Eccellenza di Toscana , prova di fiducia nel futuro

858e0da6-7104-437a-9ed9-1bd50ed9b8d9Eccellenza di Toscana , prova di fiducia nel futuro

Il 5 e 6 dicembre alla Stazione Leopolda di Firenze

Il mondo dei produttori e delle associazioni plaude all’iniziativa di Ais Toscana, che mira a ricostruire con il primo evento aperto al pubblico del post Covid la strategica rete di relazioni tra imprese, sommelier, ristoratori e winelovers

Coraggio, strategia, tenacia, perseveranza e audacia le parole chiave che AIS Toscana ha scelto di mettere insieme per raccontare la propria fiducia nel futuro ed in particolare nella prossima edizione dell’Eccellenza di Toscana, la manifestazione in programma il 5 e 6 dicembre prossimi alla Stazione Leopolda di Firenze. Se ne è parlato ieri pomeriggio in una tavola rotonda “online” sul canale Facebook dell’associazione, insieme ai partners che saranno al fianco di AIS Toscana in questa avventura. Cinque interventi, ciascuno ispirato da uno dei cinque elementi che imprescindibilmente si 3ea61e8f-c2d4-4246-bff5-6060a8940ccfconcatenano affinché quella fiducia nel futuro possa trasformarsi nella concreta riuscita di un evento alla cui base c’è una grande prova di coraggio.
Quella di AIS Toscana di ritornare alle origini, riportando alla Stazione Leopolda un evento dedicato esclusivamente al mondo del vino, a cui hanno risposto positivamente tanto le Istituzioni quanto il mondo delle associazioni di rappresentanza. A condividere questo ambizioso progetto sono infatti la Regione Toscana in primis con la Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale e la Camera di Commercio di Firenze come partner istituzionali, mentre ci sarà Confartigianato Firenze a rappresentare il mondo delle imprese artigiane.

“Quello che stiamo compiendo con l’Eccellenza di Toscana – ha spiegato il Presidente di AIS Toscana Cristiano Cini – è un gesto di coraggio verso i produttori e verso chi muove il valore economico della nostra Regione. Coraggio di organizzare il primo grande evento ufficiale del mondo del vino nel centro Italia dopo l’emergenza Covid, per far tornare produttori, pubblico e la rete di partner storici dell’associazione. Vogliamo contribuire alla ricostruzione di questa comunità di relazioni, in cui AIS Toscana ha avuto da sempre un ruolo determinante. Siamo 4.100 soci, la realtà italiana di AIS tra le più numerose, quasi il 10% dei 43.000 a livello nazionale e questo conferma che abbiamo una buona struttura a sostegno di un progetto così importante. Vogliamo esserci – ha aggiunto Cini – per testimoniare l’importanza di investire sul futuro che deve tornare ad essere roseo il più velocemente possibile. I produttori hanno voglia di tornare a raccontare quello che fanno in vigna ed in cantina – ha concluso – e l’Eccellenza di Toscana sarà la prima grande occasione per tornare a parlare di vino, nel pieno rispetto delle regole anti Covid”.

L’impegno a fare della manifestazione di AIS Toscana un evento in totale sicurezza è stato ribadito anche dalla Responsabile Commerciale della Stazione Leopolda Giulia Lemme, che ispirandosi al concetto di tenacia ha assicurato che “i protocolli di sicurezza sviluppati per gli eventi in questo spazio hanno come obiettivo principale quello di evitare assembramenti ed è con la garanzia di offrire un servizio nella massima sicurezza possibile che confermiamo il nostro piacere ad ospitare nuovamente AIS e l’Eccellenza di Toscana”.

Il momento è delicato e in un contesto così variabile nel giro di poco tempo uno degli asset fondamentali da perseguire è l’adozione di una strategia che permetta di tenere comunque accesi i riflettori sulle grandi eccellenze gastronomiche della Toscana. “I nostri prodotti– ha spiegato il Segretario Generale della Camera di Commercio di Firenze Giuseppe Salvini – sono diventati un fenomeno economico importante: 58 denominazioni che sono uno straordinario strumento di marketing, capace di attrarre insieme al nostro patrimonio artistico milioni di turisti ogni anno. I sommelier di AIS Toscana – ha aggiunto – sono straordinari ambasciatori della toscanità nel mondo e questo è già un buon motivo per sostenerli nella coraggiosa scelta che hanno compiuto. Sono sicuro che la presenza fisica di tanti degustatori alla fine premierà questo coraggio”.

Insieme al coraggio, alla tenacia e ad una buona strategia, un altro ingrediente fondamentale per costruire un clima di fiducia nel futuro è senz’altro la perseveranza. “Quella del fare squadra, che oggi più che mai si rivela fondamentale – ha sottolineato il Presidente di Confartigianato Firenze Alessandro Sorani – nella nostra identità artigianato e vino viaggiano in parallelo, ci connotano come territorio e sono espressione di una bellezza rara. Saremo presenti anche noi all’Eccellenza di Toscana con una tipologia di artigianato particolare: il cibo da strada, una tradizione culinaria che persevera sulla tavola dei toscani da secoli e, contestualmente, si profila come espressione di contemporaneità”.

In tutto questo, non può mancare quel pizzico d’audacia conferita dai produttori, oggi più che mai interessati a ristabilire un contatto diretto con il pubblico dopo il distanziamento forzato. “Questo tipo di manifestazioni ci aiutano – è intervenuto Maurizio Mazzantini dell’Azienda Marzocco di Poppiano – perché valorizzano le eccellenze del territorio e siamo onorati di poter dare il nostro contributo. L’annata non è stata facile ma è proprio in questi contesti che si misura l’audacia: facendo investimenti in un periodo di flessione per potersi trovare, nel momento della ripresa, più avanti degli altri. Questo significa crederci”.

Ufficio Stampa AIS Toscana

Marte Comunicazione snc di Morganti e Tempestini
marzia.morganti@gmail.com ph 3356130800
ntempestini@gmail.com ph 3398655400
ufficio.stampa@aistoscana.it; www.aistoscana.it

L’Eccellenza di Toscana

L’Eccellenza di Toscana
Copyright © 2020 AIS Toscana,

A Firenze La fucina della creatività

CHIAIA(1)A Firenze La fucina della creatività

Pitti Immagine edizione ‘97

A Pitti Immagine Uomo , edizione ’97, la mostra si trasforma in una straordinaria passerella dei talenti internazionali, 1.200 marchi provenienti da tutto il mondo per una continua scoperta, tra abiti tech, impulsi green e forme innovative grazie a venti nuovi arrivati da tutto il mondo capaci di dare un tocco di novità alla kermesse fiorentina.
Ma vincente rimane sempre il made in Italy, una fucina di creatività con i suoi maestri artigiani per uno showcase sull’eccellenza sartoriale al Four Season Hotel, dove lo scouting della 12° edizione del Salon of Excellence, di DeGorsi&Partner – Aleksandar Djordjevic e Cris Egger – intercetta giovani stilisti, nuove collezioni eseguite a regola d’arte, una lezione di stile, sfila la nuova eleganza, impeccabile, arricchita da dettagli audaci espressa da Sartoria Chiaia di Gennaro Annunziata, dal Calzaturificio Ducal di Marialisa Sani, le cravatte di Tom Viola, il camiciaio Alessandro Siniscalchi, le calzature Aleksandar Djordjevic e Cris Egger(1)e borse da uomo e donna di Viola Milano& Faggioli Atelier e il marchio del lusso di IVJ Gioielli.
Le camicie di Alessandro Siniscalchi, lo stilista ci racconta le sue camicie, il suo è un punto di vista anarchico, attraverso varie forme di lettura, nel rendere possibile e unica la camicia bianca che, vero e proprio paradigma dello stilista, evidenzia i suoi elementi progettuali più innovativi e le sue, infinite e seducenti, interpretazioni, mai banali ma ricche di osservazioni negli particolari dagli accenti iconici di una camicia, la mosca, il fessino, il cannoncino, gli orli, i tagli, il carrè e il sottomanica, le pieghe……un mondo che lo stilista Siniscalchi osserva, rispetta, stravolge il “fior di camicia” come si diceva, curandone ogni dettaglio, particolare, asola, bottone, un nodo, una piegatura….un papier de musique per uno stile vissuto, candide architetture di colli e polsi, con riferimenti storici per una grande struttura teatrale che è in sintesi una grande lezione di stile.
Gennaro Annunziata – Sartoria Chiaia – Un uomo che veste un “nuovo formale” dove la tradizione e l’innovazione rimangono le uniche guide e la qualità, in tutte le sue accezione, la prospettiva da seguire, e dunque una continua e nuova scoperta. Un Brand che fa sì che l’italian style prodotto in Campania sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury, esortando il visitatore a osservare la sua ispirazione che Calzaturificio DUCAL(1)ha avuto le sue fonti in arte, storia e magia unica aprendosi al contemporaneo senza abbandonare quella formidabile aura di eterna bellezza che l’ha resa celebre nel mondo.
Una passerella ideale con la sua preziosità nella Cappella del Four Season Hotel interamente affrescata, per il brand fiorentino Ducal di Marialisa Sani, dal 1937, le sue sono calzature importanti, che enfatizzano l’importanza della lavorazione hand made, un omaggio al fatto a mano, l’artigianalità che rappresenta uno scambio di culture attraverso il tempo e lo spazio, grande conoscenza dei materiali, pellami, cuciture, lavorazioni, sensibilità individuali, dunque il nuovo nella tradizione. Da una “bottega” fiorentina l’accessorio irrinunciabile che non può mancare nel guardaroba di un uomo per completare uno stile di vera eleganza.
Faggioli Atelier, un caleidoscopio di colori per la pelletteria dove la creatività è coniugata con i maestri artigiani del made in Italy, calzature e borse per uomo e donna, non stupisce che la borsa da donna sia, ancora oggi, l’accessorio femminile (oggi 81850989_3507443859298267_7107769518776123392_n(1)sdoganato anche dall’universo maschile) più desiderato al mondo.
E per finire IVJ Gioielli, brand disegnato dallo stilista toscano Mirko Fiorentini e prodotto in Italia, perfetto partner per il Salone delle Eccellenze di DeGorsi&Partner, tennis sfolgoranti di brillanti bianchi che si abbinano a tennis in brillanti neri, raffinatissimi, parure di orecchini e gioielli, il made in Italy della migliore oreficeria artigiana per la linea classica che si sposa alle creazioni più fantastiche e sognanti.
Salon of Excellence, di DeGorsi&Partner
Press: Cristina Vannuzzi

Le nuove tendenze moda 2020 Fagioli Atelier a Pitti uomo ‘97

L'uomo 2020 di Atelier Faggioli(1)Le nuove tendenze moda 2020 Fagioli Atelier a Pitti uomo ‘97

Dal mondo delle griffe, da quello che si è potuto vedere al Pitti Immagine Uomo 2020, arriva un importante segnale, anche la figura maschile è entrata prepotentemente come consumatore nel mondo della borsa di pelle, consumiamo meno ma meglio, educhiamo il consumatore, spingendo sulla cultura del prodotto, in termini di qualità e pregio, rispetto dell’ambiente, delle leggi, delle persone.
E da questi eventi sparsi in tutta la città, facendo diventare Firenze un contenitore meraviglioso delle Tendenze Moda di Pitti Uomo 2020, escono, come fosse il cilindro di un prestigiatore, i talenti più veri, nuovi, enfatizzati, segnalati dal Salon of Excellence, di DeGorsi&Partner dove Aleksandar Djordjevic e Cris Egger, sempre alla ricerca di brand di lusso emergenti, sono in esposizione al Four Season Hotel, location piena di glamour che si adatta perfettamente al Brand <a href=http://www.faggioliatelier.com/>FAGGIOLI ATELIER</a> che incanta il mondo della moda con l’ arcobaleno di colori delle sue creazioni in pelli esotiche.
Modelli e colori da uomo(1)E Faggioli Atelier ha perfettamente compreso che, anche se l’abito può essere low cost o meno appariscente, sono proprio gli accessori, le borse e le scarpe che rimangono il vero accessorio fashion, l’uomo che mostra la sua Bag da lavoro e calzature di altissimo livello e la donna che si riappropria della propria femminilità, con borse e calzature, “ritorna sui tacchi” e torna ad essere l’oggetto del desiderio che fino dal Medio Evo è sempre stata.
In Italia, specialmente nel settore conciario, le aziende sono impegnate a portare avanti con successo la manualità e l’estro dei maestri conciari italiani, i maestri d’arte, fondamentali nella moda, che con il loro estro, sono senza concorrenza per livello qualitativo e Faggioli Atelier rappresenta un esempio, in quanto si scorge che quella stessa passione è riletta in chiave contemporanea mantenendo vive quelle radici con una cifra stilistica moderna.

Palette coloriFaggioli Atelier sceglie con estrema cura i pellami, i modelli e le strutture delle borse, ma anche i dettagli quali chiusure, borchie, cuciture e tracolle di alta gamma, caratterizzati da un attento processo di realizzazione dove artigiano vuol dire mani e cervello, la tecnica viene dopo, ma prima di tutto far fare alle mani quello che il cervello pensa, crea, decide, sogna…….successivamente, si pensa alla ricerca del pellame migliore, la concia, i colori vegetali, le metallerie, tutto il mondo di accessori che ruotano intorno all’oggetto finito, un mondo di “cultura” del lavoro, il nostro artigianato unico ed esclusivo, che tutto il mondo ci invidia.

La Donna 2020 di Atelier FaggioliGli accessori di Faggioli Atelier sono fatti da artigiani italiani, “maestri” nella costruzione delle scarpe e delle borse, tacchi, tomaie, pellame, tutto di altissima qualità per donna e uomo che seguono l’evoluzione della moda, in una continua ricerca del nuovo e del bello, sottolineando dettagli che fanno subito moda e rendono il marchio icona per ogni fashion victim: una passerella di scarpe dai colori inaspettatamente vibranti e bon ton, la bellezza maschile e la femminilità esasperata di Atelier Faggioli, nuovo brand nato dall’azienda di famiglia che opera nel settore delle pelli pregiate sin dal 1994, gestito dalle figlie Alessandra e Nathalie Faggioli.

Sono state proprio le sorelle Faggioli, forti dell’esperienza maturata in azienda per 15 anni al fianco del padre, a realizzare la nuova collezione di pelletteria e calzature di lusso.
Come affermano le sorelle Faggioli “L’attenzione al dettaglio e all’alta qualità caratterizzano l’intero processo della nostra produzione con una ulteriore particolare attenzione alle tematiche attuali sulla certificazione delle concerie italiane e sulla tracciabilità dei pellami per assicurare la maggior trasparenza ai clienti per una moda che è, ormai, diventata un must”.

FAGGIOLI atelier SRL
Via Caselli, 11/C – 44124 Ferrara – Italy
T. +39 0532 681681
atelier@faggioliatelier.com
Press: Cristina Vannuzzi

Leonidé Mon: FW 2020 per una donna romantica e ribelle

_D6A1744-202Leonidé Mon: FW 2020 per una donna romantica e ribelle

Leonida Monti è la mente creativa di Leonidè Mon, un brand che si identifica nella donna che ama la bellezza femminile in ogni sua forma. Leonida oltre a essere una raggiante fashion designer si distingue per essere una biologa nutrizionista, la sua attenzione infatti è rivolta alla cura del corpo a 360° gradi. Una stilista decisamente attenta, dotata di un intuito particolare dovuto probabilmente anche alla sua professione primaria di nutrizionista, che le ha permesso nel tempo di entrare in armonia con il suo corpo e di riflesso con l’abito, che lei ama definire “seconda pelle”.
La sua creatività infatti, parte da un discorso di bellezza non solo esteriore, ma di benessere psico – fisico. La giovane designer ha già iniziato a far parlare di se, in svariate situazioni, grazie al suo stile decisamente “chic e ricercato” catturando l’attenzione di molti. La donna di “Leonidè Mon” è attuale, raffinata e di tendenza, la tradizione sartoriale fermamente (made in Italy) si fonde con la modernità e con la ricerca attenta nei tessuti e nei colori, in questa collezione si ispira ad una donna chic e dinamica, che non rinuncia mai alla comodità e all’eleganza, un mood che si identifica in uno stile decisamente unico. Per questa stagione invernale, una strepitosa capsule con abiti dallo stile moderno, decisamente parigino, che evidenziano la donna che ama la bellezza femminile, in ogni sua forma, per garantire un unico risultato, semplicemente irresistibile.
_D6A1501L’eleganza non è certo una qualità che si può emulare semplicemente indossando un determinato capo, ma è anche vero però che ci sono degli elementi chiave che ricorrono sempre nei look parisienne e che in questo caso ritroviamo in linea con la filosofia di Leonida. In modo particolare questo stile lo ritroviamo nella collezione fall/winter 2020 dove si evidenzia, la ricercatezza nei tagli, nei tessuti e nel gioco di colori.

I colori usati sono principalmente il grigio, il nero con qualche variante marrone cammello e verde militare, perfetta inoltre l’armonia con gli accessori (scarpe, borse, cappelli e occhiali). Leonida non ama seguire le tendenze forzate, il suo intento è quello di creare capi che conducano la donna a differenziarsi dalla massa, ama trasmettere attraverso ogni sua creazione i due volti che una donna dovrebbe avere “romantica e ribelle”, “dolce e sicura di se”. Brand Manager: Le Salon de La Mode

A Vitique arriva il mare della bella Toscana

Post Vitique cena di pesceA Vitique arriva il mare della bella Toscana
Giovedì 25 luglio una serata unica in Chianti Classico per assaporare i frutti dell’arcipelago toscano

Vitique – via Citille, 43, Greti FI

Giovedì 25 luglio arriverà A Vitique, in Chianti Classico, il prezioso pescato dell’arcipelago toscano, per una serata alla scoperta di ciò che di più gustoso il mare sa offrire.

A rendere omaggio a questa materia prima unica sarà Antonio Guerra, chef del concept enogastronomico Vitique, nei cui spazi convivono armoniosamente Vitique Bistrot, Vitique Ristorante e Vitique Enoteca.

Giovedì 25 luglio Antonio Guerra darà vita ad un menù intrigante, che avrà come protagonisti scampi, sgombri, seppie e dentici, eccellenti anime del mare toscano.

Menù

Scampo, limone e “salsa verde”

Sgombro, cipolla rossa, zucchine e capperi

Seppia e spugnole

Dentice, spinacino, rafano e caviale

Pesca e cannella

Piccola pasticceria

50€ a persona – Bevande escluse – su prenotazione, posti limitati

Vitique è ultimo segmento nato dell’ospitalità di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, curata a livello nazionale da Alessandro Marzotto, Hospitality manager, con la direzione di Dario Nenci. Vitique si affaccia sulla campagna che abbraccia Greve, cuore pulsante del Chianti Classico, all’interno della cantina di Santa Margherita Tenimenti Toscani.

La nuova proposta gastronomica, inaugurata a marzo con l’arrivo dello chef Antonio Guerra e la consulenza dello chef Antonello Sardi, offre due linee distinte ma strettamente legate tra esse: Vitique Bistrot, aperto solo a pranzo, e Vitique Ristorante, aperto solo la sera.

La cucina del Bistrot, che permette di accomodarsi in uno spazio caldo, contemporaneo ed arredato con gusto ed eleganza, si basa su preparazioni semplici ed intriganti che vedono l’utilizzo di pochi ingredienti e cotture espresse e veloci.
La pasta è fatta in casa, la carne proviene da piccoli allevamenti locali, mentre il pesce pescato nei mari italiani arriva qui fresco ogni giorno.

Il Ristorante si sviluppa in un’area riservata e tranquilla che guarda la meravigliosa campagna del Chianti Classico. Anch’esso in stile contemporaneo ed avvolgente, mix tra legno di rovere e corten, è stato pensato per regalare ai clienti un angolo ancora più intimo e raccolto.
Oltre al menù alla carta, vengono proposti due menù degustazione, uno dei quali a mano libera, secondo l’estro dello chef. Le ricette che qui prendono vita sono un condensato di esperienze, di ricordi, di ricerca, di consapevolezze e di contaminazioni.

Lo chef Antonio Guerra, nato a Carate Brianza e di origini pugliesi, può annoverare significative ed importanti esperienze lavorative, tra cui quella da Luigi Taglienti al Lume di Milano, una stella Michelin, quella particolarmente significativa con lo chef stellato Giancarlo Morelli e quella con Antonello Sardi alla Bottega del Buon Caffè di Firenze, una stella Michelin.

La cantina, in continua crescita, offre oltre 200 referenze, con un focus sui vini del Gruppo Santa Margherita, che da nord a sud del Bel Paese disegnano un mosaico enologico variegato ed intrigante.

Oltre ai vini di Santa Margherita, la carta regala un interessante ventaglio di etichette italiane, francesi e tedesche firmate da produttori anche piccoli e di nicchia, per un viaggio alla scoperta di una viticoltura meno nota e di alto livello.

Nell’area enoteca è possibile degustare ed acquistare i vini delle cantine di Santa Margherita Gruppo Vinicolo: Santa Margherita e Torresella in Veneto, Kettmeir in Trentino Alto Adige, Ca’ del Bosco e Ca’ Maiol in Lombardia, Lamole di Lamole, Tenuta Sassoregale e Vistarenni in Toscana, Terreliade in Sicilia e Cantina Mesa in Sardegna.

A Vitique si può anche vivere un’esperienza a 360 gradi tra vino e ristorazione di qualità: diversi, infatti, sono i pacchetti che vengono proposti agli ospiti, che possono visitare la cantina di affinamento, fare una degustazione delle etichette del Gruppo Santa Margherita, e farsi poi trasportare dai profumi e dai sapori dei piatti del Bistrot.

La bottega delle eccellenze è un angolo riservato all’artigianato locale ed italiano: pasta, cioccolato, conserve, aceto, ma anche porcellane ed oggettistica costituita da pezzi unici sono solo alcune delle meraviglie che è possibile scoprire ed acquistare.

Vitique è anche location per eventi, dove possono essere organizzati incontri di lavoro, matrimoni, compleanni, ricorrenze speciali.

Press Kit Vitique (cartella stampa, cs e foto)

Vitique

Via Citille, 43, 50022 Greti FI
Mail – Sito Vitique
Giorno di chiusura mercoledì
Orari: dalle ore 11 alle ore 23

Ufficio Stampa
Roberta Perna Comunicazione Enogastronomica

Roberta Perna – Mail
Tel. 329 9293459 –Sito Roberta Perna

Dal 20 al 23 giugno torna Toscana Arcobaleno d’estate un mare di eventi nel segno di Leonardo da Vinci

8069b809-5c53-4824-8a01-49224f20723dDal 20 al 23 giugno torna Toscana Arcobaleno d’estate un mare di eventi nel segno di Leonardo da Vinci

Giovedì 20 fuochi d’artificio al Forte Belvedere (FI) e cena su Ponte di Mezzo a Pisa, venerdì 21 concerto degli Stadio a Forte dei Marmi, sabato 22 la festa è a Pistoia con aperture straordinarie   dei monumenti e menu a tema. Domenica 23 chiusura ad Arezzo tra cultura ed enogastronomia.

Scopri tutti gli eventi su www.arcobalenodestate.it   #arcobalenodestate

Firenze, 18 giugno 2019 – “Una vacanza geniale”, in omaggio a Leonardo da Vinci nel cinquecentenario della sua morte. E’ questo il filo rosso del cartellone di Toscana Arcobaleno d’Estate 2019, iniziativa promossa per il settimo anno consecutivo dalla Regione Toscana, con la partecipazione de La Nazione, il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana con la collaborazione di Anci Toscana, Ente Bilaterale Turismo Toscano e delle categorie economiche. L’edizione 2019 si terrà dal 20 al 23 giugno, un lungo weekend di festa dedicato ai turisti e ai toscani che avranno l’opportunità di testare il meglio dell’offerta regionale. Il cartellone comprende concerti, degustazioni, mostre con particolare attenzione alle eccellenze toscane, dalle bellezze culturali e paesaggistiche ai prodotti enogastronomici. I dettagli per ciascun evento, oltre alle offerte create ad hoc per l’Arcobaleno sono consultabili sul sito www.arcobalenodestate.it anche su mappa georeferenziata.

L’apertura sarà giovedì 20 giugno al Forte Belvedere a Firenze (evento su invito) con un ricco programma all’insegna del divertimento e dell’enogastronomia d’eccellenza che si concluderà con i “fuochi d’artificio arcobaleno”. Lo stesso Forte Belvedere sarà la sede di altre tre serate tematiche aperte al pubblico dal 21 al 23 giugno. L’iniziativa è organizzata da Confcommercio Firenze in collaborazione con Once Events, Unione Regionale Cuochi Toscani e Associazione Sommelier della Toscana, nell’ambito dell’edizione 2019 di Toscana Arcobaleno d’Estate.

Anche Pisa aderisce alla festa di inizio estate con la cena sul Ponte di Mezzo di giovedì 20 giugno. L’evento è organizzato da Confcommercio Provincia di Pisa e ConfRistoranti, con la compartecipazione della Camera di Commercio di Pisa e del Comune di Pisa grazie alla straordinaria disponibilità di sei ristoranti d’eccellenza in città: La Pergoletta, la Clessidra, I tre salotti, Retrobottega, L’ Artilafo e Tortuga. Per prenotarsi compilare il form online: https://www.confcommerciopisa.com/prenotazione-cena-ponte-2019/

La Versilia si illumina per Toscana Arcobaleno d’Estate con il concerto gratuito a Forte Dei Marmi de “Gli Stadio” venerdì 21 giugno. Basterà spostarsi di pochi chilometri e precisamente al Lido di Camaiore per assistere a due tappe del Radio2 Summer Live, uno degli eventi più attesi dell’estate italiana che ha scelto la città toscana per gli spettacoli di venerdì 21 e sabato 22 giugno.

Sempre venerdì 21 a Siena è di scena la Notte bianca all’insegna di musica, spettacoli itineranti e iniziative culturali. Inoltre, per gli appassionati di shopping, gli esercizi commerciali resteranno aperti fino a tarda notte. In Fortezza Medicea si parte dalle 18 con la presentazione dell’ultimo libro di Frankie hi-nrg mc “Faccio la mia cosa”, a seguire alle 19 aperitivo in Fortezza con Dj-Set in attesa del concerto di Frankie Hi-Nrg mc che inizierà alle ore 22 e terminerà con un dj set dell’artista in collaborazione con Alan Griffin (Chicago). La musica grande protagonista di questa giornata con una “Maratona musicale”, ad opera degli allievi dell’ISSM “R. Franci” e delle Scuole Convenzionate, che si terrà dalle ore 14 alle ore 19.30 presso la sede dell’Istituto. Alle ore 21.00 presso il Teatro Dei Rinnovati, si svolgerà il concerto diretto dal maestro Volpini ad ingresso gratuito. Per l’occasione l’orario di apertura dei musei verrà prolungato fino a mezzanotte con la possibilità di visitare in notturna il Santa Maria della Scala, il Museo Civico e i Magazzini del Sale.

Sabato 22 giugno riflettori accesi su Pistoia per una serata evento tra gusto, arte e cultura che vedrà l’apertura straordinaria del Battistero, del Campanile e del Museo Civico. Gli stessi monumenti saranno illuminati da luci colorate mentre i locali della Sala prepareranno per l’occasione un menù “arcobaleno” con prodotti d’eccellenza e allestimento a tema. Tra questi la Caffetteria Pasticceria Cri’S Bakery aderisce a Toscana Arcobaleno d’estate con un dolce speciale: la Rainbow cake (torta + succo di frutta Bio o calice di Prosecco DOCG al prezzo speciale di 6,00€). A completare l’evento, le note blues della musica live in Piazza della Sala che accompagneranno i presenti verso uno degli appuntamenti più attrattivi dell’estate pistoiese, il Pistoia Blues Festival.

La chiusura del weekend Arcobaleno anche quest’anno sarà ad Arezzo domenica 23 giugno. L’appuntamento è nel Prato tra il Duomo e la Fortezza Medicea dove sarà allestito un percorso enogastronomico dedicato a turisti e cittadini. Perché oltre alle degustazioni delle eccellenze del gusto il pubblico avrà la possibilità di scoprire le meraviglie di Arezzo e di partecipare alle visite guidate. A rendere speciale l’occasione per Arezzo concorrerà anche il take over sponsorizzato dalla Regione Toscana e curato dalla giornalista aretina Anna Martini, selezionata da Fondazione Sistema Toscana per raccontare le meraviglie della città. Domenica 23 il suo personalissimo racconto di una giornata da turista ad Arezzo, fra luoghi celebri ed altri più nascosti, sarà visibile in diretta sul canale Instagram di Toscana Arcobaleno d’Estate. L’altro evento top della provincia di Arezzo si svolgerà a Montevarchi venerdì 21 sempre all’insegna dell’abbinamento fra gusto, arte e cultura. Si tratta dell’aperitivo al Cassero realizzato con il patrocinio del Comune dalla delegazione valdarnese di Confcommercio con l’Associazione Cuochi Valdarno, l’Associazione Italiana Sommelier e la Direzione del Museo civico “Il Cassero”. Ad arricchire il menù insieme agli chef ci saranno anche ristoratori, alimentari, forni e pasticcerie del centro storico di Montevarchi.

Scopri tutti gli eventi su www.arcobalenodestate.it.

Toscana Arcobaleno d’estate è presente sui social: Facebook, Twitter, Youtube e Instagram. L’hashtag è #arcobalenodestate.

Contatti Stampa:
Marte Comunicazione snc.
info@martecomunicazione.com
Mariangela Della Monica – Responsabile ufficio stampa Fondazione Sistema Toscana
Cell. 334 6606721 m.dellamonica@fondazionesistematoscana.it

Arcobaleno d’Estate
Rainbow cake Cri’s Bakery
Arezzo, Arcobaleno d’Estate 2018
Versilia
Copyright © 2019 Marte Comunicazione snc., All rights reserved.
Ricevi questa mail perché esperto di Food e Wine e turismo

Our mailing address is:
Marte Comunicazione snc.
via Grocco 5
Prato, Po 59100

Conto alla rovescia per Vignaioli di Radda in collaborazione con Life of Wine on Tour

Life Of Wine on Tour Logo Ridimensionato (3)Conto alla rovescia per Vignaioli di Radda in collaborazione con Life of Wine on Tour

Manca ormai pochissimo alla
III Edizione di “Vignaioli di Radda”

24 maggio 2019
Nuove e vecchie annate
per una degustazione unica

Casa Chianti Classico – Chiostro di Santa Maria al Prato a Radda in Chianti (Si)

Degustazione vini ai banchi di assaggio e
finger food dalle ore 14 fino alle ore 20

Tour in jeep dalle ore 14 fino alle ore 19

Possibilità per la stampa di accedere con richiesta di accredito
Evento Sold Out per il pubblico finale che è invitato a partecipare a Radda nel Bicchiere (1 e 2 giugno a Radda in Chianti)

Manca ormai pochissimo a Vignaioli di Radda, evento annuale a cura dell’Associazione Vignaioli di Radda, che per questa sua terza edizione, che si terrà venerdì 24 maggio, vedrà un’importante novità grazie alla collaborazione con Life of Wine on Tour, marchio a firma Studio Umami, agenzia di comunicazione specializzata nel food & wine, che promuove i vini dal lungo percorso.

Quest’anno, infatti, ai banchi di assaggio, ci saranno, oltre che le annate in commercio dei 24 vignaioli appartenenti all’Associazione, anche alcune loro preziosissime vecchie annate.

Sarà, così, questa un’occasione unica per assaggiare il passato ed il presente della produzione vitivinicola di una delle zone maggiormente vocate alla viticoltura.
La manifestazione, sold out per il pubblico finale (per la stampa possibilità di richiesta di accredito), si svolgerà dalle ore 14 fino alle ore 20 alla Casa Chianti Classico (Chiostro di Santa Maria al Prato a Radda in Chianti (Si)) e darà la possibilità ai visitatori di conoscere da vicino il territorio di Radda ed assaggiare la produzione vinicola dei 24 soci che compongono l’Associazione.

Dalle ore 14 in poi alcune jeep porteranno i partecipanti (il tour durerà circa un’ora) alla scoperta della generosa terra che qui dà vita a vini di altissima qualità, apprezzati in tutto il mondo. Si potrà entrare così nel vivo della produzione enologica che caratterizza questa rinomata area del Chianti Classico ed ammirare la bellezza paesaggistica di questo lembo di Toscana, tra boschi, colline e coltivazioni a marchio made in Italy.

Dalle ore 14 fino alle ore 20 a la Casa Chianti Classico a Radda (Casa Chianti Classico), si svolgerà la degustazione delle etichette dei soci dell’Associazione Vignaioli di Radda, costituitasi ufficialmente l’11 settembre 2018, e formata da 24 produttori che si sono uniti per promuovere le eccellenze vitivinicole di quest’area del Chianti Classico.

Essi, al di là delle diverse dimensioni aziendali, origini e storie personali, condividono il comune amore per un territorio meraviglioso ed il desiderio di preservarlo e comunicarlo in forma coordinata.

Rispetto dell’ambiente e della biodiversità, conoscenza dell’area e delle sue tradizioni colturali ed enologiche, vini prodotti da uve del territorio e centralità del Sangiovese : questi sono alcuni dei punti fondamentali contenuti nello Statuto dell’Associazione.

Cantine socie dell’Associazione Vignaioli di Radda: Borgo La Stella, Borgo Salcetino, Brancaia, Cantina Castelvecchi, Caparsa, Castello di Albola, Castello di Monterinaldi, Castello di Radda, Castello di Volpaia, Castello di Monterinaldi, Colle Bereto, Fattoria di Montemaggio, Istine, L’Erta di Radda, Monteraponi, Montevertine, Podere Capaccia, Podere l’Aja, Podere Terreno alla Volpaia, Poggerino, Pruneto, Tenuta Carleone di Castiglioni, Terrabianca, Val delle Corti, Vignavecchia.

L’evento per il pubblico finale è sold out, ma chi vorrà conoscere i vini di questo territorio unico potrà partecipare alla manifestazione “Radda nel bicchiere”, alla sua 24esima edizione e promossa dalla Proloco di Radda, che si svolgerà a Radda il 1° ed il 2 giugno 2019 con interessantissime novità ed un programma sempre più ricco. Sito Radda nel Bicchiere

Life of Wine on Tour, innovativo progetto che vuole promuovere cultura e conoscenza di vini italiani dal lungo percorso attraverso momenti dedicati sia ad operatori al settore, sia al grande pubblico di enoappassionati, nasce come “appendice itinerante” Life of Wine, evento unico nel mondo del vino interamente dedicato alle vecchie annate firmato Studio Umami (Sito Studio Umami/Sito Roberta Perna), agenzia da anni attiva nel settore comunicazione ed eventi di stampo enogastronomico; un appuntamento con sede a Roma nato nel 2010, dove ogni anno i produttori di oltre 50 cantine da tutta Italia portano in assaggio altrettante microverticali delle loro etichette più rappresentative, per un totale di oltre 170 vini e più di 130 vecchie annate spesso introvabili.

Quest’anno Life of Wine si terrà domenica 27 ottobre sempre all’Hotel Radisson Blu a Roma.

I giornalisti interessati a Vignaioli di Radda possono richiedere l’accredito, specificando la testata di riferimento e l’interesse o meno al tour in jeep, scrivendo a pr.enogastronomia@gmail.com

Nell’oggetto della mail “Richiesta accredito Vignaioli di Radda”.

Gli accrediti avranno validità solo una volta confermati da una mail di risposta.
Press Kit Vignaioli di Radda (foto e comunicati stampa)

Sito:Vignaioli di Radda

Email Vignaioli di Radda

Facebook Vignaioli di Radda

Instagram Vignaioli di Radda

Per info: Roberta Perna
Ufficio Stampa
Roberta Perna Comunicazione Enogastronomica
mail – 329 9293459
Sito Roberta Perna Comunicazione Enogastronomica

A Firenze Pitti Immagine 95 The pitti box

berg gioielli 2A Firenze Pitti Immagine 95 The pitti box

Una città che diventa contenitore di idee, colori, stravaganze, personaggi……arriva a Firenze Pitti Immagine edizione 95 e per tema The Pitti Box, a Firenze la moda sta tutta nelle scatole, contenitori infiniti per idee e momenti di condivisione, stimoli e relax, svelati sul piazzale della Fortezza da Basso a Firenze e per ogni dove della 95esima edizione di Pitti Uomo, dall’8 all’11 gennaio 2019 per le collezioni e il lifestyle al maschile. Di scena sul tema The Pitti Box con tanto di video art gallery nel dj set curato da Sergio Colantuoni, la moda uomo per l’inverno 2019-2020 di 1.230 marchi di cui 542 in arrivo dall’estero. Come sempre il salone, organizzato da Pitti Immagine, presenta le 13 sezioni sempre al top per nomi e novità di proposte, con una evoluzione costante e accurata che fa di Pitti Uomo uno degli eventi principali del fashion internazionale. Una formula sperimentata di successo in successo che non perde di attualità che gli organizzatori di Pitti Immagine stanno presentando in tutto il mondo.
Fra i tanti eventi collaterali, L’8 gennaio la 10a edizione di Salon of Excellence, nell’elegantissimo Hotel Excelsior.
Fra le aziende, che escono magicamente dai Box di Pitti Immagine, ecco Maria Elena Savini con la sua linea orafa SAVINIJEWELS, una mano talentuosa made in Italy per gioielli creati usando la ceramica, colori e ironia per un bestiario fantastico, la sua Puglia racchiusa in bracciali, collane, e poi MARINA CORAZZIARI, i suoi gioielli sono il racconto di un Mediterraneo che unisce e lega, per un’eleganza senza tempo, dove la stilista è capace di attraversare generazioni, situazioni della vita ed epoche storiche con un filo di nostalgia per una estetica fatta di delicatezza e ironia, di fascino e disincanto.
Una collezione, quella che MARINA CORAZZIARI presenta, dove ogni gioiello è un racconto, contaminato da pietre preziose, perle e cristalli di rocca, turchesi e argento, zaffiri e coralli, per contemporanee testimonianze di donne senza tempo all’insegna della seduzione, è estrapolata dalla fantastica collezione di immagini che uniscono la pittura alla vita vera, la fantasia alla realtà, che prendono vita nelle sale dell’Hotel Excelsior.
46496269_1057367801101257_7982139596550963200_nAltro Brand importante in esposizione BERG GIOIELLI, l’altissima qualità delle creazioni che nascono dall’artigianalità orafa del Made in Italy. Perle reinterpretate in anelli scultura, rubini avvolti in corolle di fiori e farfalle, acquamarine trattenute da delfini di diamanti, tormaline, zaffiri, smeraldi, montati su oro bianco, giallo, rosa e nero.
Infine la scoperta di un nuovo talento di stile, AGARW-UD, giovanissimo brand creato dalla giovane fashion designer Angelica Bolzan, evidenti radici storiche di cui porta dentro una nostalgia lieve e struggente ……. quasi senza volerlo la giovane designer si sta imponendo nel difficile scenario internazionale della moda in un momento in cui lo chic non è un’opinione, ma un’esigenza assoluta. E Angelica Bolzan da una vera lezione di stile, che è diventato il tratto caratterizzante del brand, importanza al prodotto, un’attenta selezione di filati e accessori, studio accurato di modellistica e fitting, collaborazione con realtà artigiane locali con anni di esperienza.
Questo “viaggio virtuale” in una esposizione tutta dedicata alla moda e al lusso ospita le opere di Jacob Bolotin le cui illustrazioni con la tecnica del collage suscitano entusiasmo e ammirazione dagli esperti del settore e dei lettori delle riviste di moda come L’uomo Vogue, Arbiter, Elle. Arte e moda, due mondi e modi del vivere quotidiano, desiderio e necessità del bello, non solo per sopravvivere ma soprattutto per vivere. E in questo vivere si abita il mondo, si codificano i linguaggi e i comportamenti, si costruisce l’identità, non solo personale ma anche collettiva.
Si possono solo tirare le somme in positivo della DeGorsi luxury consulting, ente organizzatore di Alex Djordjevic e Cris Egger, e il Salon of Excellence in versione innovativa in cui si evidenzia l’importanza ed il ruolo di «scouting» degli organizzatori nello scovare nuovi talenti.
Press: Cristina Vannuzzi

Cena della legalità

melvin-2-300x199Cena della legalità

Lions Club Firenze Sesto Fiorentino
Filippo Cogliandro chef
Educandato Statale “SS Annunziata” Firenze

Cena su invito, lunedì 22 ottobre 2018 ore 20.00

A Firenze la Legalità si serve in tavola

Il Lions Club Firenze Sesto Fiorentino, su iniziativa del Presidente Roberto Casamonti, ha invitato il 22 ottobre lo chef calabro Filippo Cogliandro per “La Cena della Legalità” un appuntamento per celebrare i servizi umanitari del concetto Lions – i Lions di tutto il mondo che hanno cambiato le vite delle persone tramite servizi umanitari – ponendo come obiettivo quello di ribadire la volontà di uno straordinario impegno civile da parte del mondo dell’associazionismo Lions al fianco di quanti si spendono quotidianamente per l’affermazione della cultura della legalità e della giustizia sociale.

All’evento, che si terrà nella Sala Bianca della Villa di Poggio Imperiale, sede dell’Educandato Statale “SS. Annunziata”, saranno presenti il Dr. Francesco Creazzo, Procuratore Capo del Tribunale di Firenze, le autorità cittadine, rappresentanti delle forze dell’ordine, magistrati, amministratori, imprenditori ed esponenti del mondo del volontariato: tanti gli ospiti illustri per quello che sarà più di un momento conviviale ma l’occasione per fare un’importante riflessione.

Con questa iniziativa – afferma il Presidente Casamonti – vogliamo sottolineare l’impegno del mondo dell’impresa a favore della Legalità e in

difesa della Legge, nella chiara consapevolezza che il mondo dell’associazionismo rappresenta uno dei più forti baluardi a protezione del sistema di regole che danno affidabilità al tessuto economico, contribuendo a far crescere le nostre attività e l’intero territorio.

Filippo Cogliandro, lo chef che tiene alto il nome della cucina calabrese anche da un’altra prospettiva, quella della legalità. Lo chef dell’Accademia Gourmet di Reggio Calabria, che nel 2016 ha ricevuto il premio Paolo Borsellino per la sua azione civile e sociale e il 23 aprile 2018, con il San Giorgio d’oro, è stato nominato “Ambasciatore dei sapori, dei colori e della creatività della Calabria”, contrasta la ‘ndrangheta con la sua cucina, la sua risposta alle minacce subite sono “Le Cene della Legalità”. Nei suoi piatti infatti si ritrova tutto il gusto del territorio, che inizia dalle filiere “pulite” dell’agroalimentare per arrivare ad una Calabria con un nuovo respiro, argomenti nuovi che non siano solo la ‘ndrangheta, per parlare di arte, cultura, storia e cucina, e per “cambiare pagina”, e questa è la migliore delle ricette.

L’evento si colloca in un più ampio programma di iniziative, promosse dal Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Educandato “SS. Annunziata” il Dr. Giorgio Fiorenza, che vede lo storico istituto fiorentino impegnato da anni nel sensibilizzare gli studenti su tematiche legate alla lotta alle mafie, al senso civico, alla cittadinanza attiva e consapevole.

Alla serata, cui si accede esclusivamente su invito, parteciperanno anche i ragazzi dell’Istituto Statale per l’Ospitalità Alberghiera Federico Enriques di Castelfiorentino, dirigente scolastico la Prof.ssa Patrizia Paperetti, che affiancheranno Filippo in cucina nella preparazione della cena e che effettueranno servizio di sala e di accoglienza degli ospiti. Il giorno seguente Filippo Cogliandro terrà una lezione agli studenti dell’Istituto per parlare di una cucina che ha, come pretesto, il racconto dei valori della legalità e delle tradizioni, dunque la storia di un popolo.

Al Fashion Frames al Pitti live Movie

26220087_1748188815200846_7816165183996274213_n(1)Al Fashion Frames al Pitti live Movie

Autunno Inverno 2018/2019

Una Firenze desiderabile e aristocratica si è presentata a tutto il mondo, dal 9 al 12 gennaio, magica città dove il mood è stato solo uno, Pitti Live Movie, ovvero cinema & moda, costumi & scene, sfilate & film, ovviamente la MODA dove qui è tutto, quindi tendenze Autunno Inverno 2018/2019, tutti al Film Festival di Pitti Uomo, per le collezioni maschili dell’inverno 2019, per il red carpet dello stile contemporaneo di 1.230 marchi dei quali 541 provenienti dall’estero (il 44% del totale) con 227 tra nuovi Zardozi2(2)nomi e rientri al salone) che ha occupato più di 60.000 mq in Fortezza da Basso e in tutta la città, dove si sono avute manifestazioni non meno importante e di tendenza come il Salon Of Excellence & Fashion Frames organizzato dalla DeGorsi Luxury Consulting di Alexander Djordjevic e Cristina Egger che si confermano così come uno dei contenitori di ricerca di nuovi brand emergenti più interessanti di Pitti Immagine Uomo.
Cristina Egger, per la 9° edizione del Fashion Frames, ha presentato una sezione completamente dedicata a nuovi designer/brand con un’importante dose di ricerca stilistica nel proprio DNA con un solido background strutturale che ne possa consentire il successo distributivo e commerciale, infatti i Brand presentati in questa edizione sono concentrati nelle merceologie relative agli accessori, luxury comfort, accessori, borse, calzature o elementi di abbigliamento che vivono indipendentemente da un total look, mixando abilmente gli accessori fatati a cui non si può rinunciare, come Berg gioielli, monili per una donna di grande classe, le ALEF(4)calzature gioiello di Giorgia Caovilla per O Jour, fatte con pellame di grande qualità, dotate di una ventata di luce, bagliori e raffinatezza per illuminare in modo glamour i passi delle fashion addicted, le borse di Alef, caleidoscopio di colori per scaldare le giornate invernali, pellame pregiato e produzione totalmente made in Italy, le sete, velluti, damaschi e ricami d’amore di stile orientale dei caftani di Nadir Mamut per far sentire una donna regina, fuori e in casa, Zardozi, dal Kazakhstan l’artigianato indiano e arte orientale per pigiami da sera, un raffinato casual per stare in casa, a cena con gli amici, cappotti vestaglia ampi e fluidi, annodati da morbide cinture, colori notturni ma anche inattesi per un luxury comfort con punte di underground londinese. tra gli smoking di velluto nero o blu – assolutamente inediti – è stato proprio il velluto la risposta alla moda maschile classica, sfumature di colore e morbida eleganza, un nuovo mood per abbinare il lusso nei materiali e lo chic di un prodotto finito.
Chiude così anche questa edizione del Pitti Uomo 2018, con un pazzo shooting che ha dato la cifra di questa edizione del Fashion Frames, un flash di nuvole di colore di Seta Atelier, volti ammalianti curati da HM di Luciano Carino, l’immagine sorprendente, folle e perfetta, data dal mago dell’obiettivo Edoardo Tranchese, donne leggiadre come farfalle che hanno ammutolito i passanti sul Ponte di Santa Trinita sfidando il freddo pungente…..aspettando la prossima Primavera.
Fashion Frames
Press: Le Salon de La Mode
shooting: Seta Atelier, Nadir Mamut, O Jour, Alef, Berg
Art Director & Ph. Edoardo Tranchese
assistant: Umberto de Rosa
MUA HM Makeup Italy di Luciano e Miriam Carino
Models: Gresya Acanfora Naomi Buonomo Maria Della Volpe Veronica Maria
Cantine Mediterranee
Organizzation: Cris Egger

MusicaW Festival – Castellina Marittima

MusicaW Festival, 19 anni di musica. E’ un progetto portato avanti al lavoro di uno staff di volontari partiti dale band emergenti, arrivati a guest nazionali.

Marea Festival – Fucecchio

Marea Festival, 10 Mila m² di spazio verde, in pieno centro, con una programmazione di concerti e spettacoli teatrali, dibattiti,  discipline sportive, mostre e installazioni artistiche.

Eventi musicali e teatrali la Versilia si veste di bollicine con Prosecco Wine Festival

Sabato 28 giugno nei giardini de La Versiliana prima edizione del Prosecco Wine FestivalLa Versilia si veste di bollicine con Prosecco Wine Festival sabato 28 giugno alla Versiliana di Marina di Pietrasanta AIS e il Consorzio Prosecco DOC insieme per una esclusiva degustazione che farà da cornice all’elezione del Miglior Sommelier della Toscana 2014

Un esclusivo cin cin a base di Prosecco DOC in riva al mare: è quello che andrà in scena sabato 28 giugno a Marina di Pietrasanta nei giardini della Versiliana in occasione della prima edizione del Prosecco Wine Festival, un tasting aperto al pubblico – organizzato da AIS Toscana in collaborazione con il Consorzio

Prosecco DOC – che si candida a diventare l’evento più glamour dell’estate versiliese.

prosecco wine festival logoL’appuntamento è dalle 15 alle con 23 degustazioni libere delle etichette delle più importanti aziende produttrici di Prosecco – ambasciatore di “uno stile
tipicamente italiano di bere”- degustazioni guidate a tema, uno spazio “Eccellenze Food” per accompagnare gli assaggi con un aperitivo sfizioso e un’area
Fumoir dove degustare sigari in abbinamento a pregiati distillati e cioccolato.

A fianco dei produttori in questo “debutto” in Versilia, l’Associazione Sommelier Toscana presieduta da Osvaldo Baroncelli che, con i suoi professionisti, accompagnerà il pubblico a conoscere ogni singola sfumatura del Prosecco. Ma non solo. Sabato 28 giugno il Prosecco Wine Festival ospiterà anche la fase finale del concorso Miglior Sommelier della Toscana, altro atteso appuntamento di questa “preview” della stagione del Caffè, che si preannuncia per il 2014 ricco di eventi musicali e teatrali, mostre d’arte e conferenze.

L’elezione del Miglior Sommelier della Toscana richiama ogni anno l’attenzione di un numero crescente di sommelier che scelgono di mettersi in gioco con test

teorici e prove di servizio per tentare la scalata a quel titolo che fino ad oggi ha portato molta fortuna ai suoi vincitori: la Scuola Concorsi Toscana,
guidata da Simona Bizzarri, è infatti considerata una delle migliori al mondo, come testimoniato anche dall’elezione lo scorso anno di un toscano – Luca Martini
– Miglior Sommelier del Mondo WSA. Da questo palcoscenico sono partiti anche campioni italiani come Gabriele del Carlo e Andrea Balleri – entrambi vincitori,
rispettivamente nel 2011 e nel 2009 – ma anche Daniele Arcangeli, vincitore nel 2012 e tre volte sul podio nel concorso Miglior Sommelier d’Italia e Luca
Degl’Innocenti campione toscano uscente 2013. Un appuntamento di grande appeal che si sposa perfettamente con l’allure sofisticato e allo stesso tempo informale del Prosecco.

Alle degustazioni e alla proclamazione del Miglior Sommelier AIS Toscana 2014 si aggiungono poi altri eventi, che catalizzeranno l’attenzione dei winelovers sabato 28 giugno: un AIS Wine Shop on line dedicato alla vendita dei vini in degustazione e il Prosecco Week, con dieci ristoranti selezionati in tutta la

Versilia che proporranno per tutta la settimana precedente all’evento menù in abbinamento al Prosecco DOC.

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Forte dei Marmi, sabato 14 giugno 2014

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Interpreti:

Artista Davide Nido
Chef Andrea Mattei
Videomaker Nicola Gnesi
Location: Hotel Byron *****L Forte dei Marmi

da un’idea di Salvatore Madonna

progetto di Susanna Orlando in collaborazione con Galleria Bonelli (Milano/Canneto sull’Oglio)

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Sabato 14 giugno alle ore 19, presso l’Hotel Byron di Forte dei Marmi, due universi si uniranno : quello artistico di Davide Nido, che nelle sue opere indaga nel mistero tela-universo con i suoi moduli circolari carichi di colore protesi verso l’infinito, e quello culinario attraverso l’abilità tecnica e creativa dello chef “stellato” Andrea Mattei.
Lo chef riprodurrà una tela selezionata tra gli ultimi lavori dell’artista, creando un piatto che sarà poi inserito nel menù ufficiale del ristorante, trasformando così un opera d’arte contemporanea in una creazione culinaria, instaurando dunque una connessione tra l’opera d’arte e il pubblico che lo gusterà.

L’idea nasce dall’attento collezionista Salvatore Madonna, padrone di casa dell’Hotel Byron, che un giorno, mentre in galleria ammirava un’opera di Nido, pensò che il pregiatissimo chef  del ristorante dell’Hotel potesse interpretarla e “cucinarla”  creando un piatto gustoso e prelibato. Nonostante l’impresa non fosse semplice, la macchina si è messa in moto e il progetto realizzato.

Dal 14 giugno al 2 di Luglio verranno esposte presso l’Hotel tre opere di Davide Nido attinenti al progetto.
Durante il cocktail Andrea Mattei proporrà perciò frammenti o piccole miniature dell’opera in questione.
Per l’occasione verrà presentato il video di Nicola Gnesi che testimonierà il congiungimento dei due mondi.
“O si è un’opera d’arte o la si ….mangia” Oscar Wilde

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Parafrasando Oscar Wilde, la creatività della gallerista Susanna Orlando, Galleria omonima a Forte dei Marmi e Pietrasanta, accende la fantasia con un ponte ideale tra visione e gusto, tra l’ammirazione dell’opera d’arte e l’emozione nel sentirla viva, fragrante, dolce e sensuale, “sentirla”, con la complicità dell’artista Davide Nido che presenta un opera prestata al gusto, interpretata dalla creatività dello chef Andrea Mattei, un pezzo unico, magico, che, pur mantenendo la poetica dell’artista rappresenta una lettura personale sulla relazione con la tavola: delicate trame e giochi di colore che non potremo mai, ma vorremmo, indossare come gioielli, segni contemporanei di fragilità che ognuno può adattare alla propria personalità, mondi fantastici fatti di giochi per uomini del futuro che sembrano usciti dalle sue resine, e allora, gustare per essere, non per scoprire, ma vive suggestioni, ……..una meraviglia.

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Special Project at Hotel BYron “The streamers”

Il 14 giugno, all’Hotel Byron di Forte dei Marmi, un prezioso“ tableau” di dolcezza, che si scioglie sensualmente in bocca, il rincorrersi di sfere dolci, allegre e giocose, gusto e colore, che, trasformandosi in materia liberano l’opera d’arte dalla sua funzione di ornamento per diventare opera d’arte della tavola, dal gusto impareggiabile.
Crediti fotografici:
per l’artista Davide Nido: Paola Bernabei
per lo chef Andrea Mattei: Nicola Gnesi
Per info: Galleria Susanna Orlando via Carducci 10 – 55042 Forte dei Marmi Galleria Susanna Orlando – Studio via S. Stagi 12 – Pietrasanta (Lucca)

info@galleriasusannaorlando.it

www.galleriasusannaorlando.it

per Galleria Orlando: press office Cristina Vannuzzi Landini

Fiordaliso a La Capannina di Franceschi

20APRILE-1Fiordaliso a La Capannina di Franceschi
Domenica 20 Aprile 2014

ore 19,30
aperitivo & buffet

THAT’S AMORE

INGRESSO LIBERO
dalle 19.30 alle 22.00

ore 23,59 inizio dello spettacolo

deejay Stefano Natali
 deejay Stefano Seppia
Pianobar Stefano Busà
Per info e prenotazioni 338 5712304

www.lacapanninadifranceschi.com

Jerry Calà a La Capannina di Franceschi

18APRILE-1Jerry Calà a La Capannina di Franceschi
Venerdì 18 Aprile 2014

ore 21,30 cena su prenotazione

ore 23,59 inizio dello spettacolo

deejay Stefano Natali
deejay Stefano Seppia
Pianobar Stefano Busà
live Turno notturno band
Per info e prenotazioni 338 5712304

www.lacapanninadifranceschi.com

Spettacoli musicali al festival del gusto e dell’artigianato – Sansepolcro (AR)

Spettacoli musicali al festival del gusto e dell’artigianato – Sansepolcro (AR)

Dal 24 al 27 Aprile 2014

Eventi 3000 presenta il Festival del gusto e dell’artigianato, che si svolgerà a Sansepolcro (AR) in Piazza Torre di Berta, via Matteotti e piazza Garibaldi nei giorni 24 25 26 27 Aprile 2014.
All’evento parteciperanno circa una sessantina di aziende appartenenti al settore dell’enogastronomia e dell’artigianato, le quali esporranno e venderanno i più pregiati prodotti tipici del territorio locale e di tutta Italia.
I visitatori del centro storico di Sansepolcro in occasione di questo Festival avranno occasione di fare un percorso tra le vie del Gusto d’Italia, con degustazioni e possibilità di acquisto dei migliori prodotti del DOP italiano.
La manifestazione vuole essere anche un “gemellaggio” con i ristoratori, le cantine e i produttori locali, che proporranno menu ad hoc per questi giorni, in tema e complementari alle proposte degli espositori negli stand.
A cornice della Fiera è previsto un programma ricco di appuntamenti: in piazza Garibaldi ci saranno cooking show nei quali chef di fama internazionale mostreranno le loro creazioni culinarie. Organizzeremo anche dibattiti e convegni sulla buona tavola e sulle eccellenze dell’artigianato e dell’enogastronomia italiana.
Saranno collateralmente calendarizzati momenti di animazione, spettacoli musicali e artisti di strada, in modo che il binomio food-entertainment possa divenire un modo efficace per incentivare nuove forme di turismo, senza perdere mai di vista l’importanza e le tradizioni del territorio.
Questo evento avrà luogo in un periodo in cui a Sansepolcro ogni anno si registra la presenza di un grande numero di visitatori per il Museo di Piero della Francesca e questo, insieme all’eccezionale qualità delle aziende espositrici, lascia prevedere una grande affluenza di pubblico. Inoltre, i continui contatti di Eventi 3000 con Rai, Mediaset e riviste specializzate forniranno ampia eco pubblicitario alla manifestazione.
Per informazioni, chiarimenti e dettagli sulla manifestazione, contattate Eventi 3000:
Cell. 327 5775500 Tel.fax 0541 17893828 E-mail info@eventi3000.com, oppure visitate il nostro sito www.eventi3000.com.

Per informazioni, chiarimenti e dettagli sulla manifestazione, contattate Eventi 3000:
Cell. 327 5775500 Tel.fax 0541 179 38 28 E-mail info@eventi3000.com, oppure visitate il nostro sito www.eventi3000.com

Capodanno 2014 a La Capannina di Franceschi Esibizione Jerry Calà

31-dicembre-locandina-elettronicaCapodanno 2014 a La Capannina di Franceschi Esibizione Jerry Calà

31 dicembre 2014

PROGRAMMAZIONE
h. 23.45 Discorso del Patron Guidi e del Sindaco Umberto Buratti di Forte dei Marmi
h 00.00 Esibizione di Samba Brasiliana
h. 00.30 Esibizione live OXIGENE band
h. 02.00 Esibizione JERRY CALA’

in teatro
deejay Stefano Seppia
deejay Stefano Natali

piano bar
Stefano Busà

PREZZI
– Cena con una bottiglia di spumante ogni 4 persone per il brindisi di mezzanotte:
110 euro a persona
( il tavolo dovrà essere liberato entro le 00.10 )

– Cena + tavolo dopo cena con 1 bottiglia di champagne ogni 4 persone :
230 euro a persona
– Ingresso dopo le 23.00: 50 euro con una consumazione

prevendite

mobile +39 338 5712304

email lacapannina.ta@gmail.com
www.lacapanninadifranceschi.com
Tel. +39 0584 80169 – Mob +39 3385712304
lacapannina.ta@gmail.com
La Capannina di Franceschi V.le Repubblica – Forte dei Marmi (LU) Italy