Chiarissima 2021 Chiari (Bs)

Chiarissima 2021 Chiari (Bs)

25 – 26 settembre 2021

Festival del Ben-Essere

Ingresso gratuito

Tanti eventi
Yoga
Tai chi
Musica
Teatro
Alimentazione sana e naturale
Ricco mercato

Parco di Villa Mazzotti

Sana 2021 Bologna

Sana 2021 Bologna

9 – 12 settembre 2021

Il Salone internazionale del biologico e del naturale di Bologna si articolerà quest’anno in tre macro aree: Food, Care&Beauty, Green Lifestyle.

A Perugia Corso Sommelier di 1° livello – al via le prenotazioni per partecipare

corso-sommelier-di-1°-livelloA Perugia Corso Sommelier di 1° livello – al via le prenotazioni per partecipare
A Perugia da lunedì 4 Ottobre alle ore 20,30 prenderà il via il Nuovo Corso Sommelier di 1° livello organizzato dall’Associazione Sommelier a tavola con Bacco (www.atavolaconbacco.it).

10 lezioni della durata ciascuna di oltre 2 ore, durante le quali saranno affrontati tutti gli argomenti fondamentali della degustazione del vino e del suo abbinamento al cibo, oltre alla figura del Sommelier e alla sua professione.

Il Corso di Formazione Professionale per diventare Sommelier è aperto a tutti, l’importante è che abbiano compiuto la maggiore età.

Al termine del 1° livello verrà rilasciato un Attestato di Partecipazione che permette l’iscrizione al livello successivo.

Il Corso Sommelier è rivolto principalmente a:

chi è alla ricerca di un lavoro nel campo dell’enogastronomia e crede che diventare Sommelier lo possa aiutare;
chi ha un sano interesse per il vino e voglia saperne di più;
tutti gli appassionati che sono amanti del bere consapevole e di qualità;
ristoratori e camerieri, anche alla prima esperienza;
agenti di vendita che vogliono capire meglio le caratteristiche di un vino per proporlo ai propri produttori vinicoli che sono bravi nel loro mestiere ma vogliono migliorare la propria cultura.

Per informazioni www.atavolaconbacco.it o 338 9676936.

Il numero di posti a disposizione è limitato!

Associazione Sommelier
a tavola con Bacco

La Segreteria

Via A. Manzoni, 217 – 06135 Perugia
segreteria@atavolaconbacco.it – www.atavolaconbacco.it 
Tel. 338.9676936

venerdì 22 ottobre 2021 Boris Brejcha @ Fabrique Milano

boris brejcha @ fabrique 22.10.21 1200x800venerdì 22 ottobre 2021 Boris Brejcha @ Fabrique Milano

La vita sceglie la musica, noi scegliamo come ballarla. Quella sottile euforia che si crea all’interno dei club e che da sempre crea un’atmosfera unica e magica tornerà venerdì 22 ottobre 2021 al Fabrique di Milano con il set di Boris Brejcha. Un nuovo capitolo di una storia che negli anni ha portato a Milano ospiti speciali assoluti quali Fat Boy Slim, Loco Dice, Peggy Gou, Ricardo Villalobos, Seth Troxler, Solomun, Sven Väth, Tale Of Us, The Martinez Brothers e tantissimi altri ancora. Si tornerà ad essere uniti e catturati dalla potenza della musica, dall’energia e da un linguaggio comune che da sempre sa boris brejchaconnettere i clubber di tutto il mondo e del quale non è possibile fare a meno.

Milano, mercoledì 28 aprile 2021
Daniele Spadaro
(addetto stampa – tel. 335/6262260)
info@spadaronews.com

dottor
Daniele Spadaro
press agent
mobile +39.335.6262260
skype danielespadaro1
www.spadaronews.co.uk

Argille naturali Alassio (Sv)

Argille naturali Alassio (Sv)

24 – 26 settembre 2021
Un weekend da “cacciatori” e “artefici” per scoprire le argille naturali del territorio e usare le mani per valorizzare la propria creatività.

Piante e animali perduti Guastalla (RE)

Piante e animali perduti Guastalla (RE)

25 – 26 settembre 2021

XXIV Edizione della Mostra mercato di varietà tradizionali di frutti, fiori, ortaggi, sementi e razze di animali rurali. Mostra mercato di prodotti eno-gastronomici, biologici, tipici e dimenticati. Animazioni, giochi antichi, incontri, laboratori, visite guidate, tavole rotonde.Piante e animali perduti Guastalla (RE)

A Mangiacinema 2.1 due imperdibili “assaggi” di Mangiamusica Salsomaggiore Terme (PR)

c8b567fb-34fd-8dbe-0f37-2eb0779b623cA Mangiacinema 2.1 due imperdibili “assaggi” di Mangiamusica
Sabato 25 settembre a Salsomaggiore il live “Silvio Capeccia plays Decibel – Piano solo” con lo storico tastierista della band di Enrico Ruggeri. Domenica 26 settembre “Amore, morte e rock ‘n’ roll”, il nuovo show di e con Ezio Guaitamacchi, affiancato da Andrea Mirò e Brunella Boschetti

SALSOMAGGIORE TERME (PARMA) – “Silvio Capeccia plays Decibel – Piano solo” e “Amore, morte & rock ‘n’ roll” sono i due spettacoli che fanno da anteprima alla nuova stagione di Mangiamusica. La rassegna, la cui quinta edizione si era svolta nel 2020 (causa covid) all’interno di Mangiacinema, tornerà quest’anno al Teatro Magnani di Fidenza. Mangiacinema, però, non vuole perdere il suo forte legame con il mondo delle sette note, coltivato a partire dalla prima edizione. Ecco perché, nelle ultime due giornate del Festival ideato e diretto da Gianluigi Negri (la cui ottava edizione si terrà a Salsomaggiore Terme dal 15 al 19 e dal 24 al 26 settembre, con il Palazzo dei Congressi come unica location), ci saranno due show: il primo di un artista che con i Decibel ha chiuso Mangiamusica nel 2019 (insieme a Enrico Ruggeri e Fulvio Muzio), il secondo di artisti che apriranno (in questo caso con Cristiano Godano come special guest) la prossima edizione di Mangiamusica a Fidenza, che debutterà al Teatro Magnani sabato 16 ottobre.

3e8cb3f5-09dc-c5da-a381-0603bb858efdSILVIO CAPECCIA PLAYS DECIBEL – PIANO SOLO
Silvio Capeccia, storico tastierista dei Decibel (la band di Enrico Ruggeri) e compositore, nella serata di sabato 25 settembre proporrà, reinterpretandole al pianoforte e partendo dal nuovo album “Silvio Capeccia plays Decibel – Piano solo” (Anyway Music/Believe), le più belle canzoni della band pioniera del punk rock italiano. Dai grandi classici (“Vivo da re” e “Contessa”) ai successi più recenti degli album “Noblesse oblige” e “L’Anticristo”, sarà un viaggio attraverso la storia dei Decibel, con brani straordinari presentati in un’inedita veste intima e intensa.

AMORE, MORTE & ROCK ‘N’ ROLL
Il nuovo show di Ezio Guaitamacchi “Amore, morte & rock ‘n’ roll” sarà l’evento di chiusura, nella serata di domenica 26 settembre, di Mangiacinema 2.1. Partendo dal suo nuovo libro, Guaitamacchi sarà in scena con i suoi “famosi” strumenti a corda, per raccontare le ultime ore di David Bowie, Leonard Cohen, Lou Reed e Freddie Mercury. Al suo fianco, Andrea Mirò (polistrumentista, cantante, attrice e direttore musicale dello spettacolo) e la formidabile vocalist Brunella Boschetti. Narrazione, suoni e visioni. Con dodici brani epocali arrangiati in modo originalissimo.

PARTNER 2021
Oltre al sostegno del Comune, per l’ottavo anno del Festival del cinema di Salsomaggiore (che porta nella città termale turisti, visitatori e grandi nomi dello spettacolo e del mondo del gusto) il main partner è Gas Sales Energia. Gli Special partner sono Infinite Statue del gruppo Cosmic Group di Salsomaggiore e Conad Centro Nord.
Media partner: Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), il settimanale Film Tv, l’agenzia di stampa Italpress, l’emittente Teleambiente, le testate GustoH24, Italia a Tavola e Stadiotardini.it.
I Premi Mangiacinema 2021 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

A Mauro Coruzzi (Platinette) il Premio Mangiacinema Pop Salsomaggiore Terme (PR)

72a26eda-fd7e-bc7e-b522-346b1d576c26A Mauro Coruzzi (Platinette) il Premio Mangiacinema Pop
Venerdì 24 settembre a Salsomaggiore la star della radiofonia italiana nell’evento “In arte Mauro, in parte Platinette”

SALSOMAGGIORE TERME (PARMA) – Difficile, in Italia, trovare una carriera pop come la sua. Mauro Coruzzi (che sul finire degli anni Novanta è salito alla ribalta nazionale con il suo alter ego Platinette al “Maurizio Costanzo Show”) si divide da sempre tra radio, televisione e musica. Ha fatto anche parti per il cinema, ha doppiato un cartoon, ha scritto libri, condotto programmi di cucina (nonostante un rapporto problematico con il cibo), partecipato a Sanremo e inciso due album.
Il poliedrico artista parmigiano ritirerà a Mangiacinema 2.1 – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso (in programma a Salsomaggiore Terme dal 15 al 19 e dal 24 al 26 settembre) il Premio Mangiacinema Pop durante la serata in suo onore “In parte Mauro, in arte Platinette” in programma venerdì 24 settembre. A condurre l’evento sarà l’amico scrittore e artista Lucio Nocentini. Nocentini da tre anni firma i Premi Mangiacinema e, nella passata edizione, ha presentato in anteprima nazionale il suo libro “Quello che le cantanti non dicono – Ma anche i cantanti non scherzano!”, nel quale compare in copertina proprio con Platinette (che nel volume lascia una traccia importante con i suoi interventi e commenti, sempre originali e puntuali).

8993f971-e43a-f042-d7e8-f988d19491b0IL PRIMO AMORE NON SI SCORDA MAI
Coruzzi ha iniziato a Radio Parma (la prima radio privata a trasmettere in Italia) nel 1975. Ed esattamente lì, un anno fa, è ritornato con il programma “Finalmente venerdì”. Dal lunedì al giovedì, invece, lo si può ascoltare su Rtl 102.5 in “Password”, che dal 2016 conduce al fianco di Nicoletta Deponti.
Ha inciso due dischi ed ha partecipato due volte a Sanremo: la prima, nel 2012, come ospite dei Matia Bazar (il cui fondatore Piero Cassano è stato tra gli artisti più apprezzati di Mangiacinema 2020); la seconda, in gara, in coppia con Grazia Di Michele nel 2015.
Numerosissimi i programmi televisivi sulla Rai e su Mediaset, sia in veste di ospite/opinionista che di conduttore. Da ricordare anche la conduzione de “La mia grossa grassa cucina” su La5. E poi, seppure spesso poco citate, ci sono le sue parti al cinema in “Caruso, zero in condotta” di Francesco Nuti, “Natale a casa Deejay”, “H2Odio” di Alex Infascelli, “Magnifica presenza” di Ozpetek.

PARTNER 2021
Oltre al sostegno del Comune, per l’ottavo anno del Festival del cinema di Salsomaggiore (che porta nella città termale turisti, visitatori e grandi nomi dello spettacolo e del mondo del gusto) il main partner è Gas Sales Energia. Gli Special partner sono Infinite Statue del gruppo Cosmic Group di Salsomaggiore e Conad Centro Nord.
Media partner: Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), il settimanale Film Tv, l’agenzia di stampa Italpress, l’emittente Teleambiente, le testate GustoH24, Italia a Tavola e Stadiotardini.it.
I Premi Mangiacinema 2021 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

Mangiacinema 2.1 si svolgerà nello splendido Palazzo dei Congressi: la bellissima Sala Cariatidi si chiamerà, per gli otto giorni del Festival, Sala Bud Spencer.

A Flavio Oreglio e Alberto Patrucco il Premio Mangiacinema Pop Salsomaggiore Terme (PR)

96ec7acf-e907-fa5d-db4e-072a8bc2434fA Flavio Oreglio e Alberto Patrucco il Premio Mangiacinema Pop
Domenica 26 settembre a Salsomaggiore l’evento “AbBrassens + L’arte ribelle”. E una speciale dedica all’indimenticabile Roberto Brivio

SALSOMAGGIORE TERME (PARMA) – Uno spesso “vede buio” ed è il maestro del “pessimismo comico”. L’altro è il campione della “brev art” (arte breve) e delle poesie catartiche. Entrambi hanno segnato la storia del costume e della televisione italiana con una comicità che guarda e punta in alto: al cabaret, quello vero, non greve. Quello che unisce teatro, canzone, riso e riflessioni.
Alberto Patrucco e Flavio Oreglio ritireranno a Mangiacinema 2.1 – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso (in programma a Salsomaggiore Terme dal 15 al 19 e dal 24 al 26 settembre) il Premio Mangiacinema Pop nel pomeriggio di domenica 26 settembre. E, nel Festival ideato e diretto da Gianluigi Negri, saranno protagonisti dell’evento “AbBrassens + L’arte ribelle”,.

7917a831-f7b3-3e79-4c0a-608d88204c2fPATRUCCO E BRASSENS – OREGLIO E LA STORIA DEL CABARET
I due artisti lombardi sono veri studiosi della risata. Perché hanno punti di riferimento colti. Perché, prima ancora che “sfornare” battute, hanno fatto e fanno ricerca su che cosa significhi fare ridere (e su come ottenere quell’effetto). Il grande pubblico potrebbe ricordarli per “Zelig”, ma, nel loro caso, è troppo riduttivo e non rende piena giustizia ai loro talenti riconosciuti.
Il massimo “brassensologo” italiano (e probabilmente non solo italiano) anticiperà contenuti del suo nuovo libro, dedicato al grande poeta e cantautore francese, in uscita a ottobre. Il fondatore dell’Archivio storico del Cabaret italiano ripercorrerà la storia di un genere che, da noi, ha avuto maestri come Gaber, Jannacci, Dario Fo, Franca Valeri (madrina di Mangiacinema 2015), Renato Pozzetto (Premio Mangiacinema – Creatore di Sogni 2019) insieme a Cochi Ponzoni.

IN RICORDO DELL’INDIMENTICABILE ROBERTO BRIVIO
Senza dimenticare I Gufi e il grande amico Roberto Brivio, portato via dal covid lo scorso 22 gennaio, al quale sarà affettuosamente dedicato un pomeriggio all’insegna dell’improvvisazione, della genialità, dell’imprevedibilità. Della “ribellione”.

I PREMI MANGIACINEMA DI QUESTA EDIZIONE
Oltre che a Oreglio e Patrucco, i Premi Mangiacinema Pop di quest’anno saranno consegnati a Lodo Guenzi, Syusy Blady, Vito, Mauro Coruzzi (Platinette), Daniele Persegani, Andrea Grignaffini, Sandro Piovani.
I Premi Mangiacinema – Creatori di Sogni andranno a Lucrezia Lante della Rovere e agli Oliver Onions (Guido e Maurizio De Angelis).
I Premi Mangiacinema 2021 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

PARTNER 2021
Oltre al sostegno del Comune, per l’ottavo anno del Festival del cinema di Salsomaggiore (che porta nella città termale turisti, visitatori e grandi nomi dello spettacolo e del mondo del gusto) il main partner è Gas Sales Energia. Gli Special partner sono Infinite Statue del gruppo Cosmic Group di Salsomaggiore e Conad Centro Nord.
Media partner: Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), il settimanale Film Tv, l’agenzia di stampa Italpress, l’emittente Teleambiente, le testate GustoH24, Italia a Tavola e Stadiotardini.it.

MODALITÀ DI ACCESSO AL FESTIVAL
Tutti gli eventi di Mangiacinema 2.1 si svolgono nella Sala Cariatidi (Sala Bud Spencer) del Palazzo dei Congressi e sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti a sedere disponibili. Accesso consentito 30 minuti prima di ogni evento. Vietato l’ingresso a evento in corso. Green Pass obbligatorio.

Natura Bio Modena

Natura Bio Modena

18 – 19 settembre 2021

La storica rassegna del biologico e del benessere
Due giorni dedicati alla salute e all’ecologia
Ingresso libero
Attività didattiche e dimostrative, laboratori per bambini….

Mangiacinema 2.1: in arrivo gli otto giorni più pop e golosi dell’anno

0932b317-02e6-5895-07d6-eaa165dd477dMangiacinema 2.1: in arrivo gli otto giorni più pop e golosi dell’anno
Dal 15 al 19 e dal 24 al 26 settembre a Salsomaggiore Terme tanti imperdibili appuntamenti. Ospiti d’onore della serata inaugurale i figli di Bud Spencer: Cristiana, Diamante e Giuseppe Pedersoli

SALSOMAGGIORE TERME (Parma) – Dai figli di Bud Spencer (Cristiana, Diamante e Giuseppe Pedersoli) agli Oliver Onions, dalla madrina Lucrezia Lante della Rovere a Lodo Guenzi, da Francesco Barilli a Syusy Blady, da Patrizio Roversi ai Gemelli Ruggeri, da Vito a Ricky Gianco, da Michele Serra ad Andrea Mirò, da Flavio Oreglio ad Alberto Patrucco, da Mauro Coruzzi (Platinette) a Daniele Persegani, da Andrea Grignaffini a Claudio Sanfilippo, da Lorenzo Bernardi a Hristo Zlatanov. Sono solo alcuni degli oltre cento nomi (tra artisti del gusto e artisti dello spettacolo) del cast di Mangiacinema 2.1 – Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso in programma a Salsomaggiore Terme da mercoledì 16 a domenica 19 settembre e da venerdì 24 a domenica 26 settembre. Saranno otto giorni stuzzicanti e imperdibili, con tanti spettacoli, show cooking, proiezioni appetitose, incontri con artisti, visite guidate, undici Premi Mangiacinema – Creatori di Sogni e Mangiacinema Pop, concerti.

a0acaecc-5ef7-3788-a014-2ab02b25c3e3L’omaggio principale dell’ottava edizione del Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri è dedicato a Bud Spencer (e anche alla sua carriera di nuotatore, grazie alla quale, proprio a Salsomaggiore, diventò il primo italiano a scendere sotto la barriera del minuto nei 100 stile libero il 19 settembre 1950). Mangiacinema 2.1 sarà anche un’edizione “Ritorno al futuro”, oltre che “Family Edition”, con l’aggiunta dell’hashtag #givelove a quello tradizionale #guardagustagodi.
L’edizione dello scorso anno ha avuto come evento speciale “Il cinema di Lino Banfi”, quella del 2019 è stata dedicata a Bernardo Bertolucci (e al suo legame con Salsomaggiore), quella del 2018 ha avuto come evento speciale “I 50 anni di cinema dei fratelli Pupi e Antonio Avati”. Senza dimenticare le altre edizioni: la 2017 dedicata a Fellini, la 2016 a Sordi, la 2015 a Totò e la 2014 a Ugo Tognazzi.

Attori, registi, intellettuali, scrittori, artisti, musicisti, chef, giornalisti: a Mangiacinema, che anche quest’anno si conferma il Festival più pop d’Italia, la cultura del cibo diventa intrattenimento e spettacolo per tutti. Una festa per gli occhi, una festa per il palato: con tantissime storie del gusto (selezionate) che verranno raccontate e “servite” in maniera unica e sorprendente, offrendo il meglio del Made in Salso, del Made in Borgo (Fidenza), delle Terre Verdiane e della Food Valley.

ALCUNI ASSAGGI DEGLI SPETTACOLI DI MANGIACINEMA 2.1
Nella serata inaugurale di mercoledì 15 settembre gli ospiti d’onore saranno i tre figli di Bud Spencer: Cristiana, Diamante e Giuseppe Pedersoli. Non mancheranno eventi speciali dedicati alla storica reunion del Gran Pavese Varietà (Syusy Blady, Patrizio Roversi, Vito e i Gemelli Ruggeri), al ricordo di Gianni Mura (con Michele Serra, Gigi Garanzini, Ricky Gianco, Claudio Sanfilippo, Claudio Rinaldi), dell’indimenticabile “Gufo” Roberto Brivio, di Bernardo Bertolucci e della moglie Clare Peploe. La madrina di Mangiacinema 2.1 è invece Lucrezia Lante della Rovere, che ritirerà il Premio Mangiacinema – Creatrice di Sogni. Il Premio Mangiacinema – Creatori di Sogni andrà anche agli Oliver Onions (con il nuovo album “Future Memorabilia” in uscita a ottobre) per i loro cinquant’anni di colonne sonore. I Premi Mangiacinema Pop verranno consegnati a Lodo Guenzi, Syusy Blady, Vito, Mauro Coruzzi (Platinette), Flavio Oreglio, Alberto Patrucco, Daniele Persegani, Sandro Piovani. Da non perdere anche due spettacoli musicali con Silvio Capeccia (storico tastierista dei Decibel, la band punk rock di Enrico Ruggeri) e con Andrea Mirò, Ezio Guaitamacchi e Brunella Boschetti.

Confermata la IX edizione di Life of Wine – 18 ottobre a Roma oltre 100 vecchie annate e 150 vini in degustazione

LoW--0236Confermata la IX edizione di Life of Wine – 18 ottobre a Roma oltre 100 vecchie annate e 150 vini in degustazione

Confermata la IX edizione di
Life of Wine
Evento unico nel mondo del vino dedicato alle
vecchie annate
Ai banchi di assaggio grandi cantine da tutta Italia
con più di 150 etichette e 100 vecchie annate

Hotel Radisson Blu – Roma
Dalle ore 10 alle 13.30 ingresso riservato a stampa ed operatori
Dalle ore 14.30 alle ore 21 apertura al pubblico

Sito Life of Wine

Confermata la IX edizione di Life of Wine, che si svolgerà domenica 18 ottobre all’Hotel Radisson Blu, garantendo tutti i protocolli richiesti per l’emergenza Covid-19 (utilizzo mascherine se non si sta degustando, misurazione temperatura, numero ridotto di ingressi, ovvero 100 visitatori a turno in uno spazio di oltre 800 mq, mantenimento della distanza che sarà controllata e fatta rispettare dal personale di sala addetto alla sicurezza, sputavini singoli e monouso).

Life of Wine – Viaggio nelle età del vino (www.lifeofwine.it), è un evento degustazione che ogni anno porta nella Capitale grandi etichette italiane e le loro preziose e spesso introvabili vecchie annate, per offrire ai wine lovers, alla stampa ed agli operatori, un viaggio nella storia dell’enologia italiana.

Ad attendere i visitatori nelle ampie ed arieggiate sale dell’Hotel Radisson Blu Es. Roma ci saranno i produttori, o alcuni dei loro più validi collaboratori, in postazioni individuali, che porteranno in assaggio l’ultima annata in commercio e almeno due vecchie annate di almeno una delle loro etichette più rappresentative.

Sarà così possibile assaporare nel bicchiere oltre 150 etichette di cui oltre 100 vecchie annate, dal ’58 fino ai giorni nostri, andando alla scoperta di tutto il Bel Paese.

Lista aziende e vini Life of Wine 2020

AGRIPUNICA
Santadi (SU) | Sardegna

Barrua Isola dei Nuraghi Igt
2009, 2011, 2013 e 2016
Montessu Isola dei Nuraghi Igt
2012, 2014 e 2017
Samas Isola dei Nuraghi Igt
2019

ANTONELLI SAN MARCO
Montefalco (PG) | Umbria

Montefalco Sagrantino Docg
2003, 2005 e 2008

BADIA A COLTIBUONO
Gaiole in Chianti (SI) | Toscana

Badia a Coltibuono Chianti Classico Riserva Docg
1958, 2006, 2010 e 2015

BEL COLLE
Verduno (CN) | Piemonte

Monvigliero Barolo Docg
2003, 2013 e 2016

BOSCARELLI
Montepulciano (SI) | Toscana

Vino Nobile di Montepulciano Riserva Docg
2010, 2013 e 2016

CAIAROSSA
Riparbella (PI) | Toscana

Caiarossa Rosso Toscana Igt
2005, 2006, 2009, 2010 e 2016
Aria di Caiarossa Toscana Rosso Igt
2016
Pergolaia Toscana Rosso Igt
2016
Caiarossa Bianco Toscana Igt
2018

CAMELI IRENE
(gruppo IL GRENACHE DEL PICENO)
Castorano (AP) | Marche

Red Marche Igt
2018

CANTINA SANTADI
Santadi (SU) | Sardegna

Terre Brune Carignano del Sulcis Superiore Doc
2000, 2005, 2008, 2011 e 2015
Rocca Rubia Carignano del Sulcis Doc
2017
Noras Cannonau di Sardegna Doc
2017
Pedraia Nuragus di Cagliari Doc
2019
Cala Silente Vermentino di Sardegna Doc
2019
Latinia Vino da uve stramature
2015

CANTINE POLVANERA
Gioia del Colle (BA) | Puglia

Polvanera 16 Vigneto San Benedetto
Primitivo Gioia del Colle Doc
2009, 2011, 2013 e 2015

CANTINE SAN MARZANO
San Marzano di San Giuseppe (TA) | Puglia

Sessantanni Primitivo di Manduria DOP
2014, 2015 e 2016

CAPANNELLE
Gaiole in Chianti (SI) | Toscana

Solare Toscana Igt
2007, 2010, 2012 e 2014

CAPEZZANA
Carmignano (PO) | Toscana

Ghiaie della Furba Toscana Igt
1999, 2005, 2010, 2013 e 2016

CARPINETO
Greve in Chianti (FI) | Toscana

Chianti Classico Riserva Docg
1990, 1995, 2007 e 2016
Vino Nobile di Montepulciano Riserva Docg
1989, 1997, 2010 e 2016

CIECK
San Giorgio Canavese (TO) | Piemonte

T Erbaluce di Caluso Docg
2009, 2013 e 2016
Alladium Erbaluce di Caluso Passito Riserva Doc
1996, 2001 e 2006
Alladium Erbaluce di Caluso Passito Doc
2013

CLARA MARCELLI
(gruppo IL GRENACHE DEL PICENO)
Castorano (AP) | Marche

Ruggine Marche Rosso Igp
2013 e 2014

COL D’ORCIA
Montalcino (SI) | Toscana

Brunello di Montalcino Docg
2011, 2014 e 2015
Rosso di Montalcino Doc
2018

COL DI CORTE
Montecarotto (AN) | Marche

Col di Corte Verdicchio dei Castelli di Jesi
Classico Superiore Doc
2015, 2016, 2017 e 2018
Sant’Ansovino Marche Rosso Igt
2014, 2015 e 2017

COLOGNOLE
Pontassieve (FI) | Toscana

Riserva del Don Chianti Rufina Riserva Docg
1993, 2009 e 2015
Vigna Le Rogaie Chianti Rufina Docg
2015
Chianti Rufina Docg
2016
Oltrepoggio Chardonnay Toscana Igt
2017

DIANETTI
(gruppo IL GRENACHE DEL PICENO)

Carassai (AP) | Marche
Michelangelo Bordò Marche Igt
2015 e 2016
ERSTE+NEUE
Caldaro (BZ) | Alto Adige
Puntay Chardonnay Alto Adige Doc
2007, 2009 e 2017
Puntay Pinot Bianco Alto Adige Doc
2008, 2014 e 2017
Puntay Kalterersee Classico Superiore Alto Adige Doc
2010, 2012 e 2017

FATTORIA SELVAPIANA
Rufina (FI) | Toscana

Chianti Rufina Riserva
1973 e 1980
Vigneto Bucerchiale Chianti Rufina Riserva Docg
2000, 2003, 2013 e 2016
Vigneto Erchi Chianti Rufina Riserva Docg
2016 e 2017
Chinati Rufina Docg
2018

IL BORRO
San Giustino Valdarno (AR) | Toscana

Il Borro Toscana Rosso Igt
2004, 2008 e 2016

IL COLOMBAIO DI SANTA CHIARA
San Gimignano (SI) | Toscana
Campo della Pieve Vernaccia di San Gimignano Docg
2014, 2016 e 2018

KETTMEIR
Caldaro (BZ) | Alto Adige

Athesis Pinot Bianco Alto Adige Doc
2013, 2015 e 2018

LAMOLE DI LAMOLE
Greve in Chianti (FI) | Toscana

Vigneto di Campolungo
Gran Selezione Chianti Classico Docg
2004, 2010 e 2016

LE CANIETTE
(gruppo IL GRENACHE DEL PICENO)

Ripatransone (AP) | Marche
Cinabro Marche Rosso Igp
2011 e 2015

LETRARI
Rovereto (TN) | Trentino

Brut Riserva Trento Doc
2005, 2008, 2010 e 2014

MADREVITE
Castiglione del Lago (PG) |Umbria

Il Reminore Umbria Bianco Igt
2016, 2017, 2018 e 2019
Glanio Colli del Trasimeno Doc
2013, 2015, 2016 e 2017
Che Syrah Sarà Umbria Igt
2011, 2012, 2013 e 2015

MARIA LETIZIA ALLEVI
(gruppo IL GRENACHE DEL PICENO)
Castorano (AP) | Marche

Arsi Marche Rosso Igt
2016 e 2017

MONTEVETRANO
San Cipriano Picentino (SA) | Campania

Montevetrano Colli di Salerno Igt
2006, 2008 e 2017

OASI DEGLI ANGELI
(gruppo IL GRENACHE DEL PICENO)
Cupra Marittima (AP) | Marche

Kupra Marche Rosso Igt
2016 e 2017

PALAZZONE
Orvieto (TR) | Umbria

Campo del Guardiano Orvieto Classico Superiore Doc
2007, 2013, 2014, 2015 e 2018

PANTALEONE
(gruppo IL GRENACHE DEL PICENO)

Colonnata Alta (AP) | Marche
La Ribalta Marche Rosso Igt
2015 e 2016

PLONERHOF
Marlengo (BZ) | Alto Adige

Exclusiv Alto Adige Sauvignon Doc
2017, 2018 e 2019
Exclusiv Alto Adige Pinot Nero Riserva Doc
2014, 2015, 2016 e 2017
Alto Adige Sauvignon Doc
2019
Alto Adige Riesling Doc
2019
Alto Adige Pinot Nero Doc
2018

PODERI SAN LAZZARO
(gruppo IL GRENACHE DEL PICENO)

Offida (AP) | Marche
Bordò Marche Rosso Igt
2016 e 2016

ROCCA DELLE MACIE
Castellina in Chianti (SI) | Toscana

Riserva di Fizzano Chianti Classico Riserva Docg
1995 e 2001
Riserva di Fizzano Chianti Classico Gran Selezione Docg
2011, 2013 e 2015
ROCCAFIORE
Todi (PG) | Umbria
Fiorfiore Umbria Grechetto Igt
2014, 2016, 2017 e 2018

SECONDO MARCO
Fumane di Valpolicella (VR) | Veneto

Amarone della Valpolicella Classico Docg
2010, 2011, 2012 e 2013

TENUTA CAVALIER PEPE
Sant’Angelo all’Esca (AV) | Campania

Opera Mia Taurasi Docg
2007, 2008, 2011 e 2013
La Loggia del Cavaliere Taurasi Riserva Docg
2012
Brancato Fiano di Avellino Docg
2017
Santa Vara Irpinia Falanghina Doc
2018
Nestor Fiano di Avellino Doc
2019
Vela Vento Vulcano Irpinia Rosato Doc
2019

TENUTA DI FIORANO
Roma | Lazio

Fiorano Rosso
1990, 2012 e 2014

TENUTA DI SESTA
Montalcino (SI) | Toscana

Brunello di Montalcino Docg
2012, 2013 e 2015

TENUTE SILVIO NARDI
Montalcino (SI) | Toscana

Vigneto Manachiara
Brunello di Montalcino Docg
2010, 2012 e 2015
Vigneto Poggio Doria
Brunello di Montalcino Docg
2010, 2012 e 2015
Brunello di Montalcino Docg
2006 e 2015

TERENZUOLA
Fosdinovo (MS) | Toscana

Fosso di Corsano Vermentino Colli di Luni Doc
2015, 2017 e 2019
Permano Vermentino Bianco Costa Toscana Igt
2017
Vigne Basse Vermentino Colli di Luni Doc
2019
Vermentino Nero Toscana Igt
2018
Cinque Terre Doc
2018

TRAERTE – VADIAPERTI
Solofra (AV) | Campania

Coda di Volpe Irpinia Dop
2012 e 2013
Fiano di Avellino Docg
2011
Greco di Tufo Docg
2016

VALTER MATTONI
(gruppo IL GRENACHE DEL PICENO)

Castorano (AP) | Marche
Rossobordò Marche Rosso Igt
2016

VILLA RAIANO
San Michele di Serino (AV) | Campania

Alimata Fiano di Avellino Docg
2013
Ventidue Fiano di Avellino Docg
2013
Contrada Marotta Greco di Tufo Docg
2013
Taurasi Docg
2012

VILLA VENTI

Roncofreddo (FC) | Emilia Romagna
Primo Segno Romagna Sangiovese Doc
2014, 2015, 2016 e 2017
Primo Segno Romagna Sangiovese
Longiano Riserva Doc
2011

Life of Wine, manifestazione ideata da Studio Umami di Roberta Perna e Marco Ghelfi – agenzia specializzata in comunicazione ed organizzazione di manifestazioni enogastronomiche – si avvale della preziosa collaborazione del giornalista ed esperto di vino Maurizio Valeriani.

Causa Covid-19 gli ingressi saranno a numero chiuso ed organizzati in tre turni:

– I turno, dalle ore 10.30 alle ore 13.30: ingresso riservato a stampa ed operatori;
– II turno, dalle ore 14.30 alle ore 17.30: apertura al pubblico (+ stampa e operatori)
– II turno, dalle ore 18 alle ore 21: apertura al pubblico (+ stampa e operatori)

Il costo d’ingresso – con possibilità di assaggio di tutti i vini presenti – è di 25 euro (ridotto 20 euro con tessera sommelier da presentare all’entrata), omaggio per operatori (una entrata ad esercizio) e per la stampa, blogger ed influencer con richiesta di accredito. Per maggiori info: Life of Wine

Info e Lista delle aziende presenti

Facebook

Info: Sito Life Of Wine| 329.9293459 – 347.0613646 | Scrivi a Life of Wine

Press Kit Life of Wine (Foto e Cs)

Life of Wine

Hotel Radisson Blu, Via Filippo Turati, 171 – Roma
Ingresso: Intero: euro 25 – Ridotto sommelier: euro 20
Omaggio operatori di settore (un ingresso ad esercizio)
Possibilità di richiesta di accredito per stampa, blogger ed influencer

Ufficio Stampa
Roberta Perna Comunicazione Enogastronomica
e Studio Umami

Roberta Perna – Mail– 329.9293459 – Sito Roberta Perna

Ben-Essere Autumn Cassano d’Adda (Mi)

Ben-Essere Autumn Cassano d’Adda (Mi)

18 ottobre 2020

Villa Borromeo
kermesse di professionisti ed aziende del mondo del benessere olistico, della salute, della bellezza e dell’artigianato

Eccellenza di Toscana , prova di fiducia nel futuro

858e0da6-7104-437a-9ed9-1bd50ed9b8d9Eccellenza di Toscana , prova di fiducia nel futuro

Il 5 e 6 dicembre alla Stazione Leopolda di Firenze

Il mondo dei produttori e delle associazioni plaude all’iniziativa di Ais Toscana, che mira a ricostruire con il primo evento aperto al pubblico del post Covid la strategica rete di relazioni tra imprese, sommelier, ristoratori e winelovers

Coraggio, strategia, tenacia, perseveranza e audacia le parole chiave che AIS Toscana ha scelto di mettere insieme per raccontare la propria fiducia nel futuro ed in particolare nella prossima edizione dell’Eccellenza di Toscana, la manifestazione in programma il 5 e 6 dicembre prossimi alla Stazione Leopolda di Firenze. Se ne è parlato ieri pomeriggio in una tavola rotonda “online” sul canale Facebook dell’associazione, insieme ai partners che saranno al fianco di AIS Toscana in questa avventura. Cinque interventi, ciascuno ispirato da uno dei cinque elementi che imprescindibilmente si 3ea61e8f-c2d4-4246-bff5-6060a8940ccfconcatenano affinché quella fiducia nel futuro possa trasformarsi nella concreta riuscita di un evento alla cui base c’è una grande prova di coraggio.
Quella di AIS Toscana di ritornare alle origini, riportando alla Stazione Leopolda un evento dedicato esclusivamente al mondo del vino, a cui hanno risposto positivamente tanto le Istituzioni quanto il mondo delle associazioni di rappresentanza. A condividere questo ambizioso progetto sono infatti la Regione Toscana in primis con la Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale e la Camera di Commercio di Firenze come partner istituzionali, mentre ci sarà Confartigianato Firenze a rappresentare il mondo delle imprese artigiane.

“Quello che stiamo compiendo con l’Eccellenza di Toscana – ha spiegato il Presidente di AIS Toscana Cristiano Cini – è un gesto di coraggio verso i produttori e verso chi muove il valore economico della nostra Regione. Coraggio di organizzare il primo grande evento ufficiale del mondo del vino nel centro Italia dopo l’emergenza Covid, per far tornare produttori, pubblico e la rete di partner storici dell’associazione. Vogliamo contribuire alla ricostruzione di questa comunità di relazioni, in cui AIS Toscana ha avuto da sempre un ruolo determinante. Siamo 4.100 soci, la realtà italiana di AIS tra le più numerose, quasi il 10% dei 43.000 a livello nazionale e questo conferma che abbiamo una buona struttura a sostegno di un progetto così importante. Vogliamo esserci – ha aggiunto Cini – per testimoniare l’importanza di investire sul futuro che deve tornare ad essere roseo il più velocemente possibile. I produttori hanno voglia di tornare a raccontare quello che fanno in vigna ed in cantina – ha concluso – e l’Eccellenza di Toscana sarà la prima grande occasione per tornare a parlare di vino, nel pieno rispetto delle regole anti Covid”.

L’impegno a fare della manifestazione di AIS Toscana un evento in totale sicurezza è stato ribadito anche dalla Responsabile Commerciale della Stazione Leopolda Giulia Lemme, che ispirandosi al concetto di tenacia ha assicurato che “i protocolli di sicurezza sviluppati per gli eventi in questo spazio hanno come obiettivo principale quello di evitare assembramenti ed è con la garanzia di offrire un servizio nella massima sicurezza possibile che confermiamo il nostro piacere ad ospitare nuovamente AIS e l’Eccellenza di Toscana”.

Il momento è delicato e in un contesto così variabile nel giro di poco tempo uno degli asset fondamentali da perseguire è l’adozione di una strategia che permetta di tenere comunque accesi i riflettori sulle grandi eccellenze gastronomiche della Toscana. “I nostri prodotti– ha spiegato il Segretario Generale della Camera di Commercio di Firenze Giuseppe Salvini – sono diventati un fenomeno economico importante: 58 denominazioni che sono uno straordinario strumento di marketing, capace di attrarre insieme al nostro patrimonio artistico milioni di turisti ogni anno. I sommelier di AIS Toscana – ha aggiunto – sono straordinari ambasciatori della toscanità nel mondo e questo è già un buon motivo per sostenerli nella coraggiosa scelta che hanno compiuto. Sono sicuro che la presenza fisica di tanti degustatori alla fine premierà questo coraggio”.

Insieme al coraggio, alla tenacia e ad una buona strategia, un altro ingrediente fondamentale per costruire un clima di fiducia nel futuro è senz’altro la perseveranza. “Quella del fare squadra, che oggi più che mai si rivela fondamentale – ha sottolineato il Presidente di Confartigianato Firenze Alessandro Sorani – nella nostra identità artigianato e vino viaggiano in parallelo, ci connotano come territorio e sono espressione di una bellezza rara. Saremo presenti anche noi all’Eccellenza di Toscana con una tipologia di artigianato particolare: il cibo da strada, una tradizione culinaria che persevera sulla tavola dei toscani da secoli e, contestualmente, si profila come espressione di contemporaneità”.

In tutto questo, non può mancare quel pizzico d’audacia conferita dai produttori, oggi più che mai interessati a ristabilire un contatto diretto con il pubblico dopo il distanziamento forzato. “Questo tipo di manifestazioni ci aiutano – è intervenuto Maurizio Mazzantini dell’Azienda Marzocco di Poppiano – perché valorizzano le eccellenze del territorio e siamo onorati di poter dare il nostro contributo. L’annata non è stata facile ma è proprio in questi contesti che si misura l’audacia: facendo investimenti in un periodo di flessione per potersi trovare, nel momento della ripresa, più avanti degli altri. Questo significa crederci”.

Ufficio Stampa AIS Toscana

Marte Comunicazione snc di Morganti e Tempestini
marzia.morganti@gmail.com ph 3356130800
ntempestini@gmail.com ph 3398655400
ufficio.stampa@aistoscana.it; www.aistoscana.it

L’Eccellenza di Toscana

L’Eccellenza di Toscana
Copyright © 2020 AIS Toscana,

Modena riparte da Acetaie aperte

3bf51ac4-833f-453c-9602-2697027ce009Modena riparte da Acetaie aperte

Domenica 27 Settembre in 30 acetaie della provincia

Con tutte le prescrizioni di sicurezza anti Covid-19, l’evento dedicato all’Aceto Balsamico di Modena IGP e all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, dà appuntamento ai foodie per una giornata alla scoperta dei segreti del prezioso condimento

Acetaie Aperte scalda i motori dell’edizione 2020. Un appuntamento più che mai carico di significati simbolici, quello con la manifestazione organizzata dal Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena IGP e dal Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, che domenica 27 settembre si erge con 30 acetaie della provincia modenese a baluardo della ripartenza, dopo il lockdown per l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

3fc2141f-9592-4ce3-903f-acede0a3e9e1 (1)Ecco allora che tra i programmi delle singole acetaie si leggono percorsi degustativi accompagnati da passeggiate nei vigneti, da una vendemmia dei piccoli e da dimostrazioni di cottura del mosto, con musica dal vivo, punti ristoro e merende a base di specialità tipiche del territorio, dal Lambrusco alle crescentine, fino alle crostate con marmellate di frutti antichi.

Un solo consiglio per chi il prossimo 27 settembre sceglierà di trascorrere la propria giornata tra le Acetaie Aperte: indossare scarpe comode, ed intraprendere scevri da altri pensieri questi viaggi sensoriali attraverso i profumi ed i sapori del territorio. In tutta sicurezza e rispettando le regole di distanziamento interpersonale si assaggia, ci si informa con le visite guidate in cui ci viene spiegata la filiera produttiva passo passo – su prenotazione per garantire l’accesso ai locali a piccoli gruppi alla volta – e alla fine ci si può anche cimentare a mettere in pratica le proprie conoscenze divertendosi con il Balsamiquizz o un’originale Caccia al Tesoro Balsamico che, proprio in base alle nozioni apprese durante la visita in acetaia, richiederà di risolvere enigmi e rispondere a quiz balsamici per poter raggiungere la meta finale.
balsamici per poter raggiungere la meta finale.

E infine, per testimoniare la propria presenza in questa giornata di festa diffusa, si potrà scattare un #selfieinacetaia e partecipare all’omonimo contest, diventando testimonial per un giorno di questo prodotto di eccellenza che più di ogni altro rappresenta nel mondo il Made in Italy agroalimentare.
Informazioni dettagliate su programmi, modalità di accesso ed indirizzi delle singole acetaie, tutte a ingresso libero, sono disponibili al sito www.acetaieaperte.com.

Ufficio Stampa Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP e Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Tel. 335 6130800 mail: marzia.morganti@gmail.com
www.consorziobalsamico.it

Acetaie Aperte 2020

Visite in acetaia

Un assaggio di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP

Mangiacinema 2020 e Mangiamusica – Mangiacinema Edition: in arrivo la settimana più pop e golosa dell’anno

2cfe0533-5388-4cbb-b87f-db1df832de53Mangiacinema 2020 e Mangiamusica – Mangiacinema Edition: in arrivo la settimana più pop e golosa dell’anno

Dal 16 al 23 settembre a Salsomaggiore Terme tanti imperdibili appuntamenti
SALSOMAGGIORE TERME (Parma) – Da Sergio Martino a Pupi Avati, da Gabriel Garko a Lamberto Bava, dai Gemelli Ruggeri a Stefano Disegni, da Andrea Mirò a Omar Pedrini, da Piero Cassano a Claudio Simonetti, da Vincenzo Zitello a Alberto Patrucco, da Claudio Sanfilippo a Daniele Persegani, da Ezio Guaitamacchi a Enzo Gentile. Sono solo alcuni dei nomi del cast di Mangiacinema 2020 – Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso e Mangiamusica – Mangiacinema Edition in programma a Salsomaggiore Terme da mercoledì 16 a mercoledì 23 settembre. Saranno otto giorni stuzzicanti e imperdibili, con tanti spettacoli, show cooking, proiezioni appetitose, incontri con artisti, visite guidate, i Premi Mangiacinema (Creatore di Sogni, Creatore di Incubi e Mangiacinema Pop, tutti realizzati dall’artista Lucio Nocentini), concerti.

La settima edizione del Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri ha come evento speciale “Il cinema di Lino Banfi”, dopo l’edizione dello scorso anno dedicata a Bernardo Bertolucci (e al suo legame con Salsomaggiore), quella del 2018 che ha avuto come evento speciale “I 50 anni di cinema dei fratelli Avati” e quelle del 2017 dedicate a Fellini, del 2016 a Sordi, del 2015 a Totò e del 2014 a Ugo Tognazzi.

Attori, registi, intellettuali, scrittori, artisti, musicisti, chef, giornalisti: a Mangiacinema, che anche quest’anno si conferma il Festival più pop d’Italia, la cultura del cibo diventa intrattenimento e spettacolo per tutti. Una festa per gli occhi, una festa per il palato: per la prima volta, per il rispetto delle normative anti-Covid, senza le tradizionali degustazioni gratuite per il pubblico, ma con tantissime storie del gusto (selezionate) che verranno raccontate e “servite” in maniera unica e sorprendente, offrendo il meglio del Made in Salso, del Made in Borgo (Fidenza), delle Terre Verdiane e della Food Valley.

ALCUNI ASSAGGI DEGLI SPETTACOLI DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Otto sono i Premi Mangiacinema (Creatore di Sogni a Sergio Martino, Creatore di Incubi a Pupi Avati, Lamberto Bava e Claudio Simonetti, Pop a Gabriel Garko, ai Gemelli Ruggeri e Stefano Disegni). Ma ci saranno anche anteprime nazionali di progetti musicali e libri, recital in esclusiva, una serata in ricordo di Franca Valeri (madrina di Mangiacinema 2015) con un video inedito, eventi sui 40 anni della scomparsa di John Lennon (e gli 80 dalla nascita), sui 50 anni della scomparsa di Jimi Hendrix, sui 50 anni di “Barbera e champagne” di Gaber, sui 40 anni da regista di Bava e sui 40 di carriera dei Gemelli Ruggeri, sui 45 anni di “Profondo rosso” e sui 35 di “Dèmoni”, sui 40 anni de “La moglie in vacanza… l’amante in città”…

Sfoglia il programma completo di Mangiacinema 2020
Sfoglia il programma completo di Mangiamusica 2020
Scarica i 2 programmi in pdf e in word
NORMATIVA ANTI-COVID E MODALITÀ DI ACCESSO AL FESTIVAL
Il Festival si svolgerà in sicurezza nel rispetto delle normative anti-Covid vigenti. Tutti gli eventi di Mangiacinema e Mangiamusica – Mangiacinema Edition sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti a sedere disponibili, con accesso consentito 30 minuti prima di ogni evento. Vietato l’ingresso a evento in corso. I posti saranno distanziati di un metro per tutti, ad esclusione dei congiunti. Obbligatorio l’uso della mascherina in tutti gli spazi del Festival.
Per accedere alle Terme Berzieri, il pubblico utilizzerà l’ingresso laterale dell’edificio.

I PARTNER DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Main partner della settima edizione di Mangiacinema (che ospiterà al proprio interno anche la quinta edizione di Mangiamusica) è Gas Sales Energia. Tra i media partner, Film Tv, Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), Gazzetta di Parma, Italia a Tavola, Gusto24H. Il Festival si svolge con il sostegno di Comune di Salsomaggiore Terme, Consorzio Terme Berzieri e Cinema Odeon.
I Premi Mangiacinema 2020 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

L’isola magica di Pāpiliōnem dà il benvenuto al Popolo di Tomorrowland per Tomorrowland Around The World, the digital festival

L’isola magica di Pāpiliōnem dà il benvenuto al Popolo di Tomorrowland per Tomorrowland Around The World, the digital festival

Tomorrowland svela Pāpiliōnem, la sua nuova casa pronta ad accogliere da ogni dove il Popolo di Tomorrowland durante Tomorrowland Around The World, The Digital Festival, in programma sabato 25 e domenica 26 luglio 2020. Un Festival al quale sarà possibile partecipare con il proprio device – Pc, laptop, smartphone o table – senza dover ricorrere ad alcun visore – e vivere l’intero festival, tutti i suoi stage e tutte le sue dimensioni, interagendo al meglio con i propri amici.

Sin dalla notte dei tempi antiche mappe e altrettanto antichi libri narrano di un’isola magica, da tempo dimenticata, dove risiedono infinite meraviglie naturali e alle quali possono accedere soltanto i più puri di cuore.
Nel pieno mezzo degli oceani, perfettamente isolata e indisturbata, risiede Pāpiliōnem, l’isola dove regna madre natura e che è pronta a dare il suo spettacolare benvenuto al Popolo di Tomorrow e a mostrare tutto il suo splendore e tutte le sue meraviglie.

Degli abitanti di Pāpiliōnem nulla è noto. Per quello che si sa, appare certo che l’isola sia dotata di spiagge incontaminate, cieli stellati, montagne con panorami mozzafiato, foreste incantate e tramonti dai colori unici. Sull’isola si possono trovare le creature più fantastiche, così come in un’unica giornata si possono vivere tutte e quattro le stagioni.
Madre Natura fa sempre in modo che tutto quanto si svolga nella più completa armonia, in modo da stimolare e soddisfare tutti i nostri cinque sensi: è così anche a Pāpiliōnem, dove il popolo di Tomorrowland può recarsi per celebrare la vita in una serie infinita di terre magiche, in un ambiente dovere regnano lilbertà, purezza e musica.

Da ogni punto di vista, una visita a Pāpiliōnem costituirà un’esperienza da ricordare tutta la vita, che cambierà per sempre chiunque la vivrà, perché quest’isola regalerà ai suoi visitatori emozioni e ricordi che porteranno per sempre nel proprio cuore.

Tomorrowland Around the World, the digital festival
•    Sabato 25 e Domenica 26 luglio 2020
• Dalle 16 all’1 di notte (CEST)
• ‘Time-zone-friendly’ per il pubblico dell’Asia e del Nord e del Sud America
• Aperto al pubblico di ogni età e di ogni luglio
• Accesso esclusivamente sul  tomorrowland.com
• Il biglietto giornaliero costa €12.50
• Il biglietto per il week-end €20.00 e include una settimana supplementare di contenuti video on-demand per rivivere appieno l’esperienza
• Disponibili pacchetti speciali denominati People of Tomorrow packages e Home Party packages. Tutte le informazioni in questo link
• informazioni e aggiornamenti:  tomorrowland.com

per interviste, accrediti e richiesta di ulteriore materiale grafico-illustrativo, come sempre in esistate a contattarmi. Buon proseguimento di giornata e a presto

Ufficio Stampa (Italia): Daniele Spadaro (info@spadaronews.com – 335/6262260 )

Tomorrowland Around the World – Pāpiliōnem – 1

Tomorrowland Around The World

Stage Overview – Tomorrowland Around the World
Our New Home

Tomorrowland Around the World

Il “Festival italiano della cucina con la cozza tarantina”

Festival cozza tarantinaIl “Festival italiano della cucina con la cozza tarantina” riparte da Gallipoli con la ventesima edizione

Il concorso gastronomico itinerante ha lo scopo di divulgare la conoscenza della cozza tarantina, eccellenza tipica locale, per valorizzare e promuovere il turismo enogastronomico

Sabato 18 gennaio si terrà a Gallipoli, in provincia di Lecce, la ventesima edizione del “Festival italiano della cucina con la cozza tarantina” e prodotti della gastronomia pugliese. Sono dunque trascorsi diciotto anni da quando il Cav. Uff. Cosimo Lardiello, Presidente del Centro di Cultura Renoir di Taranto, diede inizio con passione al concorso gastronomico itinerante su tutto il territorio nazionale con lo scopo di divulgare, in tante regioni italiane, la conoscenza della cozza tarantina, eccellenza tipica locale, per valorizzare e promuovere il turismo enogastronomico e l’immagine complessiva della città in cui viene allevato il mitile. La manifestazione, nel classico stile Renoir, negli anni è andata sempre più a crescere e ad affermarsi, riscuotendo unanimi consensi, tanto da essere imitata, senza avere successo, dai Comuni di Lerici, locandina XX edizione Festival cozza tarantinaMacerata e Cervia, per promuovere i loro prodotti tipici locali. Si riaccendono quindi i riflettori sul prezioso frutto del Mar Piccolo di Taranto, allevato in aree sottoposte a strettissimi controlli da parte delle autorità preposte, che ogni settimana definiscono la qualità e la salubrità, tanto che oggi i mitili del comprensorio indicato come secondo seno del Mar Piccolo di Taranto sono finalmente tornati ad essere classificati nella classe “A”, il prodotto quindi non necessita più di essere messo nelle vasche di stabulazione dopo la raccolta, le cozze potranno ora arrivare direttamente nelle case dei consumatori sempre freschissime, pulite, pronte da mettere in pentola. Il prodotto ha il suo periodo di riproduzione durante l’inverno e il miglior periodo per assaporarne la prelibatezza sono i mesi successivi. Come nelle precedenti edizioni il Festival sarà seguito dalla stampa locale e nazionale, alla manifestazione parteciperanno giornalisti provenienti da diverse città italiane e verrà ripresa – come nelle altre edizioni – dalle telecamere di Rai 2 , mandata poi in onda nella trasmissione “Eat Parade”. Proprio in questo momento di difficoltà Taranto ha bisogno di fare leva sulle sue qualità migliori e su nuove energie che possano contribuire a diversificare quello che viene definito il “business network”, cioè il “tessuto produttivo” a cui si fa riferimento per indicare le relazioni immateriali tra un produttore e l’altro, relazioni economiche, sociali e culturali che fanno sì che le imprese in un determinato territorio non siano isolate, ma interagiscano con le infrastrutture produttive cioè con tutti i mezzi tecnici, i servizi e strumenti che rendono possibile la produzione. Occorre quindi migliorare la filiera commerciale dei prodotti del mare di Taranto, attivando una seria politica di valorizzazione sul contesto italiano.
E’ questo l’obiettivo che il Festival in questi anni è riuscito a perseguire in tutte le sue tappe, stimolando la creatività dei vari chefs che si fronteggiano nella preparazione delle più fantasiose pietanze. Gli chefs provenienti da ogni parte d’Italia, appartengono tutti a prestigiose strutture ricettive, trasformano e arricchiscono con nuove proposte creative il mollusco bivalve con abbinamenti insoliti e accattivanti che esaltano la cozza tarantina, la vera protagonista dell’evento, conferendo nuove sensazioni al palato e scrivendo di volta in volta nuove pagine della storia della cucina italiana.
Gli chefs e i maîtres, che hanno accolto nelle loro cucine i mitili tarantini, diventano a loro volta, attori e diffusori dell’immagine del prodotto stesso attraverso l’elaborazione di centinaia di nuovi piatti da essere replicati dagli estimatori di tale prelibato frutto del mare jonico. Sarà l’Hotel Bellavista Club del gruppo Caroli Hotels di Gallipoli ancora una volta ad ospitare il Festival per la XX edizione 2020, sponsorizzando ufficialmente l’evento. Seguiranno poi gli appuntamenti itineranti in tutto il territorio nazionale: nel mese di Febbraio si svolgeranno quattro serate eliminatorie, riservate agli chefs e ai commissari di gara, presso il ristorante dell’ Hotel Lido Impero di Chiatona, vicino Massafra, in provincia di Taranto. Il 24 e il 25 Marzo si disputerà poi ad Aversa il Gran Premio “Pizza e Cozze Tarantine” a cui seguiranno altri appuntamenti ad Isernia, Civitanova Marche, Peschiera del Garda ed altri, per concludersi prima della stagione estiva. Il direttore organizzativo del “Festival italiano della cucina con la cozza tarantina” Cav. Uff. Cosimo Lardiello, per la ventesima edizione ha schierato a Gallipoli i più prestigiosi chefs nazionali ed internazionali componenti della squadra ufficiale nazionale del Festival, che rappresentano il Festival nelle competizioni più importanti nazionali ed internazionali, questi i nomi: Gianfranco Anzini executive chef di Napoli; Alessandro Angiola executive chef di Foggia; Vincenzo Cecere executive chef di Catanzaro; Nicola Altavilla executive chef di Taranto; Onofrio Terrafino executive chef di Gallipoli (Le).
La manifestazione sarà presentata da Angelo Caputo, Vice Direttore di Studio 100 Tv di Taranto. Il gruppo musicale Rua Katalana Quartet, nato dall’incontro di quattro amici musicisti con esperienze nei diversi stili musicali e appassionati della canzone classica e moderna napoletana, eseguirà brani del loro repertorio. E’ prevista la partecipazione di rappresentanti delle Forze dell’Ordine dei Comuni di Lecce e Brindisi, nonché di un numeroso gruppo di piloti dell’Aviazione Marittima Italiana con il loro Presidente nazionale Orazio Frigino e con i rappresentanti delle delegazioni delle Regioni Calabria, Marche, Lombardia, Toscana. Scopi dell’Aviazione Marittima Italiana sono quelli di diffondere l’idea del volo sportivo proprio in una regione d’Italia, la Puglia, che è una piattaforma naturale protesa nel Mediterraneo, dove le tradizioni aeronautiche hanno salda dimora e con dentro l’irresistibile voglia di vivere il cielo da protagonisti.
Harry di Prisco

Cena con Delitto al Ristorante Le Querce di Pieve d’Olmi (CR)

81095068_10157202636333143_3902475708269592576_oCena con Delitto al Ristorante Le Querce di Pieve d’Olmi (CR)

Scopri il gusto di una Cena con Delitto al Ristorante Le Querce di Pieve d’Olmi (CR) e trascorri una straordinaria serata all’insegna del giallo e del divertimento!

Ristorante Le Querce
Strada Provinciale 26
26040 Pieve d’Olmi (CR)

Sabato 1 Febbraio 2020 – Ore 20:30 (Sold Out)

Prezzo: 25 Euro (cena + spettacolo)

Menu
ANTIPASTO
Culatello e Strolghino di Zibello Giardiniera
PRIMO
Penne al Culatello
SECONDO
Culatello al Forno
CONTORNO
Patatine al Forno
DESSERT
Salame di Cioccolato con Crema di Mascarpone
Caffè

Bevande escluse

Info & prenotazioni:
Telefono: 0372-626341
Mobile: 334-7740437 (Stefano)
Email: info@cena-con-delitto.com
Website: www.cena-con-delitto.com
Website: www.showhouseliveclub.it

Puoi prenotare telefonicamente, per mail o attraverso il sito e pagare comodamente al ristorante la sera dell’evento.

Lo spettacolo è interattivo e prevede l’assegnazione di ruoli e costumi a componenti del pubblico.

Metti alla prova le tue doti intuitive e diventa investigatore per una sera!

Clicca qui per maggiori dettagli sull’evento del 1 Febbraio 2020:
http://www.cena-con-delitto.com/content/cena-con-delitto-1-febbraio-2020-pieve-dolmi-cr

Festival dell’Oriente Milano

Festival dell’Oriente Milano

Dal 31 gennaio al 2 febbraio 2020

Atmosfere affascinanti dell’Oriente

Musica
Danza
Benessere
Folklore
Intrattenimento
Gastronomia
Danza
Arti marziali
…..

Fiera Milano City ( Portello, linea lilla della metro) , 31 Gennaio e 1-2 Febbraio.elle
scopri di più SUL sito : http://festivaldelloriente.it/milano/
orario: 10.30 – 22.00

Tempo Reale.. Bar ristorante Le Querce Pieve D’Olmi

81474587_851132891987053_9191354477297270784_oTempo Reale.. Bar ristorante Le Querce Pieve D’Olmi

Sabato 18 gennaio 2020

Tornano a trovarci i bravissimi Tempo Reale.. Prima si mangia e poi si balla e si canta!!!!!! Prenotate il vostro tavolo in prima fila!!!

A Firenze La fucina della creatività

CHIAIA(1)A Firenze La fucina della creatività

Pitti Immagine edizione ‘97

A Pitti Immagine Uomo , edizione ’97, la mostra si trasforma in una straordinaria passerella dei talenti internazionali, 1.200 marchi provenienti da tutto il mondo per una continua scoperta, tra abiti tech, impulsi green e forme innovative grazie a venti nuovi arrivati da tutto il mondo capaci di dare un tocco di novità alla kermesse fiorentina.
Ma vincente rimane sempre il made in Italy, una fucina di creatività con i suoi maestri artigiani per uno showcase sull’eccellenza sartoriale al Four Season Hotel, dove lo scouting della 12° edizione del Salon of Excellence, di DeGorsi&Partner – Aleksandar Djordjevic e Cris Egger – intercetta giovani stilisti, nuove collezioni eseguite a regola d’arte, una lezione di stile, sfila la nuova eleganza, impeccabile, arricchita da dettagli audaci espressa da Sartoria Chiaia di Gennaro Annunziata, dal Calzaturificio Ducal di Marialisa Sani, le cravatte di Tom Viola, il camiciaio Alessandro Siniscalchi, le calzature Aleksandar Djordjevic e Cris Egger(1)e borse da uomo e donna di Viola Milano& Faggioli Atelier e il marchio del lusso di IVJ Gioielli.
Le camicie di Alessandro Siniscalchi, lo stilista ci racconta le sue camicie, il suo è un punto di vista anarchico, attraverso varie forme di lettura, nel rendere possibile e unica la camicia bianca che, vero e proprio paradigma dello stilista, evidenzia i suoi elementi progettuali più innovativi e le sue, infinite e seducenti, interpretazioni, mai banali ma ricche di osservazioni negli particolari dagli accenti iconici di una camicia, la mosca, il fessino, il cannoncino, gli orli, i tagli, il carrè e il sottomanica, le pieghe……un mondo che lo stilista Siniscalchi osserva, rispetta, stravolge il “fior di camicia” come si diceva, curandone ogni dettaglio, particolare, asola, bottone, un nodo, una piegatura….un papier de musique per uno stile vissuto, candide architetture di colli e polsi, con riferimenti storici per una grande struttura teatrale che è in sintesi una grande lezione di stile.
Gennaro Annunziata – Sartoria Chiaia – Un uomo che veste un “nuovo formale” dove la tradizione e l’innovazione rimangono le uniche guide e la qualità, in tutte le sue accezione, la prospettiva da seguire, e dunque una continua e nuova scoperta. Un Brand che fa sì che l’italian style prodotto in Campania sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury, esortando il visitatore a osservare la sua ispirazione che Calzaturificio DUCAL(1)ha avuto le sue fonti in arte, storia e magia unica aprendosi al contemporaneo senza abbandonare quella formidabile aura di eterna bellezza che l’ha resa celebre nel mondo.
Una passerella ideale con la sua preziosità nella Cappella del Four Season Hotel interamente affrescata, per il brand fiorentino Ducal di Marialisa Sani, dal 1937, le sue sono calzature importanti, che enfatizzano l’importanza della lavorazione hand made, un omaggio al fatto a mano, l’artigianalità che rappresenta uno scambio di culture attraverso il tempo e lo spazio, grande conoscenza dei materiali, pellami, cuciture, lavorazioni, sensibilità individuali, dunque il nuovo nella tradizione. Da una “bottega” fiorentina l’accessorio irrinunciabile che non può mancare nel guardaroba di un uomo per completare uno stile di vera eleganza.
Faggioli Atelier, un caleidoscopio di colori per la pelletteria dove la creatività è coniugata con i maestri artigiani del made in Italy, calzature e borse per uomo e donna, non stupisce che la borsa da donna sia, ancora oggi, l’accessorio femminile (oggi 81850989_3507443859298267_7107769518776123392_n(1)sdoganato anche dall’universo maschile) più desiderato al mondo.
E per finire IVJ Gioielli, brand disegnato dallo stilista toscano Mirko Fiorentini e prodotto in Italia, perfetto partner per il Salone delle Eccellenze di DeGorsi&Partner, tennis sfolgoranti di brillanti bianchi che si abbinano a tennis in brillanti neri, raffinatissimi, parure di orecchini e gioielli, il made in Italy della migliore oreficeria artigiana per la linea classica che si sposa alle creazioni più fantastiche e sognanti.
Salon of Excellence, di DeGorsi&Partner
Press: Cristina Vannuzzi

Le nuove tendenze moda 2020 Fagioli Atelier a Pitti uomo ‘97

L'uomo 2020 di Atelier Faggioli(1)Le nuove tendenze moda 2020 Fagioli Atelier a Pitti uomo ‘97

Dal mondo delle griffe, da quello che si è potuto vedere al Pitti Immagine Uomo 2020, arriva un importante segnale, anche la figura maschile è entrata prepotentemente come consumatore nel mondo della borsa di pelle, consumiamo meno ma meglio, educhiamo il consumatore, spingendo sulla cultura del prodotto, in termini di qualità e pregio, rispetto dell’ambiente, delle leggi, delle persone.
E da questi eventi sparsi in tutta la città, facendo diventare Firenze un contenitore meraviglioso delle Tendenze Moda di Pitti Uomo 2020, escono, come fosse il cilindro di un prestigiatore, i talenti più veri, nuovi, enfatizzati, segnalati dal Salon of Excellence, di DeGorsi&Partner dove Aleksandar Djordjevic e Cris Egger, sempre alla ricerca di brand di lusso emergenti, sono in esposizione al Four Season Hotel, location piena di glamour che si adatta perfettamente al Brand <a href=http://www.faggioliatelier.com/>FAGGIOLI ATELIER</a> che incanta il mondo della moda con l’ arcobaleno di colori delle sue creazioni in pelli esotiche.
Modelli e colori da uomo(1)E Faggioli Atelier ha perfettamente compreso che, anche se l’abito può essere low cost o meno appariscente, sono proprio gli accessori, le borse e le scarpe che rimangono il vero accessorio fashion, l’uomo che mostra la sua Bag da lavoro e calzature di altissimo livello e la donna che si riappropria della propria femminilità, con borse e calzature, “ritorna sui tacchi” e torna ad essere l’oggetto del desiderio che fino dal Medio Evo è sempre stata.
In Italia, specialmente nel settore conciario, le aziende sono impegnate a portare avanti con successo la manualità e l’estro dei maestri conciari italiani, i maestri d’arte, fondamentali nella moda, che con il loro estro, sono senza concorrenza per livello qualitativo e Faggioli Atelier rappresenta un esempio, in quanto si scorge che quella stessa passione è riletta in chiave contemporanea mantenendo vive quelle radici con una cifra stilistica moderna.

Palette coloriFaggioli Atelier sceglie con estrema cura i pellami, i modelli e le strutture delle borse, ma anche i dettagli quali chiusure, borchie, cuciture e tracolle di alta gamma, caratterizzati da un attento processo di realizzazione dove artigiano vuol dire mani e cervello, la tecnica viene dopo, ma prima di tutto far fare alle mani quello che il cervello pensa, crea, decide, sogna…….successivamente, si pensa alla ricerca del pellame migliore, la concia, i colori vegetali, le metallerie, tutto il mondo di accessori che ruotano intorno all’oggetto finito, un mondo di “cultura” del lavoro, il nostro artigianato unico ed esclusivo, che tutto il mondo ci invidia.

La Donna 2020 di Atelier FaggioliGli accessori di Faggioli Atelier sono fatti da artigiani italiani, “maestri” nella costruzione delle scarpe e delle borse, tacchi, tomaie, pellame, tutto di altissima qualità per donna e uomo che seguono l’evoluzione della moda, in una continua ricerca del nuovo e del bello, sottolineando dettagli che fanno subito moda e rendono il marchio icona per ogni fashion victim: una passerella di scarpe dai colori inaspettatamente vibranti e bon ton, la bellezza maschile e la femminilità esasperata di Atelier Faggioli, nuovo brand nato dall’azienda di famiglia che opera nel settore delle pelli pregiate sin dal 1994, gestito dalle figlie Alessandra e Nathalie Faggioli.

Sono state proprio le sorelle Faggioli, forti dell’esperienza maturata in azienda per 15 anni al fianco del padre, a realizzare la nuova collezione di pelletteria e calzature di lusso.
Come affermano le sorelle Faggioli “L’attenzione al dettaglio e all’alta qualità caratterizzano l’intero processo della nostra produzione con una ulteriore particolare attenzione alle tematiche attuali sulla certificazione delle concerie italiane e sulla tracciabilità dei pellami per assicurare la maggior trasparenza ai clienti per una moda che è, ormai, diventata un must”.

FAGGIOLI atelier SRL
Via Caselli, 11/C – 44124 Ferrara – Italy
T. +39 0532 681681
atelier@faggioliatelier.com
Press: Cristina Vannuzzi