La Piadina Romagnola in giro per l’Europa ispirata a “La Piada” di Giovanni Pascoli

Piadina IGPLa Piadina Romagnola in giro per l’Europa ispirata a “La Piada” di Giovanni Pascoli

Degustazioni, incontri con i buyer, affissioni, sono gli ingredienti di questa campagna che toccherà Bruxelles, Francoforte, Cibus a Parma e Milano

San Mauro Pascoli (19 marzo 2018) – La Piadina Romagnola IGP sale sulla navicella e atterra sulla luna. Lo Shuttle o Samantha Cristoforetti non c’entrano nulla. Il “veicolo” che le fa prendere il volo è una poesia. Non una poesia qualsiasi, ma quella del poeta per eccellenza che ha nobilitato il pane della Romagna: “La piada” di Giovanni Pascoli. Celebri versi che hanno ispirato la campagna di comunicazione della Piadina Romagnola, negli eventi internazionali.

A realizzarla il Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola IGP che lancia l’immagine e lo slogan: “Quando è di un altro pianeta si firma IGP”. A rappresentarla una piadina a forma di luna, con chiaro riferimento alla “Piadina” in versi del poeta di San Mauro Pascoli.

“Ma tu, Maria, con le tue mani blande / domi la pasta e poi l’allarghi e spiani / ed ecco è liscia come un foglio, e grande / come la luna; e sulle aperte mani / tu me l’arrechi, e me l’adagi molle / sul testo caldo, e quindi t’allontani. Io, la giro, e le attizzo con le molle / il fuoco sotto, fin che stride invasa / dal calor mite, e si rigonfia in bolle: e l’odore del pane empie la casa”.

“Con questa immagine pascoliana porteremo la Piadina Romagnola IGP nelle nostre manifestazioni in Italia e all’estero – spiega Alfio Biagini, Presidente del Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola – L’immagine è un chiaro collegamento al territorio, alla sua storia e alla sua identità, attraverso un illustre personaggio, nel pantheon dei grandi della Romagna. Degustazioni, eventi con i buyer mondiali, affissioni nelle grandi città, lezioni di piadina, proposte in chiave gourmet, sono gli ingredienti di questa iniziativa che trova il proprio collante ispiratore nella figura del poeta di San Mauro Pascoli”.

La Piadina in giro per l’Europa

L’esordio il 22 marzo prossimo a Bruxelles in un evento rivolto a buyer europei.

La seconda tappa a Cibus a Parma (7-10 maggio 2018), manifestazione fieristica punto di riferimento per il settore agroalimentare. In tale contesto il Consorzio proporrà lezioni di piadina romagnola insieme alle Mariette artusiane, fedeli custodi della cucina del padre della gastronomia Pellegrino Artusi, e degustazioni in chiave gourmet con la presenza dello chef Due Stelle Alberto Faccani di Cesenatico. Un mix di ingredienti romagnoli proposti a un pubblico di addetti ai lavori e buyers, in chiave classica con un tocco d’innovazione. Un incontro di classico e moderno che trova la sua sintesi nella musica di Mirko Casadei, ospite del Consorzio nel corso della Fiera.

Durante Cibus per due settimane è stata pianificata una campagna di affissioni sugli autobus di Parma con l’immagine pascoliana della Piadina Romagnola IGP. La stessa campagna di affissione sarà proposta a Milano nei box luminosi della metropolitana.

Ultimo, non meno importante, il 18 maggio a Francoforte ci sarà un evento rivolto a buyers e giornalisti seguito anche da una maxiaffissione nell’aeroporto internazionale più grande d’Europa.

A supporto dell’intensa attività di promozione, il Consorzio ha ottenuto un finanziamento (primo progetto in graduatoria) sul bando PSR 2014-2020 – Misura 3 – “Attività di promozione e informazione da gruppi di produttori sui mercati interni”, promosso dall’Assessorato alle Politiche Agricole della Regione Emilia Romagna.

Una fotografia del Consorzio

Costituitosi nel 2011, gli iscritti al Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola sono 16.

Questi i soci del Consorzio: Adp (Riccione), Adria Piadine (San Giovanni in Marignano), Alimenta Produzioni (Riccione), Artigianpiada (Cerasolo), Bac (Cesenatico), Deco Industrie (Bagnacavallo), Gastone (Ravenna), Gitoma (Bagnacavallo), Global Food (Misano), Negroni Umberto (Castel Guelfo), Pagliacci Marilena (Cervia), Piada d’Oro di Benzi Maurizio (Saludecio), Riccione Piadina (Riccione), Ristorante Sangiovesa (Santarcangelo), Riviera Piada (Rimini), Vivaldi 77 (Forlì).

Il Consorzio Presieduto da Alfio Biagini, ha l’obiettivo di mettere in campo iniziative tese alla promozione e valorizzazione del prodotto.

La Piadina Romagnola IGP

Sono quattro gli ingredienti base della Piadina riconosciuti nel Disciplinare di tutela: Farina di grano tenero; Acqua (quanto basta per ottenere un impasto omogeneo); Sale (pari o inferiore a 25 grammi); Grassi (strutto, e/o olio di oliva e/o olio di oliva extravergine fino a 250 grammi).

Dopo l’impasto e la porzionatura in pani o palline, il passo successivo è la laminatura attraverso matterello manuale oppure laminatrice meccanica. Infine, la cottura su un piano cottura che varia da 200 a 250°C con un massimo di 4 minuti. Per potersi fregiare dell’Igp la Piadina deve essere confezionata nelle sole zone di produzione stabilite.

Il Disciplinare presenta la piadina al consumo in due tipologie: quella con un diametro minore (15-25 cm) ma più spessa (4-8 mm), e alla Riminese con un diametro maggiore (23-30 cm) e più sottile (fino a 3 mm).

Ufficio Stampa PrimaPagina Cesena

Maurizio Magni – Filippo Fabbri

Tel. 0547.24284 / 3471567681

Filippo Fabbri – Agenzia PrimaPagina
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena
tel. 0547 24284 – fax 0547 27328
cell. 347 1567681
fabbri@agenziaprimapagina.it

La formula 1 del mare arriva in Croazia

zadar_croazia (1)La formula 1 del mare arriva in Croazia

Le marine croate D-Marin Mandalina e D-Marin Dalmacija sono state selezionate per ospitare le gare della TP52 SUPER SERIES, una delle regate più prestigiose al mondo

La classe TP52 è nota nell’ambiente velistico come la Formula 1 del mare, mentre la regata SUPER SERIES è conosciuta come la più grande gara al mondo d’imbarcazioni a vela.
L’importanza di questa competizione e il calibro degli ospiti che attira sono la conferma che  normalmente queste gare si tengono in alcune delle destinazioni più esclusive al mondo, tra cui Miami, Key West, Porto Cervo, Minorca e Scarlino.

La settima stagione di questa competizione avrà inizio a Sebenico (Šibenik) dal 23 al 27 Croatiamaggio 2018 dove l’organizzatore della gara sarà la marina D-Marin Mandalina
http://www.52superseries.com/events/2018/eu/sibenik-52-super-series-sailing-week/?lang=it
Dal 20 al 24 giugno 2018 la regata si trasferirà nella città di Zara (Zadar) e l’organizzazione passerà alla marina D-Marin Dalmacija a Sukošan
http://www.52superseries.com/events/2018/eu/52-super-series-zadar-royal-cup/?lang=it

La regata TP52 SUPER SERIES porterà in Croazia più di 500 partecipanti da più di 20 paesi. Tra questi ci sono numerosi campioni olimpici, del presente e del passato, tra cui i vincitori delle regate più importanti al mondo, come l’Americas Cup. Alcuni dei nomi più importanti in questo campo hanno già confermato la propria partecipazione, tra questi Sir Ben Ainslie, l’atleta con più vittorie nella storia della vela olimpica.

Negli ultimi due anni le marine D-Marin di Sukošan e Šibenik hanno ospitato diverse regate del campionato Farr 40 Adriatic Circuit 2016, grazie alle quali questa prestigiosa competizione è giunta in Croazia. Quest’anno D-Marin ha fatto un passo in avanti organizzando le regate del Campionato Europeo e della Liga Europea per le classi Megles 20 e Megles 32.
foto ivo pervan
Lo svolgimento delle regate TP52 SUPER SERIES a Šibenik e a Zara è un nuovo modo per promuovere lo sport della vela e la nautica da diporto, e contemporaneamente anche le destinazioni in cui si svolgeranno le regate – molto importante per il posizionamento della Croazia tra le destinazioni più belle per la navigazione a vela in Europa.

Croazia – il sogno di ogni diportista!
Una vacanza “Piena di Vita” a due passi dall’Italia, a vele spiegate!

Un mare cristallino, porticcioli incantati, attrezzatissime marine, numerosi ormeggi, più di mille isole da scegliere, spiagge, incantevoli cittadine costiere, monumenti storici, questo è il biglietto da visita che la Croazia offre ai diportisti!

La fortezza di San Nicola di Sibenik e le mura di cinta di Zadar sono state inserite nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

ZADAR – ha il tramonto più bello del mondo (Alfred Hitchock)
Nella “città col più bel tramonto del mondo”, nel suo arcipelago di una miriade di isole ed isolotti che proteggono la città da tutti i venti, ascoltate la sinfonia dell’Organo marino e la magica luce del Saluto al Sole. Godetevi la passeggiata cittadina lungo la Riva ammirando le pittoresche case di pietra. Visitare Galesnjak, l’isola dell’amore a forma di cuore e gustare il maraschino, il liquore distillato di ciliegie dalmate marasche che qui si produce da secoli.

SIBENIK –  La cattedrale di San Giacomo e la fortezza di San Nicola

Grazie alla sua costa e alle decine d’isole, l’arcipelago di Sibenik è un vero paradiso per gli amanti della navigazione. Nel centro della città  la Cattedrale di San Giacomo, simbolo della città, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2000.  Passeggiare per la fortezza medievale di San Michele, una delle quattro fortezze di Sibenik, è stupefacente; girando per la città vecchia, visitando i musei e – al termine della giornata – un pranzo tipico nelle “konobe” dei pescatori nelle isole Incoronate

Harry di Prisco
Per maggiori informazioni  www.croazia.hr

La Festa dell’Indipendenza della Tunisia

festa-indipendenza-tunisiaLa Festa dell’Indipendenza della Tunisia
Il Consolato di Tunisia a Napoli impegnato per la conoscenza del paese sotto il profilo turistico, culturale, economico e commerciale

La Tunisia si appresta a festeggiare martedì 20 marzo la Festa per 62/mo anniversario dell’Indipendenza. Il Paese si fermerà per celebrare l’anniversario della fine del protettorato francese e, dunque, la conquista di una Indipendenza voluta fortemente da tutto il popolo. Una ricorrenza che, nel Paese, è sempre stata molto sentita. Previste cerimonie ufficiali in molte città. Lo scorso anno nella capitale fu fatta sventolare una bandiera nazionale di 60 metri di lunghezza, quasi un record. Sin dai tempi antichi, i tunisini hanno saputo intrecciare forti legami commerciali e culturali con gli altri popoli del Mediterraneo. Nel XIX secolo, la Tunisia divenne il primo paese arabo ad avere una costituzione e ad abolire la schiavitù.
Nel 1881, la Francia sancì il suo protettorato sulla Tunisia innescando una serie di violente reazioni anti-coloniali in tutto il Paese.
E fu solo il 20 marzo del 1956, grazie al partito Néo-Destour, più radicale ed BjKeG1BCUAAO3ceindipendentista fondato da Habib Bourguiba, nato dalla scissione nel 1934 con il Partito Liberale Costituzionalista Tunisino (DESTOUR), che la Tunisia riuscì a porre fine al Protettorato francese, il quale riconobbe infine l’indipendenza della Tunisia. Così venne abrogato il Trattato del Bardo, ratificato dalla Francia nel 1881, che sanciva il Protettorato francese  nel paese, e con le elezioni dell’aprile 1956 Habib Bourguiba divenne il primo Capo del Governo Tunisino. Dopo aver proclamato la Repubblica Tunisina il 25 luglio 1957, Habib Bourguiba ne divenne il Primo Presidente.
Sin dall’apertura della sede consolare di Napoli nel 1991, il Consolato di Tunisia a Napoli ha sempre operato per il consolidamento dei legami di amicizia tra la Tunisia e la città. In particolare ha avviato una serie di progetti di cooperazione e di gemellaggio con le Istituzioni e gli Enti locali, sia nel campo economico e commerciale, sia nel campo culturale, sia nel campo medico.
Alcuni di questi progetti si sono concretizzati negli anni, altri invece sono in fase di realizzazione, altri ancora sono in fase embrionale. Ed è per tale motivo che l’attuale Console di Tunisia a Napoli, la Signora Beya Ben Abdelbaki, insediatasi da soli cinque mesi, si definisce parte integrante della società napoletana, essa si adopera per manifestare la sua presenza in molte attività ed eventi organizzati non solo dalle Istituzioni, ma anche dalla Società Civile. Ciò al fine di dare un maggior impulso alla concretizzazione di tali progetti, in un lasso di tempo relativamente breve, e allo stesso tempo per invogliare i cittadini italiani a scoprire la Tunisia in tutte le sue sfaccettature, non solo dal punto di vista turistico e culturale, ma anche da quello economico e commerciale, grazie alle grandi opportunità che il paese offre agli investitori ed operatori economici stranieri. Non è un caso che si sia registrato un aumento di italiani che decidono di trasferirsi definitivamente in Tunisia dopo aver raggiunto l’età pensionistica, grazie ad un clima gradevole tutto l’anno, al costo della vita inferiore a quello italiano, e alla rinomata accoglienza e gioia di vivere tipiche del popolo tunisino.
Il Consolato di Tunisia a Napoli, dal canto suo, collabora incessantemente con le Istituzioni locali affinché la propria colonia tunisina residente in tutta la circoscrizione di sua competenza (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata e Molise) continui a dare il proprio contributo nel tessuto sociale di appartenenza, finalizzato ad una sempre maggiore integrazione.

Harry di Prisco

Barcelona Dance Award 2018. Concorso Internazionale per Scuole e Gruppi di Danza

Barcelona Dance Award 2018. Concorso Internazionale per Scuole e Gruppi di Danza dal 28 Marzo al 1 Aprile 2018 (durante le vacanze pasquali).
dancecompetitionspain2018 (dancecompetitionspain2018@aruba.it)

Barcelona Dance Award 2018 dal 28 Marzo al 1 Aprile 2018 (durante le vacanze pasquali).

Concorso Internazionale per Scuole e Gruppi di Danza; prevede sezioni per la Danza Classica
e Neoclassica, Contemporanea, Moderna , Jazz, Fusion, Hip Hop, Tap, Carattere, Musical ecc.

Le Vs. allieve/i saranno entusiasti di confrontarsi con danzatori europei, americani,
asiatici, africani e australiani di pari eta’ e livello.

… e sarete i protagonisti del Campionato del Mondo per Scuole di Danza!

regolamento e costi sul sito:
<barcelonadance .org/it.htm>

infoe-mail:
dancebarcelona@katamail.com

dancecompetitionspain2018@aruba.it

Syusy Blady è la prima ospite di Mangia come ridi

4631b8e1-d4fd-400f-9c24-813d090edbbeSyusy Blady è la prima ospite di Mangia come ridi
Venerdì 16 febbraio cena comico-surreale-artistica all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma

PARMA – Lo scorso ottobre aveva chiuso Mangiacinema (la Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso di Salsomaggiore Terme, dedicata, nell’edizione 2017, a Federico Fellini), ora inaugura Mangia come ridi. E’ Syusy Blady la prima ospite del ciclo di tre cene comico-surreali-artistiche che danno vita allo spin-off di Mangia come scrivi, dopo la grande festa per il 150° appuntamento della storica rassegna, svoltasi in gennaio. L’attrice bolognese venerdì 16 febbraio (data inizialmente annunciata per il 23 febbraio, poi anticipata di sette giorni) sarà protagonista della serata “Il paese dei cento violini” all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma.

L’INCREDIBILE STORIA DEL PAESE DEI CENTO VIOLINI
Con il suo nuovo libro “Il paese dei cento violini” (Piemme, scritto con Giovanni Zucca), la turista più famosa d’Italia racconta la storia (vera) di tre donne battagliere che, nel secolo scorso, ballando e suonando, hanno lottato per conquistare il diritto a una vita migliore a tempo di valzer. Qualche mese prima era uscito “I miei viaggi che raccontano tutta un’altra storia” (Verdechiaro). E, tra un programma tv e l’altro, lo scorso anno la Blady è tornata al cinema (era la sorella della Luna ne “La voce della Luna”, ultimo film di Fellini) con “La signora Matilde”, divertente “docummedia” su Matilde di Canossa.

IL MENU REGGIANO (E UN PO’ PARMIGIANO)
Per rendere omaggio all’ambientazione reggiana (Santa Vittoria di Gualtieri) del libro della protagonista, lo chef della Tenuta Paolo Dall’Asta proporrà alcune sue rivisitazioni dei piatti della tradizione d’Oltrenza. I quattro vini selezionati da Il Bere Alto di Claudio Ricci saranno frizzanti e spumanti biologici dell’Azienda di Quattro Castella Venturini Baldini, mentre il dolce firmato dall’artista pasticciere Alessandro Battistini (Pasticceria Battistini) sarà una classica e deliziosa torta Sacher decorata con le violette, dunque con un pizzico di “parmigianità”. La cena inizierà alle 21 (info sul ricco menu e prenotazioni: 0521 462578).

LA COLLABORAZIONE CON TRE ONLUS
Mangia come ridi si svolge in collaborazione con le onlus Fidenza per i bambini nel mondo, AltRamarea e Orizzonti Nuovi di Parma. Per ogni partecipante verrà devoluto un euro alle associazioni, ma ci sarà la possibilità di raccogliere ulteriori donazioni durante le serate. Il presidente di Fidenza per i bambini nel mondo Mario Albi (in partenza per il Madagascar) sarà presente alla cena di marzo ed illustrerà i progetti africani e italiani (a Camerino) nei quali la onlus è attualmente impegnata.

LA SETTIMANA SUCCESSIVA A CANTÙ E IL PROSSIMO MESE A PARMA
Giovedì 22 febbraio, nella stagione lombarda di Mangia come scrivi, al Ristorante Il Garibaldi di Cantù si terrà lo spettacolo “OperaSwing” con i fratelli Campanini (Gianluca alle tastiere e Gabriele al clarinetto) ed il tenore Pietro Brunetto. Il secondo appuntamento di Mangia come ridi a Parma si terrà invece venerdì 16 marzo, con Alberto Patrucco protagonista della cena “Pessimismo comico”.
Pregusta il menu del Paese dei cento violini
La Torta Sacher del Maestro Pasticciere Alessandro Battistini
Invito a cena con Syusy Blady
Invito a Mangia come ridi
Seguici su Facebook
Seguici su Facebook
www.mangiacomescrivi.it
www.mangiacomescrivi.it

Contatti:
www.mangiacomescrivi.it

Concorso Internazionale per stilisti

Locandina (def.rid) PREMIO MODA 2018Concorso Internazionale per stilisti

10^ edizione – Matera (Italy), 7 – 8 giugno 2018

Scadenza iscrizioni (21 febbraio 2018),

Il 7 e 8 giugno 2018 è in programma il Premio Moda® “Città dei Sassi”, concorso internazionale per stilisti giunto alla 10^ edizione e che anche quest’anno celebra l’evento attraverso il tema “moda, eleganza e creatività”.

Il premio è una competizione di stilisti di alta moda istituito per promuovere artigiani/creativi della moda in total look femminile provenienti da ogni parte del mondo che partecipano all’evento per mettere in luce le proprie capacità artistiche e farsi conoscere attraverso i media ad un pubblico internazionale grazie alla presenza di esponenti della moda, degli organi di stampa, delle reti televisive e del pubblico.

Il concorso ha lo scopo di selezionare e premiare creatori e fashion designers per promuovere e valorizzare il talento attraverso la presentazione in passerella di originali creazioni d’alta moda e prèt à porter nella città di Matera, Città Unesco e designata a Capitale Europea della Cultura nel 2019.

Sono ammessi:

diplomati di Accademie, Università e/o scuole statali e private, professionisti disegnatori, stilisti di moda, modellisti, operatori moda e autodidatti che abbiano compiuto il 18° anno di età.

Quest’anno i concorrenti potranno partecipare per una o più sezioni e precisamente:

A) Premio Moda® 2018 Haute Couture; B) Premio Moda® Cinema – Haute Couture; C) Premio Moda® “Matera” Capitale Europea della Cultura 2019; D) Premio Moda® Tendence – Prét à Porter; E) Premio Moda® Eco-Friendly Innovation.

Saranno attribuiti i seguenti premi:

1) Premio Moda® “Città dei Sassi” – 2) Premio Moda® Prèt à Porter – 3) Premio Moda® al Cinema (dedicato all’attrice Claudia Cardinale) – 4) Premio Moda® “Matera 2019” – 5) Premio Moda® della Critica – 6) Premio Moda® Giornalistico – 7) Premio Moda® Eco-Friendly Innovation.

Successivamente, a chiusura dei termini di iscrizione (21 febbraio 2018), una giuria tecnica, appositamente nominata, decreterà gli otto stilisti finalisti che avranno la possibilità di presentare una collezione di creazioni di moda, nello specifico di Alta Moda Donna e Prét à Porter Donna, sezioni Abbigliamento e Accessori.
Nella serata dell’evento, davanti a una giuria speciale composta da esperti e rappresentanti illustri del mondo della moda italiana, dell’imprenditoria locale e delle associazioni di categoria, affiancata da una giuria composta da rappresentanti della stampa, gli stilisti proporranno le proprie originali creazioni nella suggestiva Città dei Sassi.

Concluso il premio, l’evento continua sul sito web www.premiomoda.it attraverso una vetrina virtuale del “Premio Moda®” per far rivivere non solo la serata, ma anche il fascino della città dei Sassi.

Il successo del Premio Moda Città dei Sassi va ricercato nel sempre maggiore impegno profuso dall’organizzazione nel migliorare la manifestazione, sempre più apprezzata dalla stampa specializzata.

Al Premio Moda® 2018 si registra la presenza di numerose personalità provenienti dal mondo istituzionale, della moda, del giornalismo, della tv e del cinema. In proposito gli organizzatori hanno avviato importanti collaborazioni con stilisti e personaggi illustri del panorama italiano i cui nomi verranno resi pubblici durante la conferenza stampa che si terrà a Matera nei primi giorni del mese di giugno 2018.
La consapevolezza di avere come cornice dell’evento in oggetto una location di altissimo livello culturale rafforza la grande attrazione da parte degli addetti ai lavori nei confronti del Premio Moda® promosso da dieci anni consecutivi nella Città dei Sassi dalla Publimusic.com di Matera in collaborazione con l’Associazione Culturale “Officina della Cultura”.

Il concorso scade il 21 febbraio 2018.

Regolamento e condizioni per la partecipazione al concorso sono disponibili su richiesta a: concorso@premiomoda.it oppure concorsopremiomoda@gmail.com

Officina della Cultura

Dott. Vincenzo Scasciamacchia

PREMIO MODA® – CITTA’ DEI SASSI

Press Office: Nicola Altomonte

Mobile: + 39 340 5402210

Website: www.premiomoda.it

Email : premiomodamatera@libero.it

Sanremo 2018

IMG_4359Sanremo 2018

La musica il fashion e i fiori
L’Ariston come il Dolby Theatre
Come dice Jovanotti…”Le canzoni non devono essere belle, devono essere stelle, illuminare la notte, far ballare la gente”…….a Sanremo il modello italiano e il nostro sistema che hanno qualcosa di inimitabile: il connubio tra creatività e tecnologia che gli altri mercati non posseggono fanno sì che l’italian style sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury. E SanRemo è una dimostrazione, quest’anno si punta, oltre alla musica, anche sull’eleganza da red carpet con smoking ricamati e abiti di Michelle che la rendono una fata gentile, facendosi guidare dall’idea dIMG_4401el sogno di questa chance artistica e dunque abiti elegantissimi, da favola creati appositamente per lei, rigorosamente e volutamente made in Italy.
Look da red carpet con un tributo speciale a Giorgio Armani, una pioggia di stelle filanti per l’outfit della prima sera, appuntato sulla spalla il fiore bianco, emblematico (i fiorai di Sanremo hanno registrato il tutto esaurito per i ranuncoli) il fiore come simbolo della lotta contro la violenza alle donne.
Claudio Baglioni in Scervino, una affascinante Vanoni in Antonio Riva, tra i giovani Leonardo Monteiro, vestito da Marta Jane Alesiani, con la sua splendida “Bianca”, una dolcissima canzone che metterà in evidenza le sue doti canore. Il suo outfit lo completa “Maledetti Toscani”, calzature fatte a mano. Ai piedi di Doriana Koumanova, l’unica direttrice d’orchestra donna sul palco dell’Ariston, scarpe di O’Jour di Giorgia Caovilla.
27657088_1945268348849167_3315443894161202463_nQuest’anno ottimi cambiamenti per la VIP Lounge di Casa San Remo che presenta tante novità, come la location dedicata alle interviste e relax dei cantanti e personaggi di questo Festival, l’angolo trucco curato dalla HM di Luciano Carino, nel corner Beauty presenti le O’Jour shoes e Aleph Bags, e, a coronamento di una postazione glamour, Berg Gioielli, per essere fate in una notte incantata…..
E in una città che diventa un contenitore di cantanti, telecamere, giornalisti, un allestimento molto particolare nel storico negozio Spinnaker a pochi passi dal Ariston, Claudio Betti , vicepresidente della Camera Buyer Nazionale Italia, ha voluto le vetrine con le illustrazioni di copertine dischi di Crepax, create negli anni ‘80.
Il fashion a San Remo, dopo i grandi brand ecco i nuovi talenti, fra tutti Marta Jane IMG_4400Alesiani che ha creato gli outfit per Leonardo Monteiro, la sua “Bianca” è la proposta più attesa delle nuove proposte.

La ringraziamo per l’intervista che ci ha concesso, con le foto di Gabriele Vinciguerra.

La sua particolare solarità interiore riflette anche nelle sue creazioni, in modo così incisivo che i suoi capi sembrano avere un’Anima. Può confermare questa teoria e spiegarla?

Credo profondamente che ogni creazione abbia un’Anima, per questo quando creo mi entusiasmo e cerco sempre di trasmettere la mia energia positiva . Ogni volta che disegno, ogni volta che insieme all’ago e al filo si viene a creare un’armonia vincente , trasferisco alle mie creazioni una propria identità .Lavoro con molta dedizione e serietà unendo alla professionalità la mia passione per la Vita e per le mie Origini. Gli abiti, come suggerisce

Sanremo 2018 come gli Oscar

IMG_4359Sanremo 2018 come gli Oscar

A Sanremo il modello italiano e il nostro sistema che hanno qualcosa di inimitabile: il connubio tra creatività e tecnologia che gli altri mercati non posseggono fanno sì che l’italian style sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury.
E SanRemo è una dimostrazione, quest’anno si punta sull’eleganza da red carpet con smoking ricamati e abiti di Michelle che la rendono una fata gentile, facendosi guidare dall’idea del sogno di questa chance artistica e dunque abiti elegantissimi, da favola creati appositamente per lei, rigorosamente e volutamente made in Italy.
213141516-61411927-6e6a-4b2b-a999-454cd5770336(1)Look da red carpet con un tributo speciale a Giorgio Armani, per l’outfit della prima sera, appuntato sulla spalla il fiore bianco (i fiorai di Sanremo hanno registrato il tutto esaurito per i ranuncoli) simbolo della lotta contro la violenza alle donne. Claudio Baglioni in Scervino, una affascinante Vanoni in Antonio Riva.
Tra i giovani che saliranno sul palco Leonardo Monteiro, vestito da Marta Jane Alesiani, che canterà “Bianca”, una dolcissima canzone che metterà in evidenza le sue doti canore. Il suo outfit lo completa “Maledetti Toscane”, calzature fatte a mano. Ai piedi di Doriana Koumanova, l’unica Cover Bianca Leonardo Monteirodirettrice d’orchestra donna sul palco dell’Ariston, scarpe di O’Jour di Giorgia Caovilla.
Quest’anno Novità la VIP Lounge di Casa SanRemo presenta tante novità, come la location dedicata alle interviste e relax dei cantanti e personaggi di questo Festival, l’angolo trucco curato dalla HM di Luciano Carino,
nel corner Beauty presenti le O’Jour shoes e Aleph Bags, e, a coronamento di una postazione glamour, Berg Gioielli, per essere fate in una notte incantata…..come dice Jovanotti…”Le canzoni non devono essere belle, devono essere stelle, illuminare la notte, far ballare la gente”

Scouting Cristina Vittoria Egger ..

A SanRemo aspettando “Bianca”

cred ph Gabriele Vinciguerra.(1)A SanRemo aspettando “Bianca”

Lo Stile di Marta Jane Alesiani incanta Leonardo Monteiro

La sua particolare solarità interiore riflette anche nelle sue creazioni, in modo così incisivo che i suoi capi sembrano avere un’Anima. Può confermare questa teoria e spiegarla?

Credo profondamente che ogni creazione abbia un’Anima, per questo quando creo mi entusiasmo e cerco sempre di trasmettere la mia energia positiva . Ogni volta che disegno, ogni volta che insieme all’ago e al filo si viene a creare un’armonia vincente , trasferisco alle mie creazioni una propria identità .Lavoro con molta dedizione e serietà unendo alla professionalità la mia passione per la Vita e per le mie Origini. Gli abiti, come suggerisce la parola stessa, sono abitazioni. Quello che indossi è la casa che decidi di portare con te per tutto il giorno , è proprio per questo motivo che la mia dedizione è ancora più attenta. Il mio scopo non è mettere il mio nome su quel capo , ma far si che quel capo trasmetta l’energia positiva che lo ha creato , affinché venga percepita da chi lo indossa. Vivere nei colori e sentire le loro vibrazioni ci rende diversi, migliori, perché ogni sfumatura cromatica ha la capacità di influenzare il nostro umore. Il mio intento è realizzare sogni..non solo abiti .

Lei ama i colori e ama anche la Musica, in questo caso più che mai , visto che si ritrova a vestire una delle giovani promesse di Sanremo , che ne pensa di questa manifestazione?

Il Festival di Sanremo è sempre stato un fiore all’occhiello per il panorama musicale Italiano, e non solo. E’ da più di 60 anni che rappresenta la maggiore competizione canora riconosciuta a livello mondiale. Considerandolo dal punto di vista canoro, ho spesso seguito il Festival, attratta dalla curiosità di ascoltare brani innovativi e ammetto anche per sbirciare le scelte stilistiche di conduttrici e big.

Com’è nato l’incontro con Leonardo Monteiro ?

L’incontro con Monteiro nasce grazie al mio Ufficio Stampa, la brillante Gabriella Chiarappa, che contattando la sua Manager Dariana Koumanova , è riuscita ad organizzare un meeting a Milano per poterci conoscere e per far vedere loro le mie creazioni. Ci siamo presentati all’incontro Io, Gabriella e il fotografo internazionale Gabriele Vinciguerra, ricordo che avevo una valigia gigantesca piena di proposte. Il primo impatto è stato incredibile, Leonardo ti travolge con la sua gioia di vivere , è li che ho capito che non solo volevo assolutamente creare dei capi per lui, ma che Leonardo sposava esattamente il mio intento, quello di divulgare con le Nostre Arti la Positività.
Lo stile rappresenta il modo di pensare di uno stilista , in che modo entra in sinergia con quella di un’artista?

Tutto è arte, rientra in questo mondo ogni cosa che genera emozioni , lo stile rappresenta spesso la voce della creatività. Ogni volta che ci fermiamo ad ascoltare le nostre sensazioni e il nostro mondo interiore esce allo scoperto, si genera una scintilla che ci rende unici agli occhi di chi ci guarda. Bisogna essere autentici, senza temere i giudizi, senza cercare di somigliare a qualcuno , senza forzature, trasmettendo attraverso l’abbigliamento o attraverso la propria arte, la forza della creatività, dell’umore, della fantasia ,in totale libertà. Lo Stile si genera con la personalità , la personalità con il coraggio di essere se stessi .
La positività interiore è una caratteristica che accomuna sia Lei che Monteiro , questa è la motivazione che l’ha spinta a vestirlo per questa grande occasione?

Ho avuto la fortuna di incontrare nel mio cammino persone straordinarie che hanno aggiunto un grande valore alla mia Vita , cerco sempre di circondarmi di personalità positive. Sono cresciuta in una Famiglia che mi ha educata con grandi valori ma soprattutto con grande allegria e rispetto reciproco , ed è esattamente questo che cerco nelle persone che attiro. Leonardo è un grande Artista , ma soprattutto ha un’animo pulito e non ha filtri. Abbiamo molto in comune, Siamo artisti del Cuore . E’ proprio per questo che sono felice di collaborare con Lui! C’è una grande similitudine nel nostro lavoro ; Io creo con il cuore e chi indossa una mia creazione lo sente… cosi’ come la musica di Leonardo, quando è il cuore a dettare le parole e le note ..chi ascolta lo percepisce…e ne resta rapito.

Può descriverci i capi che indosserà Monteiro e a quale collezione appartengono?

Non svelo nulla, top secret. Posso soltanto dire che indosserà capi creati su misura per lui, ci saranno articoli della collezione invernale e articoli della nuova collezione estiva.

Quanto è importante il look di un Artista e quanto può influenzare i media ?

Viviamo in contesti dove l’occhio arriva prima del resto, non ci sono colpevoli per questo, l’evoluzione ci ha introdotto ad una realtà fatta di copia e incolla, di selfie , di piu’ profitto e meno contenuto , proprio per questo bisogna cercare di fare la differenza. Va comunque riconosciuta l’importanza dei social, la cosa importante è farne un buon uso senza diventarne dipendenti. Il look? si conta, devo ammetterlo, anche se credo che il look sia composto da tanti fattori , una tra tutti l’autenticità. Nel corso del tempo restano le personalità che hanno reso il loro look il proprio biglietto da visita ,senza maschere e in totale armonia.

Negli anni molti artisti hanno fatto del loro look un segno distintivo che li ha contraddistinti nel tempo , quali ricorda?

Ci sono tante personalità che ammiro , elencarle tutte sarebbe quasi impossibile . Tra tanti Artisti posso citare la bellissima Beatrix Ost , la sensualità di Dita Von Teese, la follia artistica di Iris Apfel , il rigoroso karl lagerfeld , lo stile inconfondibile di Steven Tyler , l’eleganza di Hedy Lamarr . E parlando di artisti nostrani , la Nostra Anna Piaggi , il rock style di Piero Pelù e ammetto di avere un debole per i divertenti accostamenti stilistici di Jovanotti. Mi piacciono gli artisti che sanno trasmettere , io sono sempre in ascolto e quando vengo colpita dalle loro frequenze li ringrazio, spesso hanno contribuito a visionarie ispirazioni.

Leonardo in questa nuova edizione di Sanremo Giovani è tra i concorrenti preferiti , cosa ne pensa a riguardo?

Credo che Leonardo abbia un talento rarissimo e la sua umiltà lo rende ancor più raro. Non mi stupisce che sia tra i concorrenti favoriti. Il brano è bellissimo e la sua interpretazione è da brivido. E’ un Artista completo, Canta come un professionista, è un grande ballerino e sorride sempre , ti contagia!
Scegliere di vestire un artista giovane ma altrettanto carismatico per una circostanza così importante come Sanremo cosa rappresenta per Lei?

Onorata, ecco come mi sento. Sono davvero felice . Lui ha osato nella sua Vita e questo ha fatto la differenza. Ha talento e coraggio perché crede in quello che fa e nelle sue passioni .
Quando si ha un talento come il suo bisogna Crederci..a rinunciare ci riescono tutti.

Se dovesse vestire una figura femminile chi sceglierebbe di vestire e perché?

Non riesco a fare nomi femminili o maschili che siano, credo nella fatalità. Credo che le persone mi trovino come io trovo loro.

Se dovesse definire Leonardo con tre aggettivi quali sceglierebbe?

CAPARBIO, SOGNATORE , CONTAGIOSO

Tre aggettivi che la rappresentano?

ECLETTICA , AUTENTICA E GRATA. La vita è un sogno in divenire e mi reputo fortunata, perché faccio il lavoro che amo, ovviamente non è facile, ci sono innumerevoli sacrifici da fare ogni giorno ma tante soddisfazioni, per questo non smetto mai di dire e dirmi GRAZIE !

Shop Online Limited Edition Marta Jane Alesiani : www.martajanealesiani.com

Al Fashion Frames al Pitti live Movie

26220087_1748188815200846_7816165183996274213_n(1)Al Fashion Frames al Pitti live Movie

Autunno Inverno 2018/2019

Una Firenze desiderabile e aristocratica si è presentata a tutto il mondo, dal 9 al 12 gennaio, magica città dove il mood è stato solo uno, Pitti Live Movie, ovvero cinema & moda, costumi & scene, sfilate & film, ovviamente la MODA dove qui è tutto, quindi tendenze Autunno Inverno 2018/2019, tutti al Film Festival di Pitti Uomo, per le collezioni maschili dell’inverno 2019, per il red carpet dello stile contemporaneo di 1.230 marchi dei quali 541 provenienti dall’estero (il 44% del totale) con 227 tra nuovi Zardozi2(2)nomi e rientri al salone) che ha occupato più di 60.000 mq in Fortezza da Basso e in tutta la città, dove si sono avute manifestazioni non meno importante e di tendenza come il Salon Of Excellence & Fashion Frames organizzato dalla DeGorsi Luxury Consulting di Alexander Djordjevic e Cristina Egger che si confermano così come uno dei contenitori di ricerca di nuovi brand emergenti più interessanti di Pitti Immagine Uomo.
Cristina Egger, per la 9° edizione del Fashion Frames, ha presentato una sezione completamente dedicata a nuovi designer/brand con un’importante dose di ricerca stilistica nel proprio DNA con un solido background strutturale che ne possa consentire il successo distributivo e commerciale, infatti i Brand presentati in questa edizione sono concentrati nelle merceologie relative agli accessori, luxury comfort, accessori, borse, calzature o elementi di abbigliamento che vivono indipendentemente da un total look, mixando abilmente gli accessori fatati a cui non si può rinunciare, come Berg gioielli, monili per una donna di grande classe, le ALEF(4)calzature gioiello di Giorgia Caovilla per O Jour, fatte con pellame di grande qualità, dotate di una ventata di luce, bagliori e raffinatezza per illuminare in modo glamour i passi delle fashion addicted, le borse di Alef, caleidoscopio di colori per scaldare le giornate invernali, pellame pregiato e produzione totalmente made in Italy, le sete, velluti, damaschi e ricami d’amore di stile orientale dei caftani di Nadir Mamut per far sentire una donna regina, fuori e in casa, Zardozi, dal Kazakhstan l’artigianato indiano e arte orientale per pigiami da sera, un raffinato casual per stare in casa, a cena con gli amici, cappotti vestaglia ampi e fluidi, annodati da morbide cinture, colori notturni ma anche inattesi per un luxury comfort con punte di underground londinese. tra gli smoking di velluto nero o blu – assolutamente inediti – è stato proprio il velluto la risposta alla moda maschile classica, sfumature di colore e morbida eleganza, un nuovo mood per abbinare il lusso nei materiali e lo chic di un prodotto finito.
Chiude così anche questa edizione del Pitti Uomo 2018, con un pazzo shooting che ha dato la cifra di questa edizione del Fashion Frames, un flash di nuvole di colore di Seta Atelier, volti ammalianti curati da HM di Luciano Carino, l’immagine sorprendente, folle e perfetta, data dal mago dell’obiettivo Edoardo Tranchese, donne leggiadre come farfalle che hanno ammutolito i passanti sul Ponte di Santa Trinita sfidando il freddo pungente…..aspettando la prossima Primavera.
Fashion Frames
Press: Le Salon de La Mode
shooting: Seta Atelier, Nadir Mamut, O Jour, Alef, Berg
Art Director & Ph. Edoardo Tranchese
assistant: Umberto de Rosa
MUA HM Makeup Italy di Luciano e Miriam Carino
Models: Gresya Acanfora Naomi Buonomo Maria Della Volpe Veronica Maria
Cantine Mediterranee
Organizzation: Cris Egger

Una sera….al Ristorante Corsini aspettando la notte della grande boxe al Mandela Forum

25348658_177331243008662_7762495997530984425_nUna sera….al Ristorante Corsini aspettando la notte della grande boxe al Mandela Forum

Feste, cene, shopping, auguri veri o falsi, di cuore o di comodo, il mondo si ferma dietro al Natale, ai messaggio, ai cenoni ma ci sono anche i professionisti che guardano solo al loro lavoro, medici negli ospedali, la cura degli anziani, gli chef……ogni nostra gioia a tavola è cadenzata dal lavoro del personale e degli chef.
E Raffaele Petrucci, lo chef del “nuovo” Ristorante Corsini, contrariamente alle ormai innumerevoli ondate fusion, vegane, etc dimostra che il vero cool è tornare alle origini, mixare dettagli di cucina gourmet in una atmosfera calda e accogliente.

Di giorno il ristorante, con l’affaccio sull’Arno, è chiaro e luminoso, la sera invece lascia spazio all’intimità delle luci soffuse e lo chef, viaggiando tra risotti e cappellacci, filetti e pecorino, tartufo e crème brûlée crea una cucina che da vita ad una proposta gastronomica che attinge al dna, alla storia, bellissima, di una fetta di territorio nostrano, infatti lo chef pone sempre un prodotto dominante al centro del piatto a definirne l’identità, più due, massimo tre complementi vegetali-aromatici ad arricchirne, senza snaturarli, i sapori, di per sé esaltati da cotture essenziali.

E in questi giorni di grandi cenoni ecco che lo chef Raffaele Petrucci incontra un altro professionista che lavora, anche lui per le feste di Natale, il pugile kossovaro Vigan Mustafà che si allena quotidianamente per l’evento della notte de La Grande Boxe a Firenze al Mandela Forum, il prossimo 2 febbraio per i cento anni dalla nascita di Nelson Mandela.

Facendo una sosta gourmet al Ristorante Corsini Vigan Mustafà racconta la sua terra, la neve e i suoi cavalli così lontani, i ricordi dell’aria gelida e quasi ferma, miliardi di stelle e una gigantesca luna in un mondo magico dove le slitte ancora sono trainate dai cavalli, un altopiano selvaggio al centro della Serbia più profonda, un mare di neve per un salto nel passato, l’enorme distanza tra l’uomo e la natura, sentirsi circondati, assediati, dall’immensità dei boschi di abeti, larici, lecci e betulle che coprono le decine di colline del territorio del Parco Nazionale del Monte Golija dove ancora il lupo regna incontrastato.

Ristorante Corsini, Firenze – Lungarno Corsini, 36
Press: www.styleagency.net

Tutti i guest di Amnesia Milano a novembre e dicembre 2017

amnesia-nov-dic-2017-650x217Tutti i guest di Amnesia Milano a novembre e dicembre 2017

L’Amnesia Milano si proietta nel mese di novembre con una programmazione che non si concede un attimo di tregua, con la preziosa aggiunta del suo primo evento stagionale al Fabrique di Milano, la prima volta italiana di Afterlife. L’Amnesia Milano si conferma sempre più un vero e proprio club, nel quale ogni fattore ed ogni elemento giocano un ruolo decisivo, dall’impianto ai visual, dalle grafiche alla comunicazione, dai resident ai guest. Si inizia sabato 4 con Yaya e B.Converso e si prosegue sabato 11 con tINI e Johannes Retschke; venerdì 17 la succitata première italiana di Afterlife al Fabrique di Milano con Tale Of Us, Recondite (live) e Tijana T; sabato 18 torna Void e sabato 25 ultimo appuntamento mensile con Marco Faraone, Malandra Jr. (live) e Da Vid.

more info: http://www.amnesiamilano.com/

join spadaronews on facebook:

 

A novembre e dicembre la tournèe sudamerica di Nicola Zucchi

zucchi-banner-nov-2017-650x217A novembre e dicembre la tournèe sudamerica di Nicola Zucchi

Repubblica Dominicana, Colombia, Argentina e Cile: queste alcune delle tappe della tournée america del dj e produttore Nicola Zucchi, che da anni abbia le serate nei club alle sue selezioni musicali in eventi legati ad rassegne di alto profilo internazionale quali il Festival del Cinema di Cannes e Art Basel in Miami. Il tutto restando sempre fedele ad sonorità House alquanto eleganti, in particolare quando propone il suo proverbiale set Sparkling Attitude, con nu disco, funk e house classic a farla da padroni.

more info: www.nicolazucchi.com

join spadaronews on facebook  

Neverdogs e B.Converso all’Amnesia Milano

neverdogs-900x600-650x433L’italianità e una selezione ristretta di dj sui quali fare sempre sicuro affidamento sono tra le caratteristiche principali di un club italiano degno di chiamarsi tale: fattori nei quali l’Amnesia Milano si riconosce al 100% e che trovano ulteriore conferma nella serata di sabato 2 dicembre 2017, quando nel locale milanese si ritrovano Neverdogs (nella foto), e B.Converso. Tommy Paone e Marco De Gregorio aka Neverdogs dal 2011 fanno parte della crew di Music On, la serata di Marco Carola che si svolge d’estate a Ibiza e d’inverno in tutto il mondo; prima di approdare all’Amnesia, il duo calabrese è protagonista sia in Francia che negli Emirati Arabi di It’s All About The Music, il party curato da Music On e da Ibiza Global Radio dedicato alle nuove sonorità e ai nuovi talenti.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook:

Sabato 2 dicembre 2017 inaugurazione Hexen Klub Canazei

hexen-klub-canazei-900x600-650x433Sabato 2 dicembre 2017 inaugurazione Hexen Klub Canazei

Sabato 2 dicembre 2017 l’Hexen Klub di Canazei, in Val di Fassa, è il primo locale alpino ad aprire la stagione invernale 2017/18. In consolle i dj Dany L, Wilders, Ale Dj, Albert One (main room), Freie Gedanken e Ale Dj (privè): in programma musica house, commerciale, reggaeton, tech-house e techno. La settimana successiva l’inaugurazione vera e propria con la Gold Night di venerdì 8 dicembre e la presenza di Miss e Mister Universo e l’Elegant Party di sabato 9 dicembre: in consolle Andrea Montovoli dj, ospiti speciali tre protagoniste del reality televisivo Tempation Island, in entrambe le serate presente il team di Effetto Wow e il suo affezionato pubblico di centinaia e centinaia di universitari. A pieno regime l’Hexen Klub sarà aperto tre sere a settimana: martedì, giovedì e sabato; tra gli eventi di dicembre e gennaio in calendario, il Veglione di domenica 31 dicembre con Ricky S del Papeete Beach e i dj Simson e Albert One; sabato 6 gennaio special guest Loira Linda, sabato 20 le Sisters Cap.

more info: www.hexencanazei.it

join spadaronews on facebook

Le date e la nuova sede di Aperyshow 2018

aperyshow-2017-11-credits-biagio-camiggio-900x600-650x433Aperyshow Charity Event annuncia le sue date 2018 e rivela la sua nuova location: l’anno prossimo la rassegna – nel 2017 in grado di radunare oltre 60mila persone – torna da sabato 21 a mercoledì 25 aprile all’Anfiteatro Camerini a Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, la stessa location che negli anni ha ospitato concerti e rassegne con una serie di artisti internazionali quali Queen + Adam Lambert, Laura Pausini, Robert Plant, Jovanotti e Massive Attack e il Prog Rock Festival. Aperyshow 2018 proporrà sia musica live che dj set, workshop, aree dedicate allo street food e a bambini e famiglie. L’intero ricavato dell’edizione 2017 (52.500 euro) è stato devoluto a favore di Giochiamo con Sofia e Giorgia Libero.

Foto di Biagio Camiggio

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.facebook.com/pg/aperyshowcharityevent

Seconda edizione a Lecce per Velvet Culture Festival

velvet-2016-900x600-650x433Seconda edizione a Lecce per Velvet Culture Festival

Da venerdì 22 a lunedì 25 dicembre 2017 Lecce ospita seconda edizione di Velvet Culture Festival, rassegna che miscela momenti diurni e serali coinvolgendo dj, musicisti, discografici, giornalisti ed organizzatori di eventi. Velvet Culture Festival significa contaminazione di generi anche e soprattutto dal punto di vista musicale: jazz, house, techno, hip-hop e elettronica si alternano a Velvet Culture Festival con grande naturalezza all’insegna dell’Increase, ovvero un invito rivolto alla città a vivere nuove esperienze. Tra gli appuntamenti in calendario, spiccano l’Opening Conference dal titolo “Il ruolo strategico di un festival per la crescita economica e sociale del territorio” (venerdì 22, dalle ore 16 alle ore 20), “The Electroacustic Music Experience” con la presentazione dell’album e del libro di Simone Gatto (sabato 23, dalle ore 19), il dj set di Ben Klock (domenica 24) e di Daniele Baldelli (lunedì 25). Tra le caratteristiche principali di Velvet, la capacità di valorizzare sia i centri abitati sia location storiche con una programmazione musicale di qualità.

more info: www.velvetculturefestival.com

join spadaronews on facebook

 

Artimino e “La Chaîne Toscana Francigena” una location da sogno che celebra il connubio tra food, fashion e arte the extraordinary Italian style

23794880_1834951933214143_6695554807307116106_nArtimino e  “La Chaîne Toscana Francigena” una location da sogno che celebra  il connubio  tra food, fashion e arte the extraordinary Italian style

Va in scena ad Artimino “La Chaîne Toscana Francigena”, un evento che abbina la cucina italiana e il fashion ricordandoci che food e fashion sono due pilastri della cultura e dell’economia del Bel Paese, un evento organizzato dal neonato Bailliage “Chaîne Toscana Francigena”, vuole essere un appuntamento per introdurre la missione del Bailliage al Presidente Nazionale Chaine des Rotisseurs d’Italia, Dr Roberto Zanghi, per coniugare e unire il buono e il bello delle eccellenze del made in Italy e tutto quello che il mondo ci invidia: the extraordinary Italian style, due industrie culturali, il cibo e la moda, due mondi e modi del vivere quotidiano.

Confrérie de la Chaîne des Rôtisseurs, La Confraternita della Chaine è una società gastronomica internazionale fondata a Parigi nel 1248 e rifondata successivamente nel 1950, una realtà che opera per la diffusione della cultura della gastronomia promuovendo i valori gastronomici e l’essenza stessa della Confrèrie, il piacere della tavola e il valore dell’amicizia.
Il nuovo Club della “Chaine des Roitisseurs ” vede in prima linea il Presidente Giovanna Elettra Livreri, avvocato e direttore generale della prestigiosa camera estera CC-ICRD (Italia Caraibi e America Latina), come organizzazione e direzione artistica Cristina Vittoria Egger Charge des Missions e “Gran Dama della Real Casa Savoia” e la madrina del neonato Bailliage Anna Accalai, designer e Charge des Missions D’Italie, tutto per garantire un incontro esclusivo dove gastronomia, moda, arte e cultura sono mixati alla perfezione. E in questo evento vengono abbinati elementi come vivere, mangiare e vestirsi per abitare il mondo, si codificano i linguaggi e i comportamenti, si costruisce l’identità, non solo personale ma anche collettiva, dunque la maniera di mangiare e di vestire contraddistingue le immagini e identità di popoli e nazioni ma anche le industrie, l’economia e il lavoro.
E Artimino si propone come poesia e sinergia di immagini e gusto con una cena placee creata da Michela Bottasso la professionista che vive in armonia il suo essere chef in simbiosi con la natura la circonda usando la sua cucina come strumento di arte, due mondi e modi del vivere quotidiano. Michela Bottasso è la chef del “Biagio Pignatta” il Ristorante del complesso di Artimino dove la natura stessa contraddistingue le immagini, e, seguendo la filosofia green, usa e cucina le verdure in un terreno attiguo di 5mila mq, creando una cucina semplice ma non banale. Per lei la cucina interroga il territorio, la natura e il paesaggio, e nelle sue mani la sua cucina diventa anche gioco e creatività, performance, gesto e teatralità proprio come l’arte.

ARTIMINO
9 dicembre 2017 ore 20,00
Viale Papa Giovanni XXIII,1
59015 Artimino Prato (PO)
www.artimino.it

I concerti che il Corpo Bandistico “Giuseppe Anelli – Orchestra di Fiati di Trigol

I concerti che il Corpo Bandistico “Giuseppe Anelli – Orchestra di Fiati di Trigolo, diretto dal Maestro Vittorio Zanibelli, terrà con ingresso libero e gratuito nelle seguenti date:

Domenica 3 dicembre alle ore 17.00 presso la Chiesa Parrocchiale di Paderno Ponchielli (CR)

Concerto per la Festa Patronale di San Dalmazio

Giovedì 7 dicembre alle ore 21.30 presso la Palestra Comunale di Casalmorano (CR)

Concerto per la Festa Patronale di S. Ambrogio

Domenica 17 dicembre alle ore 17.00 presso la Chiesa Parrocchiale di Trigolo (CR)

Concerto di Natale

Venerdì 22 dicembre alle ore 21.00 presso la Chiesa Parrocchiale di Montodine (CR)

Concerto di Natale con il Coro “Melos” di Montodine diretto dal Maestro Luca Tommaseo.

Mi è gradita l’occasione per porgere i migliori saluti.

Franco Valcarenghi

Addetto alle pubbliche relazioni

www.bandatrigolo.it

https://www.facebook.com/groups/59573912162/

Motta Milano 1928: innovazione e tradizione italiana si incontrano nel salotto di Piazza Duomo

13Motta Milano 1928: innovazione e tradizione italiana si incontrano nel salotto di Piazza Duomo
Autogrill rinnova lo storico locale in ‘Galleria’ a Milano con uno stile ricercato ed elegante adatto ad ogni momento della giornata

Autogrill presenta il nuovo Motta Milano 1928 dopo una fase di restyling che ha portato lo storico locale milanese ad una profonda rivisitazione in chiave contemporanea. Motta Milano 1928 si ispira al tipico ‘bar all’italiana’, ed esprime la capacità di un marchio storico di evolversi e di adattarsi alle esigenze di un pubblico internazionale senza perdere la sua vocazione di ritrovo per le famiglie, per i giovani, per chi vuole concedersi un break durante la giornata di lavoro.

L’offerta food parte dalla caffetteria, fiore all’occhiello di Motta Milano 1928, con i suoi dolci, da accompagnare ad un espresso o a un tè per una ricca colazione o una golosa merenda presso il bar o comodamente serviti ad un tavolino all’interno o nel dehor direttamente in ‘Galleria’. L’offerta, dal pranzo fino alla cena, è 100% italiana, e spazia dal tipico ossobuco di vitello in gremolada con risotto alla milanese, per chi vuole gustare un 17 (002)piatto ricco della tradizione meneghina, alla pizza, fino ai panini gourmet per una pausa veloce ma di qualità, come l’hamburger di Fassona Piemontese con Provolone Valpadana DOP e avocado: un menù che si adatta di stagione in stagione per offrire ai clienti il meglio della tradizione gastronomica del Paese.

Con questa riapertura, Autogrill contribuisce concretamente alla valorizzazione della Galleria Vittorio Emanuele II, che quest’anno ha festeggiato i suoi 150 anni di storia. Motta, così come gli altri locali de “Il Mercato Del Duomo”, diventa inoltre punto di riferimento per eventi musicali e culturali in stretta connessione con gli appuntamenti più rappresentativi della città – recente la collaborazione con il palinsesto di ‘Jezz Milano’ -, contribuendo ad animare la ‘Galleria’ anche durante le ore serali: l’appuntamento con la musica si ripete in particolare il giovedì sera con il Dj Set durante l’aperitivo.

Lara Valenti | Senior PR
Burson-Marsteller | via Tortona, 37 – 20144 Milano – Italy
p: +390272143531 | m: +393497668037 | twitter: Vanil__LA

Cantine di Natale

Cantine di Natale
Il 15, 16 e 17 dicembrcantine di natalee teatro, buon vino e street food per il Natale del Centro Storico di Molfetta

Nuova sfida e nuovo progetto per l’Associazione Fermento Molfetta. Dal 15 al 17 dicembre, il centro storico di Molfetta si vestirà di rosso e ospiterà “Cantine di Natale. Un evento concepito come progetto di marketing territoriale voluto dalle associazioni: Fermento Molfetta, Ser Molfetta, La Voce di Sant’Andrea per promuovere le tipicità Molfettesi e che vede il patrocinio morale del Comune di Molfetta.

Occasioni di regali, idee, la casa di Babbo Natale, punti di ristoro, degustazione con prodotti tipici, vino, vin brulé, cioccolata calda, caldarroste, pettole, frittelle, teatro, musica e performance questo e molto altro sarà Cantine di Natale 2017 a Molfetta. L’evento sarà anche l’occasione per promuovere le ricette tipiche della tradizione, infatti dodici saranno i punti ristoro allestiti per l’occasione presso i quali sarà possibile degustare street food fritto, tra cui pettole e frittelle e attraverso la storicità dell’associazione panificatori Molfetta saranno disponibili tutte le varianti de “il Calzone Molfettese”.
Tutte le ricette tipiche della tradizione saranno accompagnate da buon vino di cantine regionali e nazionali. A impreziosire le serate ci saranno spettacoli teatrali itineranti e performance musicali a tema natalizio a cura della compagnia Il Carro dei Comici. Cantine di Natale sarà anche un modo per fare beneficenza attraverso la casa di Babbo Natale che coinvolgerà con il suo calore tutti i bambini e permetterà di raccogliere fondi per il Social Market Solidale di Molfetta. Le cantine aderenti, i punti ristoro e i vicoli del centro storico molfettese e gli altri punti espositivi saranno allestititi in ambientazione natalizia. Coinvolti anche aziende agricole molfettesi che promuoveranno prodotti agricoli e bricoleurs del territorio.

“Cantine di Natale vuole essere innanzitutto un contenitore di tipicità, – dichiarano dall’associazione Fermento Molfetta – un modo per regalare un Natale davvero speciale alla città. Siamo uniti da un sentire comune – aggiungono gli organizzatori Luigi Vista, Nico Cirillo e Salvatore Del Vecchio – fondere le forze imprenditoriali della nostra città, alle tradizioni della nostra terra. Con Cantine di Natale lo facciamo sostenendo i nostri prodotti tipici, dando valore al lavoro dei nostri artigiani dolciari e panificatori. Molfetta conta una grande tradizione in tema natalizio, – concludono – l’intento è di mettere in rete tutte le sinergie possibili e fare sistema per un unico obiettivo: essere orgogliosi della nostra città, dei suoi prodotti di qualità e di ricette da leccarsi i baffi portandole anche a livello nazionale. Dunque, ci sono davvero tutti gli ingredienti perregalarsi un momento di dolcezza aspettando il Natale.” Per informazioni : – fermentoantico@gmail.com tel. 340.6666363 – 349.3820497 – @cantinedinatale

Al Liceo Galilei di Mondragone “Nessun Parli” Le parole della musica e la musica delle parole e della danza per valorizzare tutte le arti

foto 4Al Liceo Galilei di Mondragone “Nessun Parli” Le parole della musica e la musica delle parole e della danza per valorizzare tutte le arti

Al Liceo Galilei di Mondragone “Nessun Parli”
Le parole della musica e la musica delle parole e della danza per valorizzare tutte le arti

Nei giorni scorsi al Liceo “Galileo Galilei” di Mondragone si è tenuta la giornata del Nessun foto 5Parli promossa dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca dedicata alla valorizzazione della musica e di tutte le arti come elementi fondamentali nelle pratiche educative delle istituzioni scolastiche.
Il liceo “Galileo Galilei”, diretto dalla Prof.ssa Antonietta Pellegrino, ha partecipato all’evento con performance multidisciplinari eseguite da vari gruppi di studenti dell’Istituto e in particolare dagli allievi degli indirizzi Musicale e Coreutico, coadiuvati dai docenti di strumento delle discipline coreutiche e di arte.
foto 6Nell’occasione gli alunni hanno realizzato un videoclip per partecipare al concorso nazionale del MIUR “Il mio Nessun Parli”.
Brani musicali, canzoni, balletti e passerelle danzanti si sono alternati a rappresentazioni pittoriche en plein air, realizzate al momento a più mani, a letture, a recitazioni di testi e ad improvvisazioni varie.
All’evento ha partecipato anche una rappresentanza studentesca dell’Istituto Secondario di I Grado “Buonarroti Vinci”, che ha letto alcuni testi poetici della letteratura Italiana.
Nessun parli si è manifestata attraverso gli allievi in tutta la sua ecletticità, con una naturalezza che solo gli artisti possiedono. Gli studenti del Galilei di Mondragone hanno concluso la giornata con contaminazioni di musica classica con musica pop, eseguendo scenografie di danza classica, per poi passare repentinamente ad uno stile contemporaneo.
Al termine della manifestazione il nutrito pubblico ha cantato in piedi, con la mano sul cuore, l’Inno Nazionale eseguito dall’orchestra del liceo.

Harry di Prisco

Barilli e Beruschi omaggiano Giovannino Guareschi a Mangia come scrivi

7b82d689-1ba1-4c2e-b9d4-9426aa3a2dacBarilli e Beruschi omaggiano Giovannino Guareschi a Mangia come scrivi

Il regista parmigiano giovedì 30 novembre al Garibaldi di Cantù con il fotografo Paolo Simonazzi. Il comico milanese venerdì 1 dicembre alla Tenuta Santa Teresa di Parma con gli scrittori Egidio Bandini e Donato Ungaro

Le due stagioni di Mangia come scrivi si chiudono (prima di riprendere dopo le festività natalizie) con un dittico guareschiano, per celebrare il papà di Don Camillo e Peppone a epochi mesi dal via delle celebrazioni del cinquantesimo della sua scomparsa. Dopo aver omaggiato per quattro volte la figura di Giovannino Guareschi (2007, 2009, 2011 e 2015) con scrittori, intellettuali, artisti e l’indimenticata Carlotta Guareschi (la figlia di Giovannino, scomparsa nel 2015), la rassegna diretta dal giornalista Gianluigi Negri torna ad occuparsi del grande scrittore di Fontanelle, di nuovo con studiosi e artisti di fama. Le due cene prenatalizie “Mondo Guareschi” si terranno giovedì 30 novembre al Ristorante Il Garibaldi di Cantù e venerdì 1 dicembre all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma.

BARILLI, SIMONAZZI E IL MENU DI CANTÙ
La cena di giovedì 30 novembre a Cantù avrà come protagonisti il regista parmigiano Francesco Barilli e il fotografo Paolo Simonazzi. Il primo ha realizzato il bellissimo documentario “La vita di Giovannino Guareschi”, ha appena pubblicato il libro “Poltrone rosse e altri racconti” (Il Foglio Letterario) e si appresta a dirigere uno spettacolo teatrale adattando “I diari clandestini” di Guareschi. Il secondo ha realizzato l’importante progetto fotografico e documentario “Mondo Piccolo” che, proprio nel 2018, verrà ripresentato a Milano per le celebrazioni guareschiane. Gli chef del Garibaldi Alda Zambernardi e Marco Negri, appena premiati con la prestigiosa Corona Radiosa nel “Gatti Massobrio 2018”, proporranno, nel ricchissimo menu, anche gli inimitabili anolini di Parma e il Barolo 2013 Villadoria premiato al Decanter Wine Awards 2017. Inizio cena alle 20.30, info sul menu e prenotazioni: 031 704915.

BERUSCHI, BANDINI, UNGARO E IL MENU DI PARMA
La cena di venerdì 1 dicembre a Parma avrà come protagonisti il comico Enrico Beruschi e gli scrittori Egidio Bandini e Donato Ungaro. L’attore milanese (che nel 2012 ha realizzato un fortunato spettacolo teatrale su Guareschi, ripreso più volte) nella Bassa ha trovato la sua “seconda casa” (interpretando anche Verdi) ed annuncerà, insieme a Bandini (presidente del Club dei Ventitré), i progetti guareschiani del 2018. Bandini si presenterà con il suo libro “Buon compleanno, Don Camillo!” (Pagine), mentre Ungaro con “Mio zio Don Camillo, mio nonno Peppone…” (Faust).
Lo chef della Tenuta Santa Teresa Paolo Dall’Asta (inizio cena alle 21, info sul menu e prenotazioni: 0521 462576) riproporrà le ormai due tradizionali sfide prenatalizie di Mangia come scrivi: quella lanciata dalla rassegna nel 2013 tra anolini di Parma e anolini della Bassa (guareschiani) e quella, lanciata nel 2015, tra spalla cruda di Palasone e spalla cotta di San Secondo. I vini, come sempre, saranno selezionati da “Il Bere Alto” di Claudio Ricci che presenterà quattro etichette dell’Azienda Bré del Gallo della Bassa Parmense, produttrice anche della spalla cruda e del cotechino che sarà proposto come secondo. Per informazioni e prenotazioni: 0521 462578.

IL 2018 DI MANGIA COME SCRIVI
Nel corso della due serate il direttore artistico Negri annuncerà la seconda parte delle stagioni di Mangia come scrivi, con i cinque appuntamenti in programma da gennaio a maggio 2018. La rassegna riprenderà a Cantù giovedì 18 gennaio con Maurizio Nichetti e venerdì 26 gennaio a Parma con Ezio Guaitamacchi, Brunella Boschetti e Filippo Guaitamacchi (protagonisti dell’applauditissimo spettacolo “The Rolling Stones – Altamont) nei giorni scorsi a Mangiamusica.

Il menu prenatalizio di Cantù
menu guareschiano
CANTÙ
Ristorante Il Garibaldi
(piazza Garibaldi, 13)
Inizio serate: ore 20.30.
Info e prenotazioni: 031 704915

GIOVEDÌ 30 NOVEMBRE
Mondo Guareschi
OSPITI
Francesco Barilli e il fotografo Paolo Simonazzi

Il menu prenatalizio di Parma

PARMA
Antica Tenuta Santa Teresa
(strada per Beneceto, 26)
Inizio serate: ore 21.00.
Info e prenotazioni: 0521 462578

VENERDÌ 1 DICEMBRE
Mondo Guareschi
OSPITI
Enrico Beruschi, Egidio Bandini, Donato Ungaro

www.mangiacomescrivi.it

Sabato 25 novembre 2017 Marco Faraone all’Amnesia Milano

marco-faraone-900x600-650x433Sabato 25 novembre 2017 Marco Faraone all’Amnesia Milano

Sabato 25 novembre 2017 consolle tutta italiana all’Amnesia Milano. Da sempre i nostri connazionali sanno farsi onore come pochi altri nei club e nei festival di tutto il mondo, giusto quindi dedicare loro una serata di livello come il sabato sera dell’Amnesia. Sabato 25 il locale milanese propone due graditi ritorni: Marco Faraone, Malandra Jr. e Da Vid. Marco Faraone ha iniziato il suo percorso musicale sposando la causa dell’hip hop di Run DMC e Tupac, per poi arrivare alla House e alla Techno, dopo un intermezzo più che fisiologico con la drum n bass. Le sue produzioni discografiche sono uscite su Desolat (Loco Dice), Drumcode (Adam Beyer) e Moon Harbour (Matthias Tanzmann): tre etichette discografiche e tre dj che sono di casa negli eventi Amnesia. Niente avviene mai per caso.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

Sabato 25 novembre 2017 decimo compleanno Shed Club di Busto Arsizio

05_Claptone_Gibson Club_Credit Sabrina Feige_lowresSabato 25 novembre 2017 decimo compleanno Shed Club di Busto Arsizio (Varese): Dom Pérignon Luminous Label Party. Ospite speciale Claptone.

Sabato 25 novembre 2017 autentica serata di gala allo Shed Club di Busto Arsizio, in provincia di Varese, e non potrebbe essere altrimenti. Sabat0i 25 novembre il locale festeggia infatti il suo decimo compleanno con uno dei suoi party più acclamati, il Dom Pérignon Luminous Label Party, sempre abile nell’esaltare lo stile audace e senza tempo della maisòn francese e che ben si adatta ad una location elegante come lo Shed.

Come sempre i party Dom Pérignon vedono in consolle allo Shed ospiti speciali: sabato 25 novembre è il turno di Claptone, dj e produttore tedesco autore nel 2015 di ‘Charmer’, uno dei migliori album house del terzo millennio, nel 2016 firma della compilation ‘The Masquerade’ per l’etichetta discografica anglosassone Defected, quest’anno new entry al numero 69 nella Top 100 Djs della rivista Dj Mag.

dottor
Daniele Spadaro
press agent
mobile +39.335.6262260
skype danielespadaro1
www.spadaronews.co.uk

SAE Institute, Music Insiders e la Milano Music Week

SAE-900-x-600--650x433SAE Institute partecipa alla Milano Music Week con numerosi eventi di formazione e attività speciali; all’interno di Linecheck Festival promuove panel con ospiti internazionali e un team selezionato di studenti realizzerà contenuti audiovisivi in supporto alla comunicazione. Durante la Milano Music Week SAE Institute organizza e promuove Music Insiders, serie di seminari in programma da lunedì 20 a venerdì 24 novembre; nelle aule e negli studi del campus di via Trentacoste 14 si alterneranno professionisti della produzione discografica, artisti, manager, dj e sound designer. SAE apre così le porte del campus di Milano – una struttura unica nel suo genere con 19 studi di produzione – per dare vita a Ortica Music District: una lente d’ingrandimento per valorizzare l’offerta di contenuti legati alla musica all’interno dello storico quartiere-museo dell’Ortica. Per partecipare ai panel è sufficiente compilare i form di registrazione sul sito di SAE Institute.

 

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.sae.edu/ita/it

Sabato 18 novembre 2017 Benny Benassi allo Story di Padova

benny-benassi-low-res-650x433Sabato 18 novembre 2017 Benny Benassi allo Story di Padova

Story Club di Padova presenta un autentico ospite speciale:  il dj e produttore Benny Benassi (nella foto) è un’icona delle consolle di tutto il mondo, da oltre un decennio protagonista nelle più importanti consolle e nei migliori festival di tutto il mondo quali Coachella, Ultra, Tomorrowland, EDC e Beyond Wonderland, giusto per citarne alcuni. Vincitore dei Grammy Awards nel 2008, nel 2012 ha collaborato all’album “Celebration” di Madonna, così come in carriera ha remixato miti assoluti quali Bob Marley & The Wailers, Giorgio Moroder e i Rolling Stones.

Assai interessante infine il suo remix di “Prisencolinensinainciusol”, brano contenuto nell’album “Le Migliori” di Mina e Celentano dello scorso anno, uscito in origine nel 1973 e inserito nella colonna sonora della terza serie di Fargo. Il video è interpretato da Roberto Bolle. Sabato 18 allo Story in consolle insieme a Benassi i dj K Robin e Mike More. In prima serata cena-spettacolo con il Trio De Janero e quattro tipi di menù diversi.

more info: www.storyclub.it

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

Tagged benny benassi, Coachella, grammy awards, story padova, tomorrowland, ultra

Sabato 18 novembre Electric Naples con Tale Of Us

Electric-Naples-nov-2017-650x217 (1)Sabato 18 novembre Electric Naples con Tale Of Us

Sabato 18 novembre 2017 nuovo appuntamento con la rassegna Electric Naples al Club Partenopeo di Napoli. In consolle Tale Of Us e Flavio Folco. I Tale Of Us proseguono nella loro crescita e nelle loro esplorazioni inarrestabili: a settembre sono stati i primi dj a proporre uno show case di musica elettronica nella Gotham Hall di New York, al 1356 di Broadway, così come il loro album di debutto “Endless” è uscito nientemeno che su Deutsche Grammophon. Electric Naples torna dopo la serata di ottobre che ha visto protagonisti l’inglese Dave Clarke e il francese Shlømo.

more info: www.internationaltalent.it/it/eventi/electric-naples

join spadaronews on facebook

 

Venerdì 17 novembre Afterlife al Fabrique di Milano

TALE_OF_US_Afterlive_2017_900_600-650x433Ibiza, Barcellona, Amsterdam, Londra e Milano. Afterlife si conferma sempre più un viaggio musicale planetario, con poche e selezionate location dove approdare, dal Privilege di Ibiza al Sónar Off, dall’Amsterdam Dance Event al Fabrique di Milano, dove si celebra la sua première italiana venerdì 17 novembre 2017, con la musica di Tale Of Us (nella foto), Recondite (live) e Tijana T. I Tale Of Us proseguono nella loro crescita e nelle loro esplorazioni inarrestabili: a settembre sono stati i primi dj a proporre uno show case di musica elettronica nella Gotham Hall di New York, al 1356 di Broadway, così come il loro album di debutto “Endless” è uscito nientemeno che su Deutsche Grammophon. L’edizione milanese di Afterlife è organizzata da Amnesia Milano, in collaborazione con Loud Contact e Sincronie.

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.amnesiamilano.com