partecipanti sono chiamati a riconoscere un vino alla cieca.

Ufficio Stampa AIS Toscana
Marte Comunicazione snc di Morganti e Tempestini
marzia.morganti@gmail.com ph 3356130800;
ntempestini@gmail.com ph 3398655400
ufficio.stampa@aistoscana.it; www.aistoscana.it

Sabato 1 e domenica 2 dicembre alla Stazione Leopolda di Firenze

In degustazione ai banchi d’assaggio oltre 1000 etichette di 150 produttori dell’Eccellenza di Toscana presenti nella Guida AIS Vitae 2019

Due Masterclass sul Rielsing di Palatinato e Mosella, guidate dalla squadra dei sommelier toscani vincitori del concorso Miglior Sommelier d’Italia 2018: sarà questo l’evento di punta della partecipazione di AIS Toscana alla quarta edizione di Food & Wine in Progress, manifestazione promossa dalla stessa AIS Toscana e dall’Unione Regionale Cuochi Toscani con Cocktail in the World Mixology, in collaborazione con Coldiretti, Confcommercio e Confartigianato Imprese e con il Patrocinio della Regione Toscana, che si terrà nei giorni 1 e 2 dicembre alla Stazione Leopolda di Firenze.

Simone Loguercio vincitore del Concorso Miglior Sommelier d’Italia e i finalisti Valentino Tesi, Simone Vergamini tre dei quattro sommelier che ha condotto la Toscana ad un risultato storico nell’ultimo concorso tenutosi a Merano i primi di novembre e Clizia Zuin – prima tra le donne nella classifica nazionale al sesto posto assoluto condurranno le due degustazioni che si trasformeranno dunque in un evento eccezionale, anche per i i vini proposti dai produttori dalla Germania Basserman-Jordan e Van Volxem, ospiti d’onore della manifestazione. Il programma colloca le due Masterclass rispettivamente sabato 1 dicembre alle 14.30 per la Basserman-Jordan con il Riesling Palatinato e domenica 2 dicembre alle 14.30 per la Van Volxem con il Riesling Mosella.

“Il ruolo di AIS Toscana nel contesto di Food & Wine in Progress si conferma centrale – spiega il Presidente Cristiano Cini – e la nostra presenza così come quella dei cuochi non fa che ribadire l’importanza di fare squadra tra due realtà strettamente interconnesse tra loro, che quotidianamente si trovano ad operare in sinergia per esaltare reciprocamente le professionalità di entrambi. Un appuntamento annuale – aggiunge – foriero di contenuti interessanti da cui trarre spunto per continuare a costruire progetti condivisi”.

LE ETICHETTE IN DEGUSTAZIONE – Saranno oltre 1.000 le etichette che, in rappresentanza di oltre 150 produttori delle varie denominazioni della Toscana, potranno essere degustate dai visitatori ai banchi d’assaggio della sezione Eccellenza di Toscana. In particolare, verranno poste in degustazione le etichette presenti nella Guida AIS Vitae 2019.

VINI, DISTILLATI E CIOCCOLATO – Tra gli eventi in calendario per AIS Toscana all’interno di Food & Wine in Progress, trova spazio anche una interessante degustazione, programmata per le 17 di sabato 1 dicembre, incentrata sulla combinazione di tre interpretazioni del cioccolato con vini e distillati.

TRADIZIONE, ECCELLENZA E INNOVAZIONE – Food & Wine in Progress rappresenta per AIS Toscana il contesto ideale per confrontarsi, condividere esperienze e tracciare nuove linee di tendenza con il mondo del food attraverso la sinergia con l’Unione Regionale Cuochi Toscani. Uno spazio reale in cui si incontrano l’Eccellenza enologica di Toscana con le produzioni enogastronomiche della regione e la creatività dei cuochi protagonisti nei due giorni con creativi show cooking.

PERCORSI GUIDATI E MINICORSI SU VINO E OLIO – Entrambe le giornate prevedono due sessioni di AIS Wine School e AIS Oil School – minicorsi gratuiti di introduzione alla degustazione rispettivamente del vino e dell’olio – e tre Wine Tutor ed Oil Tutor, percorsi degustativi gratuiti fra i banchi d’assaggio del vino e dell’olio, guidati ed illustrati da Sommelier AIS. Per tutta la durata dell’evento inoltre, i Sommelier di AIS saranno al fianco dei cuochi durante gli show cooking, per suggerire l’ideale abbinamento tra i piatti preparati e il vino e, per la prima volta, anche Sommelier dell’Olio per consigliare i migliori abbinamenti tra olio e pietanze.

PROGETTI DI SVILUPPO RURALE E ZONAZIONE, DUE CONVEGNI – Ad inaugurare l’edizione 2018 di Food&Wine in Progress un convegno a cura della Regione Toscana su “Lo stato dei Progetti di Sviluppo Rurale” alle ore 10 di sabato 1 dicembre. Sarà invece curato da AIS e dedicato al tema della “Zonazione” il convegno di domenica mattina 2 dicembre alle 10.30 nel Palco Centrale e che vedrà protagonisti il Presidente Nazionale di AIS Antonello Maietta, il Vicepresidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino Stefano Cinelli Colombini, il Presidente del Consorzio del vino Chianti Classico Giovanni Manetti e, dalla Germania, Reinhard Löwenstein per il Comitato Esecutivo Consorzio V.D.P.

BORSE DI STUDIO E PREMIAZIONI CONTEST – Nella giornata di domenica 2 dicembre, cerimonia di consegna della Borsa di Studio I Balzini – rivolta ai migliori neo sommelier della delegazione di Firenze – e consegna “istituzionale” dei premi Food&Wine in Progress, tra cui ‘Eccellenza di Food & Wine in Progress” che per questa edizione sarà consegnato a Giorgio Pinchiorri, alle ore 18 sul Palco Centrale. Nello stesso spazio, anche la premiazione dei tre contest rivolti al pubblico della manifestazione: il contest fotografico, il video contest AIS e l’AIS Wine Contest, in cui i partecipanti sono chiamati a riconoscere un vino alla cieca.

Ufficio Stampa AIS Toscana
Marte Comunicazione snc di Morganti e Tempestini
marzia.morganti@gmail.com ph 3356130800;
ntempestini@gmail.com ph 3398655400
ufficio.stampa@aistoscana.it; www.aistoscana.it

“Red passion on air “Il tour di Campari che Illumina di Red Passion i locali più esclusivi

REGIA_A“Red passion on air “Il tour di Campari che Illumina di Red Passion i locali più esclusivi

Fino a marzo 2019, l’iconico brand accenderà le principali città italiane con un esclusivo road show

che regalerà un’indimenticabile drinking experience tra arte e luce.

Tre gli artisti di fama internazionale coinvolti nel progetto:

Massimo Uberti, Marco Gallotta e il duo Luca e Andrea De Cesare

Milano, 19 novembre 2018 – Prende il via Red Passion On Air, il road show di Campari che accende i 50 locali più esclusivi di Italia. Fino a marzo 2019, gli amanti del brand verranno coinvolti in un’esperienza esclusiva plasmata nella luce, che dà forma al vibrante immaginario della Red Passion.

La luce diventa infatti il filo conduttore di tutto il tour, elemento che unisce Campari a cinema e arte. Da sempre parti fondamentali del DNA dell’iconico brand, trovano la loro quintessenza proprio nella luce da cui nascono, prendono vita e si diffondono.

LUCE_ORA_E_SEMPRENei locali selezionati sarà possibile intraprendere un viaggio multisensoriale che avvolge il consumatore, lo circonda di una luce che svela l’intensità emotiva del mondo Campari e la passione che si cela al suo interno. Perché nulla si crea senza passione.

Ad accompagnare gli irresistibili sapori degli iconici cocktail Campari Americano, Campari Negroni e Campari Spritz, ci sarà un’immersione nella luminosità dell’arte contemporanea. Il tour si arricchisce infatti di opere d’arte ispirate alla luce del “Rosso Campari”, elemento distintivo del più grande marchio di aperitivo italiano.

Tre artisti di fama internazionale sono stati selezionati per rappresentare l’eccellenza italiana riconosciuta nel territorio nazionale e all’estero. Sono nate così tre sorprendenti installazioni che raccontano l’essenza della Campari Red Passion: passione, intrigo, mistero, ma anche ispirazione, creatività e immaginazione.

Massimo Uberti crea con la luce “luoghi per abitanti poetici” attraverso la sottrazione e la rinuncia dell’ingombro. Regia, opera ispirata a una citazione di Federico Fellini, evidenzia la poliedricità della luce e la sua importanza all’interno di un racconto visivo:

“La luce è ideologia, sentimento, colore, tono, profondità, atmosfera, racconto.

La luce fa miracoli, aggiunge, cancella, riduce, arricchisce, sfuma, sottolinea, allude, fa diventare credibile e accettabile il fantastico, il sogno e, al contrario, può suggerire trasparenze, vibrazioni, dà miraggio alla realtà più grigia, quotidiana […]

il film si scrive con la luce, lo stile si esprime con la luce.”

Marco Gallotta, artista italiano residente a New York, grazie alla sua innovativa tecnica del “paper-cutting” si è conquistato uno spazio di assoluto prestigio nei circuiti dell’arte contemporanea statunitense. L’Albero Della Vita, opera che accompagnerà il Red Passion On Air Tour, riassume il trinomio luce-materia-natura: la luce diventa materia i cui riflessi rivelano lati nascosti da attraversare con lo sguardo nella ricerca di una primordiale esperienza. le forme morbide del tratto ispirate da elementi naturali prendono forma per creare un rifermento rassicurante, intriso di un coinvolgente splendore che spinge alla ricerca del piacere. Un viaggio interiore per ritrovare il gusto della passione, quello di un Campari.

Luca e Andrea Di Cesare, designer italiani di base a Shanghai dove si sono affermati a livello internazionale come art-designers specializzati nella concettualizzazione e realizzazione di spazi polisensoriali e interattivi, presentano Luce ora e sempre. L’installazione indaga i confini epistemologici della luce, frammenta nel tempo e nello spazio la realtà, ne crea numerose coesistenti, contraddittorie ma complementari. Le colonne di alluminio cromato rosso e acrilico fluo rosso occupano lo spazio e, ruotando sul proprio asse, si impadroniscono del tempo in quello spazio restituendo una realtà inaspettata, che la nostra coscienza apprende nel lungo tempo e che invece i nostri sensi ergono subito a verità. Vuoti, pieni, rifrazioni, trasparenze, riflessioni dello spazio, dell’osservatore che diventa oggetto osservato e frammentato di se stesso, cambiano costantemente e annullano ogni gerarchia di posizione.

DRINKING LIST

Campari Negroni

1 parte di Campari
1 parte di Cinzano 1757 Vermouth Rosso
1 parte di Bankes Gin
1 spicchio di arancia

Campari Americano

1 parte di Campari
1 parte di Cinzano 1757 Vermouth Rosso
1 splash di soda
1 spicchio di arancia e scorza di limone

Campari Spritz

2 parti di Campari
3 parti di Cinzano Prosecco D.O.C.
1 splash di soda
1 spicchio di arancia

CONTATTI: Campari Group – Paola Paletti Paola.Paletti@campari.com Tel. 02/62251 – Havas PR Milan-Marianna Marianna.Lovagnini@havaspr.com- tel 02/8545701

CAMPARI GROUP

Campari Group è uno dei maggiori player a livello globale nel settore degli spirit, con un portafoglio di oltre 50 marchi che si estendono fra brand a priorità globale, regionale e locale. I brand a priorità globale rappresentano il maggiore focus del Gruppo e comprendono Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY, Wild Turkey e Grand Marnier. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Ha un network distributivo su scala globale che raggiunge oltre 190 Paesi nel mondo, con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. La strategia del Gruppo punta a coniugare la propria crescita organica, attraverso un forte brand building, e la crescita esterna, attraverso acquisizioni mirate di marchi e business.

Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 17 impianti produttivi e in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001. Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it. Bevete responsabilmente.

Havas PR Milan
t +39 02 8545 7009
a Via San Vito, 7, Milan 20123
w havas.com

Giovedimaga Bulletproof il laboratorio 6×7

46492075_1435908049875644_8933302452627701760_o Giovedimaga Bulletproof il laboratorio 6×7

22 novembre 2018

7° puntata della 6° Stagione
ON STAGE
SerDrumk | Musicista
Argeo Carmelo Longhitano | Esperto d’amore
Federica Libretti | Attrice
Manuele Laghi | Comico
Direttore artistico | Antonello Arabia

Giovedi 22 novembre
Ore 21,45
Maga Furla, Via Roberto Cozzi,50 Milano
Ingresso libero

BULLETPROOF
Bulletproof è un laboratorio artistico ideato e presentato da Antonello Arabia.
Dal 2013 ospita Comici, Attori Cantanti, Ballerini, Giocolieri, Maghi, Performer e dà loro modo di provare pezzi nuovi, rinfrescare pezzi di repertorio e interagire tra di loro.
Il pubblico ogni volta ha la possibilità di vedere qualcosa di nuovo e rinnovate la sua curiosità.

CONTATTI
FACEBOOK: Bulletproof il laboratorio
INSTAGRAM: Bulletproof il laboratorio
SITO: https://antonelloarabia.jimdo.com/bulletproof/
MAIL: bulletproofillab@gmail.com

HASHTAG
#giovedimaga
#bulletproofillaboratorio

COME ARRIVARE
M5 Bicocca
Tram 7
Bicicletta

L’arte arriva all’Istituto Tumori di Bari

L’arte arriva all’Istituto Tumori di Bari

Al fianco dei pazienti con un ciclo di conversazioni d’arte a cura della dott.ssa Clara Gelao

Persino un concetto complesso come l’arte può regalare leggerezza ai pazienti.

Dal 30 ottobre 2018 al 26 marzo 2019 la dottoressa Clara Gelao, già Direttrice della Pinacoteca Metropolitana di Bari, trascinerà l’arte nell’aula convegni dell’Istituto Tumori di Bari, guidato dal Direttore Generale Vito Antonio Delvino.
Al centro della scena, un ciclo di conversazioni pomeridiane (dalle 16 alle 17) su temi d’arte e più in generale d’intrattenimento culturale. Su un “palcoscenico” insolito si “esibiranno” più tematiche: dalla pittura ai presepi alla scultura, di varie epoche storiche, che la nostra terra di Puglia vanta come capolavori artistici.

«Il paziente oncologico, oltre alle cure mediche dettate dalla letteratura scientifica, ha necessità di un supporto sociale per sé e per la propria famiglia, impegnata in una dura battaglia contro la malattia» spiegano i promotori dell’iniziativa, Dott. Francesco Giotta e Dott.ssa Agnese Maria Fioretti, dirigenti medici dell’IRCCS barese.

Ricco il calendario degli appuntamenti. Si comincia il 30 ottobre alle 16; a seguire il 27 novembre e il 18 dicembre. Già fissate anche le date del 2019: 29 gennaio, 26 febbraio e 26 marzo. “Il bello può aiutare i pazienti oncologici ad affrontare con coraggio la vita ed essere forti nei momenti di difficoltà” ha aggiunto la Gelao, protagonista degli incontri. Aderiscono all’iniziativa culturale le associazioni dei pazienti oncologici da sempre vicine agli ammalati, Favo Puglia, Gabriel, pH8, Ui Together e Walce Puglia, con il patrocinio del Comune di Bari e della Città Metropolitana di Bari.

Milonga a Cremona

Milonga a Cremona

Domenica 18 novembre si terrà la milonga a Cremona al Music Factory via Diritta,9.
Ore 20 stage gratuito di tango:”la volcada”con i maestri Malvina Gili e Sebastian Zanchez.
Ore 21.30 inizio serata con il dj Sebastian Zanchez. Ore 23.30 esibizione dei ballerini
Rita Protopapa e Federico Serana.

Via Diritta9 Cremona, Cremona

Lo “Zecchino D’Oro in Piazza

Lo “Zecchino D’Oro in Piazza

Lo “Zecchino D’Oro in Piazza” è un tour dedicato, creato in occasione del 60° Zecchino d’Oro: uno spettacolo itinerante pensato per coinvolgere le classi delle scuole primarie ma anche le scuole di danza o di canto in un pomeriggio di musica e giochi.

Ospiti speciali: i cori della Galassia dell’Ant…

Via Castelleone 108, 26100 Cremona

Viaggio attorno al mondo per l’aceto balsamico di Modena IGP

fbdd5912-3830-4bb8-9711-337aa0ef34a6Viaggio attorno al mondo per l’aceto balsamico di Modena IGP

Missione in Canada dal 16 al 23 novembre ed in Cina dal 21 al 23

Aceto Balsamico di Modena IGP ancora in viaggio attorno al mondo. Sono infatti Canada e Cina le prossime tappe che interesseranno le mission all’estero del Consorzio.

Si parte oggi 16 novembre con la Missione Internazionale in Canada della Regione Emilia Romagna di cui farà parte anche il Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena IGP insieme ad una rappresentanza di produttori. Obiettivo principale della suddetta missione, che rientra nel programma delle attività internazionali della Giunta Regionale, è quello di promuovere i prodotti agroalimentari di qualità della Regione in occasione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, promossa dal Ministero per gli Affari Esteri. In particolare, l’Aceto Balsamico di Modena IGP sarà protagonista a Toronto durante la cena organizzata in collaborazione con ALMA al George Brown College il 18 novembre, a Montreal per la cena all’Institut de Tourisme et d’Hotellerie du Quebec del 20 novembre, a Ottawa per la cena di rappresentanza presso la Residenza dell’Ambasciatore con lo chef stella Michelin Massimo Spigaroli e a Vancouver, sia per la cena all’Hotel The Westin Bayshore con l’evento della Camera di Commercio italiana del 21 novembre, sia per la merenda evento cooperazione con Vancity il 23 novembre.

Negli stessi giorni l’Aceto Balsamico di Modena farà intanto parlare di sé anche dall’altro capo del mondo, con la partecipazione ad Anufood China, a Pechino dal 21 al 23 novembre.

“Quella in Cina – spiega il Direttore del Consorzio di Tutela Federico Desimoni – è una missione che rappresenta per noi il banco di prova su un mercato, quello cinese, in cui il prodotto è già tutelato dagli accordi bilaterali dell’UE. Un mercato difficile, ma sicuramente con un grande potenziale da esprimere”.

All’interno di uno spazio collettivo condiviso, il Consorzio dell’Aceto Balsamico di Modena IGP proporrà degustazioni del prodotto, show cooking e performance varie insieme a narrazioni del prodotto e della tradizione modenese

Ufficio Stampa Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP

Marte Comunicazione snc. di Marzia Morganti e co.
via Grocco 5, 59100 Prato info@martecomunicazione.com
Marzia Morganti marzia.morganti@gmail.com ph. 3356130800
Niccolò Tempestini ntempestini@gmail.com
www.martecomunicazione.com
L’AB di Modena IGP
Le botti di Aceto Balsamico di Modena IGP
Copyright © 2018 Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP, All rights reserved.
Ricevi questa mail perchè giornalista o stakeholder del settore

Our mailing address is:
Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP
via Ganaceto 113
Modena, Mo 41121

Crazy Show Zelig e Colorado

46468484_2272501462970260_1144633862698041344_nCrazy Show Zelig e Colorado

Venerdì 14 dicembre 2018 alle ore 21:00

Serata cabaret con gli artisti di Colorado Cafè e Zelig !!!!
KALABRUGOVICH(pino dei palazzi)
BRUCEKETTA (il postino barese)
TONY MA…..NERO (il Tony Manero siciliano)
MAESTRO AIELLO DIRETTAMENTE DA STRISCIA LA NOTIZIA IL POETA
Cine Teatro Silvio Pellico
piazza riccardo cattaneo, 28069 Trecate

Esperienza virtuale nella Domus del Ninfeo

Esperienza virtuale nella Domus del Ninfeo

Fino al 16 dicembre 2018

La domus del Ninfeo di piazza Marconi protagonista dell’archeologia di Cremona. Un’applicazione tecnologica consente infatti ai visitatori del Museo Archeologico di visualizzare e vivere, tramite un apposito visore, la ricreazione virtuale di alcune stanze della domus.

Ogni terza domenica del mese

Date dell’evento:
21/10/2018 – 11:30
18/11/2018 – 11:30
16/12/2018 – 11:30

Museo Archeologico San Lorenzo Via San Lorenzo 4
Cremona , CR

“A spasso per la città. Il pittore Anselmo Bucci e il Premio Cremona

“A spasso per la città. Il pittore Anselmo Bucci e il Premio Cremona

Fino a 11 gennaio 2019

Schizzi, appunti, impressioni (1939 – 1941)”

Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9,00-12,30 e 15,00-16,30

Palazzo della Carità – Sede Fondazione città di Cremona Piazza Giovanni XXIII,1
26100 Cremona , CR

45^ Marcia del Torrone

45^ Marcia del Torrone

18 novembre 2018

45^ Marcia del Torrone – Coppa Arnaldo Grassi

Manifestazione podistica ludico motoria di Km 7 – 10 – 15 – 22, in concomitanza con la Festa del Torrone.
Tutto il ricavato sarà devoluto all’A.V.I.S. di Cremona

Dalle ore 8.00 alle ore 13.00

Centro Sportivo Stradivari Via Milano, 13
26100 Cremona

Affiche – Tapirulan 2018

Affiche – Tapirulan 2018

Fino al 25 novembre 2018

Torna anche quest’anno Affiche, l’annuale mostra a cielo aperto organizzata da Tapirulan, in collaborazione con Comune di Cremona e Dueper Design, giunta alla sua settima edizione.

Affiche è una mostra atipica perché allestita negli spazi che di norma vengono riservati alle affissioni pubblicitarie o ai manifesti elettorali, un’esposizione che si estende in tutto il territorio cittadino di Cremona attraverso un percorso di circa 20 chilometri.
Quest’anno l’ospite è Agathe Sorlet, illustratrice e animatrice francese.

Tapirulan: apertura dal martedì alla domenica dalle 16 alle 19
Associazione Tapirulan Corso XX settembre 22 Cremona

Omaggio a TEX: 70 anni e non sentirli – Mostra

Omaggio a TEX: 70 anni e non sentirli – Mostra

Fino al 25 novembre 2018

A settant’anni dalla sua prima uscita, Tex, il personaggio più importante del fumetto italiano

In collaborazione con Centro Fumetto “Andrea Pazienza”

da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 18.00, domenica e festivi dalle 10.00 alle 17.00

Sala Alabardieri – Palazzo Comunale (ingresso Piazza Stradivari 7) Piazza del Comune 8
Cremona , CR

Danze di Corte – Corso Auser Università Popolare di Cremona

45522233_2179285555424118_9185866355201540096_nDanze di Corte – Corso Auser Università Popolare di Cremona

Da 26 novembre 2018

Ciclo di 10 lezioni di danza quattrocentesca, per coloro che desiderano immergersi nel passato, in un mondo popolato da dame e cavalieri dove le danze erano parte integrante della vita del popolo.
Organizzato con la collaborazione della compagnia di rievocazione storica Gli Allegri Viandanti.
QUANDO: da Lunedì 26/11/2018 – 20.00 /21.30
DOVE: C/O sede Auser Unipop Cremona – Via Brescia, 207
COSTO: 25€ (prezzo speciale) + 22€ di tessera associativa Auser Unipop Cremona

pin

Auser Unipop Cremona
Via Brescia, 207, 26100 Cremona

Serata benefica con la presenza dei MASA!

46440544_2332838120121556_3802201076745109504_oSerata benefica con la presenza dei MASA!

Sabato 24 novembre 20158

Con la presenza dei Masa!
Serata di apertura decennale dell’Associazione Dott.Bruno Mazzani, in ricordo della Dottoressa Enrica Biolzi. L’ingresso è ad offerta e il ricavato della manifestazione, in memoria, verrà utilizzato per finanziare il progetto di musicoterapia in hospice.

Sabato 24 novembre a Salsomaggiore ci sono anche i Masa. Sarà una serata di musica che fa bene per ricordare la Dottoressa Enrica Biolzi.

Palazzo Dei Congressi – Salso
VIALE ROMAGNOSI 7, 43039 Salsomaggiore Terme

#SardegnaInPiazza Sagra delle Seadas e del Mirto Podenzano

46151915_870024406538104_8525573416147746816_nSagra delle Seadas e del Mirto

Dal 15 al 18 novembre 2018

Tutti i giorni potrete degustare oltre che il maialino cotto alla sarda, anche le Seadas, dolce tipico della tradizione.

PROGRAMMA

Giovedì 15 – Dalle ore 8 alle ore 22 Aperitivo Benvenuti in Sardegna #Naturalmentesardi Sagra delle Seadas e del Mirto

Venerdì 16 – Dalle ore 8 alle ore 22 Sagra delle Seadas e del Mirto. Ore 18 – MOSTRA FOTOGRAFICA

Sabato 17 – DaIle ore 8 alle ore 22 Sagra delle Seadas e del Mirto. Ore 19 – GIOCO DEL CHIODO

Domenica 18 – Dalle ore 8 alle ore 22 Sagra delle Seadas e del Mirto. Ore 16 – SARDINIA LIVE SHOW

Ingresso gratuito