Lorena Baricalla una farfalla a Montecarlo un’etoille per le stelle del calcio

Assante 2GoldenFoot_Gala_1711Lorena Baricalla una farfalla a Montecarlo un’etoille per le stelle del calcio

In punta di piedi, con la grazia e la leggerezza di una farfalla, come è vissuta tutta la vita, Lorena Baricalla è stata anche quest’anno Master of Ceremonies del Golden Foot Award a Monte-Carlo, importante Galà che premia le leggende del calcio mondiale che, così come per la Walk of Fame degli attori a Los Angeles, appongono le loro impronte nella Champions Promenade di Monte-Carlo.

Davanti ad un prestigioso parterre di ospiti vip provenienti dal mondo intero, Lorena ha presentato la serata in quattro lingue ed ha accolto sul palco il Principe Alberto di Monaco. Premiati Didier Drogba, Golden Foot Award 2013, e le Leggende del Calcio Carlos Valderrama, Osvaldo Ardiles, Jean-Pierre Papin.
Alberto Monaco GoldenFoot_Gala_1472Durante la serata Lorena ha avuto inoltre cavalieri d’eccezione: la movie star Armand Assante e l’action movie actor Tony Schiena.
In un evento di tale rilievo il connubio con la moda non poteva mancare. Richiesta come Fashion Testimonial Lorena è stata vestita per l’Award e per gli eventi collaterali da Uel Camilo e Gaetano Navarra, da Burak Uyan Shoes, ed ha portato i gioiellli della “Princesse Grace Collection” di MontBlanc Haute Joaillerie, della “Sheherazade Collection” di Pia Mariani Haute Joaillerie, e le nuove creazioni made in Italy di Rebecca Ballestra.
Etoile e coreografa dalla carriera internazionale, Lorena è anche cantante ed attrice. Sviluppa inoltre come produttrice tutta una serie di progetti e grandi eventi internazionali. 2Per questo sarà nei prossimi giorni l’interprete di un suo nuovo spettacolo per un Gala a Monte-Carlo, “Belle Epoque Cancan” su musiche di Offenbach.

La incontriamo dopo l’evento per chiederle commenti sul parterre prestigioso che ha incontrato e presentato, primo di tutti il Principe Sovrano Alberto di Monaco.

Come è stato il tuo rapporto con Armand Assante?
Un uomo ed un attore straordinario con una grande carriera alle spalle ma di una semplicità e di una gentilezza unica. Abbiamo legato da subito come se ci conoscessimo da anni!

Come ti sei trovata coi calciatori? Non è un mondo lontano dal tuo?
Potrebbe sembrarlo ma non è così, sia danzatori che calciatori si allenano quotidianamente, la danza anche se arte ha alla base un grosso impegno fisico. Inoltre Assanteentrambi dedichiamo la nostra vita alla nostra passione. Avendo intervistato ognuno di loro posso dire che ho potuto apprezzare uomini dalle personalità molto diverse ma con un denominatore comune: energia e passione. E’ questo che fa i grandi campioni.

La tua capacità a parlare le lingue ti ha aiutato a far fronte ad un evento come questo?
Si, per fortuna. La grande difficoltà di un evento internazionale è il dover presentare ed intervistare i campioni in tante lingue diverse. Ho dovuto parlarne cinque per il Golden Foot!
Sei richiesta come Fashion Testimonial.
IMG_4062aCertamente, dato che per presentare eventi di spessore internazionale parlo perfettamente 5 lingue, e io stessa, di origine italiana, francese, ceca e tedesca, sono diventata con il mio look “un crocevia” di stili e nazionalità ed è affascinante il mixage che faccio, ne nasce uno stile particolarissimo e personale, perché in un mondo che si muove in velocità, si possono inglobare stili e culture diverse in un importante messaggio dove la moda diventa importante veicolo.
Come hai scelto gli abiti per questo evento?
Certamente per un Award, le interviste e tutti gli eventi collaterali gli outfits sono molto importanti e sono stati studiati nei minimi dettagli da una carissima amica, Paola Monachesi. In tutto dieci outfits inclusi i quattro abiti da sera per presentare l’Award.
Abbiamo scelto i magnifici abiti da red carpet di Uel Camilo, un giovane stilista, che farà parlare molto di lui, una persona che apprezzo molto anche umanamente, e le splendide GoldenFoot_Gala_1899creazioni di Gaetano Navarra, un nome noto a tutti, con capi molto rock!
Bellissime le scarpe di Burak Uyan arrivate il giorno stesso in extremis da Los Angeles ed i gioielli che ho indossato: “Princesse Grace Collection” di MontBlanc Haute Joaillerie, “Sheherazade Collection” di Pia Mariani Haute Joaillerie, e le nuove creazioni della disegnatrice italiana Rebecca Ballestra.
Non sei solo etoile ma anche cantante, attrice, coreografa, writer e produttrice. Cosa ti ha portato a moltiplicarti così?
Molte sono le artiste che oggi giorno seguono questo tipo di percorso che qualificherei “all’americana”. Se vogliamo entrare nelle regole dello show business internazionale dobbiamo sapere fare molte cose. Contano la preparazione ed il lavoro, e capacità non solo artistiche ma anche manageriali per poter portare avanti i propri progetti.
Oltre al canto, la danza, sei una artista a 360 gradi, parlaci del tuo ultimo progetto?

5O9A0552Come tutti gli artisti porto avanti più progetti contemporaneamente.
Nell’immediato danzerò la settimana prossima in una mia coreografia a MonteCarlo e attualmente sono impegnata nelle prove. Poi sono richiesta come Ambasciatrice per una nuova webplatform per i professionisti del settore artistico che sarà lanciata nei prossimi mesi e che mi impegnerà parecchio all’estero. Non ultimo un progetto cinematografico in America, un innovativo progetto di entertainment “Origins”, del quale sono protagonista ed ideatrice insieme al Producer e mio manager Tino Genovese, attualmente in corso di sviluppo. Un progetto internazionale per il quale la Promo Art Monte-Carlo Production è in collaborazione con la Weta (Oscar per King Kong, Trilogia del Signore degli Anelli, Avatar) e le società di produzione americane Julius R. Nasso Production e Nova Entertainment. Un progetto importante dove anche Ennio Morricone ha dato la sua disponibilità per la creazione delle musiche.
La leggera farfalla si allontana, intrigante oggetto del desiderio, ammirata da artisti di tutto il mondo, apprezzata dai maggiori coreografi del secolo, da Balanchine a Ashton e da Forsythe ai Balletti Russi di Diaghilev, Rudolf Nureyev…ha condiviso le scene con José Carreras, Montserrat Caballé, Carla Fracci, Gigi Proietti, Riccardo Cucciolla, Nino Castelnuovo, Garry Kasparov, Roger Moore, Salomon Bourke, Armand Assante……un’opera d’arte in ogni suo movimento e ogni scelta, al centro del suo mondo i suoni e le storie dei suoi tanti paesi di origine, particolarmente la sua origine italiana, una artista che comunica con la musica e la danza, la sua vita e la sua arte una continua e sorprendente performance, i suoni ad unire le persone, a farsi voce di chi vuole unire i mondi.

www.lorenabaricalla.com
www.promoart-montecarlo.com

Lorena Baricalla una farfalla a Montecarlo un’etoille per le stelle del calcioultima modifica: 2013-12-18T15:14:27+01:00da musicaon
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento