Michele Miglionico ospite al Museo di Palazzo Mocenigo Venezia

Museo di Palazzo MocenigoMichele Miglionico ospite al Museo di Palazzo Mocenigo Venezia

Lo stilista Michele Miglionico partecipa alla conversazione/incontro  dal titolo “A Modo Mio – LUCIANA BOCCARDI RACCONTA LA MODA” organizzato dal Centro Studi di Storia del Tessuto del Costume e del Profumo ed espone le sue creazioni di Alta Moda  al Museo di Palazzo Mocenigo (Venezia).

Lo stilista Michele Miglionico  dialoga con Luciana Boccardi (nota giornalista e storica della moda) in uno degli incontri dedicati alla moda nel racconto a puntate mensili che il Museo della Moda di Palazzo Mocenigo  con  “A MODO MIO – LUCIANA BOCCARDI RACCONTA LA MODA” ha programmato da marzo a dicembre 2019 per esaminare ed analizzare, con la conduzione della giornalista Giovanna Pastega,  i vari settori della moda contemporanea, aprendosi a parentesi anche di interesse storico e relazionandosi con numerosi personaggi della moda.

Michele Miglionico e Luciana BoccardiIl capitolo “Moda è Spettacolo” è un excursus lungo il divenire di modi e  format dedicati oggi alle presentazioni di moda. Dalle sfilate silenziose degli anni lontani, il look della comunicazione ha conosciuto passaggi di vera e propria spettacolarità, tali da superare spesso l’attenzione per gli abiti protagonisti. La giornalista Luciana Boccardi ha esaminato con lo stilista lucano  alcune delle tendenze teatrali assunte dalla moda che in questi ultimi tempi ha scoperto un codice di rappresentazione che le permette di  affrontare le metafore religiose che gli stilisti esprimono con accenti di misticismo spettacolarizzato.

Durante l’incontro al Museo di Palazzo Mocenigo Michele Miglionico ha raccontato di come abbia interpretato con la collezione di Alta Moda  “Madonne Lucane” le tradizioni religiose della terra Lucana ed il rapporto antico delle sue donne con le statue venerate e le processioni.

Creata per sostenere la candidatura della città di Matera quale Capitale Europea della Cultura 2019 la collezione costruisce una connessione con il contemporaneo di un  Incontro con Michele Miglionico e Luciana Boccarditerritorio come luogo magico, pieno di bellezze e contraddizioni che ancora oggi  consacra per devozione gli abiti più belli e preziosi alle statue di culto.

Durante tale incontro sono stati presentati nove creazioni di Alta Moda che fanno parte della mostra “Madonne Lucane. Vestiti che profumano di incenso” già esposti nella chiesa  consacrata del Purgatorio a Matera che ha visto lo stilista Michele Miglionico raccontare attraverso un percorso eclettico e suggestivo il suo omaggio  al culto mariano in Basilicata.

Saranno otto i capitoli mensili che la giornalista Luciana Boccardi consegna al Museo della Moda e del Costume di Venezia attraverso: racconti, relazioni, aneddoti, frammenti della propria vita vissuta di una grande firma del  giornalismo di moda.

Tutte le conversazioni verranno registrate per entrare nell’archivio della Biblioteca di Palazzo Mocenigo che il Museo sta ampliando per consentire maggiore informazione al pubblico di studenti e di curiosi di storie della moda.

Gli  incontri:
marzo 2019:  PARLIAMO DI MODA  –  Introduzione al ciclo di conferenze; aprile 2019: LA GRANDE BELLEZZA– Moda e Arte; maggio 2019 ESSERE O APPARIRE; giugno 2019:  LA MODA E’ SPETTACOLO – Artigiani e Moda – Le Sfilate; settembre 2019: MODA & MEDIA- Giornalismo – Fotografia – Pubblicità; ottobre 2019:  IMPARIAMO LA MODA– Le Scuole – Moda maschile – Moda Bimbo; novembre 2019:  NOVE COLORI  – Il potere degli accessori;  dicembre 2019:  MODA DOMANI – Arrivano i “giovani”.

Michele Miglionico Couture

Press Relations and Public Relations: Nicola Altomonte

Mobile: + 39 3405402210

Website: www.michelemiglionico.com

Email: info@michelemiglionico.it
Facebook: www.facebook.com/Michele Miglionico Fashion Designer

Cittadella in Festa

52361873_2458652717523046_144011821097943040_nCittadella in Festa

Domenica 31 marzo 2019
Lonato del Garda Turismo
Piazza Martiri della Libertà 12, 25017 Lonato del Garda

Un tuffo nel passato con il Mercato storico, il Villaggio dei giochi medioevali, spettacoli e laboratori per i bambini

Domenica 31 marzo la suggestiva Cittadella medievale che circonda la Rocca di Lonato del Garda Brescia) farà un vero e proprio salto indietro nel tempo in occasione di Cittadella in Festa. Le vie dell’antico borgo si animeranno di artigiani in costume, cavalieri in arme e dame in corteo, che faranno rivivere in prima persona ai visitatori le atmosfere d’altri tempi, in una sorta di tuffo nel passato che porterà i visitatori anche a scoprire gli angoli più affascinanti e segreti del borgo medievale.

Gli antichi mestieri rivivranno in botteghe, ricostruite fedelmente sul modello di quelle dei mercati di piazza dell’epoca a rappresentare un vero e proprio museo vivente, e il pubblico potrà così conoscere da vicino lavori, arti e sapienze di un tempo: l’armaiolo, lo speziale, il ceraio, la cardatrice di lana, il mercante di stoffe, il ciabattino e molti altri ancora. Passeggiando per il borgo ci si potrà perdere quindi tra i profumi delle erbe aromatiche e delle spezie, osservare gli artigiani alle prese con i loro lavori e i mercanti che espongono la loro mercanzia, e incontrare i nobili che conversano fra loro e si soffermano nelle botteghe. In alcune botteghe saranno organizzati anche laboratori rivolti ai più piccoli, che potranno realizzare piccoli oggetti e semplici giochi, così come si facevano nel Medio Evo.

Sempre dedicato ai bambini, accanto al Mercato storico ci sarà il Villaggio dei giochi medievali, dove i più piccoli potranno divertirsi con alcuni giochi dell’epoca come il labirinto, il gioco delle tre torri, la volpe e le oche e il gioco dello sciamano. La giornata sarà animata anche da spettacoli, danze e balli dell’epoca.

Non mancheranno l’Accampamento storico con scenografie e attrezzistica dell’epoca, il Banco degli armaioli che spiegheranno uso ed evoluzioni di armi ed armature. Ad animare il tutto, figuranti che impersonificheranno cavalieri e scudieri, vivandiere e maniscalchi.

Cittadella in Festa sarà l’occasione per scoprire Lonato. Di antichissima storia, affacciata sul lago di Garda, per tutto il fine settimana l’incantevole cittadina svelerà ai visitatori i suoi tesori d’arte e storia. Fra l’altro, verranno proposte visite alla Torre Civica, alla Rocca e alla Casa del Podestà, fra le più affascinanti case museo italiane.

Informazioni
Fondazione Ugo Da Como
Via Rocca, 2 – Lonato del Garda (Brescia)
Tel. 0039 0309130060 – www.fondazioneugodacomo.it – info@fondazioneugodacomo.it

Ufficio informazioni turistiche Lonato del Garda
Piazza Martiri della Libertà, 12 – Lonato del Garda (Brescia)
Tel. 0039 03091392226 – www.lonatoturismo.it –
info@lonatoturismo.it

Carnevale di Bacco e Arianna Bardolino

49704085_2175167822546351_4815202111740444672_oCarnevale di Bacco e Arianna Bardolino

Sabato 23 febbraio 2019

Sabato 23 febbraio 2019 dalle ore 14:30 alle 18:30

Sabato 23 febbraio torna a Bardolino l’appuntamento con il carnevale di Bacco e Arianna, l’evento dedicato ai più piccoli che porterà nei vicoli del centro storico e sul lungolago, decine di maschere e gruppi folkloristici provenienti da ogni parte d’Italia. La partenza è prevista alle 14.30 da Piazzale Gramsci per poi toccare, tra le altre, Piazza Lenotti e Piazza Guerrieri, terminando la passerella in Piazza del Porto con giochi e gonfiabili per bambini e gli immancabili gnocchi Avesani accompagnati dal vino rosso Bardolino.

Il gran finale di Mangiamusica – La Stagione evento

b0e84be5-911b-47eb-acb3-e7640b2de843Il gran finale di Mangiamusica – La Stagione evento
Giovedì 6 dicembre la cena più ritmata dell’anno al Garibaldi di Cantù, con Ezio Guaitamacchi & Brunella Boschetti, Leonardo Follieri, Giulio Crotti ed il loro “Rock & Arte”

CANTÙ (Como) – Sono stati tra gli artisti più applauditi della quinta edizione di Mangiacinema, lo scorso settembre a Salsomaggiore Terme, dove hanno portato il loro spettacolo “La ruota del Rock”. Ora, sempre in coppia e con l’aggiunta degIi studiosi Leonardo Follieri e Giulio Crotti, Ezio Guaitamacchi & Brunella Boschetti saranno i protagonisti della grande festa di chiusura di Mangiamusica – La Stagione evento. ll quarto e ultimo appuntamento di questo spin off della storica rassegna Mangia come scrivi, nato dalla creativà del giornalista Gianluigi Negri, segna anche il termine di un ciclo di cene artistiche (uniche in italia e imitate come pochissime altre iniziative) che in Lombardia è approdato nel gennaio 2013 e, da allora, ha proposto oltre 50 appuntamenti di grande successo con nomi come Maurizio Nichetti, Francesco Baccini, Flavio Oreglio. Alberto Patrucco, Marco Ferradini, Ricky Gianco, Niccolò Agliardi, Marco Buticchi, Vincenzo Zitello, Mario Luzzatto Fegiz, Loredana Limone, Giorgio Terruzzi, Enzo Gentile, Massimo Cotto.

ROCK & ARTE
La cena “Rock & Arte” di giovedì 6 dicembre si terrà al Ristorante Il Garibaldi di Cantù 25d0a996-4ca7-4334-96cd-eaca98656bb2(inizio alle 20.30, info e prenotazioni: 031 704915) con il critico più rock d’Italia, accompagnato dai due giovani e appassionati studiosi Follieri e Crotti per presentare il nuovo libro che hanno scritto insieme per Hoepli. Copertine, poster, film, fotografie, moda e oggetti: il binomio “Rock & Arte” scandagliato con incredibile dovizia di particolari e contagiosa passione. Senza dimenticare la travolgente energia e carica dell’immancabile showcase musicale del Guaitamacchi performer, accompagnato dalla potente voce di Brunella Boschetti.

IL MENU DEGLI CHEF ZAMBERNARDI E NEGRI
Come sempre, quattro saranno le portate d’autore del menu proposto dagli chef del Garibaldi Alda Zambernardi e Marco Negri durante la cena: tra queste, da segnalare un risotto in cupola di culaccia accompagnato da polpettine di cinta senese all’aroma di tartufo nero, come primo, e, come secondo, un croccante filetto di maiale alla Wellington in crosta di pasta sfoglia. Il tutto annaffiato da tre vini friulani dell’Azienda Ronchi San Giuseppe (www.ronchisangiuseppe.com), selezionati da Alfonso Galvano di Vineggiando di Cantù.

LA SERA SUCCESSIVA A PARMA
Il giorno dopo, venerdì 7 dicembre, alla Trattoria I Du Matt di Parma si terrà la cena di Mangia come scrivi “Il nostro Guareschi” (evento speciale delle celebrazioni del 50° della scomparsa del papà di Don Camillo e Peppone) con Alessandro Gnocchi, Andrea Setti e Ezio Aldoni, Egidio Bandini.

IL FUTURO DELLA RASSEGNA
“Con questo appuntamento di dicembre – afferma il direttore artistico Gianluigi Negri – chiudiamo un meraviglioso ciclo durato sei intensissimi anni, nei quali, senza soluzione di continuità, abbiamo messo in piedi sei stagioni, ciascuna contenente almeno 8-9 appuntamenti. Uno sforzo produttivo e organizzativo enorme, che non saremo in grado di portare avanti con la stessa intensità: abbiamo portato a Cantù eventi di grande spessore, un giovedì al mese, “servendo” al pubblico spettacoli straordinari e mettendo sempre in primo piano la cultura. Con tre fondamentali ingredienti: spirito di volontariato, passione e voglia di condividere l’amore per la bellezza e la poesia che si trovano in ogni forma d’arte. Abbandoneremo il concetto “classico” di stagione, ma non è escluso che si possano riproporre in futuro eventi spot, magari pensando, certo con largo anticipo, al prossimo libro di uno scrittore e critico infaticabile proprio come Ezio Guaitamacchi”.

Pregusta il menu di “Rock & Arte”

www. mangiacomescrivi.it

Inaugurata l’opera “Storie di vite” realizzata dali stupenti dell Isis di Brugnera e sacile

Inaugurata l’opera “Storie di vite” realizzata dali stupenti dell Isis di Brugnera e sacile

Si è svolta stamane la cerimonia di premiazione del concorso e la presentazione dell’opera vincitrice

Stamane l’Impresa Carpenè Malvolti – all’interno della “1868 Gallery”, nella sede storica di Conegliano – ha inaugurato l’opera “Storie di Vite” realizzata dagli Studenti dell’ISIS di Brugnera, città natale del Fondatore Antonio Carpenè.
L’evento, inserito tra le iniziative istituzionali del calendario celebrativo del 150° Anniversario, si è svolto alla presenza del Consigliere all’Attività Produttive del Comune di Brugnera Gianni Rossetto, della Dirigente Scolastica dell’ISIS di Brugnera Simonetta Polmonari, del Sindaco di Conegliano Fabio Chies, degli Studenti dell’Istituto ISIS nonché della Famiglia Carpenè.
“La mia Famiglia – afferma Etile Carpenè, Presidente della Carpenè Malvolti – ha un legame particolare con Brugnera, perché lì è nato il mio bisnonno, fondatore nel 1868 della realtà imprenditoriale che oggi mi pregio di guidare insieme a mia figlia Rosanna. Con Antonio Carpenè, fin da giovanissimo fortemente motivato ad approfondire la conoscenza della Viticoltura e dell’Enologia e dei relativi fondamenti scientifici, verosimilmente si avvia la fase di sviluppo economico del Territorio Trevigiano attraverso la valorizzazione del patrimonio vitivinicolo. L’opera “Storie di Vite” vuole quindi rendere gratitudine alle Generazioni della mia Famiglia, che mi hanno preceduto e che hanno imperniato l’attività imprenditoriale sulla valorizzazione del Territorio sin dalle origini.
Ed è in questo senso che, per la realizzazione di tale opera posta a simbolo empirico della nostra attività imprenditoriale, abbiamo ritenuto doveroso coinvolgere gli Studenti di Brugnera perché la Città medesima rappresenta l'”origine prima” della nostra Impresa. Ed il coinvolgimento degli Studenti in un’attività concorsuale, che ha poi partorito l’opera medesima, ha voluto ancora una volta porre al centro l’impegno della mia Famiglia – ispirata da sempre dalla mission “Scienza e Coscienza” – nel sostenere la diffusione della cultura scientifica e dei valori etici in favore delle nuove Generazioni.
L’opera “Storie di Vite”, che è stata posizionata in una nicchia all’interno della “1868 Gallery” della Carpenè Malvolti, è stata realizzata dagli Studenti Gabriele Dalla Bona e Alex Zanette. La loro creazione, denominata in origine “vite stratificata”, è stata prescelta tra gli undici progetti che in modo meritorio hanno tradotto e rappresentato l’essenza della vita di Antonio Carpenè in un’opera simbolo della “Vite Imprenditoriale”.

Il Sindaco di Conegliano Fabio Chies ha posto l’attenzione sull’importanza di Antonio Carpenè sul passato e sul futuro del Territorio: “Oggi siamo a ricordare Antonio Carpenè partendo dalle sue origini per guardare al futuro. Per tutto l’anno abbiamo con piacere festeggiato lo storico anniversario dei 150 anni dell’Azienda e il connubio tra Carpenè Mavolti e la nostra storia enologica, in particolare in Conegliano perché Carpene è Conegliano e Conegliano è Carpene. L’opera è un segno tangibile di quanto l’attività di Antonio Carpenè sia stata determinate per il nostro territorio nell’arco di tutti e 150 gli anni trascorsi dall’apertura dell’Impresa Carpenè Malvolti e non solo”.

“Il progetto che ha coinvolto i nostri Studenti – ha sottolineato il Consigliere alle Attività Produttive Gianni Rossetto– non solo ha rappresentato un ideale ponte tra passato, presente e futuro della Carpenè Malvolti, ma ha altresì posto l’attenzione sull’importanza per i giovani di disporre di una Scuola che faccia sinergia con il Territorio e la relativa attività imprenditoriale. Come Conegliano con la Scuola Enologica, così Brugnera con l’ISIS: due Istituti Scolastici che, puntando sulle rispettive eccellenze territoriali, hanno costruito un’offerta formativa coerente nel tempo e con il contesto in cui sono inserite. Oggi abbiamo celebrato la figura di Antonio Carpenè, colui che nel 1868 ha dato i natali al Prosecco e siamo onorati di poter vantare a Brugnera il luogo di nascita di una mente tanto eccelsa ed illuminata”.

L’evento ha avuto inizio con una visita degli Studenti alla Scuola Enologica di Conegliano prima e della “1868 Gallery” della Carpenè Malvolti poi, a cui è seguita la cerimonia di inaugurazione dell’opera “Storie di Vite” ed il conferimento da parte del Comune di Brugnera e della Carpenè Malvolti degli attestati per il “Concorso Carpenè Malvolti 1868”. Il Primo Premio è andato agli Studenti Gabriele Dalla Bona e Alex Zanette per l’opera “Vite Stratificata”, il Secondo Premio agli Studenti Francesca Ostanel ed Andrea Vidotto con l’Opera “Vite Perlage” ed il Terzo Premio agli Studenti Matteo Campagna e Alessandro Zambon per l’opera “Il Filo della Vite”.
La cerimonia si è conclusa con la consegna al Consigliere alle Attività Produttive Gianni Rossetto ed al Dirigente Scolastico dell’ISIS Carniello, Simonetta Polmonari, di due delle 1.500 bottiglie celebrative “Magnum 150°”, numerate e dedicate da parte di Etile Carpenè, Presidente e testimone storico della Famiglia.

LE OPERE PRESENTATE

– la “Storia di Vite” si compone di 150 strati, corrispondenti ciascuno ad un anno dell’attività d’Impresa della Carpenè Malvolti. Come nei carotaggi di indagine geologica, ogni strato è una testimonianza di eventi storici e l’opera incarna un forte valore simbolico per la Famiglia Carpenè.

Gli altri progetti presentati sono stati:

– la “Vite Memo” realizzata dagli Studenti Alessandro Saccon e Lorenzo Feltrin, esclusivamente con tappi in sughero considerati oggetti della memoria per i brindisi negli ultimi 150 anni;
– “Vite Perlage” in cui gli Studenti Francesca Ostanel e Andrea Vidotto hanno richiamato il tema delle bollicine.
– la “Vite Minimal” ispirata allo spazialismo di Lucio Fontana ed ideata dagli Studenti Mattia Tonello e Luca Piva;
– la “Vite Pieno/Vuoto” degli Studenti Davide Chiumento e Pierluigi Ferrigno, in cui si intravede un palco con sipario che si schiude formando la sagoma di una enorme bottiglia, da cui la pianta della vite con radici e fusto si stagliano in controluce
– la “Vite Borgo” degli Studenti Gianluca Astolfi e Matea Ostic, che si sono ispirati al profilo delle case sulle colline di Conegliano;
– la “Vite Espressionista” definita con l’accumulazione in spirito naif di sottili componenti, ottenuti con sezionatura di veri fusti e tralci di pianta di vite, è stata realizzata dallo Studente Alex Lucchetta;
– la “Vite Profilo” degli Studenti Rosa Corazza e Asia Miniutti che, con un attento gioco di sagomatura e rotazione di pannelli, propone il profilo di Antonio Carpenè Fondatore dell’Impresa di fronte ad un pannello sagomato a formare la pianta della vite;
– la “Vite Porta” degli Studenti Alberto Moret e Luca Fregolent, in cui idealmente la vite diventa un suggestivo varco per entrare e conoscerne la storia;
– la “Vite Libro” proposta dagli Studenti Ronildo Basha e Giorgia Lorenzon risulta composta da tre pannelli articolati su un’unica «costa» come tre pagine di un libro.
– “Il Filo della Vite”, degli Studenti Matteo campagna e Alessandro Zambon in cui “la linea” in fil di ferro, come un ideale filo d’Arianna unisce il passato con il presente e il futuro senza caratteri o simboli.

Ufficio Stampa Carpenè Malvolti SPA

Marte Comunicazione snc

Cell. 3356130800 Marzia Morganti Email: marzia.morganti@gmail.com

Cell. 3398655400 Niccolò Tempestini Email: ntempestini@gmail.com

www.martecomunicazione.com ; www.carpene-malvolti.com

Carpenè Malvolti Spa – Via A. Carpenè 1 – 31015 – Conegliano (TV) – P.I. 00174380261

Festa di san Martino Patrono a Peschiera del garda 2018 organizzato da tourism peschiera

44100037_1001616106684267_212046138881081344_nFesta di san Martino Patrono a Peschiera del garda 2018 organizzato da tourism peschiera

Seguiteci con un like Lago di garda eventi
Dal 9 all’11 novembre 2018 si svolge la Festa di San Martino Vescovo, patrono di Peschiera del Garda.

Durante la festa si troveranno chioschi con specialità a cura delle associazioni del territorio. Domenica 11 novembre 2018 la festa chiuderà in bellezza con lo spettacolo pirotecnico “Incendio dei Voltoni”.

La sera dell’11 novembre spettacolo pirotecnico “Incendio dei Voltoni” ore 19.30.

Un cabaret di risate al Teatro Blu

45614039_2003900276355875_2642521604306763776_oUn cabaret di risate al Teatro Blu

ore 21:00

Teatro Blu
piazza giovanni XXIII, 37134 Verona

Sabato 10 novembre (ore 21), ArteFatto Teatro va in scena con lo spettacolo “Un cabaret di… risate”, un pot-pourri di personaggi che, fra sketch, caricature, monologhi, parodie musicali e canzoni originali accompagnerà lo spettatore in un crescendo di risate.

Tra gli altri, incontreremo sul palco un ballerino argentino con le sue frustrazioni amorose, un cinese “non tloppo” cinese, un muratore veneto alle prese con la cultura, un ragazzotto di provincia dall’animo candido e dalla fortuna avversa e un intollerante professore dalla lingua tagliente.

La formazione base è composta dagli irresistibili Fabrizio Piccinato e Jack Giacopuzzi, a cui si aggiungono il frizzante Cecio Bruschetta – frontman della band demenziale “Bruschetta Brothers”, che si esibisce da oltre un decennio tra Italia e Inghilterra e che propone un cabaret musicale “voce e chitarra”, con brani originali – e Petunio (al secolo Claudio Bazzan) che ci parlerà delle sue “personalissime” classifiche dei libri più venduti.
Dal connubio delle loro esperienze cabarettistiche, in cui si annovera la partecipazione ai laboratori di Zelig e di Verona Cabaret, nasce uno spettacolo originale e spassoso, dai ritmi assolutamente incalzanti.

Biglietti: intero € 7, ridotto € 4 (under 12).

Sail Away Jazz Quartet’ al Due Torri, Verona

17.04JazzMore2015FB.183828Sail Away Jazz Quartet’ al Due Torri, Verona

Venerdì 5 Giugno 2015

Eccoci all’11° ed ultimo appuntamento con la rassegna ideata e condotta da Jazz&More e Circolo Jazz Verona in collaborazione con Due Torri Hotel, prestigiosa Location in centro città, sostenuta da Banca Popolare di Verona e Advanced Consulting&Engineering, con il patrocinio del Comune di Verona.

Chiudiamo la prima parte della rassegna 2015 con il nostro direttore artistico FABRIZIO GAUDINO sul palco, a ri-presentare il suo primo bellissimo disco “SAIL AWAY”, accompagnato ottimamente da una sezione ritmica stilisticamente boppistica, in cui di volta in volta si mettono bene in luce lo stile e il fraseggio impeccabile di Danilo Memoli al piano, il contrabbasso corposo e agile di Nicola Barbon, lo swing poderoso di Riccardo Zorzi alla batteria. Un primo lavoro che sembra finalmente riportare il jazz là dove era partito, niente virtuosismi inutili, niente architetture precarie, ma passione allo stato puro! Si viene subito rapiti da Sail Away per poi essere quasi abbracciati e cullati da Ode to Elvine e Ninna Nanna For Maja. Poi è un susseguirsi di brani bellissimi come Five e Sophisticated Lady che vengono riproposti con una grande semplicità che coinvolge e conquista. Ninna Nanna For Maja, Ynnek e Remembering Nunzio mostrano il lato compositivo di Fabrizio molto legato alla tradizione ma sempre con un’anima forte e personale.

Per chi lo desidera, prima del concerto è possibile iscriversi al Circolo del Jazz e a Jazz&More, godendo di numerose facilitazioni, e cenare gustando le prelibate proposte del Due Torri Lounge&Restaurant. Una serata da non perdere, accanto ai complementi d’arredo solidali AZALEA HOME. Per l’occasione, tre belle lampade verranno messe all’asta e il ricavato andrà al progetto di solidarietà.
Programma

Ore 20.00 | Apertura Lounge&Restaurant
Ore 21.30 | Inizio Jazz Concert con
Fabrizio Gaudino, trumpet & flugelhorn
Danilo Memoli, piano
Nicola Barbon, bass
Riccardo Zorzi, drums

Prossimo concerto:
OTTOBRE 2015 QUARTET
Programma completo su JAZZ&More

Silvano, Fabrizio, Umberto

 

Info & Prenotazioni

Cena: speciale riduzione 20% sul listino Menù* Concerto: intero € 10,00 | ridotto € 8,00 per musicisti, minori, partner e convenzionati Tessera annuale: 15 Concerti € 100,00
* Cenando nel Louge&Restaurant potrete gustare le prelibate proposte dello chef Sergio Maggio, con tavolo riservato a Cena.

Mob. 335 6317228 | 345 3845373
Mail. jazzandmore.verona@gmail.com
Web. JAZZ&more

Bello Utile e Solidale

La Rassegna sostiene il progetto AZALEA HOME dedicato alla produzione di Oggetti e Complementi d’arredo belli e sostenibili, ideati e assemblati da Artisti con disabilità. La produzione offre Lampade, Cuscini, Candele e altro ancora, visibili alla pagina Azalea Home e in vendita al Gran Can RistorArte Hotel di Pedemonte (VR) tel 045 7701911.

JAZZ&More suoni sapori solidarietà

Associazione Culturale Musicale
sede legale: Via Dante Alighieri, 18
37010 Cavaion V.se (VR)
Mob. +39 335 63 17 228

Email: jazzandmore.verona@gmail.com

Raduno Nazionale del Blues Made in Italy, V Edizione a Cerea (VR)

Raduno Nazionale del Blues Made in Italy, V Edizione a Cerea (VR)

11 ottobre 2014

5° edizione
Premiato come “Miglior Festival Blues” in occasione della consegna degli Oscar del Blues 2012.

Al via il 3 Ottobre la Rassegna proposta da Circolo Jazz Verona e Jazz&More

top_r3_c1Al via il 3 Ottobre la Rassegna proposta da Circolo Jazz Verona e Jazz&More

Venerdì 3 Ottobre 2014

Una serata di grande musica al Due Torri Hotel, promossa da Circolo Jazz Verona e Jazz&More.

Grande musica e tante novità per il prossimo 3 Ottobre al DUE TORRI HOTEL, in occasione della serata di apertura della stagione autunnale, frutto della collaborazione tra lo storico CIRCOLO JAZZ VERONA e l’Associazione JAZZ&More.

Grandissimo il primo Ospite: il pianista DADO MORONI, che si esibirà in un concerto per Piano Solo. Nuove le modalità di partecipazione, portando il biglietto a 10 Euro e lasciando extra consumazioni al bar e cena, scontate del 20% per tutti i nostri Ospiti. Sei gli appuntamenti Live, dal 3 Ottobre al 19 Dicembre, sempre il I° e 3° Venerdì del mese, con possibilità di cena dalle ore 20.00 ed inizio concerto alle ore 21.30. Ecco alcuni nomi: Dado Moroni (grandissimo pianista), Eleonora Strino (giovane talentuosa chitarrista), Luigi Del Prete (batterista emergente tra i più richiesti), Paolo Senni (brillante bassista), Alberto Marsico (grande tastierista)…
Durante la serata sarà possibile iscriversi al Circolo del Jazz, godendo di numerose facilitazioni.

 

Programma

3.10 DADO MORONI Piano solo
(Special Event)

17.10 RANALETTA, SENNI, TONDO Trio

7.11 STRINO, MARSICO, DEL PEZZO Trio
(presentazione del disco ‘Tres Palabras’)

21.11 AS ONE 5Tet
(presentazione disco ‘Rosedawn’)

5.12 CONTE Trio

19.12 JERRY POPOLO Trio

Per maggiori informazioni vai su Autumn ’14

Grazie per la cortese attenzione

Silvano, Fabrizio, Umberto

Info e Prenotazioni

Concerto: € 10,00 | ridotto € 8,00* *musicisti, minori, Hp, partner e convenzionati
Cena e Consumazioni: riduzione 20% sul listino* *Cenando nel Louge&Restaurant potrete gustare le prelibate proposte dello chef Sergio Maggio, con tavolo riservato a Cena e al Concerto.

Mob. 335 6317228 jazzandmore.verona@gmail.com

Jazz&more

AZALEA HOME | Bello Utile e Solidale
La Rassegna sostiene il progetto AZALEA HOME dedicato alla produzione di Oggetti e Complementi d’arredo belli e sostenibili, ideati e assemblati da Artisti con disabilità. La produzione offre Lampade, Cuscini, Candele e altro ancora, visibili alla pagina Azalea Home e in vendita al Gran Can RistorArte Hotel di Pedemonte (VR) tel 045 7701911.

Jazz Concert con Gianni Cazzola, drums a JAZZ&More, suoni sapori solidarietà

Jazz Concert con Gianni Cazzola, drums a JAZZ&More, suoni sapori solidarietà

Jazz Concert con Gianni Cazzola, drums a JAZZ&More, suoni sapori solidarietà

Jazz Concert con Gianni Cazzola, drums a JAZZ&More, suoni sapori solidarietà
Venerdì 23 Maggio 2014

Penultimo appuntamento con JAZZ&More Spring al Due Torri Hotel, tra suoni sapori e solidarietà.

Appuntamento imperdibile il prossimo 23 Maggio con un nome storico del Jazz italiano, il batterista GIANNI CAZZOLA, accompagnato da un’altra storica colonna, il bassista Luciano Milanese. Accanto a loro, l’elegante Danilo Memoli al piano e l’energia di Fabrizio Gaudino alla tromba e flicorno.
Si conferma, quindi, ancora una volta l’attenzione della Rassegna per i Grandi Nomi e i Giovani Talenti del Jazz italiano, accanto ai Complementi d’arredo realizzati dagli Artisti con disabilità di Azalea Home e alle prelibate proposte dello chef Roberto Maggio. Il tutto al DUE TORRI Lounge&Restaurant con il sostegno di Banca Popolare di Verona, Circolo del Jazz, Accademia di Alta Formazione Musicale, Mediarete, Azalea Cooperativa Sociale. Non mancate..

Condividi l’invito > Inoltra a un amico | Facebook Like Button | Tweet Button

Programma

Ore 20.00: Apertura Ristorante
Ore 21.45: Jazz Concert co Gianni Cazzola, drums
Luciano Milanese, double bass
Danilo Memoli, piano
Fabrizio Gaudino, trumpet e flugelhorn

Info e Prenotazioni

Concerto: € 15,00 prima consumazione inclusa
€ 10,00 musicisti, minori e convenzionati
Cena + Concerto: € 50,00* *Cenando nel locale potrete gustare il “Menù della Serata” composto da Antipasto, Primo Piatto e Dessert, Acqua e Servizio inclusi (vini e bevande extra) con tavolo riservato a Cena e al Concerto.

jazzandmore.verona@gmail.com

AZALEA HOME | Bello Utile e Solidale La Rassegna sostiene il progetto AZALEA HOME dedicato alla produzione di Oggetti e Complementi d’arredo belli e sostenibili, ideati e assemblati da Artisti con disabilità. La produzione offre Lampade, Cuscini, Candele e altro ancora, visibili alla pagina Azalea Home e in vendita al Gran Can RistorArte Hotel di Pedemonte (VR) tel 045 7701911
JAZZ&More suoni sapori solidarietà
Associazione Culturale Musicale
sede legale: Via Dante Alighieri, 18
37010 Cavaion V.se (VR)

Festival di bass music -Marghera (VE)

Festival di bass music -Marghera (VE)

22 marzo 2014

Si preannuncia il festival più caldo dell’estate
Il Festival di bass music più importante d’Europa

Al Rivolta di Marghera

4 palchi
40 artisti

Venditti cover band In questa banda di ladri – Vicenza

Venditti cover band In questa banda di ladri – Vicenza

Martedì 31 dicembre 2013

Finalmente una Nuova Band ed un nuovo spettacolo…

Un Concerto della durata di 2 ore e mezza diverso dagli altri nel quale si intrecciano Musica e Poesia di un Grande Artista…

La voce di Angelo Sarro, autentico leader del Gruppo, le sonorità suggestive del Sax di Mario Savegnago, il mitico piano del maestro Matteo Jason Liani, le performance del grande chitarrista Andrea Dall’Ara, l’imperscrutabile ritmica del bassista Paolo Piccolo e l’incalzante ritmo di Marco Ceccon alla Batteria per farvi sognare e cantare dall’inizio fino al termine del Concerto!

Disponibili per Concerti in tutto il territorio nazionale (Piazze, Teatri, Sagre, Feste Pubbliche e Private).

Chiedete ulteriori info e un preventivo… Contatto diretto con la Band

Info Line:

Angelo Sarro

cell. 392 3554746

email: tributoavenditti@gmail.com

 

Vicenza

https://www.facebook.com/pages/Venditti-COVER-BAND-In-Questa-Banda-Di-Ladri/504140706274930

Louie Vega e Joe T Vannelli @ Beast Club di Venezia Mestre.

vannelli+vega @ jtv studiosLouie Vega e Joe T Vannelli @ Beast Club di Venezia Mestre.

Domenica 22 dicembre 2013 Louie Vega e Joe T Vannelli @ Beast Club di Venezia Mestre.
Domenica 22 dicembre al Beast Club di Venezia Mestre autentica sfida tra titani, veri e propri highlander della consolle: Louie Vega e Joe T Vannelli, ovvero musica house allo stato puro.
Louie Vega, prima con i Masters At Work poi con The Elements of Life, ha sempre saputo regalare autentiche perle musicali assolute. Vega ha vinto i Grammys sia nel 2004 che nel 2006, ha remixato tra gli altri The Beatles, Michael Jackson, Madonna, Bjork, Donna Summer, Nina Simone e George Benson. Tra le sue produzioni ed i suoi show più memorabili, doveroso ricordare la canzone “One Dream”, che ha composto e prodotto per Le Cirque Du Soleil, e la sua tournèe mondiale con l’ ensemble The Elements of Life, con picchi quali l’ esibizione al Blue Note Festival e al Superbowl Pre-Game Show della Nfl, la Lega statunitense del football professionistico. Questa primavera ha prodotto “Eclipse”
l’album di The Elements of Life uscito sull’etichetta di culto Fania Records.
Con la serata di domenica 22, Vannelli prosegue nel suo intensissimo dicembre, che lo vede protagonista nei migliori locali di riferimento, italiani e stranieri, così come il suo radio-show Slave To The Rhythm viene trasmesso con indici di ascolto e soprattutto di gradimento sempre più crescenti, sia Italia che all’estero. Il tutto senza dimenticare le sue produzioni ed i suoi remix, in attesa della nuova Supalova compilation, in uscita a fine gennaio 2014. Jtv si è già esibito insieme a Vega in serate epocali, e quella di domenica 22 dicembre si prospetta ancor più epocale.
domenica 22 dicembre 2013
Louie Vega e Joe T Vannelli
Beast Club di Venezia Mestre
(via Don Tosatto 9/11 – infoline 800110701 – www.beastclub.it)

Inaugurazione stagionale Beast Club di Venezia Mestre. In consolle Joe T Vannelli, Vannelli Bross e Igor.

vannelli consolle 2013 mediares.jpgSabato 26 ottobre 2013

L’istinto animale, l’amore per la musica, l’attrazione ancestrale per il ballo. Emozioni, attitudini e sensazioni che l’uomo non smette mai di cercare ed esaltare, e che fanno del clubber un autentico minotauro del terzo millennio. Da sabato 26 ottobre 2013 tutti questi elementi naturali, animali ed umani trovano un’adeguata dimensione territoriale nel rinnovatissimo Beast Club di Venezia

Mestre. Trattasi infatti del nuovo locale che prende il posto dell’Area, con le sue redini che restano saldamente in mano alla famiglia Vannelli.

 

Dopo quattro anni, il noto dj/produttore Joe T Vannelli torna infatti ad occuparsi in prima persona – insieme ai figli Vannelli Bross – della discoteca mestrina, che è stata completamenteristrutturata. Il nome Beast Club nasce da un’idea di Jtv in persona, in quanto si vuole enfatizzare il fattore animale, istintuale, quasi belluino che ogni uomo possiede. Un’autentica erma bifronte, con la quale l’istinto provocato dalla musica house e dall’arte del ballo vengono estaltati in un tripudio di colori, con particolare dominio del rosso, anima cromatica calda per definizione, e dal top di gamma per quanto concerne le tecnologie. Un progetto concepito dal designer Massimo Cadamuro, così come le grafiche sono state curate da Marco Marcomini e le foto da Angelo Lanza.

Anche su questo fronte, autentici professionisti ed artisti leader nei rispettivi settore di riferimento.

Si accennava alle mirabili tecnologiche di Beast Club. Basti pensare in particolare alla presenza di tre ledwall di ultima generazione grazie alla collaborazione con Technovision, azienda italiana leader nel settore, il laser Kwant ed il soundsystem, tra i migliori al mondo, curato da Dynacord.

 

Tra le altre novità di Beast Club, il ritorno della gallery nella parte alta del locale, a disposizione per giovani talenti che abbiamo modo di esprimere la propria arte con le rispettive mostre personali e spettacoli multimediali. Resta infine immutata la dancefloor e l’ubicazione della consolle, quest’ultima degna di uno palco di festival dance. Nel giro di poche settimane, Beast Club sarà aperta venerdì, sabato e prefestivi; allo studio anche una serie di domeniche pomeriggio. Nel complesso, una novità da salutare con grande entusiasmo, pronta a rivitalizzare il panorama del clubbing italiano ed internazionale. 

 

inaugurazione Beast Club di Venezia Mestre

(via Don Tosatto 9/11 – infoline 800110701 – www.beastclub.it)

in consolle Joe T Vannelli, Vannelli Bross, Igor

Host in the show Stefano Sabatini

 

Daniele Spadaro

press agent 

+39.335.6262260  mobile 

+39.02.86454630 phone

+39.02.86450025 fax

skype danielespadaro1

www.facebook.com/danielespadaro

twitter.com/DanieleSpadaro

c/o Level 2 

via Cesare Correnti 14

20123 Milano, Italy 

Venti Nuovi- Segnalato da Rossano Pinelli

Novembre/dicembre 2013

Fondazione Querini Stampalia – Venezia
Laboratorio Novamusica
Conservatorio “B.Marcello” – Venezia

Venti Nuovi
III edizione – novembre/dicembre 2013

ARF!
 
(Art cover by Cal Schenkel for Laboratorio Novamusica)

Se Venti Nuovi fosse un cagnolino (forse un barboncino di zappiana memoria), avrebbe ormai tre anni, sarebbe incollato alle vostre calcagna e abbaierebbe petulante e forse anche un po’ fastidioso le sue bizzarre idee musicali.
Con un poco di caparbietà siamo giunti alla terza edizione e abbiamo ideato un programma pieno di rarità, cambi di scena, ospiti illustri, organici strani e un progetto che non vuol essere soltanto una vetrina annuale, una rassegna tra le mille, ma una lettura della contemporaneità musicale che si addentra in territori inediti o perlomeno non consueti.
Ma la novità di quest’anno – oltre la nostra consueta attenzione alla comunicazione e alla “spiegazione” – sta nell’aspetto didattico e divulgativo: dopo le due prestigiose anteprime con Lukas Ligeti e Charlemagne Palestine, protagonista quest’ultimo anche di un emozionante seminario e incontro col pubblico, il Laboratorio Novamusica incontrerà i piccoli allievi delle scuole elementari per dar vita a Music Circus, un progetto didattico a cura di Cecilia Vendrasco tutto incentrato sulla figura di John Cage. 

Grazie anche alla prestigiosa collaborazione del Conservatorio “B.Marcello” – sempre in prima linea nel sostenere le tensioni creative della nuova musica a Venezia – continueremo con tre seminari/incontri con altrettanti grandi interpreti e compositori: Paolo Furlani – con il quale esploreremo tecniche combinatorie ma anche artigianali di una ipotetica bottega musicale del futuro – Luca Mosca – nella doppia veste di interprete al pianoforte delle proprie composizioni  e di autori del novecento storico ma anche comunicatore irresistibile ed infine Carlo Boccadoro, poliedrico e raffinato compositore e pianista che ci accompagnerà nei territori delle ultime enigmatiche composizioni pianistiche di Karlheinz Stockhausen.
Il festival vedrà naturalmente anche impegnato l’ensemble Laboratorio Novamusica in tre programmi nei quali abbiamo cercato la massima varietà di organici, stili e immaginazioni musicali  ma anche il divertimento dell’ironia e del gesto.
Una piccola sezione di video musicali  rari o inediti – ARF Happy Video – precederà di volta in volta i concerti e sarà un ulteriore occasione di scoperta e approfondimento degli autori e dei linguaggi e delle opere che verranno eseguiti dal vivo.
E dunque Frank Zappa (a vent’anni dalla prematura scomparsa), Louis Andriessen, Michael Mantler, Cornelius Cardew, Tim Berne, Jacob TV ma anche prime esecuzioni di Piero Bittolo Bon, Rossano Pinelli, Paolo Notargiacomo, Dan Di Maggio e Federico Costanza.
Infine – come trait d’union di tutti i concerti – le composizioni collettive e improvvisazioni del Laboratorio Novamusica impegnato nella traduzione musicale di quel petulante e inarrestabile cagnolino sguinzagliato alle vostre calcagna.

Arf! (she said)

Programma:

Novembre/Dicembre
Fondazione Querini Stampalia – Venezia
MUSIC CIRCUS
Laboratorio musicale per le scuole elementari
Con la partecipazioni delle scuole primarie “A.Diaz”, “G.Gallina”, “Duca D’Aosta”
A cura di Cecilia Vendrasco e Laboratorio Novamusica

19 Novembre
Sala Concerti del
Conservatorio “B.Marcello”
ore 16-19
CHE COMBINAZIONE!
QUADRATI MAGICI E COMPOSIZIONE
Incontro e seminario con
PAOLO FURLANI

23 Novembre ore 18
Fondazione “Querini Stampalia”
ARF HAPPY VIDEO 1
Aperitivo e Introduzione al concerto con video rari
FRANK ZAPPA/NUOVA CONSONANZA/LOUIS ANDRIESSEN/IGOR STRAVINSKY

Ore 19
Fondazione “Querini Stampalia”
Auditorium “G.Piamonte”
CAN I HELP YOU WITH THIS DUMMIES?
Musiche di ZAPPA/BITTOLO BON/PINELLI/ANDRIESSEN/NOVAMUSICA

Piero Bittolo Bon: Gorgotron per flauto e pianoforte
   
Frank Zappa:  The Girls in a statement to the press explains   
Can I help you with this dummies?    
Number 8
Nun Suite                       
Penis Dimension 
(trascrizioni di Giovanni Mancuso per flauto, clarinetto basso, chitarra elettrica e  pianoforte)

Rossano Pinelli: Graticelle (prima esecuzione)
(chitarra elettrica, pianoforte, contrabbasso, batteria)   
 
Louis Andriessen:  De Toren
(versione per pianoforte a 4 mani di Giovanni Mancuso dall’originale per carillon)   
Novamusica: Stops!     

Laboratorio Novamusica
Cecilia Vendrasco, flauto
Alberto Collodel, clarinetto basso
Ilic Fenzi, tromba
Umberto de Nigris, trombone
Lucia D’Errico, chitarra elettrica
Giovanni Mancuso e Carlo Carratelli, pianoforte
Andrea Carlon, contrabbasso
Peter Gallo, percussioni

 

26 Novembre ore 18
Fondazione “Querini Stampalia”
ARF HAPPY VIDEO 2
Aperitivo e Introduzione al concerto con video rari
BRUCE BICKFORD/BROTHERS QUAY/MARX BROTHERS/JOHN ZORN

Ore 19
Fondazione “Querini Stampalia”
Auditorium “G.Piamonte”

ALIEN
Musiche di MANTLER/MANCUSO/DI MAGGIO/NOVAMUSICA

Michael Mantler: Alien per tromba solista, pianoforte, contrabbasso e batteria

Giovanni Mancuso: Quay per pianoforte a 4 mani

Novamusica : Synthrio  (viola, trombone, synth) 
   
Michael Mantler: Duets  per chitarra e pianoforte  
 
Dan Di Maggio: Miniri 2 per clarinetto basso, percussioni e synth (prima esecuzione)

Arf Trio: Arf! (pianoforte, contrabbasso, batteria)     
Laboratorio Novamusica
Alberto Collodel, clarinetto basso
Ilic Fenzi, tromba
Umberto de Nigris, trombone
Lucia D’Errico, chitarra elettrica
Giovanni Mancuso e Carlo Carratelli, pianoforte
Andrea Carlon, contrabbasso
Piergabriele Mancuso, viola
Peter Gallo, percussioni

 

30 Novembre ore 18
Fondazione “Querini Stampalia”
ARF HAPPY VIDEO 2
Aperitivo e Introduzione al concerto con video rari
MARCEL DUCHAMP/EDGARD VARESE/STEVE REICH/CORNELIUS CARDEW

Ore 19
Fondazione “Querini Stampalia”
Auditorium “G.Piamonte”

VOLO SOLO
Musiche di CARDEW/COSTANZA/JACOB TV/MANCUSO/BERNE/NOTARGIACOMO/NOVAMUSICA

Cornelius Cardew: Volo Solo (versione per ottavino, chitarra, pianoforte) 

Federico Costanza:  Brother Bone Blues per pianoforte giocattolo amplificato, elettronica e basso elettrico
 
Jacob TV: Grab it! (per chitarra elettrica e soundtrack)       
Tim Berne: Sigh Fry/Spectacle /Jalapeno Diplomacy
(per clarinetto basso, chitarra e pianoforte)

Giovanni Mancuso: ImproKonzert fur Baron (trombone solista e tutti)  

Paolo Notargiacomo: Scurdammece ‘o passate
deriva esodale per pianoforte-zattera e musici erranti
(prima esecuzione)
              
Novamusica: Arf Improvisations      

Laboratorio Novamusica
Cecilia Vendrasco, flauto/ottavino
Alberto Collodel, clarinetto basso
Ilic Fenzi, tromba
Umberto de Nigris, trombone
Lucia D’Errico, chitarra elettrica
Giovanni Mancuso e Carlo Carratelli, pianoforte
Andrea Carlon, contrabbasso
Peter Gallo, percussioni

Con la partecipazione del duo
D’Errico/Costanza
Lucia D’Errico, basso elettrico
Federico Costanza, toy piano

 

2 Dicembre
Sala Concerti del
Conservatorio “B.Marcello”
ore 10-13
BREVE STORIA UNIVERSALE DEL RITMO
Incontro e seminario con
LUCA MOSCA

 

3 e 4 Dicembre
Fondazione “Querini Stampalia”
ore 10-12
MUSIC CIRCUS
Saggio finale
(riservato alle scuole)

3 Dicembre ore 18
Fondazione “Querini Stampalia”
ARF HAPPY VIDEO 3
Aperitivo e Introduzione al concerto con video rari
SCHOENBERG/STRAVINSKY/BERIO/STOCKHAUSEN

Ore 19
Fondazione “Querini Stampalia”
Auditorium “G.Piamonte”

AFFINITA’ ELETTIVE
LUCA MOSCA, piano solo

George Gershwin: Tre preludi
Arnold Schoenberg: Sei piccoli pezzi op.19
 Igor Stravinsky: Tango
Claude Debussy: 3 Studi (Pour les agréments, Pour les sonorités opposées,
Pour les arpèges composés)
Luca Mosca: 12 preludi
 8 capricci

 

10 Dicembre
Sala Concerti del
Conservatorio “B.Marcello”
Ore 10-13
DURATE NATURALI
Incontro e seminario con
CARLO BOCCADORO

ore 17-19.30
KARLHEINZ STOCKHAUSEN: NATÜRLICHE DAUERN
CARLO BOCCADORO, pianoforte

http://www.laboratorionovamusica.it/Ensemble.htm
http://laboratorionovamusica.ilcannocchiale.it/
http://www.laboratorionovamusica.it/Venti%20Nuovi.htm

Eros Ramazzotti – Verona

11, 13 e 14 settembre 2013

Arena
Verona

NOI World Tour 2013

Il tour seguirà la pubblicazione del nuovo album di inediti, “NOI”, uscito il 13 novembre su etichetta Universal Music Italy, da settimane in cima alle classifiche di vendita e air play radiofonico.

 http://www.totalconnect.it

Vinitaly Bottega Celebra il Bicentenario di Verdi e Wagner – Cristina

Renato_Bruson_01.jpgAlla presenza del grande baritono Renato Bruson, verranno presentate in questa occasione due bottiglie in vetro soffiato dedicate ai due grandi compositori.

Lunedì 8 aprile, ore 12,30, presso lo stand Bottega (C 7, Pad. 5)

Nel 2013 ricorre il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e di Richard Wagner, due tra i più grandi compositori di tutti i tempi, che hanno contribuito a rendere la lirica l’arte nobile per eccellenza. Nel corso di quest’anno diversi teatri, in Italia, in Germania e nel mondo, hanno in calendario un programma più o meno articolato per celebrare il genio dei due artisti.
In occasione del Vinitaly l’azienda Bottega ha inviato al proprio stand il grande baritono Renato Bruson, per portare il proprio tributo alla cultura lirica all’interno della massima rassegna italiana, dedicata al vino e ai distillati. Il gruppo trevigiano, attraverso le proprie grappe e i vetri che le contengono, ha cercato di interpretare la personalità dei due grandi uomini, dedicando ad entrambi un omaggio postumo ad alta gradazione.  
Giuseppe Verdi, sanguigno, parsimonioso, legato alla terra e alle tradizioni contadine, viene idealmente rappresentato da una selezione di grappa di Amarone, risultato della distillazione delle vinacce di uve rosse, lasciate precedentemente ad appassire su graticci.

Richard Wagner, algido, spigoloso, cosmopolita e bon vivant, potrebbe invece apprezzare una delicata grappa di Riesling che ha origine da profumate uve bianche, caratterizzate da sentori eleganti e fruttati. Il compositore tedesco era tra l’altro molto legato all’Italia e in particolare a Venezia, dove morì nel 1883. Nella città lagunare visse gli ultimi due anni della sua vita, ospite di Palazzo Ca’ Vendramin Calergi. 
Le bottiglie sono invece dei pezzi unici, appositamente creati dalla Soffieria Alexander per contenere i due nettari ad memoriam. Per Verdi il tributo si è concretizzato in una bottiglia in vetro soffiato da 3 litri che riproduce al suo interno il celebre cilindro nero, copricapo predilietto dal maestro di Busseto. A Wagner viene invece dedicata un’analoga bottiglia, caratterizzata al suo interno da un anello dorato, per evocare L’Anello dei Nibelunghi (Der Ring des Nibelungen), l’opera lirica che forse meglio rappresenta l’universo wagneriano.
Renato Bruson, “verdiano in pectore”, darà spessore alla presentazione, contribuendo a rafforzare i già solidi legami tra il mondo dell’enologia e quello della lirica.
Il duplice bicentenario dei due compositori, uno italiano e l’altro tedesco, cade in un anno particolare in cui i rapporti bilaterali tra Italia e Germania sono segnati da alcune incomprensioni. L’improrogabile necessità italiana di investire, per riprendere a crescere, si scontra infatti con il dogma tedesco del rigorismo a tutti i costi. Non è facile trovare la sintesi tra le ragioni dei due paesi che, al di là dello storico antagonismo calcistico e delle recenti tensioni legate allo spread, negli ultimi 60 anni hanno visto le rispettive economie strettamente interconnesse e sono stati due pilastri dell’Europa unita.
La celebrazione congiunta, nel segno del vino e della grappa, dei due maestri nati nello stesso anno vuole anche essere un segno per ritornare alla piena armonia e comprensione tra due paesi dalle esigenze molto spesso analoghe.

Contatti: Giovanni Savio – Bottega S.p.A. – Tel. 0438-406801

Bedros o il resto della spada – Perlage Srl

Giovedì 19 aprile 2012

Giovedì 19 aprile a partire dalle ore 20.30 in Fondazione Benetton la compagnia teatrale Zelda debutterà in provincia con “Bedròs o il Resto della Spada”, spettacolo teatrale dedicato al genocidio armeno. Per l’occasione sarà presente la Prof.ssa Antonia Arslan che aprirà la serata presentando il
suo nuovo libro, Il libro di Mush, ed introducendo la rappresentazione.

Al termine della serata sarà allestito un buffet accompagnato dal vino offerto da Perlage.

Maggiori informazioni sul sito della Compagnia Teatrale Zelda.  http://www.zeldasrl.com/index.php?pag=agenda&nid=442

Perlage Srl 
Via Cal del Muner 16
Farra di Soligo (TV)
Tel.39 0438 900203     
Fax +39 0438 900195
info@perlagewines.com